User Tag List

Risultati da 1 a 2 di 2
  1. #1
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    13 Apr 2012
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    14,438
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Lettera di un antifederalista lombardo ai cittadini della Lombardia.

    Lettera di un antifederalista lombardo ai cittadini della Lombardia. | IL GIORNALE DELLA LOMBARDIA INDIPENDENTE


    Nulla di buono è mai uscito dall’accentramento del potere nelle mani di poche persone in quanto il loro ridotto numero porterebbe inevitabilmente ad un governo tirannico che violerebbe i diritti naturali di ogni individuo.
    In Italia ci stiamo avvicinando sempre più a questo scenario e, cosa che non deve sorprendere, il tutto sta avvenendo con il consenso della popolazione, che sempre più viene ammaliata da parole d’ordine come “efficienza” e “ordine” che sono tipiche di un regime fascista che come fine ultimo ha lo Stato come padrone assoluto delle nostre vite.Approfittando dei vari scandali a livello locale, i capi dei principali partiti stanno approntando una riforma costituzionale che mira a togliere ulteriori poteri agli enti locali, rendendoli ancora più succubi dello Stato centrale, che viene fatto passare, grazie all’aiuto dei media sussidiati con soldi pubblici, come efficiente ed impermeabile ad ogni tipo di corruzione.I principali punti della riforma costituzionale, almeno da quanto si può apprendere dai giornali, sono l’eliminazione del Senato, come seconda Camera equivalente a quella dei deputati, trasformandolo in una Camera delle Autonomie in rappresentanza degli enti locali e il riaccentramento di alcuni poteri attualmente in capo alle Regioni, dopo la riforma del Titolo V della Costituzione.L’unica cosa che si evince dai giornali, a riguardo del Senato, è che questa Camera sarà costituita dai rappresentanti diretti dei Consigli Regionali e scelti da questi ultimi; manca, però, ogni riferimento alle competenze e ai poteri di questa nuova istituzione, cosa che, a parer mio, non fa presagire nulla di buono. Infatti, è opinione di chi vi scrive, questa nuova Camera non rappresenterà e non difenderà proprio niente e sarà soltanto un’istituzione-fantoccio al servizio del governo, che la utilizzerà per giustificare ogni esproprio di potere e violazione dei diritti naturali, rispettivamente, delle Regioni e dei cittadini.Altro punto, di non poca rilevanza, riguarda la coincidenza fra i consiglieri regionali e i nuovi senatori, infatti, non si capisce come questi nostri rappresentanti potranno partecipare contemporaneamente sia alle sedute del Senato, che si presume convocato quasi giornalmente, sia a quelle del Consiglio Regionale e delle commissioni senza possedere il dono dell’ubiquità.Supponendo, quindi, che i futuri consiglieri non possederanno il succitato dono, mi permetto di ipotizzare che i senatori saranno scelti al di fuori del consiglio, andando contro al più semplice principio di rappresentanza e togliendo ai cittadini quel controllo diretto nei confronti dei loro rappresentanti, che è uno dei pilastri su cui poggia un Paese che si vuole definire libero.Come potete notare, quindi, questa riforma del Senato, cosi come presentata, non sta in piedi: attendiamo quindi ulteriori informazioni per valutare meglio la proposta, soprattutto per quanto riguarda i poteri che saranno ad esso concessi, in qualità di organo di garanzia nei confronti della Camera e del governo.L’accentramento del potere nelle mani di una sola Camera e di un solo governo, senza un minimo di controllo da parte di altri organi tra i quali il Senato e le Regioni, che sono in balìa delle scelte dello stato centrale, ci allontanerà sempre di più da un modello autenticamente federale dello stato, avvicinandoci per contro ad un modello tirannico basato sulla dittatura di una minoranza molto bene organizzata su una maggioranza disorganizzata.In questa riforma manca ogni tipo di garanzia per la libertà degli individui: da una Carta dei Diritti al riconoscimento del diritto di secessione per ogni comunità politica che si sente tale. E quello che è ancora peggio è che cercano di farla passare come “federalista”. Signori!, se questa è una riforma federale, permettetemi di definirmi anti-federalista perchè tutto ciò va contro ogni mio ideale autenticamente federalista.Questa riforma è l’ennesimo esempio di come questo stato sia irriformabile e di come noi Lombardi ce ne dobbiamo rendere contro: le nostre libertà e la nostra stessa sopravvivenza sono in pericolo, minacciate da un regime tirannico che si trova a 600 km di distanza e a cui interessa soltanto il nostro portafoglio.La secessione è un diritto naturale pre-politico che nessuno sulla faccia della terra ci potrà mai negare ed è l’ultima garanzia che ci resta per resistere ad uno stato che sta rivelando sempre più il suo vero volto: quello di uno Stato Fascista.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista storico
    Data Registrazione
    04 May 2009
    Messaggi
    34,776
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Lettera di un antifederalista lombardo ai cittadini della Lombardia.

    Poteva aspettare a sentire le proposte di Cicciobello Sfasciacarrozze.
    Avrebbe avuto sicuramente qualcosa di più concreto su cui sparare.
    Se il popolo permetterà alle banche private di controllare l’emissione della valuta, con l’inflazione, la deflazione e le corporazioni che cresceranno intorno, lo priveranno di ogni proprietà, finché i figli si sveglieranno senza casa.

 

 

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226