Accadde oggi, ottant'anni fa.

Nel corso di un incontro con l'ammiraglio Darlan, del governo francese collaborazionista, Hitler gli comunica che la Germania prenderà permanentemente possesso di varie basi navali e territori francesi. Per compensare le perdite territoriali francesi, offre in cambio territori appartenenti al Belgio e alla Svizzera. Ammesso, nel caso dei territori svizzeri, che la Francia fosse in grado di entrarne in possesso con le sue forze.