User Tag List

Risultati da 1 a 2 di 2

Discussione: la Bosnia ci supera

  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito la Bosnia ci supera

    http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/cronache/200902articoli/40575girata.asp


    Criminali imprendibili
    È peggio solo in Bosnia


    Italia al primo posto in Europa per numero di delitti gravi
    FRANCESCO GRIGNETTI
    ROMA
    Un Paese pericolosamente pencolante verso il Far-West, ecco che cosa raccontano le inaugurazioni dell’anno giudiziario. I magistrati indossano i loro ermellini e nella forma più solenne raccontano un’Italia terrificante. A Palermo aumentano gli omicidi «e non sono di mafia». A Bologna crescono i reati di «maggiore allarme sociale» come rapine, violenze sessuali ed estorsioni. La frase di maggior effetto la lancia il giudice milanese Giuseppe Grechi: «Siamo al primo posto in Europa per numero di reati gravi. Pari alla Bosnia per omicidi e reati di massima gravità». Addirittura la Bosnia. Un Paese che non è mai uscito con la testa dalla guerra civile.

    Dove staziona da quattordici anni una missione militare internazionale. Dove la giustizia è di fatto appaltata al Tribunale Penale Internazionale dell’Aja. Dove lo Stato è rappresentato da due entità semiautonome che restano sotto la tutela di un Alto rappresentante Onu. Dove l’elenco dei «most wanted» di Sarajevo viene aggiornato di continuo perché si continuano a scoprire passate atrocità e nuove organizzazioni criminali. In effetti si dice della Bosnia. E l’Italia della mafia e della camorra? Non ha nulla da invidiare al cuore nero dei Balcani. Anche l’Italia aggiorna di continuo la sua lista dei Trenta Latitanti più pericolosi.

    Esiste un gruppo specializzato, che raccoglie i migliori investigatori di tutte le forze di polizia che lavora solo sulla cattura di questi terribili trenta. Tra loro c’è Attilio Cubeddu, sardo di Arzana (Nuoro) latitante dal 1997 e ricercato per sequestro di persona, omicidio e lesioni gravissime. Oppure Antonio Iovine, classe 1964, di San Cipriano D’Aversa (Caserta) ricercato dal 1996 per omicidio ed altro. O ancora l’imprendibile Matteo Messina Denaro, di Castelvetrano (Trapani) ricercato addirittura dal 1993, per associazione di tipo mafioso, omicidio, strage e devastazione. Sul fronte dei latitanti, le forze di polizia possono vantare di recente ottimi successi. Il latitante più famoso era Salvatore Lo Piccolo, ritenuto un possibile successore di Totò Riina. Preso un anno fa. E non è finita qui. «In agenda abbiamo diverse situazioni critiche, alle quali riserveremo una maggiore attenzione.

    Intensifichiamo le attività, anche senza riflettori mediatici», diceva qualche giorno fa il ministro dell’Interno, Roberto Maroni. Il fatto è che ogni grande arresto comporta la disarticolazione di un gruppo criminale. Proprio nel caso del clan Lo Piccolo, all’arresto del boss è seguita una larga retata. E s’è scoperto un larghissimo giro di estorsioni che terrorizzava Palermo. Che il fenomeno del racket fosse in aumento esponenziale, gli investigatori l’avevano capito da tempo. Gli specialisti della Divisione investigativa antimafia, ad esempio, seguono con particolare attenzione gli episodi di danneggiamento che definiscono «classici reati-spia».

    Ecco, per numero di denunce, a Palermo i danneggiamenti con incendio doloso nel 2007 sono stati 2644. Erano poche centinaia solo cinque anni fa. Forse, proprio perché a Palermo c’è stata la cattura di Lo Piccolo, la mafia sembra ripartire a Trapani. «La situazione - diceva ieri il presidente della Corte d’Appello di Palermo, Armando D’Agati - nel Trapanese è preoccupante. Nonostante le serrate indagini in corso, continua la latitanza di Matteo Messina Denaro. E vanno progressivamente ricostituendosi le potenzialità “militari” di Cosa nostra in ragione del fatto che molti importanti appartenenti all’associazione vengono posti in libertà per aver ormai scontato le pene irrogate». E poi si dice Sarajevo: certo, il famoso Ratko Mladic, comandante militare dei serbi di Bosnia, si nasconde dal 1995.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Nonostante tutto quello che fa la partitocrazia, ci siamo lasciati soffiare il primo posto come numero di delitti gravi.

    Speriamo che almeno in quelli meno gravi il sitema partitico sia riuscito a mettere in condizione l'italia di prendere il primo posto.

    Il faro della civiltà di roma continua a splendere.
    roma è grande, il suo primo re fu fatto tale perché uccise suo fratello.
    buon sangue non mente

    Grazie a dio la politica romana è coerente.
    Pertanto non spaventarsi se chi strupra viene messo fuori, se i ladri non vanno in galera, se tutti i giorni violentano qualche donna, non è dovuto a cattiveria ma è solamente il governo italiano che vuole vincere il record mondiale.

    Vedendo quello che succede, conoscendo la grande capacità di stile romano imperiale dei nostri politici, vi è da pensare che siamo incamminati bene.

 

 

Discussioni Simili

  1. Stop di FIni: "maggioranza non cambi le regole da sola"...
    Di alexeievic nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 37
    Ultimo Messaggio: 18-11-09, 12:11
  2. Risposte: 121
    Ultimo Messaggio: 07-11-05, 17:16
  3. Movimento Talete
    Di paradesha1 nel forum Esoterismo e Tradizione
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 30-08-04, 18:35
  4. Sheva 90, come Van Basten
    Di Nirvana nel forum Termometro sportivo
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 12-05-04, 15:15

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226