User Tag List

Pagina 143 di 155 PrimaPrima ... 4393133142143144153 ... UltimaUltima
Risultati da 1,421 a 1,430 di 1543
Like Tree142Likes

Discussione: Lerciume comunista

  1. #1421
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    43,627
    Mentioned
    15 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Lerciume comunista

    Rubano, massacrano, rapinano e, con falso nome, lo chiamano impero; infine, dove fanno il deserto dicono che è la pace.
    Tacito, Agricola, 30/32.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #1422
    email non funzionante
    Data Registrazione
    16 Oct 2010
    Messaggi
    6,423
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Lerciume comunista

    MACERATA, SINISTRATI VANNO A MANIFESTARE CONTRO LUCA TRAINI E RUBANO IN AUTOGRILL
    Ricordate la marcia antirazzista di Macerata, quella dei manifestanti che marciarono sul cadavere ancora caldo di Pamela dopo il raid vendicativo di Luca Traini?
    Si scopre che, oltre ai vandalismi, durante la loro scampagnata antirazzista hanno saccheggiato quello che potevano. Un branco di ladri guidato da un manipolo di politici falliti:
    Erano partiti, petto in fuori, fieri paladini della libertà e della democrazia e al ritorno si sono ritrovati niente di più che ladruncoli da supermercato. È la assai poco gloriosa carriera, stando agli elementi raccolti dagli investigatori, di cinque persone di origine campana denunciate all’autorità giudiziaria per furto aggravato messo a segno in una stazione di rifornimento e sosta lungo la superstrada Valdichienti. Secondo quanto ricostruito dalle meticolose indagini degli uomini della Digos della questura, diretta dal vicequestore Maria Nicoletta Pascucci, le cinque persone coinvolte facevano parte di un gruppo di manifestanti che il 10 febbraio scorso sono partiti in pullman da Napoli per partecipare a una manifestazione antifascista organizzata a Macerata dopo i tristemente noti fatti di cronaca dell’omicidio di Pamela Mastropietro e il folle raid razzista commesso da Luca Traini. Sono stati sorpresi a rubare in autogrill all’altezza di Corridonia: smascherati grazie alle spycam.
    https://voxnews.info/2018/06/08/mace...-in-autogrill/

    Un articolo di qualche mese fa, ma molto significativo.....

    1. IL BRACCIODESTRO DI RENZI, DELRIO VA DI PRIMA MATTINA A CASA DI CARLO DE BENEDETTI 2. IL SOTTOSEGRETARIO PIZZICATO DALLE TELECAMERE DI ‘’IN ONDA’’ DAVANTI AL PORTONE DELLA “TESSERA NUMERO UNO DEL PD” E “LIBERO” GRIDA ALLA SCANDALO MA PRANZI E CENE COLAZIONI IN CASA DELL’EDITORE DI “REPUBBLICA” NON SONO CERTO UNA NOVITA’ PER I LEADER DEL CENTROSINISTRA, DA PRODI A ENRICO LETTA, DA MONTI A GIULIANO AMATO
    Francesco Borgonovo per "Libero Quotidiano"
    Esattamente, che va a fare il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Graziano Del Rio a casa di Carlo De Benedetti alle otto e mezza del mattino? E' avvenuto ieri, tutto documentato dalle telecamere del programma di La7 In Onda. Del Rio è entrato appunto alle 8.30 ed è uscito dopo una novantina di minuti. Dunque, che cosa faceva li' a quell’ora? Le ipotesi sono svariate, una meno onorevole dell’altra.
    Puo' darsi che, tra i compiti del sottosegretario, ci sia quello di portare ogni mattina all’Ingegnere i cornetti caldi da intingere nel cappuccino. O il gnocco fritto dalla sua Reggio Emilia. Dopo tutto, vista la sudditanza del Pd verso il patron di Repubblica, non ci sembra impossibile. Anzi, ce lo immaginiamo Del Rio che chiede a De Benedetti - come al giovin signore del Parini - se preferisce il caffè o il cioccolato, mentre dall’altro lato del letto Ezio Mauro gli consegna il giornale.
    Piuttosto, non dev’essere particolarmente piacevole per De Benedetti svegliarsi e trovare il barbuto Del Rio al capezzale, probabilmente gli verrà il dubbio di aver mangiato troppo pesante la sera prima. Oppure, c’è anche il caso che Del Rio nemmeno si incontri con l’Ingegnere. Magari va solo a rifargli il letto e a lustrargli le babbucce. Comunque sia, resta singolare che un esponente di primo piano del governo, fedelissimo di Renzi, si presenti alla nobile dimora della «tessera numero uno del Pd».
    Secondo Del Rio, invece, è tutto normale. «E' un imprenditore italiano», ha detto al cronista di In Onda, «io ne incontro tanti per avere il polso del Paese, quindi ascoltiamo il parere degli imprenditori italiani, di chi fa impresa». Certo, come no. Per aver il polso del Paese si va a casa di De Benedetti. E perché non dal sultano del Brunei, allora? Ma Del Rio insiste: «E' stata una chiacchierata tranquilla. Abbiamo parlato del Paese come faccio con tanti altri». Beh, magari potrebbe andare a parlare del Paese con qualche imprenditore dentro a un capannone.
    O potrebbe parlare del Paese con un agricoltore che alle otto e mezza è già sveglio da un bel po’ e se ne sta sul trattore in mezzo a un campo. Ah, ma questa è facile demagogia, si dirà. Bene, allora, se un sottosegretario vuole interloquire con un privato cittadino, per quanto influente, puo' dargli un appuntamento nel suo ufficio. Cosi' magari i cornetti li porta De Benedetti, tanto per essere gentile. Il fatto è che la scena è ridicola, ma anche emblematica.
    Che si saranno mai detti, poi? Dei guai di Sorgenia? Delle vacanze? Ci resta solo una speranza: che il sottosegretario, prima di presentarsi dal suo capo, abbia scambiato due chiacchiere col panettiere. Ma è più facile che sia stato sbrigativo: «Su, mi dia i soliti bomboloni e faccia presto, che poi all’Ingegnere si rovina l’appetito». Già, perché va bene il polso del Paese, ma anche la pancia vuole il suo.
    la colazione dei marpioni, delrio di prima mattina a casa de benedetti - Politica

  3. #1423
    Forumista senior
    Data Registrazione
    05 Oct 2010
    Messaggi
    2,135
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Lerciume comunista

    Il comunismo è diventato cultural marxismo. Sono la stessa cosa, però la terminologia è più esatta e corretta al giorno d'oggi. Nella mentalità, nel modo di ragionare, nei fatti e comportamenti le differenze sono minime.

  4. #1424
    Forumista senior
    Data Registrazione
    05 Oct 2010
    Messaggi
    2,135
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Lerciume comunista

    L'ennesima figura che trabocca odio. Lo fece anche contro i veneti e non venne condannato come di consueto.

    Comunque chi critica solitamente con tanta enfasi i bianchi o come lui i veneti e non esce mai dai confini, è a sua volta sempre in sintonia con l'ideologia comunistoide-cultural marxista, quindi razzisti contro i bianchi e avverso al populismo patriottico identitario. C'è sempre una forte correlazione. Lo dice anche Macdonald Kevin.

    Toscani tuona ancora: "Governo Lega-5Stelle peggio del vero fascismo"

  5. #1425
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    20,941
    Mentioned
    15 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Lerciume comunista

    Citazione Originariamente Scritto da psico Visualizza Messaggio
    L'ennesima figura che trabocca odio. Lo fece anche contro i veneti e non venne condannato come di consueto.

    Comunque chi critica solitamente con tanta enfasi i bianchi o come lui i veneti e non esce mai dai confini, è a sua volta sempre in sintonia con l'ideologia comunistoide-cultural marxista, quindi razzisti contro i bianchi e avverso al populismo patriottico identitario. C'è sempre una forte correlazione. Lo dice anche Macdonald Kevin.

    Toscani tuona ancora: "Governo Lega-5Stelle peggio del vero fascismo"
    Una avversione così profonda per i bianchi è qualcosa che va oltre l'umano.
    Ed è un segno che obiettivamente i bianchi hanno qualcosa di diverso dalle altre etnie, non riesco a spiegarmi altrimenti la cosa .
    Il Silenzio per sua natura è perfetto , ogni discorso, per sua natura , è perfettibile .

  6. #1426
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    43,627
    Mentioned
    15 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Lerciume comunista



    Minuto 32'12''
    Edoardo Albinati:

    Pur di dare contro a questo governo mi auguro che muoia un bambino.

    Cappitto lo avvette?
    Rubano, massacrano, rapinano e, con falso nome, lo chiamano impero; infine, dove fanno il deserto dicono che è la pace.
    Tacito, Agricola, 30/32.

  7. #1427
    email non funzionante
    Data Registrazione
    16 Oct 2010
    Messaggi
    6,423
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Lerciume comunista

    Migranti, il delirio di Gino Strada: “Al governo sbirri e ministri razzisti. Penso di lasciare l’Italia”. Buon viaggio!
    Il delirante Gino Strada durante il programma di Lucia Annunziata “Mezz’ora in più” su Raitre: “Nel governo Conte sbirri e ministri razzisti. Sto pensando di lasciare l’Italia”. E gli italiani gli augurano un buon viaggio di sola andata!
    “Sono sconcertato”. E' con estremo livore che Gino Strada attacca a testa bassa il governo Conte. “Ho settant’anni anni – dice a intervistato a Mezz’ora in più su Raitre – e non pensavo più di vedere ministri razzisti o sbirri alla guida del mio Paese”. Mentre l’Italia ripiomba nell’emergenza immigrazione, il fondatore di Emergency si sfoga sulla tivù pubblica attaccando a testa bassa il ministro dell’Interno Matteo Salvini. “Questa gente non ha considerazione delle vite umane”.
    E' il solito odio violento. Strada non è certo nuovo a certe esternazioni. E pensare che, non più di un mese fa, aveva lodato (a suo modo) Salvini per la posizione assunta dalla Legarispetto al conflitto siriano. “Sono contento di vedere che anche Matteo Salvini dice qualcosa di intelligente”, aveva detto in quella occasione. Da allora, pero', le politiche del Viminale per provare a risolvere l’emergenza immigrazione, che in questi giorni è tornata in cima all’agenda dell’esecutivo, gli hanno fatto rimangiare le parole di lode. Ai microfoni di Raitre è passato all’attacco usando frasi al vetriolo. Parla di “ministri razzisti” e di “sbirri al governo” e li accusa di “non avere considerazione delle vite” dei clandestini che muoiono nel Mar Mediterraneo.
    Migranti, il delirio di Gino Strada: "Al governo sbirri e ministri razzisti. Penso di lasciare l'Italia". Buon viaggio! - Riscatto Nazionale

    Licenziata la prof che aveva augurato la morte alla polizia durante una manifestazione antifascista
    I fatti lo scorso 22 febbraio: in seguito l’insegnante aveva rimarcato gli insulti rilasciando un’intervista a una troupe televisiva
    MASSIMILIANO PEGGIO
    TORINO
    L’ufficio scolastico regionale riunitosi il 7 giugno 2018 ha decretato il licenziamento di Lavinia Flavia Cassaro, l’insegnante che il 22 febbraio scorso aveva inveito contro le forze dell’ordine, durante una manifestazione antifascista contro un convention elettorale del leader di CasaPound Simone Di Stefano in un hotel di corso Vittorio.
    L’insegnnate era sta filmata e fotografata mentre insultava i poliziotti schierati per impedire contatti tra i gruppi di militanti. Successivamente la donna aveva rimarcato gli insulti rilasciando un’intervista a una troupe di Mediaset.
    Licenziata la prof che aveva augurato la morte alla polizia durante una manifestazione antifascista - La Stampa



    “E adesso è il turno delle coop e dei loro guadagni” Salvini non molla, e raddoppia! Il prossimo obiettivo? tagliare le gambe a chi ingrassa sull’accoglienza
    Esulta Matteo Salvini, dopo la decisione della Spagna di accogliere i 629 migranti a bordo della Aquarius. Migranti che, secondo le Ong, sono allo stremo. Il premier Sanchez ha dato la disponibilità di Valencia per «ragioni umanitarie».. «Vittoria. 629 immigrati a bordo della nave Aquarius in direzione Spagna. Primo obiettivo raggiunto – dice Salvini – evidentemente alzare garbatamente la voce paga, cosa che il governo italiano non faceva da tempo immemore. Abbiamo aperto un fronte di discussione a livello continentale, sicuramente non si chiude oggi la partita ma è un primo importante segnale che l’Italia non puo' sostenere questo peso da solo».
    Aquarius solo primo caso. «Poco cambia che la nave si chiami Aquarius o Sea Watch 3: vogliamo porre fine a questo traffico di esseri umani. E dunque come abbiamo sollevato problema per Aquarius lo faremo per tutte le altre navi». Lo ha detto il ministro dell’Interno Matteo Salvini sottolineando che la soluzione della vicenda Acquarius «non è la fine di nulla»: «mi risulta che una nave di una Ong olandese si trovi a 28 miglia dalla Libia in attesa del suo ricco carico di esseri umani. Noi continueremo con la linea del buonsenso».
    Tagliare la spesa di 35 euro a migrante. «Stiamo lavorando come Ministero dell’Interno, siamo li'da 9 giorni e cerchiamo di recuperare anni di dormite altrui. Uno dei fronti è quello dei costi che gli italiani devono sostenere per esercito di finti profughi. Stiamo lavorando sulla cifra 35 euro» per ogni migrante, «voglio che rientri nella media europea, perché tutti i paese europei spendono di meno, e anche noi vogliamo spendere di meno. Sono curioso di vedere se tutti queste cooperative, questi solidali con meno di 35 euro continueranno a esserlo».
    ?E adesso è il turno delle coop e dei loro guadagni? Salvini non molla, e raddoppia! Il prossimo obiettivo? tagliare le gambe a chi ingrassa sull?accoglienza -

  8. #1428
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    43,627
    Mentioned
    15 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Lerciume comunista

    Rubano, massacrano, rapinano e, con falso nome, lo chiamano impero; infine, dove fanno il deserto dicono che è la pace.
    Tacito, Agricola, 30/32.

  9. #1429
    Forumista storico
    Data Registrazione
    04 May 2009
    Messaggi
    33,211
    Mentioned
    7 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Lerciume comunista

    QUINTE COLONNE?

    Di Maurizio Blondet , il 16 giugno 2018




    Il 13 giugno scorso Guy Verhofstadt, ex primo ministro belga, eurodeputato, con le mani in tutte le paste europeiste ed oligarchiche, ha usato un termine “pesante” – e di solito vietato nella polemica politica civile – per accusare l’opposizione democratica all’euro-oligarchia: “Quinta Colonna”.

    “Leader governativi come Orbàn, Kaczynski e Salvini hanno un solo obiettivo, distruggere l’Europa e uccidere la nostra democrazia liberale, e lo stanno facendo assieme a quelle che io chiamo le cheerleader di Putin: Nigel Farage, Marine Le Pen e Geert Wilders”.

    “C’è una cerchia del male attorno al nostro continente, che comprende Putin, Erdogan e, se le cose si dovessero mettere male, anche Trump” – aggiungendo – “Politici come Le Pen, Wilders e Farage, sono capaci solo di intascare i soldi del Cremlino e di ricevere gli aiuti dei servizi segreti di Mosca. Sono la quinta colonna di Putin”.



    Scoppio di rabbia incontrollabile (come abbiamo visto in Macron) e delirio complottista in un oligarca che sente in pericolo il suo potere: per lui gli esponenti che hanno il sostegno di un’opinione pubblica e di un elettorato che li ha votati, non sono oppositori legittimi; sono quinte colonne pagate, traditori – da fucilare quando i tempi del Più Europa saranno maturi. Naturalmente, nessuna prova a sostenere la grave accusa.

    Per quinta colonna, ci istruisce l’enciclopedia, si intende “ un’organizzazione a carattere militare che opera clandestinamente all’interno di una nazione o città per favorire l’invasore o il nemico”. Se dovessimo dar ragione a Verhofstad ed adottare il suo modo di pensare, saremmo costretti a definire “quinta colonna” di Macron, per esempio, gli italiani che sono stati insigniti della Legion d’Honneur, la massima onorificenza francese, il cui motto è “Honneur et Patrie”: intesa che la “patria” per cui si sono acquistati meriti, è quella che ha per capitale Parigi.

    Ma no, direte voi, solito complottista Blondet: chi vuoi che abbia ricevuto la Legion d’Onore in Italia? Lo ha scoperto il sito Scenari Economici. Ecco la lista.



    Politico (o affine) Partito Onorificenza francese Anno Motivazione ufficiale
    Franco Bassanini PD Ufficiale della Legion d’Onore 2002 “forti legami intrattenuti durante il suo incarico da Ministro con la Francia”
    Emma Bonino +Europa Commendatore della Legion d’Onore 2009 “militante europea”
    Carlo De Benedetti simp. PD Commendatore della Legion d’Onore 2015 “avvicinamento di Italia e Francia”
    Massimo D’Alema DS Grand’Ufficiale della Legion d’Onore 2001 “volontà di costruire
    un’ Europa comune”

    Piero Fassino PD Legion d’Onore 2013 “forte impulso alle relazioni con la Francia”
    Dario Franceschini PD Legion d’Onore 2017 “amicizia dimostrata
    alla Francia”

    Sandro Gozi PD Legion d’Onore 2014 “sincero europeista
    che lotta per l’Europa”

    Enrico Letta PD Commendatore della Legion d’Onore 2016 “personalità straniera che vive in Francia”
    Giovanna Melandri PD Ufficiale della Legion d’Onore 2003 non note
    Roberta Pinotti PD Ufficiale della Legion d’Onore 2017 “impegno per una sempre più stretta collaborazione con la Francia nel campo della Difesa”
    Giuliano Pisapia PD Ufficiale della Legion d’Onore 2015 “francofilia”
    Romano Prodi PD Gran Croce della Legion d’Onore 2014 “Europeo convinto, economista brillante e politico al servizio dello Stato”
    Beppe Sala PD Legion d’Onore 2016 “riconoscimento per il successo mondiale di Expo”
    Walter Veltroni PD Legion d’Onore 2000 “per l’attività svolta a
    salvaguardia dei

    beni culturali”

    Stefania Prestigiacomo FI Ufficiale della Legion d’Onore 2016 non note
    Franco Frattini FI Commendatore della legion d’Onore 2015 “impegno italiano, internazionale ed europeo”


    Il “Partito Francese” in Italia
    Non è sorprendente? Anche il sito Scenari Economici ammette di essere stato sorpreso. L’intera dirigenza storica del PD, dei suoi (come chiamarli?) Superiori Cogniti, De Benedetti, Romano Prodi ed Emma Bonino, e una bella rappresentanza dei ministri nei governi PD posteriori al golpe del 2011 – a parte le eccezioni alquanto misteriose della Prestigiacomo (!?), una delle vociferanti girls di cui ci ha afflitto Berlusca, e di Frattini, ministro di una breve stagione.





    Che dire? Questa galleria di personaggi non paiono essersi illustrati nel servizio all’Italia in modo da lasciarne ai cittadini grata e riconoscente memoria. Ma evidentemente sono stati ritenuti meritevoli per servizi che la Francia, ufficialmente, ha ritenuto degni di premio (la Legion D’Honneur non si richiede né si può sollecitare; l’insignito si paga 1000 euro per il costo dell’onorificenza, un gioiellino di smalti: i francesi mica regalano niente) e riconoscenza “de part de la Patrie”. Sarebbe bello riuscire a sapere di più sui meriti verso Parigi che ha riscosso Giovanna Melandri, passata in Italia come una meteora di nullità al seguito del Lider Maximo, o per quali “collaborazioni nella Difesa” se n’è resa degna la ministra che qui da noi non ha lasciato segno né traccia alcuna, la Pinotti; ma alla Francia, quale bene ha fatto?


    La Pinotti mentre viene insignita “pour la Patrie”.
    Però ci distrae da queste domande la comparsa nella lista dei meritevoli verso La Patrie di Franco Bassanini. Non solo lo perché questo personaggio è, con Giuliano Amato molto amico suo, l’eminenza grigia sempre a manovrare il coperchio dei vasi della marmellata a disposizione del PD, da Cassa Depositi e Prestiti a Montepaschi e alle fondazioni bancarie. E’ che adesso, Gentiloni (quello che da ministro degli Esteri ha regalato un tratto di mare alla Francia, operazione poi abortita quando, reso noto il fatto dalla Meloni,il trattato non è stato ratificato), poco prima di scadered, ha messo Bassanini a gestire negoziati riservati per un Trattato di Collaborazione Strategica con la Francia, di cui praticamente nulla si sa, che non è passato davanti al Parlamento, di cui il nuovo governo è tenuto all’oscuro, e che secondo il professor Sapelli, è preoccupante.

    Uno dei motivi di preoccupazione è il livello dispari in cui questo negoziati avviene. Per parte italiana, Gentiloni lo ha affidato a tre persone, “l’ex ministro Franco Bassanini”, un funzionario a lui vicino, “ il consigliere di palazzo Chigi per gli affari Ue Marco Piantini”, e il Rettore dell’Università Luiss ed ex ministro, Paola Severino”. Ma da parte francese, c’è il ministro degli Esteri in carica, Jean-Yives Le Drian, potente e vecchia volpe socialista, Grande Oriente di Francia….era proprio il caso di mandare a trattare con il volpone un altro “socialista” insignito della Legion d’Onore per ““forti legami intrattenuti durante il suo incarico da Ministro con la Francia”? Nel nuovo clima creato da Macron con i suoi insulti, e la sua volontà di sottometterci facendoci suoi serventi in Mali e in Libia, e discarica dei suoi maghrebini – se questa non è la Quinta Colonna di Parigi, certo è il “partito francese”.

    https://www.rischiocalcolato.it/2018...e-colonne.html
    Se il popolo permetterà alle banche private di controllare l’emissione della valuta, con l’inflazione, la deflazione e le corporazioni che cresceranno intorno, lo priveranno di ogni proprietà, finché i figli si sveglieranno senza casa.

  10. #1430
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    20,941
    Mentioned
    15 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Lerciume comunista

    La francia nazione in mano alla massoneria, è poi anche giusto che riconosca dei meriti a chi svolge dei lavoretti graditi al grande architetto dell'universo .
    Il Silenzio per sua natura è perfetto , ogni discorso, per sua natura , è perfettibile .

 

 

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225