User Tag List

Pagina 1 di 6 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 54
  1. #1
    puttuio!
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    2,991
    Inserzioni Blog
    1
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Chiesa sotto assedio. Ma l’ateo Habermas accorre in sua difesa

    Articolo un po' vecchiotto ma interessante lo stesso.

    A voi...

    __________________________________________________ _____

    Chiesa sotto assedio. Ma l’ateo Habermas accorre in sua difesa


    E a chiamarlo è il cardinale Ratzinger. Il filosofo di Francoforte rompe il fronte dell’attacco laicista. Anche altri intellettuali laici prendono le difese del cristianesimo.




    In almeno due recenti occasioni, due alti esponenti della Chiesa di Roma hanno mostrato che l’incontro tra fede cristiana e pensiero laico non è un espediente occasionale e opportunistico, ma un obiettivo strategico della stessa Chiesa ai suoi più alti livelli, e non da oggi.

    Il 18 novembre di due anni fa, parlando a tutti i vescovi italiani riuniti, il cardinale Camillo Ruini invocò il filosofo ebreo Karl Löwith a sostegno della tesi secondo cui è la fede nell’Uomo-Dio Gesù Cristo il primo fondamento della dignità dell’uomo nella civiltà occidentale. Ruini lesse un passaggio di un libro di Löwith del 1941, “Da Hegel a Nietzsche. La frattura rivoluzionaria nel pensiero del secolo XIX”, per ammonire che proprio “con l'affievolirsi del cristianesimo oggi è divenuta problematica anche l'umanità".

    Lo scorso 25 ottobre il cardinale Joseph Ratzinger ha invece chiamato in campo come proprio alleato “il filosofo considerato nel mondo di lingua tedesca come il laico più puro”: Jürgen Habermas (nella foto), esponente della celebre scuola di Francoforte.

    Ratzinger è prefetto della congregazione per la dottrina della fede, mentre Ruini è vicario del papa. Entrambi individuano il grande nemico della Chiesa e della civiltà occidentale nell’”uomo naturalistico”, l’uomo che si concepisce come parte della natura e si affida in tutto all’onnipotenza scientifica, dal nascere al generare al morire. Entrambi vogliono rispondere a questa sfida capitale sposando volutamente “fides et ratio”, fede e pensiero laico.

    Tra un Ratzinger e un Habermas, naturalmente, le distanze restano intatte. Habermas si definisce ed è “ateo metodico”. Ma a leggere il suo ultimo saggio uscito in Italia, “Tempo di passaggi”, stampato da Feltrinelli e in libreria da metà novembre, è il cristianesimo, e non altro, il fondamento ultimo di libertà, coscienza, diritti dell’uomo e democrazia, i capisaldi della civiltà occidentale:

    “A tutt’oggi non disponiamo di opzioni alternative. Continuiamo ad alimentarci a questa sorgente. Tutto il resto sono chiacchiere postmoderne”.

    Habermas si dice “incantato dalla serietà e coerenza” della teologia di san Tommaso d’Aquino, tutto l’opposto del pensiero debole che pervade anche l’attuale teologia:

    Tommaso rappresenta una figura dello spirito che è stata autonomamente in grado di provare la propria autenticità. Che nei vortici della religiosità contemporanea manchi oggi un terreno altrettanto solido mi sembra una verità incontrovertibile. Nel generale livellamento della società dei media tutto sembra perdere di serietà, persino lo stesso cristianesimo istituzionalizzato. Ma la teologia perderebbe la sua identità se cercasse da sganciarsi dal nucleo dogmatico della religione, dunque dal linguaggio religioso in cui si concretizzano le pratiche comunitarie di preghiera, confessione e fede”.

    Circa il rapporto con le altre civiltà, Habermas sostiene che “prendere più chiaramente coscienza delle nostre radici giudaico-cristiane non solo non è di ostacolo all’intesa interculturale, ma è ciò che la rende possibile”.

    Contesta la moderna “soggettività scatenata”, destinata inesorabilmente a “scontrarsi contro ciò che è veramente assoluto, ossia contro l’incondizionato diritto di ogni creatura a essere rispettata nella sua fisicità e riconosciuta nella sua alterità, come ‘immagine di Dio’”.

    A commento del “Non avrai altro Dio fuori che me” scrive:

    “Da un punto di vista filosofico, il primo comandamento esprime quella ‘spinta in avanti’ sul piano cognitivo che regalò all’uomo la libertà della riflessione, la forza per staccarsi dalla vacillante immediatezza, per emanciparsi dalla catena delle generazioni e dall’arbitrio delle potenze mitiche”.

    Sul rapporto tra teologia e filosofia osserva:

    “Non mi risento affatto quando vengo accusato di ereditare dei concetti teologici. Sono convinto che il discorso religioso contenga in sé potenziali che non sono stati ancora sufficientemente sfruttati dalla filosofia, in quanto non sono stati ancora tradotti nel linguaggio di ragioni pubbliche, presuntivamente capaci di persuadere chiunque. Naturalmente non parlo del progetto neopagano di chi vuole ‘lavorare sul mito’. Oggi, nell’ambito della critica postmoderna contro la ragione, queste figure concettuali neopagane sono tornate di moda: un piatto antiplatonismo oggi spensieratamente diffuso da mode ispirate al tardo Heidegger e al tardo Wittgenstein, nel senso di un ripudio definitivo dell’universalismo caratterizzante le pretese di validità incondizionate. Contro questa tendenza regressiva del pensiero postmetafisico mi ribello”.

    Mette in guardia sulle conseguenze antiumane di un relativismo senza teologia:

    “Il problema di come dare salvezza a chi soffre ingiustamente è forse il motivo più importante che tiene in movimento il discorso su Dio. Se tutti i paradigmi delle visioni del mondo si equivalessero, se l’indifferenza oggi perversamente diffusa togliesse al sì/no di ogni decisione del soggetto quella serietà che è propria di ogni pretesa universale di validità, allora dovrebbe necessariamente svanire quella dimensione normativa che serve a identificare, vivendoli come privazioni, i tratti di vita sfortunata, deformata, indegna dell’uomo”.

    E sull’apporto della filosofia al confronto tra la Chiesa e le altre religioni dice:

    “Nella disputa dialogica tra visioni religiose concorrenti c’è bisogno di quella ‘cultura del riconoscimento’ che trae i suoi principi dal mondo secolarizzato dell’universalismo della ragione e del diritto. In questa questione è dunque lo spirito filosofico quello che fornisce i concetti utili al rischiaramento politico della teologia. Ma la filosofia politica che è capace di questa prestazione tiene impressa in sé l’idea dell’Alleanza non meno dell’idea della Polis. Dunque anche questa filosofia si richiama a un’eredità biblica”.

    * * *
    Il cardinale Ratzinger si è richiamato a Habermas nel corso di un pubblico colloquio a due su “Storia, politica e religione” con un intellettuale anch’esso laico, Ernesto Galli Della Loggia, professore all’università di Perugia ed editorialista del “Corriere della Sera”. E il loro dialogare ha spaziato lungo due millenni di storia.

    Ma era storia vivente anche lo straordinario salone nel quale i due parlavano: nel Palazzo Colonna al centro di Roma, già dimora di Giuliano Della Rovere che col nome romano-imperiale di Giulio II fu il pontefice della valorizzazione dell’arte e della cultura antica, di Michelangelo, dell’incontro tra la Chiesa e l’umanesimo rinascimentale.

    Ratzinger parlava circondato da statue greche e romane. Sul suo capo un affresco grandioso raffigurava la battaglia di Lepanto del 1571, combattuta e vinta contro gli ottomani con la protezione della Madonna del Rosario che da lì ebbe dedicata una festa.

    Prima della politica e dei suoi interessi, nell’agenda di Ratzinger, Ruini e più su di Giovanni Paolo II, c’è l’urgenza di una grande battaglia sull’uomo e per l’uomo. Assieme a tutti gli uomini di buona volontà.

    E ben vengano i filosofi e le sibille al fianco di Gesù e degli apostoli. Anche questa è tradizione antica della lettura cristiana della storia. Basta aprire il “De Civitate Dei” di sant’Agostino.


    http://chiesa.espresso.repubblica.it/articolo/20037
    L'imitazione è la più sincera forma di adulazione.(Charles Caleb Colton)

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Simposiante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    5,286
    Mentioned
    32 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Chiesa sotto assedio. Ma l’ateo Habermas accorre in sua difesa

    Ci sono numerosi passaggi molto discutibili..per non dire altro..
    Possiamo perdonare un bambino quando ha paura del buio. La vera tragedia della vita è quando un uomo ha paura della luce.

  3. #3
    puttuio!
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    2,991
    Inserzioni Blog
    1
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Smile Riferimento: Chiesa sotto assedio. Ma l’ateo Habermas accorre in sua difesa

    L'ateo Dawkins: "Sono un cristiano culturale"

    EUROPA, 14:19:00





    2007-12-12 LONDRA
    "Sul piano storico questo è un paese cristiano.Ed io sono un cristiano culturale alla stessa stregua dei miei amici che dicono di essere ebrei culturali o musulmani culturali", ha affermato il biologo di Oxford Dawkins in "Have your say" (Dì la tua), un programma della BBC. Dawkins, che ha anche detto di sperare di convertire i leader religiosi al suo ateismo attraverso il suo bestseller "The God Delusion", "La delusione di Dio", aveva partecipato, insieme con il parlamentare conservatore Mark Pritchard , ad un forum sulla religione.
    La settimana scorsa Pritchard aveva provocato un dibattito parlamentare su "Cristianofobia", come risposta - secondo lui- "all'assalto incessante, per la maggior parte strisciante, sul patrimonio cristiano e sulle tradizioni così care a questo Paese". "Qui stiamo parlando dell'incremento e non della diminuzione dell'atteggiamento anti-cristiano, ragione per cui molti cristiani credono di non essere ascoltati quando si parla di Cristianesimo in pubblico". Secondo Pritchard molte delle tradizioni cristiane, e fra queste anche il Natale, sono minate da funzionari e personaggi pubblici.

    http://www.icn-news.com/?do=news&id=2053
    L'imitazione è la più sincera forma di adulazione.(Charles Caleb Colton)

  4. #4
    Forumista senior
    Data Registrazione
    07 Apr 2009
    Messaggi
    2,619
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Chiesa sotto assedio. Ma l’ateo Habermas accorre in sua difesa

    Ho letto "Il futuro della natura umana - I rischi di una genetica liberale" di Habermas, e posso dire che alcune sue osservazioni sono molto condivisibili, e non rispecchiano assolutamente ciò che afferma la Chiesa Cattolica.
    Concedi alla ragione il privilegio di essere l'ultima pietra di paragone della verità. (Immanuel Kant)

  5. #5
    ...
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    24,359
    Inserzioni Blog
    6
    Mentioned
    109 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Chiesa sotto assedio. Ma l’ateo Habermas accorre in sua difesa


  6. #6
    Forumista senior
    Data Registrazione
    05 May 2009
    Località
    Sopra di te!
    Messaggi
    2,030
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Chiesa sotto assedio. Ma l’ateo Habermas accorre in sua difesa

    Dawkins ha semplicemente affermato che è nato e cresciuto nella cultura cristiana, e che di conseguenza la sua visione del mondo è stata influenzata dagli scritti e dai principi cristiani. Ogni italiano nato e vissuto in Italia può riconoscersi in questa affermazione, anche se adesso è ateo, o agnostico, o musulmano etc...

    Allo stesso modo, chiunque nasca e cresca in una comunità prevalentemente induista, musulmana, ebraica, o qualsiasivogliareligione, potrà affermare la stessa cosa sostituendo il termine "cristiano" con quello della religione corrispondente.

    Notare come invece l'utente che ha postato l'articolo cerchi subdolamente di far passare Dawkins come un convertito al cristianesimo, davvero patetico... :mmm:

  7. #7
    "Are you talking to me?"
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Il clero vuole il calice pieno e la perpetua ubriaca (Piergiorgio Odifreddi)
    Messaggi
    329
    Inserzioni Blog
    2
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Cool Riferimento: Chiesa sotto assedio. Ma l’ateo Habermas accorre in sua difesa

    Citazione Originariamente Scritto da Azel Visualizza Messaggio
    Notare come invece l'utente che ha postato l'articolo cerchi subdolamente di far passare Dawkins come un convertito al cristianesimo, davvero patetico... :mmm:
    Vedo e concordo. Teniamo d'occhio questo "signore" forumista; se dovesse eccedere nelle provocazioni, segnalatemelo. Grazie!

  8. #8
    ...
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    24,359
    Inserzioni Blog
    6
    Mentioned
    109 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Rif: Riferimento: Chiesa sotto assedio. Ma l’ateo Habermas accorre in sua difesa

    Citazione Originariamente Scritto da McFly Visualizza Messaggio
    Vedo e concordo. Teniamo d'occhio questo "signore" forumista; se dovesse eccedere nelle provocazioni, segnalatemelo. Grazie!
    Capo, come sto andando per adesso?

  9. #9
    "Are you talking to me?"
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Il clero vuole il calice pieno e la perpetua ubriaca (Piergiorgio Odifreddi)
    Messaggi
    329
    Inserzioni Blog
    2
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Smile Rif: Riferimento: Chiesa sotto assedio. Ma l’ateo Habermas accorre in sua difesa

    Citazione Originariamente Scritto da Cuordileone Visualizza Messaggio
    Capo, come sto andando per adesso?
    bene...per il momento, ma ricordati che ti tengo d'occhio! :sofico:

  10. #10
    From beyond
    Data Registrazione
    13 Oct 2006
    Messaggi
    59,228
    Inserzioni Blog
    2
    Mentioned
    529 Post(s)
    Tagged
    9 Thread(s)

    Predefinito Rif: Riferimento: Chiesa sotto assedio. Ma l’ateo Habermas accorre in sua difesa

    Citazione Originariamente Scritto da Cuordileone Visualizza Messaggio
    Capo, come sto andando per adesso?
    ... potresti fare di meglio... hefico:

 

 
Pagina 1 di 6 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. La gang sotto assedio
    Di Fuori_schema nel forum Il Termometro Politico
    Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 06-05-10, 10:45
  2. La Russia sotto assedio La Russia sotto assedio
    Di Ierocle nel forum Politica Estera
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 10-12-07, 19:06
  3. Giudice sotto assedio....
    Di John Galt nel forum Parlamento di Pol
    Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 10-10-07, 16:15
  4. via bellerio sotto assedio...
    Di Il Patriota nel forum Padania!
    Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 15-04-06, 22:39
  5. via bellerio sotto assedio...
    Di Il Patriota nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 15-04-06, 22:38

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226