EMERGENZA IMMIGRAZIONE: FORZA NUOVA ANNUNCIA BATTAGLIA

L’odioso episodio dello stupro da parte di un tunisino di una diciassettenne della provincia di Perugia ha scioccato la nostra regione e ha nuovamente riportato l’attenzione dei media sul fenomeno criminale legato all’ immigrazione selvaggia.

A Primavalle e a Guidonia, in seguito al verificarsi di episodi simili nella brutalità ed efferatezza, si sono riversate nelle strade migliaia di persone per protestare duramente contro l’operato di un governo che aveva fatto delle tematiche securitarie il proprio vessillo, mentre non ha fatto altro che favorire l’immigrazione in tutti i modi: si pensi al decreto flussi firmato dalla Lega Nord, agli inutili accordi siglati con la Libia penalizzanti la sola Italia, le proposte per l’inutile e costosa edificazione di nuovi CPT in tutto il Paese, compresa la nostra regione.

Forza Nuova, che annuncia mobilitazioni di piazza, invita la cittadinanza a ritirare il proprio consenso ai politicanti che hanno tradito il proprio mandato, e a reclamare dai propri amministratori comunali il diritto alla sicurezza, che non è garantito da giudici che scarcerano spacciatori e delinquenti il giorno successivo all’arresto.

Riccardo Donti, segretario di Forza Nuova di Perugia, ha dichiarato:

Le parole d’ordine della Lega Nord si sono rivelate per quelle che sono: pura demagogia, mentre bande di allogeni extracomunitari hanno invaso Perugia e imperversano dappertutto nelle nostre strade, facendoci sentire stranieri in casa nostra. Questa situazione è ormai divenuta ingestibile, in Umbria e nell’intero Paese, e noi non ci fidiamo delle promesse di questo governo.”


L’ Ufficio Stampa di Forza Nuova Perugia