User Tag List

Risultati da 1 a 8 di 8
Like Tree1Likes
  • 1 Post By jotsecondo

Discussione: Democrazia d'esportazione.

  1. #1
    Forumista storico
    Data Registrazione
    04 May 2009
    Messaggi
    34,767
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Democrazia d'esportazione.

    Obama, non solo complimenti. La storia di Leonard Peltier

    Pubblicato il 28 marzo 2014 da Marco Caffarello

    Ieri qualcuno avrà fatto caso che ad un certo punto del passaggio del corteo presidenziale è spuntato un cartello che chiedeva libertà per Leonard Peltier, poi subito rimosso e il manifestante denunciato. Il nome di Leonard Peltier è infatti un nome scomodo per gli USA.Sostanzialmente tutto è andato secondo copione; la tanto attesa visita di Barak Obama a Roma consumata tra incontri in Vaticano e le più alte cariche dello Stato, visite private alle bellezze della città e un mega corteo presidenziale tra le vie del centro, chiuso al pubblico per l’occasione, ha lasciato dietro di sé i soliti spunti di riflessione per l’opinione pubblica, e al di là di ciò, non si rammenta infatti nessun episodio di cronaca, tanto è stato sicuro ed efficiente il piano di sicurezza messo in piedi dalle forze di sicurezza italo-americane.Sennonchè, come confermano fonti di Rainews 24, ad un certo punto del passaggio del corteo presidenziale, costeggiato da entrambi i lati delle strade da folle di curiosi accorsi a vedere, è spuntato un cartello con su scritto “Libertà, Freedom, per Leonard Peltier, da trentotto anni ingiustamente incarcerato. 13.900 giorni. Il mio crimine: essere indiano. Qual è il tuo?»subito prontamente rimosso dagli uomini della sicurezza.Un episodio questo compiuto da un uomo solo, di nome Andrea De Lotto, intorno alle 9:00 della mattina nei pressi di Piazza San Pietro, quando, infatti, secondo programma il presidente si apprestava a fare visita a Papa Francesco.Dell’uomo fermato dagli agenti si sa che lavora come maestro delle elementari a Barcellona, che è attivista del Comitato di solidarietà per Leonard Peltier e che a partire dal 7 febbraio 2014, anniversario della carcerazione di Peltier, insieme ad altri membri del Comitato presidiano ogni giovedì dalle 12,30 alle 13,30 davanti l’ambasciata statunitense di Barcellona.Relativamente al fermo, secondo alcune testimonianze, il sig. De Lotto sarebbe stato dapprima fatto salire su una volante della Polizia, e poi accompagnato alla Questura di P.zza Cavour dove sarebbe stato denunciato per ‘manifestazione non autorizzata’.Chi è infatti Leonard Peltier e perchè il suo nome è così inviso ai leader a stelle e strisce?L’uomo che ha infatti urlato al mondo il nome di Leonard Peltier, denunciandone la storia, è un uomo che ha testimoniato come a volte anche negli USA accade di essere ‘ingiusti’, e magari di applicare la ‘legge’ un po’ così, come gli va.Leonard Peltier, la cui storia è raccontata tra l’altro anche da un film-documentario realizzato nel 1998, è un uomo che vive in carcere ormai da 38 anni, e la sua sola colpa sembra quella di essere un nativo Indiano, un amerindio, un pelle rossa, che si è sempre battuto (oggi ha 70 anni) per i diritti dei nativi d’America, divenendone progressivamente il simbolo,l’icona, una sorta di Nelson Mandela, come giustamente osserva il Manifesto, per ogni pelle rossa americano.Amerindiano di ascendenza Ojibwa Lakota, Peltier è tra i fondatori del movimento American Indian Movement (AIM), nato per sostenere le battaglie per i diritti civili dei nativi, oggi infatti relegati a vivere nelle riserve, una dimensione spaziale che a ben vedere non ha molto da invidiare ad un ‘ghetto‘.La sua storia inizia nel lontano 1973, quarant’anni fa, quando nel Lakota alcuni nativi indiani chiesero il suo aiuto e quello dell’AIM per iniziare proteste contro il governo americano, a quei tempi sotto la presidenza Richard Nixon, per gli abusi, sopratutto nei termini di spossessamenti ed espropri dai territori, aumentati esponenzialmente in particolare allorché fu scoperto che nel Lakota erano nascosti enormi giacimenti d’uranio. Ne nacque una contesa, che si concluse tragicamente: dopo circa due anni l’inizio delle proteste nel Lakota, in occasione di una festa di un membro del movimento, la cronaca racconta che alcune auto dell’Fbi prive di targa circondarono la zona e iniziarono a sparare sulla gente inerme.I presenti risposero ai colpi e alla fine sul terreno rimarranno tre corpi: due agenti dell’Fbi e un indiano. “Naturalmente per il nativo ucciso non venne aperta alcuna inchiesta”, racconta il Manifesto, “mentre per i due agenti furono indagate tre persone, tra cui Leonard Peltier. Nonostante un accurato rapporto balistico del Fbi rivelasse che i proiettili non potevano essere stati sparati dall’arma del leader dell’Aim, il destino dell’imputato Lakota era già segnato, poiché il processo si svolse a Fargo, città storicamente nota per essere anti-indiana e molti testimoni furono pesantemente minacciati dall’Fbi, per non parlare delle versioni contrastanti degli agenti accusatori. Il dibattimento fu una farsa presieduta da un giudice razzista e una giuria composta esclusivamente da gente bianca, che non esitò a condannare Peltier al carcere a vita.”Agli atti infatti Leonard Peltier risulta condannato a due ergastoli e non sembra che gli USA siano al momento intenzionati a riconsiderare il suo caso, nonostante più volte l’opinione pubblica, con l’aiuto anche di alcune star, sia schierata a suo favore. Si racconta che in carcere Peltier sia diventato un abile pittore, preferendo in particolare raffigurare simboli, ambienti ed aspetti della cultura dei pelle rossa.Per la cronaca si racconta che dopo l’arresto di Andrea De Lotto, qualche ora più tardi altri manifestanti, questa volta del Cofem, Consejo de Federaciones Mexicanas en Norteamérica, manifesteranno in Piazza San Pietro contro le deportazioni dei messicani immigrati attraverso il confine statunitense e per la richiesta di una riforma migratoria, una protesta con esiti tuttavia più lievi rispetto al primo fermato: gli verrà chiesto, infatti, di spostarsi a via della Conciliazione, suolo italiano, per proseguire la loro manifestazione.

    Obama, non solo complimenti. La storia di Leonard Peltier 0 - Termometro Politico
    Ultima modifica di Eridano; 29-03-14 alle 06:45
    Se il popolo permetterà alle banche private di controllare l’emissione della valuta, con l’inflazione, la deflazione e le corporazioni che cresceranno intorno, lo priveranno di ogni proprietà, finché i figli si sveglieranno senza casa.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista storico
    Data Registrazione
    04 May 2009
    Messaggi
    34,767
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Democrazia d'esportazione.

    Prima e dopo "l'esportazione della democrazia"








    Notizia presa dal sito L'Antidiplomatico visita L'Antidiplomatico

    Presentata senza ulteriori commenti da PeakProsperity.com



    Notizia presa dal sito L'Antidiplomatico visita L'Antidiplomatico

    Prima e dopo "l'esportazione della democrazia" - World Affairs - L'Antidiplomatico
    Se il popolo permetterà alle banche private di controllare l’emissione della valuta, con l’inflazione, la deflazione e le corporazioni che cresceranno intorno, lo priveranno di ogni proprietà, finché i figli si sveglieranno senza casa.

  3. #3
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    49,472
    Mentioned
    39 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Democrazia d'esportazione.

    La democrazia è un inganno.
    Rubano, massacrano, rapinano e, con falso nome, lo chiamano impero; infine, dove fanno il deserto dicono che è la pace.
    Tacito, Agricola, 30/32.

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Democrazia d'esportazione.

    Citazione Originariamente Scritto da Eridano Visualizza Messaggio
    La democrazia è un inganno.
    La democrazia come è intesa oggi è una fandonia megagalattica.


    Senofonte ( 430a.C-355d.C) diceva che una buona società democratica deve avere tre schiavi ogni uomo libero.

    Da qui il perché dopo 24 secoli con la parola democrazia si copre la schiavitù che ci attanaglia.
    ventunsettembre likes this.
    O si taglia o il caos

  5. #5
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    49,472
    Mentioned
    39 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Democrazia d'esportazione.

    Citazione Originariamente Scritto da jotsecondo Visualizza Messaggio
    La democrazia come è intesa oggi è una fandonia megagalattica.


    Senofonte ( 430a.C-355d.C) diceva che una buona società democratica deve avere tre schiavi ogni uomo libero.

    Da qui il perché dopo 24 secoli con la parola democrazia si copre la schiavitù che ci attanaglia.
    ... e chiamano l'antica Grecia la patria della democrazia.
    Rubano, massacrano, rapinano e, con falso nome, lo chiamano impero; infine, dove fanno il deserto dicono che è la pace.
    Tacito, Agricola, 30/32.

  6. #6
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Democrazia d'esportazione.

    Citazione Originariamente Scritto da Eridano Visualizza Messaggio
    ... e chiamano l'antica Grecia la patria della democrazia.
    Infatti la Grecia non avendo più l'antica e vera democrazia greca che richiede gli schiavi è in fallimento.

    Hanno dovuto prendere i denari dagli schiavi del Nord e degli italiani.

    Esempio la Padania rappresenta gli schiavi di Senofonte che mantengonio la Magna Grecia.
    Fino a che si privilegia la cultura greca saremo sempre schiavi.

    Bisogna voltare pagina, adesso 22 secoli di schiavismo sono troppi.
    Si potebbe obbiettare che in questi 22 secoli vi è stata l'era dei Pesci e adesso con la scusa che siamo entrati nell'era dell'Acquario bisogna dargli il giro.

    E' dai tempi di Euno 136 a.C. ( prima rivolta contro la schiavitù romana istituzionalizzata) che si morde il freno.
    O si taglia o il caos

  7. #7
    Forumista storico
    Data Registrazione
    04 May 2009
    Messaggi
    34,767
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Se il popolo permetterà alle banche private di controllare l’emissione della valuta, con l’inflazione, la deflazione e le corporazioni che cresceranno intorno, lo priveranno di ogni proprietà, finché i figli si sveglieranno senza casa.

  8. #8
    Circumacta validius
    Data Registrazione
    22 Sep 2014
    Località
    "Ogni luogo è Legnano"
    Messaggi
    4,077
    Mentioned
    31 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Democrazia d'esportazione.

    Citazione Originariamente Scritto da jotsecondo Visualizza Messaggio
    La democrazia come è intesa oggi è una fandonia megagalattica.


    Senofonte ( 430a.C-355d.C) diceva che una buona società democratica deve avere tre schiavi ogni uomo libero.

    Da qui il perché dopo 24 secoli con la parola democrazia si copre la schiavitù che ci attanaglia.
    "La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione."

    Il nostro stato è democratico dalle ore 7 alle ore 23 di quei giorni in cui si dà l'illusione a circa il 40% degli aventi diritto di voto di decidere qualcosa. Nel tempo restante, abbiamo un governo fantoccio.

    Questa è la "forma e il limite" della nostra bellissima democrazia.
    Ultima modifica di Mos Maiorum; 06-12-15 alle 00:22
    A forza di pigrizia e denaro, i cittadini consentono ai soldati di asservire la patria e ai rappresentanti di venderla. In uno Stato libero i cittadini fanno tutto colle loro braccia e nulla col denaro. Date denaro e presto avrete catene.

 

 

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226