User Tag List

Pagina 1 di 5 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 44
  1. #1
    Registered User
    Data Registrazione
    14 Mar 2002
    Localitą
    Verona
    Messaggi
    2,066
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Barak Obama e la Padania

    Oggi la Padania, la sua aspirazione all' indipendenza, ha un nuovo nemico: Barak Obama. Chiariamo: non vi é dubbio alcuno sul fatto che il neo presidente ignori cos'é la Padania (geopoliticamente e socialmente) peró é grave che lo ignori pure dal punto di vista economico (cosa che invece, almeno ai repubblicani, non era totalmente sconosciuta). Perché lo ignora? Alla fine della mia opinione srį chiaro.
    Obama é della "razza" del peace and love, armonia, comprensione, solidarietį, democrazia che viene dal basso, partecipazione, inclusione sociale ed economica ed altre 100 voci del dizionario veltroniano dell' ultima ora. Infatti la sinistra mondiale, orfana dei suoi sgherri, esulta (a denti stretti): han perso la rivoluzione proletaria ma han guadagnato un negro a capo della Casa Bianca. Poi sappiamo bene come finirį: il negro che vollero dipingere di rosso, resterį un negro a stelle e strisce che sacrificherį i suoi ideali alla John Lennon sull' altare della realpolitik. Peró con un' aggravante: non sa un cazzo del Mondo (neppure dell' ex-impero). Prova ne é una dichiarazione agghiacciante data ai giornalisti dell' America Latina (sopratutto del Centro America). "Non conosco le vostre realtį, peró conosco molto bene l' Africa". Questa afferamzione detta da un presidente che eredita un muro (vero, come quello di Berlino) che serve per, teoricamente, detenere l' invasione di centroamericani, fa rabbrividire.
    E la Padania o Nord Itaglia? L' Itaglia é da sempre un partner (eufemismo, un nano genuflesso) ai piedi della grande potenza d' oltre oceano, servizievole ed obbediente. Da dopo il terrorismo di stato e la CIA che allena Gladio e rifornisce esplosivi e denaro per depistare processi (e tirare la croce sui piś idioti dei neofascisti, i piś furbi eran parte del gioco), ad essere amici degli USA non ha guadagnato nulla. Certo, abbiam avuto la sfiga che quando entra Berlusconi "in campo", il personaggio vede nel nanismo fisico e intelletuale del compadre Bush un modo per per far lievitare il suo altrettanto piccolo nocciolo di statista: come se, unendo due nani venisse fuori un gigante.
    Questa é oggi l' erdeitį che tocca alla Padania: la LN ha partecipato in governi ed amministrazioni che per 14 anni, nel nome della Padania han solcato i corridoi delle stanze dei bottoni, han sfiorato i pulsanti per poi trattenersi alla prima bacchettata sulle dita, che han ipotizzato cento mila diversi scenari geopolitici che dovevano favorire o accellerare la libertį...e ora Obama. Sforzi per costruire l' Europa? Zero al cubo, tanto l' America é nostra amica. A Bruxelles si va solo a ritirare lo stipendio ed a elemosinare aiuti, peró gli amici stan oltre oceano. Come diceva il Berlusca.
    Bene, oggi l' Itaglia, e per forza la Padania ha un nuovo amico: uno che conosce molto bene l' Africa.

    Peace and love a tutti e che Martin Luther King vi protegga.

    Wotan

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,255
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    la scelta di obama č stata mirata. miratissima.
    non credo che i presidenti degli stati uniti comandino. devono solo eseguire gli ordini di chi li ha messi al posto che occupano. prima andava bene bush e prima ancora clinton : non credo che neanche questi ultimi comandassero.

  3. #3
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    15,922
    Mentioned
    13 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da dime can Visualizza Messaggio

    [L'utente si trova nella tua lista ignorati] Visualizza citazione

    la scelta di obama č stata mirata. miratissima.
    non credo che i presidenti degli stati uniti comandino.
    devono solo eseguire gli ordini di chi li ha messi al posto che occupano.
    prima andava bene bush e prima ancora clinton : non credo che neanche questi ultimi comandassero.
    sono d'accordo;
    l'impero č una realtą complessa e articolata dove il vero
    potere č ben distribuito fra coloro che davvero contano.
    č chiaro che tra quelli che contano, č escluso
    il popolo il cui compito č quello di ubbidire e,
    giusto per celebrare la democrazia, č chiamato
    ogni tanto a mettere una croce su un nome.

    solo la caduta del sistema, potrą aprire delle
    opportunitą di libertą e vero cambiamento per
    tutti i popoli del pianeta.

    nell'attesa, esistono solamente piccoli margini
    di azione da parte di alcuni stati e nazioni, dovuti
    alla loro capacitą di confrontarsi con scaltrezza,
    rispetto a una potenza mondiale, che come disse
    un famoso analista politico,
    č pericoloso averla nemica,
    tragico averla alleata.

  4. #4
    Non si fitta ai terroni.
    Data Registrazione
    11 Dec 2007
    Localitą
    Non sono razzista. Il razzismo č un crimine, e il crimine č roba da negri.
    Messaggi
    576
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Mi sembra che la scelta fosse un po' limitata. Si puņ sempre tentare di convincerlo a dimettersi con un po' di moral suasion, oramai conosciamo bene le tecniche di villariana memoria... :-)

  5. #5
    NazionalistaEuropeista
    Data Registrazione
    14 Jul 2009
    Localitą
    La Dotta, la Turrita, la Grassa
    Messaggi
    1,293
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Wotan Visualizza Messaggio

    [L'utente si trova nella tua lista ignorati] Visualizza citazione
    Oggi la Padania, la sua aspirazione all' indipendenza, ha un nuovo nemico: Barak Obama. Chiariamo: non vi é dubbio alcuno sul fatto che il neo presidente ignori cos'é la Padania (geopoliticamente e socialmente) peró é grave che lo ignori pure dal punto di vista economico (cosa che invece, almeno ai repubblicani, non era totalmente sconosciuta). Perché lo ignora? Alla fine della mia opinione srį chiaro.
    Obama é della "razza" del peace and love, armonia, comprensione, solidarietį, democrazia che viene dal basso, partecipazione, inclusione sociale ed economica ed altre 100 voci del dizionario veltroniano dell' ultima ora. Infatti la sinistra mondiale, orfana dei suoi sgherri, esulta (a denti stretti): han perso la rivoluzione proletaria ma han guadagnato un negro a capo della Casa Bianca. Poi sappiamo bene come finirį: il negro che vollero dipingere di rosso, resterį un negro a stelle e strisce che sacrificherį i suoi ideali alla John Lennon sull' altare della realpolitik. Peró con un' aggravante: non sa un cazzo del Mondo (neppure dell' ex-impero). Prova ne é una dichiarazione agghiacciante data ai giornalisti dell' America Latina (sopratutto del Centro America). "Non conosco le vostre realtį, peró conosco molto bene l' Africa". Questa afferamzione detta da un presidente che eredita un muro (vero, come quello di Berlino) che serve per, teoricamente, detenere l' invasione di centroamericani, fa rabbrividire.
    E la Padania o Nord Itaglia? L' Itaglia é da sempre un partner (eufemismo, un nano genuflesso) ai piedi della grande potenza d' oltre oceano, servizievole ed obbediente. Da dopo il terrorismo di stato e la CIA che allena Gladio e rifornisce esplosivi e denaro per depistare processi (e tirare la croce sui piś idioti dei neofascisti, i piś furbi eran parte del gioco), ad essere amici degli USA non ha guadagnato nulla. Certo, abbiam avuto la sfiga che quando entra Berlusconi "in campo", il personaggio vede nel nanismo fisico e intelletuale del compadre Bush un modo per per far lievitare il suo altrettanto piccolo nocciolo di statista: come se, unendo due nani venisse fuori un gigante.
    Questa é oggi l' erdeitį che tocca alla Padania: la LN ha partecipato in governi ed amministrazioni che per 14 anni, nel nome della Padania han solcato i corridoi delle stanze dei bottoni, han sfiorato i pulsanti per poi trattenersi alla prima bacchettata sulle dita, che han ipotizzato cento mila diversi scenari geopolitici che dovevano favorire o accellerare la libertį...e ora Obama. Sforzi per costruire l' Europa? Zero al cubo, tanto l' America é nostra amica. A Bruxelles si va solo a ritirare lo stipendio ed a elemosinare aiuti, peró gli amici stan oltre oceano. Come diceva il Berlusca.
    Bene, oggi l' Itaglia, e per forza la Padania ha un nuovo amico: uno che conosce molto bene l' Africa.

    Peace and love a tutti e che Martin Luther King vi protegga.

    Wotan
    perchč la padania non esiste.. per quello Obama non la prende in considerazione... al massimo pensa al nord italia..

  6. #6
    Registered User
    Data Registrazione
    28 Oct 2005
    Localitą
    Trieste
    Messaggi
    3,688
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da lollo8lollo Visualizza Messaggio

    [L'utente si trova nella tua lista ignorati] Visualizza citazione
    perchč la padania non esiste.. per quello Obama non la prende in considerazione... al massimo pensa al nord italia..
    Sono la stessa cosa.

  7. #7
    rural resistance
    Data Registrazione
    01 Jun 2007
    Localitą
    Langbardland
    Messaggi
    1,136
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da dime can Visualizza Messaggio

    [L'utente si trova nella tua lista ignorati] Visualizza citazione
    la scelta di obama č stata mirata. miratissima.
    non credo che i presidenti degli stati uniti comandino. devono solo eseguire gli ordini di chi li ha messi al posto che occupano. prima andava bene bush e prima ancora clinton : non credo che neanche questi ultimi comandassero.
    esattamente!
    anche perchč la campagna elettorale ameregana ha bisogno di sostanziosi finanziamenti...

    mai scelta fu pił azzeccata conoscendo le ragioni di chi ''comanda'' , se poi dovvessero farlo fuori ( in senso fisico ) , tanto meglio , la colpa ricadrebbe su al qaeda e bianchi e negri sarebbero finalmente uniti nel nome della democrazia .
    La porta delle nefandezze internazionali compresi i bombardamenti sarebbe cosi spalancata.

    dio benedica l'ameriga

  8. #8
    NazionalistaEuropeista
    Data Registrazione
    14 Jul 2009
    Localitą
    La Dotta, la Turrita, la Grassa
    Messaggi
    1,293
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    O.T.

  9. #9
    rural resistance
    Data Registrazione
    01 Jun 2007
    Localitą
    Langbardland
    Messaggi
    1,136
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    [quote=lollo8lollo;9311505]no.. la padania č semplicemente sputare sulla gente che ha gettato sangue per l'unitą d'Italia,[quote]

    hai usato il termine corretto... ''gettato'' , troppo sangue innocente č stato gettato per questa nazione artificiale e troppi sono gli innocenti uccisi che si sono opposti allo stato.

  10. #10
    email non funzionante
    Data Registrazione
    09 Apr 2005
    Localitą
    45,33 N , 9,18 E
    Messaggi
    17,825
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Obama ha vinto copiando ABBOZZI , Burgy dixit

    Citazione Originariamente Scritto da <Zonalago> Visualizza Messaggio

    [L'utente si trova nella tua lista ignorati] Visualizza citazione
    LEGA: BORGHEZIO, VALORI OBAMA STESSI BOSSI



    (IRIS) - ROMA, 21 GEN - "Nel discorso alla nazione di Barack Obama ritroviamo, straordinariamente, uno per uno tutti i valori che stanno al centro delle idealita' del nostro movimento e, in modo specifico, di Umberto Bossi: patriottismo, liberta', coraggio, amore per il popolo e fede in Dio": lo dichiara Mario Borghezio, capo delegazione della Lega Nord al Parlamento europeo. "C'e' da domandarsi chi altri, fra i leader europei, sia oggi in grado di parlare in questi termini forti e patriottici al suo popolo, infiammandone lo spirito con parole animate anche da un profondo e sincero senso religioso. Ho gia' segnalato al ministro Gelmini l'opportunita' che il testo completo sia fatto leggere e commentare nelle scuole, come base per una riflessione sui doveri civici, primo fra i quali il patriottismo".



    http://www.irispress.it/Iris/page.as...i_Cate_Arti=27
    Il problema non č Berlusconi , il problema sono gli italiani!

    DISSIDENTE POLITICO IN REGIME DA OPERETTA!
    OH CINCILLA' ... OH CINCILLA'!

 

 
Pagina 1 di 5 12 ... UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226