User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 18
  1. #1
    Piccolo insipiente
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Vivo a Perugia (Augusta Perusia Colonia Vibia) con la mia famiglia
    Messaggi
    9,978
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito 29 gennaio-San Costanzo vescovo e martire

    Domani, 29 gennaio, è la memoria di San Costanzo, primo vescovo di Perugia e martire, patrono della Città e dell'Aricdiocesi.
    Come cristiano e come cittadino, voglio dedicare un tread a questo meraviglioso santo, pietra della nostra Chiesa e della nostra città, invocando per esse la sua intercessioneinsieme a quelle di San Lorenzo, Sant'Ercolano e la Beata Vergine delle Grazie

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Piccolo insipiente
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Vivo a Perugia (Augusta Perusia Colonia Vibia) con la mia famiglia
    Messaggi
    9,978
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    http://www.santiebeati.it/dettaglio/39050



    San Costanzo di Perugia Vescovo e martire


    Etimologia: Costanzo = che ha fermezza, tenace, dal latino

    Emblema: Bastone pastorale, Palma Martirologio Romano: A Perugia, san Costanzo, vescovo.


    E' ricordato al 29 gennaio già dal Martirologio Geronimiano. Secondo la leggenda, di cui esistono quattro redazioni, fu tradotto davanti al console Lucio durante la persecuzione di Antonino e barbaramente flagellato, indi rinchiuso con altri compagni in una stufa ardente dalla quale uscì illeso. Ricondotto in carcere, convertì i suoi custodi che lo aiutarono a fuggire. Rifugiatosi in casa di un certo Anastasio cristiano, fu, insieme con questi, di nuovo arrestato. Dopo varie peripezie nelle carceri di Assisi e Spello, fu decapitato presso Foligno. Le diverse redazioni della passio sono concordi nello assegnare il suo martirio al tempo di Antonino in una località presso Foligno denominata "il Trivio". Il santo perugino aveva infatti in questa città, vicino a Porta Romana, una chiesa che, secondo lo Iacobilli, fu demolita nel 1527. Questi afferma inoltre che, al suo tempo, tale località era chiamata ancora "campagna di S. Costanzo".
    Parimenti tutte le redazioni della passio affermano che il santo, dopo il martirio, fu portato a Perugia e sepolto non lontano dalla città in, un luogo detto "Areola fuori Porta S. Pietro", ove sorse la prima cattedrale di Perugia, dedicata al principe degli Apostoli. In questo medesimo luogo fu eretta l'attuale chiesa di S. Costanzo consacrata, secondo un'iscrizione esistente nell'antico altare, nel 1205 dal vescovo di Perugia Viviano.
    L'episcopato di Costanzo, secondo il Lanzoni ed il Delehaye, riposa su una tradizione antica e seria per cui si può ritenere assai probabile che egli sia stato il primo vescovo di Perugia. Il suo martirio risale alle persecuzioni dei primi secoli.
    I perugini venerano in lui uno dei protettori della città. Il suo culto si diffuse anche fuori dell'Umbria. Nel 1781 fu fatta una ricognizione delle sue reliquie e nel 1825, con grande solennità, la traslazione delle medesime dal vecchio al nuovo altare, sempre nella attuale chiesa di S. Costanzo.
    Autore: Aldo Brunacci
    Fonte:


  3. #3
    Piccolo insipiente
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Vivo a Perugia (Augusta Perusia Colonia Vibia) con la mia famiglia
    Messaggi
    9,978
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    http://it.wikipedia.org/wiki/San_Costanzo_di_Perugia

    Costanzo di Perugia

    Biografia [modifica]
    San Costanzo fu il primo vescovo di Perugia, martirizzato al tempo dell'imperatore Marco Aurelio. Durante la IV persecuzione dell'Impero Romano nei confronti della Chiesa, Costanzo morì il 29 gennaio a Foligno per mano di alcuni soldati mentre si recava al cospetto di Marco Aurelio, che in quei giorni si trovava a Spoleto. Fu condotto davanti al console Lucio e barbaramente flagellato, indi immerso nell'acqua bollente, da dove uscì miracolosamente illeso. Ricondotto in carcere, convertì i suoi custodi e fu fatto fuggire. Rifugiatosi a casa di Anastasio, cristiano, fu con questo di nuovo arrestato e decapitato nella città di Foligno.
    Alla intercessione di san Costanzo furono attribuiti due miracoli: una donna affetta da completa cecità si fece portare ai piedi del santo per ricevere la benedizione e implorare aiuto. Dopo la sua benedizione, si dice che la donna riacquistò completamente la vista. Il secondo miracolo riguarda un nobile perugino di nome Crescenzio, sofferente da molti anni di inguaribile paralisi alle estremità inferiori. Anch'egli sospinto da viva fede, andò da Costanzo e, avuta la benedizione, subito fu risanato. Nel 311 venne costruita la chiesa a lui dedicata, a Perugia, e si cominciò a venerare pubblicamente san Costanzo.
    La leggenda vuole che ogni anno, durante la festa di San Costanzo, le ragazze nubili vadano nella chiesa di San Costanzo per chiedere se si sposeranno entro l'anno: guardando il gioco di luci riflesse sull'immagine del santo, se si avrà l'impressione che san Costanzo ha fatto l'occhiolino, significa che le nozze ci saranno, altrimenti, per consolazione, il fidanzato regalerà alla ragazza il tipico dolce, il "Torcolo di San Costanzo".

    Culto [modifica]

    È venerato dalla Chiesa cattolica come santo e patrono di Perugia, assieme a san Lorenzo e sant'Ercolano. La commemorazione liturgica ricorre il 29 gennaio.

    Collegamenti esterni [modifica]

    http://en.wikipedia.org/wiki/Constantius_of_Perugia

    Saint Constantius (also known as Costantius, Constance or Costanzo) (d. ca. 170 AD) is one of the patron saints of Perugia, Italy

    Legend
    According to his legend, of which four versions exist, he was arrested during the persecutions of Antoninus (some sources say Marcus Aurelius) and whipped, and then forced into a stove along with his companions, from which all escaped unharmed. He was jailed and set free by his guards, whom he had converted to Christianity. He sought refuge in a house owned by a Christian named Anastasius. But he, along with Anastasius, were arrested again and after being tortured in prisons at Assisi and Spello, were decapitated near Foligno.[1]
    Local tradition makes him the first bishop of Perugia.[1] This tradition states that he became the first bishop of the city at the age of 30. He was active in evangelism and care for the poor.

    [edit] Veneration

    His cult was diffused beyond Umbria. He was listed in the Martyrologium Hieronymianum under the feast day of January 29.
    The four variations of his legend are consistent in regards to the place of his martyrdom (Foligno). A church in Perugia dedicated to him was demolished in 1527. [1] The accounts of his martyrdom state that his body was carried to Perugia and buried near the site of the present-day cathedral there. His relics were translated in 1825 with great solemnity to a new altar at the present-day church of San Costanzo.
    On his feast day, "torcolo", a ring-shaped cake made of pine nuts, raisins, and dried fruit, is a traditional food in Perugia.[2]
    In art, Costantius is often represented as a bishop wearing a mitre and robe and bearing a crozier. He frequently appears in the company of another Perugian patron saint, Sant'Ercolano (Herculanus of Perugia). His feast day is 29 January.

    [edit] See also


    [edit] Notes

    1. <LI id=cite_note-autogenerated1-0>^ a b c San Costanzo di Perugia
    2. ^ http://www.umbriabest.com/gastronomiauk.htm

    [edit] References

    • Patron Saints at Catholic-Forum.com
    • The Book of Saints: A dictionary of persons canonized or beatified by the Catholic Church. Benedictine Monks of St. Augustine Abbey, Ramsgate. NY: Thomas Y. Crowell, 1966.
    • "A Reconstruction of Taddeo di Bartolo's Altarpiece for San Francesco al Prato, Perugia," by Gail E. Solberg. The Burlington Magazine, Vol. 134, No. 1075 (Oct. 1992)p. 646-656.
    • Umbria Best Gastronomy
    • (Italian) San Costanzo di Perugia

    [edit] External links

    Retrieved from "http://en.wikipedia.org/wiki/Constantius_of_Perugia"

  4. #4
    Piccolo insipiente
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Vivo a Perugia (Augusta Perusia Colonia Vibia) con la mia famiglia
    Messaggi
    9,978
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    http://www.umbriaearte.it/festa-san-...zo-perugia.htm

    http://www.perugiaonline.it/easy/per...o_perugia.html


    PERUGIA Archivio - Perugia: Fiera Grande di San Costanzo


    Al via le celebrazioni di San Costanzo, patrono di Perugia. Un appuntamento ricco di tradizione, arte e cultura. 25, 28 e 29 Gennaio le strade del centro cittadino s’illuminano per festeggiare il Santo. Processioni, fiaccolate e tradizione gastronomica con il Torcolo di San Costanzo, dolce tipico a forma di anello, simbolo di unione per tutti i fidanzati che si rivolgono al patrono.

    PROGRAMMA:

    Domenica 25 gennaio:
    ore 09,00 Apertura Fiera Borgo XX Giugno [Artigianato, Hobbistica, Antiquariato, Biologico, Animazione, Oggettistica]
    ore 11,00 Chiesa di San Pietro, celebrazione SS. Messa
    ore 12,00 Benedizione della Fiera e Banda Musicale
    ore 12,30 Inaugurazione della Fiera con Super Torcolo di 100 chili offerto al pubblico.

    Mercoledì 28 gennaio:
    ore 16,30 Sala dei Notari, piccolo concerto degli alunni delle Scuole elementari 'A.Fabbretti' e 'XX Giugno'
    ore 17,30 Chiesa di Collandone: partenza della Luminaria per la Cattedrale di San Lorenzo.
    ore 18,00 Cattedrale di San Lorenzo, celebrazione del Vespro presieduta da S.E. il Cardinale Ennio Antonelli
    Corale della Polizia Municipale di Perugia

    Giovedì 29 gennaio:
    ore 09,00 Apertura Fiera [Mostra Mercato: [Artigianato, Hobbistica, Antiquariato, Biologico, Animazione, Oggettistica] Borgo XX Giugno
    ore 11,00 Chiesa di San Costanzo, celebrazione SS. Messa
    ore 11,30 Atrio Palazzo dei Priori, degustazione dei torcoli di San Costanzo aperta al pubblico.
    ore 18,00 Cattedrale di San Lorenzo, Concelebrazione Eucaristica presieduta da Mons. Giuseppe Chiaretti.

    Scarica la mappa della Fiera, file .pdf 600Kb.

    Curiosità:
    La leggenda d’amore delle giovani devote a San Costanzo

    La leggenda vuole che ogni anno durante la festa di San Costanzo, le giovani ragazze si rechino nella chiesa a lui dedicata al fine di trarre auspici per il proprio matrimonio guardando il gioco di luci riflesse sull'immagine del santo. Se San Costanzo non avrà fatto l'occhiolino - e quindi predetto le nozze entro l'anno - per consolazione il fidanzato regalerà alla ragazza il tipico dolce, il Torcolo di San Costanzo.


    La Ricetta del Torcolo di San Costanzo

    1200 gr di farina
    670 gr. di acqua
    340 gr di zucchero
    340 gr. di cedro candito
    170 gr. di olio
    170 gr. di burro
    340 gr. di uva sultanina
    340 gr. di pinoli
    2 uova
    50 gr. di lievito di birra
    20 gr. di anice

    Impastare la farina con l'acqua tiepida aggiungendo il lievito di birra. Mettere la pasta in un posto caldo per farla lievitare fino al raggiungimento del doppio del suo volume. Lavorare la pasta aggiungendo tutti gli ingredienti e lasciarla lievitare ancora per tre/quattro ore. Mettere l'impasto in una teglia cercando di dargli una forma ad anello, come una corolla di fiori, facendo cinque tagli sulla superficie, quindi indorare quest’ultima con il rosso dell'uovo. Cuocere a forno molto caldo per poco meno di un’ora.


    http://www.discoveritalia.it/iwe/pro...a=it&IDidea=18
    http://www.discoveritalia.it/iwe/pro...IDidea=18#1010

    Torcolo di San Costanzo

    E' il dolce tipico di Perugia. Una volta veniva preparato soltanto per il giorno della festa del Santo, uno dei tre patroni della città, del quale si ricorda il martirio il 29 gennaio. Proprio in virtù di questa data, San Costanzo è detto il Santo "della gran freddura", mentre San Lorenzo, altro protettore della città, è detto della "gran calura", visto che la sua ricorrenza è festeggiata il 10 agosto.
    La tradizione vuole che il giorno della festa di San Costanzo le ragazze nubili vadano nella chiesa a lui dedicata, appena fuori le mura, all'inizio di Via Romana, ad aspettare un segno: qualora il Santo strizzi l'occhio si sposerebbero entro l'anno.
    E' un dolce appetitoso, dal delicato gusto di anice, fatto con pasta di pane, arricchita da olio, burro, canditi, uvetta e anice.
    Riguardo al nome del dolce, la tradizione popolare narra che San Costanzo fu decapitato e nella ricomposizione del suo corpo, per nascondere il segno del martirio, venne posta sul collo una corona di fiori. Questo tipo di torcolo ricorderebbe appunto questa corona di fiori.
    Nel '500 le ricche Congregazioni ne comperavano notevoli quantità per distribuirlo ai poveri. In questi ultimi anni, si svolge addirittura una competizione per il miglior fornaio della città, con il prodotto dei concorrenti distribuito poi gratis ai passanti.
    Il torcolo di San Costanzo ormai si consuma tutto l'anno e si può comperare in quasi tutti i forni del territorio comunale.



  5. #5
    Piccolo insipiente
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Vivo a Perugia (Augusta Perusia Colonia Vibia) con la mia famiglia
    Messaggi
    9,978
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    http://saints.sqpn.com/saintc4i.htm

    Saint Constantius


    Also known as Costanzo Memorial 29 January Profile First bishop of Perugia, Italy at age 30. He evangelized his people, cared for the poor, and lived a simple life that shamed the ruling classes. Imprisoned, tortured and martyred with many of his flock in the persecution of Marcus Aurelius. Died beheaded in 170 Canonized Pre-Congregation Patronage Perugia, Italy Additional Information For All The Saints, by Katherine Rabenstein
    Book of Saints, by the Monks of Ramsgate
    Our Sunday Visitor's Encyclopedia of Saints, by Matthew Bunson, Margaret Bunson, and Stephen Bunson
    Translate español | français | deutsch | italiano | português

    San Costanzo
    Also known as
    Conosciuto anche come Costanzo
    Memorial
    Memorial 29 gennaio
    Profile
    Profilo
    First bishop of Perugia , Italy at age 30. He evangelized his people, cared for the poor , and lived a simple life that shamed the ruling classes. Imprisoned , tortured and martyred with many of his flock in the persecution of Marcus Aurelius.
    Primo vescovo di Perugia, in Italia a 30 anni. Egli ha evangelizzato il suo popolo, cura per i poveri, e ha vissuto una vita semplice che shamed classi. Imprigionati, torturati e uccisi con molti del suo gregge nella persecuzione di Marco Aurelio.
    Died
    Morto decapitato nel 170
    Canonized
    Canonizzato Pre-Congregazione
    Patronage
    Patrocinio Perugia, Italia
    Additional Information
    Ulteriori informazioni
    For All The Saints , by Katherine Rabenstein
    Per tutti i santi, da Caterina Rabenstein
    Book of Saints , by the Monks of Ramsgate
    Libro dei Santi, dai monaci di Ramsgate
    Our Sunday Visitor's Encyclopedia of Saints , by Matthew Bunson, Margaret Bunson, and Stephen Bunson
    I nostri visitatori Domenica Enciclopedia dei Santi, da Matteo Bunson, Margaret Bunson, e Stephen Bunson
    Translate
    Tradurre español | français | deutsch | italiano | português

  6. #6
    Piccolo insipiente
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Vivo a Perugia (Augusta Perusia Colonia Vibia) con la mia famiglia
    Messaggi
    9,978
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    http://www.eventiesagre.it/Eventi_Fe...+Costanzo.html

    Festa di San Costanzo


    Data/e:
    da 28/01/2009 a 29/01/2009

    Perugia (PG)
    informazioni su Perugia e mappa interattiva
    Umbria
    Italia
    Per Maggiori Informazioni:
    turismo.comune.perugia.it
    Fonte: turismo.comune.perugia.it


    SAN COSTANZO 2009
    Perugia, 28-29 gennaio 2009



    • Mercoledì 28 gennaio
      ore 17.00
      Chiostro dell'Abbazia di San Pietro
      Partenza della "Luminaria" per la Basilica di San Costanzo
      ore 18.00
      Celebrazione del Vespro
      presieduta da Mons. Chiaretti, Arcivescovo di Perugia -
      Città della Pieve Corale della Polizia Municipale di Perugia

    • Giovedi 29 gennaio
      ore 9.00/20.00
      Borgo XX Giugno
      San Costanzo in Fiera
      ore 11.00
      Basilica di San Costanzo
      Celebrazione Eucaristica presieduta
      da Mons. Mario Ceccobelli, Vescovo di Gubbio
      ore 12.00
      Corso Vannucci
      Degustazione del torcolo di San Costanzo
      aperta a tutta la cittadinanza
      ore 16.00
      Sala dei Notari
      Presentazione del libro "Conclavi a Perugia"
      a seguire: concerto della Filarmonica "Santa Cecilia"
      di Villa Pitignano diretta dal Maestro Maurizio Chiaraluce
      ore 18.00
      Cattedrale di San Lorenzo
      Solenne concelebrazione presieduta
      da Mons. Giuseppe Chiaretti con i Vescovi della Metropolia
      ore 21.00
      Auditorium Marianum, Istituto "G. Frescobaldi" - Corso Cavour, 184
      Concerto per pianoforte
      Pianista: Donatella Carlotti

  7. #7
    Piccolo insipiente
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Vivo a Perugia (Augusta Perusia Colonia Vibia) con la mia famiglia
    Messaggi
    9,978
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    http://perugianotizie.blogspot.com/2...rugia-gli.html

    Come da tradizione, il 29 gennaio, giorno in cui si celebra San Costanzo, uno dei patroni di Perugia, l'Amministrazione comunale ha programmato diverse manifestazioni che si svolgeranno nel cuore della città, tra Palazzo dei Priori e Borgo XX Giugno.
    Le celebrazioni avranno inizio mercoledì 28, alle ore 17.00: l'appuntamento è al Chiostro dell'Abbazia di San Pietro per la partenza della "Luminaria" verso la Basilica di San Costanzo.
    Alle ore 18.00, celebrazione del Vespro presieduta da Monsignor Giuseppe Chiaretti, Arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e Corale della Polizia Municipale di Perugia.
    Giovedì 29 gennaio
    dalle ore 9.00 alle 20.00, in Borgo XX Giugno si svolgerà "San Costanzo in Fiera" e alle ore 11.00 alla Basilica di San Costanzo è prevista la Celebrazione Eucaristica presieduta da Monsignor Mario Ceccobelli, Vescovo di Gubbio.
    Alle ore 12.00, in Corso Vannucci degustazione del torcolo di San Costanzo alla quale è invitata tutta la cittadinanza.
    Alle ore 16.00, alla Sala dei Notari è in programma la presentazione del libro "Conclavi a Perugia" e a seguire concerto della Filarmonica "Santa Cecilia" di Villa Pitignano (dirige il Maestro Maurizio Chiaraluce).
    Alle ore 18.00, alla Cattedrale di San Lorenzo, solenne concelebrazione presieduta da Monsignor Giuseppe Chiaretti con i Vescovi della Metropolia.

  8. #8
    Piccolo insipiente
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Vivo a Perugia (Augusta Perusia Colonia Vibia) con la mia famiglia
    Messaggi
    9,978
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    http://www.comunitalia.eu/religione/...n_costanzo.htm

    Festa di San Costanzo: Perugia - Umbria

    Ricorre nei giorni 28 e 29 gennaio la Tradizionale festa che si tiene nel Borgo XX Giugno di Perugia in onore del Santo Patrono.

    Costanzo fu vescovo e martire di Perugia appena trentenne nel 170.
    A proclamare la Santità di S. Costanzo, intervenne la potenza divina con due miracoli:
    donò la vista ad una donna affetta da completa cecità, che mossa da santa ispirazione si fece portare ai piedi del santo che dopo la sua benedizione le risanò completamente la vista.
    Il secondo miracolo avvenne a soggetto di un nobile perugino di nome Crescenzio, sofferente da molti anni di inguaribile paralisi alle estremità inferiori.
    Anch'egli sospinto da viva fede, andò da San Costanzo e, avuta la benedizione, subito fu risanato.
    Durante la IV persecuzione dell'Impero Romano nei confronti della Chiesa, S. Costanzo morì il 29 gennaio a Foligno per mano di alcuni soldati mentre si recava al cospetto di Marco Aurelio che in quei giorni si trovava a Spoleto. Nel 311 venne costruita la chiesa a Perugia e si cominciò a venerare pubblicamente San Costanzo.
    festa del patrono perugino San Costanzo.

    Programma:
    28/1: Celebrazioni religiose: ore 17.00, Luminaria nella Cattedrale di San Lorenzo
    29/1: dalle 9.00 alle 19.00 Fiera di San Costanzo - mostra mercato (Borgo XX giugno) e degustazione del dolce tipico "Torcolo di San Costanzo" aperta a tutta la cittadinanza (in Corso Vannucci).

  9. #9
    Piccolo insipiente
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Vivo a Perugia (Augusta Perusia Colonia Vibia) con la mia famiglia
    Messaggi
    9,978
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    http://perugianotizie.blogspot.com/2...-costanzo.html


    La ricorrenza del martirio di San Costanzo (175 d.C.), vescovo e patrono di Perugia, è da sempre occasione di riflessione-memoria sulle origini cristiane della comunità perugina.
    La Chiesa diocesana, attraverso il suo vescovo, esorta tutti a seguire l'esempio-insegnamento non solo religioso del santo martire.
    La festa del santo patrono acquista un carattere sociale non secondario, andando a rinsaldare il legame tra la Perugia civile e quella religiosa; legame che risale all'età medioevale testimoniato anche dalla processione della "Luminaria" voluta dalle autorità dell'epoca come segno di omaggio al santo patrono.
    Questa suggestiva e coinvolgente processione per le vie della città è stata ripristinata più di dieci anni fa dall'arcivescovo mons. Giuseppe Chiaretti di concerto con l'Amministrazione comunale, che offre ai fedeli i lumi della processione della vigilia della festa (28 gennaio): popolo di Dio e autorità civili e religiose si ritroveranno (ore 17) nel chiostro dell'abbazia benedettina di San Pietro, per poi giungere in processione nella basilica di San Costanzo.
    In questa chiesa, dove sono custodite le reliquie del patrono, da pochi mesi riaperta al culto dopo un accurato restauro, saranno celebrati i Primi Vespri solenni presieduti da mons.
    Gualtiero Sigismondi, vescovo di Foligno. Durante la celebrazione si sarà il rito dell'omaggio votivo al santo di quattro "simboli": la corona d'alloro, da parte della polizia municipale (segno di devozione e testimonianza di dedizione al bene comune attraverso l'azione di ordine pubblico, che mira alla pace e alla concordia); il cero, da parte del sindaco (segno della disponibilità degli amministratori pubblici ad essere attenti ai bisogni dei più deboli e indifesi); il torcolo (dolce tipico della festa in ricordo del martirio di Costanzo), da parte degli artigiani e commercianti (segno di quanti si impegnano ogni giorno a migliorare le condizioni dei lavoratori e per tutti coloro che, con il loro lavoro, contribuiscono alla prosperità del corpo sociale); l'incenso, da parte del Consiglio pastorale parrocchiale (segno della forza della fede nell'annuncio del Vangelo sull'esempio del santo martire in un'epoca in cui il coraggio, la fedeltà, la coerenza sono messi alla prova ed è messa alla prova la stessa carità).
    Sentita non solo nella comunità parrocchiale di San Costanzo è la preparazione spirituale alla festa, come spiega il parroco don Pietro Ortica:
    "quest'anno sono state dedicate quattro serate (24-27 gennaio) al tema "
    Seguire Gesù sull'insegnamento dei santi Paolo e Costanzo
    " con celebrazioni e meditazioni sulla Parola molto partecipate.
    Sono state officiate dai quattro neo sacerdoti diocesani ordinati lo scorso anno: Roberto Biagini, Fabrizio Fucelli, Riccardo Pascolini e Alessandro Scarda, che hanno proposto delle riflessioni sull'importanza del dono della vocazione nel servire il Signore e il suo popolo."
    i festeggiamenti in onore di San Costanzo proseguiranno giovedì 29 nella basilica a lui dedicata con la celebrazione eucaristica (ore 11) presieduta da mons.
    Mario Ceccobelli, vescovo di Gubbio, e la preghiera dei Secondi Vespri (ore 16.30) e si concluderanno con la solenne concelebrazione (ore 18) nella cattedrale di San Lorenzo presieduta dall'arcivescovo mons.Giuseppe Chiaretti insieme ai vescovi della metropolia e a tutti i sacerdoti diocesani. Ad animare la celebrazione saranno 150 coristi in rappresentanza delle trenta corali parrocchiali, diretti dal maestro mons. Francesco Spingola, che nel giorno della festa del patrono è loro consuetudine ritrovarsi in cattedrale (quest'anno è il loro XIX raduno).
    Per l'occasione sarà eseguito l'inno a San Costanzo composto da Armando Mercuri alla fine del secolo XIX.
    Uno dei momenti significativi della celebrazione sarà l'Offertorio, quando i rappresentanti delle Caritas parrocchiali delle sette Zone pastorali dell'Archidiocesi presenteranno le offerte raccolte in Tempo di Avvento, come contributo alle opere della Caritas diocesana volte ad accogliere e sostenere ogni giorno numerose persone in particolari situazioni di bisogno: famiglie in difficoltà, giovani disagiati, donne sole con bambini, ragazzi abbandonati, anziani, malati, senza fissa dimora, emarginati… .
    In un'epoca di grave crisi che investe sempre più interi nuclei familiari, la solidarietà e la condivisione con chi è nel bisogno non può farsi attendere.


    Chiesacattolica.it Martedì 27 Gennaio 2009

  10. #10
    Piccolo insipiente
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Vivo a Perugia (Augusta Perusia Colonia Vibia) con la mia famiglia
    Messaggi
    9,978
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    un po' di link e immagini sul torcolo, che mette d'accordo credenti e non credenti

    http://www.prodottitipici.com/prodot...n-Costanzo.htm

    Torcolo di San Costanzo

    Sinonimi: TORCOLO AL CANDITO

    Territorio interessato alla produzione: Comune di Perugia.

    Descrizione sintetica del prodotto: Classica forma a ciambella: incisione pentagonale della pasta (a indicare, secondo la tradizione, le cinque porte di Perugia).

    Ingredienti: (dalla ricetta dell’Accademia Italiana della Cucina di Perugia): farina di grano tenero, acqua, lievito (la ricetta originale prevede l’utilizzo del “lievito acido”, un lievito naturale ottenuto dalla fermentazione di farina e acqua; tuttavia, la ricetta consente l’utilizzo o l’aggiunta di lievito di birra), olio extra vergine di oliva, zucchero, uva passa, vero candito di buon cedro candito (colore verde, sapore adeguato), pinoli, semi di anice.
    Lavorazione: si impastano farina, acqua e lievito; lievitazione dell’impasto, detto “biga”, a temperatura media e costante per circa 3-4 ore, in contenitori di plastica coperti; quando l’impasto ha raddoppiato il suo volume, si aggiungono: zucchero, uva passa, cedro candito a cubetti, pinoli, anice e olio extra vergine di oliva; si lavora ancora l’impasto fino a renderlo omogeneo e, si formano delle ciambelle praticando su ognuna di esse cinque incisioni diagonali, che rappresentano le cinque porte di Perugia. Le ciambelle vengono poi collocate su teglie da forno e infornate per circa 30 minuti.
    Conservazione: il prodotto fresco va conservato ad una temperatura di circa 6°/8° C per 2/3 giorni al massimo.

    Note: Il Torcolo di S. Costanzo è stato creato in onore di San Costanzo, patrono di Perugia, condannato alla decapitazione. E’ nato come dolce povero, preparato con ingredienti semplici e facilmente reperibili; l’impasto di base, infatti, veniva preparato con la pasta del pane. Sull’origine della sua forma a ciambella esistono varie versioni:
    a) si dice che il buco rappresenti il collo decapitato del Santo;
    b) si dice che la forma a ciambella rappresenti la collana del Santo ricca di pietre preziose (da qui il cedro candito), che si è sfilata al momento della decapitazione;
    c) si dice sia stato fatto con il buco semplicemente per poterlo infilare facilmente nei bastoni per trasportarlo alle fiere o ai mercati.
    (Dalle interviste ai produttori Carla Shucani (Sandri); Mario Lupi (Lupi); Gianfranco Alunni (Alunni)).

    Si dice che un tempo i fidanzati si recavano ad adorare la Statua del Santo, presso la Chiesa di S. Costanzo, “con la scherzosa speranza di ricevere dal Santo l’occhiolino” che stava ad indicare che si sarebbero sposati entro l’anno (cfr. AGOZZINO Giuseppe, Domenica in cucina, 1968).

    “San Costanzo dall’òcchjo adorno,
    famme l’occhjolino sennò n’c’artorno”
    (S. Costanzo, dall’occhio adorno,
    fammi l’occhiolino altrimenti non ritorno).
    (cfr. CATANELLI Luigi, Vocabolario del dialetto perugino, Tibergraph Ed., 1995)

    Il 29 gennaio si celebra la festa di S. Costanzo, uno dei due patroni di Perugia.

    Bibliografia:
    - CORSI Guglielma, Un secolo di cucina umbra, Tip. Porziuncola, Assisi, I edizione, 1966;
    - Accademia Italiana della Cucina – Delegazione di Perugia, Antica Ricetta del Torcolo di San Costanzo, 1999;
    - ROSSI Remo, Ricettario dell’Antica Tradizione Gastronomica dell’Umbria – Anno 2000, Associazione Gastronomica dell’Umbria, 2000);
    - COPPINI Remo, Umbria a tavola – aneddoti, folclore, tradizioni, usanze e… ricette, Ed. Guerra, Perugia, 1983;
    - AGOZZINO Giuseppe, Domenica in cucina, 1968;
    - CATANELLI Luigi, Usi e Costumi nel Territorio Perugino agli inizi del ‘900, Edizioni dell’Arquata, 1987.


    http://www.homefood.it/index.php?obj...Recipe=Torcolo

    Torcolo di San Costanzo (Umbria)


    Ingredienti per dieci persone:
    ½ kg. di farina (150 gr. nell’impasto dal lievito madre e 350 gr. nel successivo), 140 gr. di zucchero, 100 gr. di uva sultanina, 75 gr. di olio extravergine di oliva, 50 gr. di lievito di birra, 50 gr. di cedro candito (da tagliare a cubetti piccoli), 50 gr. di pinoli, ½ buccia di limone grattugiato, semi di anice e sale, q.b.

    Preparazione:
    Impastare 150 gr. di farina con il lievito sciolto in un bicchiere d’acqua insieme ad una goccia di miele. Far riposare coperto fino a che non raddoppia il suo volume. Unire al lievito madre tutti gli ingredienti e impastare nuovamente aggiungendo un poco di latte tiepido. Fare attenzione affinché l’impasto risulti morbido. Anche questo impasto si fa riposare e quando è sufficientemente lievitato si fa un rotolo girandolo come una corda di cui unire le due estremità. Far riposare nuovamente fino a ulteriore lievitazione e poi incidere la pasta con la lametta in modo da ottenere cinque tagli della profondità di 2 cm. Spennellare con il rosso d’uovo sbattuto. Cuocere in forno a 180° per quaranta minuti.



    http://www.3sulblog.com/2009/01/16/t...no-di-perugia/

    Ingredienti:
    - 600 gr Farina
    - 1 Uovo
    - 150 gr Cedro a pezzetti
    - 150 gr Uva sultanina
    - 180 gr Pinoli
    - 180 gr Zucchero semolato
    - 30 gr Semi di Anice
    - 1 bicchiere Acqua
    - 90 gr Olio e.v.o.
    - 80 gr Burro
    - 25 gr Lievito di birra

    Preparazione

    Sciogliere il panetto di lievito in acqua tiepida, quindi impastarlo con la farina.
    Unire al composto lo zucchero, il cedro, i pinoli, l’uvetta, i semi di anice, l’olio e il burro e amalgamare bene il tutto con le mani.
    Sistemare l’impasto in uno stampo da ciambella con il foro centrale (precedentemente imburrato) e lasciar lievitare il dolce coprendolo con un tovagliolo per circa 2-3 ore.
    Non appena il torcolo sarà aumentato fino a circa la metà dello stampo, spennellare la superficie con il rosso dell’uovo e praticare alcune incisioni sulla superficie.
    Cuocere in forno preriscaldato a 180°per circa 30 minuti fino a quando non avrà assunto un aspetto piuttosto brunito.
    Consigli
    A questo dolce si accompagna bene il Vinsanto.
    Curiosità
    Il torcolo di San Costanzo é un dolce tipico di Perugia che viene gustato per tradizione il 29 gennaio, festa di uno dei patroni della città che é proprio S. Costanzo.
    Secondo una antica usanza le ragazze nubili si recavano alla Chiesa dedicata al Santo per vedere se Egli facesse loro “l’occhietto”, il che significava che avrebbero presto trovato un fidanzato e recitavano in dialetto” San Costanzo dall’occhio rotondo famme l’occhietto sinnò n’ciartorno”.


 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Illuminismo, Enciclopedismo, Massoneria.
    Di adsum nel forum Destra Radicale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 12-02-07, 11:33
  2. Mediaset, i conti neri dei manager
    Di ossoduro nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 01-02-06, 18:27
  3. Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 25-01-06, 16:26
  4. Sondaggio ufficiale sulle elezioni presidenziali di Pol.
    Di Egol nel forum Il Termometro Politico
    Risposte: 47
    Ultimo Messaggio: 10-01-06, 16:02

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226