User Tag List

Pagina 1 di 11 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 107

Discussione: Unità dei cristiani

  1. #1
    Amore vince la morte
    Data Registrazione
    22 Sep 2006
    Località
    In prossimità, desidero, del Santo dei santi
    Messaggi
    6,292
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Unità dei cristiani

    Cari tutti, fratelli, amici e amiche in Cristo, augurio di una vera unità dei cristiani. Qualche breve considerazione su questo così vituperato tema. Uno dei primi passi in questa direzione, unità dei cristiani per l'appunto, deve essere lo studio serio e rigoroso e l'acquisizione della autentica conoscenza della nostra storia e soprattutto la conoscenza dei miti costruiti sopra di essa. Uno di questi miti è quello della Chiesa Una ed Indivisa. Una realtà mai esistita, se non come orizzonte escatologico, come progetto da realizzare.

    Buona giornata

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    presbitero cristiano ortodosso
    Data Registrazione
    04 Jan 2005
    Località
    ed eretico perfino di se stesso -contraddisse e si contraddisse
    Messaggi
    2,381
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Solo in parte ovviamente concordo con Pfjodor e soltanto per quella prospettiva escatologica in cui egli colloca la riuscita finale –probabile ma non sicura- dell’unità dei cristiani.Per il resto nulla condivido in sede di considerazioni sull’esistenza reale e concreta l’altro ieri,ieri,oggi e domani della Chiesa Una ed Indivisa

    Ma ovviamente dobbiamo concordare di cosa stiamo discutendo e soprattutto di cosa e cosa stiamo professando…Sul piano sociologico..cioè dei numeri e dei numeri in totalità la Chiesa Una ed Indivisa non c’è mai stata .La cristianità si da sempre e sin da subito è stata divisa e separata …”in comunione e fuori comunione” sono state,sono e saranno sempre le espressioni ecclesialmente congrue rispetto al Vangelo per definire la questione..

    Ma la Chiesa Una ed Indivisa se sociologicamente non è mai esistita (sotto questo aspetto essa non solo è un mito ma una pericolosa idolatria…se volessimo la totalità sociologica dovremmo allora urlare il compelle intrare…il costringeteli ad entrare….con il quale credo papa Eugenio voleva imprigionare la tenda cristiano ortodossa al concilio unionista di firenze… e urlare il compelle intrare sarebbe idolatria…) ma invero è sempre esistita ed esisterà ontologicamente perché essa è nozione non solo teologica ma spirituale ed orante legata all’azione dello Spirito Santo e alla proclamazione per epiclesi trinitaria della professione di fede nel depositum fidei .

    Alloquando ad esempio l’intera ecumene cristiana divenne quasi tutta ariana sul piano sociologico la Chiesa Una ed Indivisa si era frantumata…ma Dio tre volte santo non avave abbandonato il suo popolo fedele .ed ecco che ontologicamente la Chiesa Una ed Indivisa stava tutta il piccolo nucleo guidato dal Vescovo Atanasio per la loro fedeltà al depositum fidei di sempre e all’azione consolatrice e veritiera dello Spirito


    Se eliminiamo caro Pfjodor questa notazione e questa nozione orante,liturgica,patristica apostolica ed episcopale cioè se la cassiamo come mito e come in fondo mistificazione noi ci macchiamo seriamente sul piano spirituale del peccato di orgoglio e di superbia

    ..Infatti se essa chiesa una ed indivisa non è mai di per sé ontologicamente esistita tutto viene ridotto a logica umana..di più a logica mondana e lo stesso depositum fidei diventa così banalmente il prodotto finale di esiti di battaglie e di disciussioni nel migliore dei casi di alta teologia nel peggiore di fazioni politiche e nell’un caso come nell’altro in assenza del Santo Spirito…Direi di più –in termini contemporanei - sostenere la non esistenza ontologica della chiesa una ed indivisa è insieme esperienza totalitaria di pensiero forte e sicuro di sé ed è teologicamemte l’ultimo ridotto ,l’ultima fortezza dei tartari in cui si è asserragliata la teologia liberal progressita di ogni tenda cristiana cattolica e protestante in particolare(ma ci sono anche alcuni nostri metropoliti vescovi di antiche sedi oggi ridotte a ruderi…)

    E poiché proprio rispetto al depositum fidei e all’azione dello Spirito le varie tende cristiane in reciproca e totale onestà intellettuale possiedono e presnetano professioni di fede diverse,distinti e distanti ,ciasucna tenda si assume e si assuma l’onere e la responsabilità di dichiararsi essa stessa ed essa sola in continuità con la chiesa una ed indivisa dei sette concili …L’unità dei cristiani caro amico resta nel litigio e nella separazione ma resta nel litigio e nella separazione con onestà di chiarezza e quindi con possibilità di relazione.. e quindi anche di eventi e di momenti di coccole e di carezze tra mani insanguinate (per citare Barsanufio…) ..Si abbia il coraggio di ripristinare le antiche e nobili categorie di verità e di eresia rispetto al magma caotico ed indistinto political correct in cui e per cui tutto e il suo contrario pososno anzi debbono coesistere...

    La tua riflessione- da pensiero forte totale e pieno,senza incertezze e con tanta certezza ai limiti della sicumera- invece nel momento in cui scardina l’esistenza dell’una Ed Indivisa non fotografa la provvidenzialità dello scisma e della separazione ma di per sé propone-e al ribasso inevitabilmente- un sano razionale e necessario compromesso…Costruiamo tu ci dici anche se non lo dici un nuovo depositum fidei dove tutti possiamo stare e alla luce di questo inveriamo il precedente per arrivare al tutti insieme appassionatamente in quanto le diversificazioni e le distanze diventeranno opinioni e perfino pluralità e ricchezza…E’ la posizione chiara scritta proclamata e difesa ad esempio dal priore di Bose Enzo Bianchi…Non è la mia e non è quella degli ortodossi e non credo possa essere quella di quanti cristiani e cristiane delle altre tende vivono e vivano il rispetto reciproco e la dimensione della reciproca dignità cristica ed ecclesiale e quindi non possiamo e non dobbiamo essere disposti a facili irenismi e a facili emozionalismi e/o a confsuioni…Ciascuno di noi si assuma senza vergogna e senza rammarico alcuno il peso della separazione e della violenza dello scisma e se lo assuma in puro pensiero debole e quindi nell’ordine del relativo- in chiarezza e carità

    Domenica 18 Gennaio 2009 .... Divina Liturgia celebrata a Palemro dal Metropolita Ghennadios

    .......E' il momento della distribuzione ai fratelli e alle sorelle della parrocchia dei Santi Doni del Corpo e del Sangue del Signore che poco prima per epiclesi del Pastore Ghennadios lo Spirito Santo ha santificato....
    ..Alla fine e in ultimo si avvicina al Santo calice il fratello Francesco della nobile Chiesa di Roma Antica chiedendo al nostro Pastore di potere partecipare ai santi misteri in nome della Chiesa Una ed Indivisa....
    Ghennadios con molta serenità e con molta carità e fermezza spiega a tutti noi l'impossibilità di potere accontentare Francesco non solo perchè appunto le nostre due chiese non sono in comunione ma proprio perchè questo stato ancora continuo di non comunione era stato ben evidenziato nella carità dai due grandi vescovi del "dialogo della carità" Paolo VI ed Atenagora..Essi nel documento finale di uno dei loro incontri scrissero che la partecipazione comune all'Eucarestia non può nè deve essere considerata un mezzo per giungere all'unità dei cristiani ma proprio il fine e il traguiardo del processo di unità...
    Fin qui la chiara carità del nostro Arcivescovo e Metropolita e non c'è necessità alcuna di commento e di parole...
    La Parrocchia di San Marco d'Efeso si è sentita pienamente confermata dal suo pastore allorquando sempre e comunque--magari spesso usando solo la chiarezza e non la carità che invece ed evangelicamente ul nostro Vescovo ha usato pienamente- ha ricordato ai facili emozionalismi da nutella e da cip ciop ,ai gridolini entusiasti dei componenti i gruppi di lavoro del movimento ecumenico palermitano che il calice comune e solo il calice comune è la ftrografia concreta e vera dell'unità dei cristiani e che quindi l'attuale stato comprese le celebrazioni comuni ma non unitarie della Liturgia della Parola non sono nè l'unità realizzata nè la sostituiscono ma solo-e lo sono nel migliore dei casi e non lo sono sempre neppure così- momenti in itinere e -allo stato attuale-fondamentalmente episodici ...(..per la serie non esiste una nozione di pienezza cristica e cristiana unita nella sola celebrazione della Parola...Cioè proprio per essere chairi non basta dire abbiamo insieme la Parola.....proprio perchè non abbiamo insieme il calice comune in quanto ancora non abbiamo la stessa fede...)
    Certamente -e qui riprendo il nostro Metropolita- dobbiamo sempre di più lavorare perchè il calice sia unico e sia l'unico calice della Chiesa Una ed Indivisa ( con i soliti e noti aggettivi che io aggiungo patristica..orante..liturgica..misterica..episcopa le )

    La Chiesa Una ed Indivisa non la dobbiamo costruire caro Pfjodor ..essa ontologicamente c’è già e ad essa dobbiamo tornare..Alla Chiesa Una ed Indivisa non ci si converte ma si torna…

    Resta da stabilire dove essa mai si trovi ..sempre ontologicamete… Ed arriveranno quelli che diranno appunto che si può vivere cristicamente e cristianamente senza depoistum fidei ma nel plurale delle opinioni teologiche per cui ariani nestoriani e calcedonesi cattolci ortodossi e protestanti filioquisti e non filiiquisti mariani e antimariani possono partecipare allo stessoc calice in quanto tutto il resto è optional…amico mio essi mentono fossero pure priori,abati,pastori,cardinali e metropoliti…ed ovviamente e qui vale mentono da Biella a Lampedusa..da Atene a Londra…da Mosca a Berlino…passando per gli USA e il Canada…

  3. #3
    Amore vince la morte
    Data Registrazione
    22 Sep 2006
    Località
    In prossimità, desidero, del Santo dei santi
    Messaggi
    6,292
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Nessun irenismo, nessun pensiero forte vs pensiero debole.

    Grazie per le riflessioni. No, in verità nemmeno "ontologicamente" (che brutto concetto, quasi pericoloso), non esiste alcuna cosa come Chiesa una e divisa di per se'. E' teologia speculativa questa. Con la storia vera non ha niente a che fare. E' cosa nobile e rispettosa, ma non ha alcuna attinenza sul piano prettamente storico, reale. Su questo appena riesco posto l'introduzione di Soloviov alla sua opera principale. Aggiungo inoltre che pure come costrutto teologico ormai non regge per niente. La recente guerra in Georgia lo ha ormai sancito in modo credo irrimediabile. Nessun pensiero forte - debole qui. Smettiamola con questo stupido schematismo. Trattasi di mera constatazione di fronte al nudo e crudo dato reale. Nessuna fuga nell'ontologismo per carita' di Dio. L'epoca dell'ontologia in generale (che sia filosofica o questa di tipo teologico), è finita. Lasciamo i cadaveri in pace. La Chiesa è divisa. Direi pure frammentata. E quello che un teologo qualsiasi non vuol vedere, a un cieco, a un semplice ignorante è chiaro come il sole. Non ce nessuna Super Chiesa da costruire, ce solo da essere onesti con se stessi con il mondo e con Dio. Di smettere di vivere in un castello di idee raffinate che ormai non dicono piu' niente. Non ce metroplita o vescovo che tenga di fronte alla cruda realta'. Apriamo gli occhi e ricominciamo a lavorare umilmente per la Chiesa non una e frammentata. Buona domenica nel Signore.

  4. #4
    simposiante
    Data Registrazione
    17 Jul 2007
    Località
    abitante della terra isolata
    Messaggi
    3,116
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da pfjodor Visualizza Messaggio
    in verità nemmeno "ontologicamente" (che brutto concetto, quasi pericoloso)
    Azz..attento a non scottarti..

    L'epoca dell'ontologia in generale (che sia filosofica o questa di tipo teologico), è finita.
    E questa cos'è, una sentenza? una fede? una decisione?

    Lasciamo i cadaveri in pace. La Chiesa è divisa. Direi pure frammentata.
    Chissà cosa avrebbe da dire in merito Augustinus

  5. #5
    Registered User
    Data Registrazione
    22 Sep 2004
    Messaggi
    1,844
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Anche se è tardi intervengo, pur sapendo che per alcuni forse non servirà.

    Per la tradizione cattolica, la CHIESA UNA esiste ONTOLOGICAMENTE ed è quella cattolica. Le altre non lo sono che per partecipazione imperfetta.

    Per la tradiziona ortodossa, la CHIESA UNA esiste ONTOLOGICAMENTE e coincide con quella ortodossa. Le altre non sono propriamente delle Chiese.


    Negarne l'ontologia, in altri termini l'essere vivente, la realtà del suo essere, significa fare della Chiesa una un fantasma. Sono i discorsi falsi di chi vuole introdurre concetti eretici dicendo e negando al contempo, nebulizzando tutto.
    La Chiesa ha sempre tradizionalmente ODIATO le nebulose di parole.
    "La Chiesa una esiste sociologicamente ma non esiste ontologicamente", che discorsi sono questi? Sembra di sentire parlare "teologi" del 1968 41 anni dopo!, quelli della "morte di DIo". Sono cose ridicole...

    Ci vuole Chiarezza, non ambiguità, l'ambiguità è sempre appartenuta alla eresia.

    Quindi: LA CHIESA UNA HA UN ESSERE, ESISTE, VIVE, SI INCONTRA!
    Il punto è questo E per chi si dice cattolico E per chi si dice ortodosso (seppur espresso con termini piuttosto filosofici ma si potrebbero usare anche altri termini).

    Se un ortodosso o un cattolico convinti e frequentanti vanno dicendo mille altre cose, non sono né cattolici né ortodossi.

    E' chiaro questo?

    Ai non ortodossi e ai non cattolici è data libertà di pensare come vogliono. Sono come uomini e donne non sposati, non hanno un impegno di fedeltà con qualcuno e, forse, lo cercano.

    Perciò auspico per chi dice di credere (anche per me) un poco di umiltà e adesione alla tradizione, non a se stessi. Per favore e per amore di Dio!! (Se la cosa ha ancora un senso per alcuni...).

    (Sia chiaro: non ce l'ho con le persone ma vorrei che certe idee di base fossero chiare).

  6. #6
    Amore vince la morte
    Data Registrazione
    22 Sep 2006
    Località
    In prossimità, desidero, del Santo dei santi
    Messaggi
    6,292
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Informatore Visualizza Messaggio

    Per la tradizione cattolica, la CHIESA UNA esiste ONTOLOGICAMENTE ed è quella cattolica. Le altre non lo sono che per partecipazione imperfetta.

    Per la tradiziona ortodossa, la CHIESA UNA esiste ONTOLOGICAMENTE e coincide con quella ortodossa. Le altre non sono propriamente delle Chiese.

    Grazie per le riflessioni. No, in verità nemmeno "ontologicamente" non esiste alcuna cosa come Chiesa una e divisa di per se'. E' teologia speculativa questa. Con la storia vera non ha niente a che fare. E' cosa nobile e rispettosa, ma non ha alcuna attinenza sul piano prettamente storico, reale. Su questo appena riesco posto l'introduzione di Soloviov alla sua opera principale. Aggiungo inoltre che pure come costrutto teologico ormai non regge per niente. La recente guerra in Georgia lo ha ormai sancito in modo credo irrimediabile. Nessun pensiero forte - debole qui.

    Buona domenica nel Signore anche a te Informatore


    ps.

    "La Chiesa una esiste sociologicamente ma non esiste ontologicamente", che discorsi sono questi?


    Non saprei. Io non l'ho fatto.

  7. #7
    Amore vince la morte
    Data Registrazione
    22 Sep 2006
    Località
    In prossimità, desidero, del Santo dei santi
    Messaggi
    6,292
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Domanda

    Citazione Originariamente Scritto da Informatore Visualizza Messaggio

    Per la tradizione cattolica, la CHIESA UNA esiste ONTOLOGICAMENTE ed è quella cattolica. Le altre non lo sono che per partecipazione imperfetta.

    Per la tradiziona ortodossa, la CHIESA UNA esiste ONTOLOGICAMENTE e coincide con quella ortodossa. Le altre non sono propriamente delle Chiese.
    Non capisco. Allora ne esistono due?

    O meglio, è una questione relativa alla scelta del singolo?

    Grazie per lo sforzo teoretico che spero verrà. Attenzione all'uso di troppi colori.

  8. #8
    Forumista
    Data Registrazione
    02 Aug 2008
    Messaggi
    641
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    io amo mia moglie.
    per me è la donna migliore del mondo.

    un altro ama SUA moglie. e per lui è LEI la donna migliore.

    allora ci sono DUE donne migliori del mondo? come è possibile?

    è possibile.

    medita, pfjodor, medita.

  9. #9
    Amore vince la morte
    Data Registrazione
    22 Sep 2006
    Località
    In prossimità, desidero, del Santo dei santi
    Messaggi
    6,292
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Grazie Alex per questo attestato di saggezza.
    E' bello essere sorpresi ogni tanto.

    Quindi è ovvio, dovrebbe, che non ce una sola moglie ideale per tutti. Una e indivisa. Metafisica. Ontologica. Brr...

  10. #10
    Amore vince la morte
    Data Registrazione
    22 Sep 2006
    Località
    In prossimità, desidero, del Santo dei santi
    Messaggi
    6,292
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ah dimenticavo Alex, va tutto bene fino a quando,che so io un Informatore salta su e ci dice ,forse un poco esaltato: "sentite signori, la mia moglie è LA donna ideale. "

 

 
Pagina 1 di 11 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. RAI: LEGA NORD CHIEDE ABOLIZIONE DEL CANONE
    Di carlomartello nel forum Lega
    Risposte: 18
    Ultimo Messaggio: 06-10-09, 09:59
  2. Aderite e sostenete la Libera Compagnia Padana
    Di Nanths nel forum Padania!
    Risposte: 68
    Ultimo Messaggio: 03-06-07, 22:45
  3. Qual'è stata la vacanza più bella della vostra vita?
    Di Oli nel forum Il Seggio Elettorale
    Risposte: 62
    Ultimo Messaggio: 28-08-06, 04:58
  4. La libera stampa
    Di Kobra nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 28
    Ultimo Messaggio: 10-04-06, 03:01
  5. Tassati di tutto il mondo,unitevi!!!
    Di Silvioleo nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 28-01-05, 10:10

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226