User Tag List

Risultati da 1 a 9 di 9
  1. #1
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    13 Apr 2012
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    14,438
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito C'è l'accordo sulla legge elettorale (?)

    C'è l'accordo sulla legge elettorale - Affaritaliani.it

    Come anticipato da Affaritaliani.it, accordo fatto tra Matteo Renzi e Silvio Berlusconi sulla riforma della legge elettorale. Soglia di accesso al premio al 37%, premio del 15% ma con il tetto del 55%: ossia nessuna coalizione può conquistare più del 55% dei parlamentari. Una clausola, quest'ultima, vista come una garanzia contro possibili tentativi di modifica della Costituzione da parte di una sola forza politica. Lo sbarramento per l'ingresso in Parlamento (per chi si presenta all'interno di una colazione) si riduce poi al 4,5% ed è prevista la clausola salva-Lega: i partiti che ottengono il 9% in almeno tre regioni rientrano comunque in Parlamento. Sono inserite su richiesta dell'Ncd le multi candidature.La trattativa si è chiusa dopo un lungo negoziato e dopo che Berlusconi è riuscito a piegare le resistenze interne. Per il Pd l'ultima riunione è stata organizzata da Renzi con la Boschi, Speranza e Franceschini. Numerose le telefonate intercorse tra lo stato maggiore democratico e forzista. Infine anche il via libera di Alfano e di Scelta Civica che ha considerato prioritario introdurre la soglia del 37%.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista storico
    Data Registrazione
    04 May 2009
    Messaggi
    34,769
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: C'è l'accordo sulla legge elettorale (?)

    Posto assicurato per tutti, nessuno escluso.
    Come era ovvio.
    Renzi, pur di non fare la figura di rimanere bruciato insieme alla sua boria già al primo affacciarsi, ha calato le braghe su qualsiasi richiesta e tutto è rientrato.
    Ognuno ha chiesto ed ottenuto ciò che gli serviva per assicurarsi la cadrega sulla quale è seduto illegalmente.
    Tanto casino per nulla.
    Delle preferenze nessuno ne ha più parlato, neppure Alfano che portava avanti una bandiera per ottenere altro, le multicandidature.
    Troppo alto il rischio che UNO sano si potesse infilare nell'ambiente mafioso del Parlamento.
    Se il popolo permetterà alle banche private di controllare l’emissione della valuta, con l’inflazione, la deflazione e le corporazioni che cresceranno intorno, lo priveranno di ogni proprietà, finché i figli si sveglieranno senza casa.

  3. #3
    Lumbard
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Lach Magiùr
    Messaggi
    11,694
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: C'è l'accordo sulla legge elettorale (?)

    Citazione Originariamente Scritto da ventunsettembre Visualizza Messaggio
    Posto assicurato per tutti, nessuno escluso.
    Come era ovvio.
    Renzi, pur di non fare la figura di rimanere bruciato insieme alla sua boria già al primo affacciarsi, ha calato le braghe su qualsiasi richiesta e tutto è rientrato.
    Ognuno ha chiesto ed ottenuto ciò che gli serviva per assicurarsi la cadrega sulla quale è seduto illegalmente.
    Tanto casino per nulla.
    Delle preferenze nessuno ne ha più parlato, neppure Alfano che portava avanti una bandiera per ottenere altro, le multicandidature.
    Troppo alto il rischio che UNO sano si potesse infilare nell'ambiente mafioso del Parlamento.

    infatti, in itaglia non cambia nulla come al solito

  4. #4
    Forumista storico
    Data Registrazione
    04 May 2009
    Messaggi
    34,769
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: C'è l'accordo sulla legge elettorale (?)

    Citazione Originariamente Scritto da sciadurel Visualizza Messaggio
    infatti, in itaglia non cambia nulla come al solito
    Se no non si chiamerebbe Paese di merda.
    Se il popolo permetterà alle banche private di controllare l’emissione della valuta, con l’inflazione, la deflazione e le corporazioni che cresceranno intorno, lo priveranno di ogni proprietà, finché i figli si sveglieranno senza casa.

  5. #5
    Forumista storico
    Data Registrazione
    04 May 2009
    Messaggi
    34,769
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: C'è l'accordo sulla legge elettorale (?)

    Può sembrare OT, in realtà spiega molto bene il perchè questa gente DEVE blindarsi.
    E dopo che la FIAT ha deciso di andarsene e pagare le tasse in Inghilterra.

    Questa si chiama svalutazione salariale

    Dare il giusto nome alle cose è importante. Ce lo ricordava Camus. Italiani hanno brutta abitudine di svegliarsi tardi. Caso Electrolux non deve stupire.


    Ingrandisci la foto
    Una veduta interna dello stabilimento Electrolux di Porcia (Pordenone).


    ROMA (WSI) - Gli italiani hanno la brutta abitudine di svegliarsi tardi e, quando lo fanno, offrono la sensazione che siano caduti dal pero.

    Non capisco tutta questo discutere per il caso Electrolux che, come ben saprete, ha elaborato una proposta per mantenere in vita la produzione negli stabilimenti italiani.

    da Leggo:

    «Il problema è che i prodotti italiani risentono di costi produttivi superiori a quelli dei concorrenti». Un’analisi che coincide con quella di Electrolux, che ha lanciato l’ultimatum ai dipendenti dei 4 stabilimenti friulani: gli stipendi italiani sono troppo alti, o si adeguano a quelli di altri Paesi o si tagliano i posti di lavoro. E’ la prospettiva delineata, secondo i sindacati, dall’azienda svedese nell’incontro di ieri a Mestre: gli stipendi devono scendere da 1.400 euro al mese, a 700-800 euro. Servirebbe anche una riduzionedell’80% dei 2.700 euro di premio aziendale, la riduzione delle ore lavorate a 6, il blocco dei pagamenti delle festività, il taglio del 50% dipause e permessi sindacali e lo stop agli scatti di anzianità. Ma la spending review potrebbe non bastare: per mantenere la produzione nel Paese, servirebbe almeno una chiusura. La vittima predestinata è lo stabilimento di Porcia (Pordenone), 1.160 persone, dove non è previsto alcun piano industriale: le lavatrici prodotte lì costano, a pezzo, 30euro di troppo, e sono vittima della concorrenza dei marchi Far Est, Samsung ed Lg. Per gli altri tre stabilimenti italiani, ci sarebbero dei tagli lineari ma vi sarebbero come contropartita - se il piano passasse - investimenti di 40 milioni di euro per Solaro, 28 milioni per Forlì e 22 milioni per Susegana.

    E questa è la cronaca di questi giorni che racconta una storia nota, ossia che in Italia è assai difficile fare impresa e mantenere competitivi sui mercati internazionali i prodotti che si producono in Italia.

    Le cause sono sempre le stesse e sono altrettanto note: eccesso di tassazione, eccessiva burocrazia, tasso di cambio non rappresentativo della struttura economica italiana che rende meno competitivi i prodotti italiani, e chi più ne ha ne metta.

    La cronaca di un paio d'anni fa, precisamente dell'agosto del 2011, invece, raccontava della letterina della BCE all'allora governo italiano, presieduto da Silvio Berlusconi.

    Giusto per ricordarvelo, si da il caso che, al secondo punto delle raccomandazioni prescritte in quella lettera, era scritto:

    C'é anche l'esigenza di riformare ulteriormente il sistema di contrattazione salariale collettiva, permettendo accordi al livello d'impresa in modo da ritagliare i salari e le condizioni di lavoro alle esigenze specifiche delle aziende e rendendo questi accordi più rilevanti rispetto ad altri livelli di negoziazione. L'accordo del 28 Giugno tra le principali sigle sindacali e le associazioni industriali si muove in questa direzione.

    Quindi, non si capisce proprio la sorpresa che possa suscitare questo caso, essendo stato descritto nei minimi dettagli e anticipato già dall'agosto 2011.
    E cosa è accaduto in questi due anni? È accaduto che la disoccupazione è aumentata e ora, per la semplice legge della domanda e dell'offerta, essendoci più manodopera disponibile ad essere occupata (offerta), chi è in cerca di lavoro è destinato ad accettarlo a condizioni meno favorevoli. Quindi vengono compressi i salari, con la speranza che questo sacrificio possa contribuire a far guadagnare posizioni di competitività alle imprese italiane, altrimenti prossime all'estinzione.

    Per dirla in maniera più semplice, lo stato obeso e avvezzo a nutrirsi con dosi sempre maggiori di burocrazia e quindi di ricchezza sottratta agli italiani, anziché mettersi a dieta, preferisce scaricare sui lavoratori le proprie colpe, che si traducono in salari più bassi che tendono a compensare anche la perdita di competitività determinata da un tasso di cambio sfavorevole rispetto ai competitors stranieri.

    Il tutto, ovviamente, si consuma sotto lo sguardo vigile dei sindacati e dei partiti che mentono spudoratamente ai lavoratori sul futuro che li attende, poiché, permanendo le condizioni attuali, saranno destinati a diventare parte significativa di un enorme bacino di manodopera a basso costo.

    Ciò che sto affermando è (o meglio dovrebbe essere) cosa nota. Tant'è vero che lo stesso Mario Monti, qualche mese fa, intervistato da una emittente televisiva americana, si lodava per aver distrutto la domanda interna, al fine di riequilibrare i passivi della bilancia commerciale italiana.
    Tasse più alte, non compensate da politiche economiche espansive, sottraggono reddito spendibile alle famiglie. Un minor reddito fa crollare i consumi, quindi la domanda interna. Una minore domanda interna fa esplodere la disoccupazione, che aggrava la recessione, che contrae le entrate dello stato. Quindi, si generano buchi nel bilancio dello stato che devono essere compensati con nuovo gettito fiscale. E si riparte dall'inizio.

    Capisco che in Italia ci sia l'esigenza di riempire le pagine dei giornali sussidiati o quella di offrire dibattiti televisivi privi di senso, dove siedono ritualmente politici e sindacalisti (il più delle volte analfabeti economici, o, nel migliore dei casi, in malafede) che, con la solita retorica vuota di contenuti, si esercitano a farvi la morale o a suggerirvi come potete arrivare alla fine del mese, senza proporre alcuna soluzione seria e fattibile. Ma di questa crisi, caro lettore, è stato già scritto più o meno tutto.

    E questo è solo una parte dell'epilogo, che è stato anch'esso scritto.
    Urlare quando la realtà presenta il conto è assai poco utile. E accrescere il risentimento e le avversità verso coloro che hanno scritto il vostro gramo futuro, costituisce solo una magra consolazione che non sarà utile a salvarvi il culo. Il cui culo, loro, non subendo alcuna svalutazione salariale, ce l'hanno già ben riparato. Voi no, invece.

    L'articolo finisce pure col video di Satana, per gli appassionati.
    Per questo ho scritto altrove che la jena a Bruxelles si presenta con mani ben piene di ciò che gli è stato richiesto.
    Rivoluzione! O morte.
    Non spetta a noi, però.
    Noi aspettiamo per trarne vantaggi.
    Ultima modifica di ventunsettembre; 29-01-14 alle 19:53
    Se il popolo permetterà alle banche private di controllare l’emissione della valuta, con l’inflazione, la deflazione e le corporazioni che cresceranno intorno, lo priveranno di ogni proprietà, finché i figli si sveglieranno senza casa.

  6. #6
    Forumista storico
    Data Registrazione
    04 May 2009
    Messaggi
    34,769
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: C'è l'accordo sulla legge elettorale (?)

    Se il popolo permetterà alle banche private di controllare l’emissione della valuta, con l’inflazione, la deflazione e le corporazioni che cresceranno intorno, lo priveranno di ogni proprietà, finché i figli si sveglieranno senza casa.

  7. #7
    Forumista storico
    Data Registrazione
    04 May 2009
    Messaggi
    34,769
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: C'è l'accordo sulla legge elettorale (?)

    Legge elettorale: Italicum a rischio



    Incostituzionalità probabile, protestano i partitini.

    Leggendo l'articolo si evince che ormai ognuno dice la sua (e agisce di conseguenza) per ovvi interessi di bottega.
    L'italicum è anticostituzionale e basta.
    Ma di questo in un paese di merda come il nostro frega qualcosa a qualcuno?
    Forbici!

    Ecco.
    FORBICI! potrebbe essere un ottimo slogan per noi.
    Ma non voglio scendere al livello dei sondaggi, per pietà!
    E' solo un'idea venuta così scrivendo.
    Ultima modifica di ventunsettembre; 10-02-14 alle 13:19
    Se il popolo permetterà alle banche private di controllare l’emissione della valuta, con l’inflazione, la deflazione e le corporazioni che cresceranno intorno, lo priveranno di ogni proprietà, finché i figli si sveglieranno senza casa.

  8. #8
    [email protected]
    Data Registrazione
    23 Dec 2011
    Messaggi
    9,127
    Mentioned
    25 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: C'è l'accordo sulla legge elettorale (?)

    non me ne frega un ca'. che facciano quello che vogliono, tanto io non li voto.

  9. #9
    Forumista storico
    Data Registrazione
    04 May 2009
    Messaggi
    34,769
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: C'è l'accordo sulla legge elettorale (?)

    Come pensavo il Senato sarà fondamentale, ed è giusto.
    Se il popolo permetterà alle banche private di controllare l’emissione della valuta, con l’inflazione, la deflazione e le corporazioni che cresceranno intorno, lo priveranno di ogni proprietà, finché i figli si sveglieranno senza casa.

 

 

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226