User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 17
  1. #1
    SONO UN LIBERO EVASORE
    Data Registrazione
    26 Feb 2012
    Messaggi
    697
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito questo è il metodo più efficace

    Il Veneto va alla guerra dello sciopero fiscale. Aiutiamolo | L'intraprendente


    Il Veneto va alla guerra dello sciopero fiscale. Aiutiamolo

    La rivolta l'ha lanciata il Tea Party, hanno aderito già mille partite Iva, l'obiettivo è arrivare a 60 milioni di mancati incassi da parte dello Stato. Ecco come fare, e soprattutto, di fronte alla rapina in corso, ecco perché è una battaglia sacrosanta
    di Nicolò Petrali
    “Rifiutarsi di pagare le tasse è uno dei metodi più rapidi per sconfiggere un governo”. Questa frase pronunciata da Gandhi è diventata il motto della campagna di disobbedienza fiscale organizzata e promossa dai ragazzi del Tea Party Veneto. L’obiettivo dell’iniziativa, come ha spiegato il coordinatore locale Carlo Sandrin, è quello di colpire lo Stato direttamente al cuore svuotando le sue casse. La tesi di fondo è chiara: inutile bloccare strade, costringere i negozianti ad abbassare le serrande, o attuare proteste di tipo violento. In questi casi, e la storia è lì a dimostrarlo, è molto più efficace giocare la carta dello sciopero fiscale. Provocare cioè nelle finanze pubbliche uno shock talmente importante da costringere i nostri governanti a fare ciò che non hanno mai fatto: tagliare le spese. Come? Semplice, non pagando gli F24 e facendo ricorso al ravvedimento operoso. In pratica, procedere con un anno di ritardo al pagamento delle imposte a fronte di un interesse del 3,5%. E con i tassi con cui oggi le banche prestano denaro, alla fine l’operazione potrebbe addirittura rivelarsi vantaggiosa. Ora, qualcuno potrebbe storcere il naso giudicando questa soluzione troppo rischiosa, irrealizzabile o utopica nel fine. Ebbene, si potrebbe condividere l’obiezione se non si stesse parlando del Veneto, quella regione che lo stesso Sandrin ha definito «il Texas d’Italia». In Veneto, infatti, è possibile ciò che in altre regioni italiane appare irrealizzabile, dalla disobbedienza fiscale all’indipendentismo, perché – come scrisse Renato Farina sul Giornale – “qui anche chi non è leghista parla come un leghista”. A questo proposito è forse utile riproporre un significativo virgolettato che letto a tanti anni di distanza apre più di uno spunto di riflessione: «Questo voto, premiando sia il federalismo ancora populista e demagogico della Lega sia quello più costruttivo e concreto dell’Ulivo, dimostra che l’orientamento nel Nordest, è davvero plebiscitario. Sta a Roma capire e interpretare questa realtà. Se non dovesse interpretarla i rischi di una “insurrezione”, ci sono. Rischi di una rivolta violenta non ne vedo. Ma se la Lega dovesse cavalcare in modo più radicale la protesta e lanciasse l’idea di uno sciopero fiscale…». Queste furono le riflessioni a caldo di Massimo Cacciari, sindaco di Venezia, subito dopo le elezioni del 1996. Non esattamente un militante dei Tea Party, dunque. E ancora: «Non riesco a far pagare le tasse alla gente. Sto già provando sulla mia pelle i sintomi di quella che può essere una vera e propria rivolta. Qua non pagano più. […] E come finisce? Che se la prendono con chi hanno sotto mano e scaricano tutto sull’amministrazione locale. La quale a quel punto diventa feroce nei confronti di Roma. Ed ecco che si innesca un meccanismo che alla fine potrebbe vedere il popolo con i suoi amministratori in marcia su Roma. Non possono scaricare questa situazione su di noi. O il Governo Prodi dimostra di aver capito cosa sta succedendo o qui fra un anno balliamo». Vent’anni fa venti, Cacciari, da veneto ma anche da uomo di sinistra e delle istituzioni, capì perfettamente qual era il rischio a cui si andava incontro nella sua terra. E descrisse molto bene gli scenari che potrebbero scaturire da un’azione di disobbedienza fiscale ben coordinata e ad alta partecipazione. Esattamente ciò che stanno cercando di realizzare i ragazzi del Tea Party Veneto. E «ad oggi – rivela Sandrin – sono già più di mille le partite Iva che, non solo idealmente ma proprio per necessità, hanno aderito all’iniziativa». Per un ammanco nelle casse del Fisco che supererebbe gli otto milioni di euro. «L’obiettivo – spiega – è arrivare ad un importo totale di 60milioni di euro di mancati incassi nel solo Veneto». Per i sostenitori del Tea Party, insomma, di fronte ad uno Stato che deruba i propri cittadini, anche il concetto di legalità diventa relativo. Per dirla con il filosofo americano Henry David Thoreau, “se quest’anno mille uomini non pagassero le tasse, ciò non sarebbe una misura tanto violenta quanto lo sarebbe pagarle”.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    SONO UN LIBERO EVASORE
    Data Registrazione
    26 Feb 2012
    Messaggi
    697
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: questo è il metodo più efficace

    PLEBISCITO.EU, I CONDOTTIERI DELL’INDIPENDENZA DEL VENETO DANNO IL VIA ALL’ESENZIONE FISCALE TOTALE

    Grande successo e attenzione mediatica per la prima Convention dei quadri dirigenti della Repubblica Veneta tenutasi ieri a Montegrotto Terme

    Ieri domenica 30 marzo a Montegrotto Terme si è tenuta la prima Convention Nathional dei quadri dirigenti della Repubblica Veneta, con una massiccia presenza di giornali, radio e tv, che oggi hanno pubblicato copiosi resoconti dell’evento, a suggellare il ruolo esclusivo di condottieri dell’indipendenza del Veneto assunto dai volontari di Plebiscito.eu, che, dopo aver annientato il regime partitocratico con la vittoria nel referendum e i vani tentativi di disinformazione della settimana scorsa, stanno ora costruendo la prima ossatura istituzionale attorno alla Delegazione dei Dieci della Repubblica Veneta. Ne hanno dato e ne daranno resoconto, tra gli altri, Il Gazzettino, Il Sole 24 Ore, Rai 3 Veneto (dal minuto 30), Agorà sempre su Rai 3, Sky TG24, La7, L’Arena etc.
    Sempre ieri “Il Giornale” ha inoltre pubblicato due pagine intere con una intervista in esclusiva a Gianluca Busato (pagina 1e pagina 2). D! i fatto oramai da due settimane Plebiscito.eu sta avendo una visibilità mediatica continuativa frutto di una straordinaria capacità progettuale che ci ha promossi di fatto a nuova classe dirigente veneta.
    A dieci giorni dalla proclamazione dell’indipendenza del Veneto ieri è quindi entrata nel vivo la prima fase di esercizio dell’indipendenza nel percorso che ci accompagnerà all’assemblea costituente della Repubblica Veneta.
    Il primo passaggio prevede l’esenzione fiscale totale nel periodo di transizione che si �! � aperto (decretata una settimana fa dalla Delegazione dei Dieci), che verrà applicata operativamente tramite un’azione di obiezione fiscale che scatterà alla prima scadenza fiscale utile nella quale raggiungeremo una massa critica sufficiente a tutelarci dalle rivalse dello stato occupante.
    Al fine di raggiungere la massa critica, nei prossimi giorni prepareremo del materiale informativo con volantini e moduli per raccogliere l’adesione degli imprenditori e dei cittadini che aderiranno al programma di obiezione fiscale.
    Le preadesioni saranno raccolte tramite gli Uffici Pubblici delle Comunità della Repubblica Veneta che saranno aperti sempre nei prossimi giorni e che in molti casi troveranno la propria sede negli stessi seggi che erano stati predisposti durante il referendum di indipendenza del Veneto del 16-21 marzo.

    Dopo che saremo riusciti a interrompere l’emorragia e il furto delle nostre risorse da parte del peggiore inferno fiscale del mondo, inizieremo ad applicare la fiscalità veneta, che sarà equa e che potrà assestarsi su aliquote umane pari al 20% sia sul reddito delle i! mprese sia sul reddito dei singoli cittadini, con una fascia di esenzione fiscale fino a 15.000,00 euro di reddito annuo.
    A quel punto la Repubblica Veneta inizierà la propria fattiva erogazione di servizi e completerà quindi il proprio assetto e l’esercizio dell’indipendenza con la propria fase costituente.

    Per aprire gli Uffici Pubblici della Repubblica Veneta basterà fare domanda a partire da subito attraverso il sito internet di Plebiscito.eu dalla seguente pagina: http://www.plebiscito.eu/entra-nella-squadra/apri-un-ufficio-pubblico/
    Gli Uffici Pubblici avranno il compito di creare le anagrafiche delle imprese e dei cittadini che aderiranno all’obiezione fiscale (e che godranno di benefici speciali per meriti civili dopo che sarà ottenuto l’avvenuto controllo delle risorse fiscali del Veneto).
    Sempre ieri è stata annunciata la redazione del libro bianco della Repubblica Veneta, che vedrà la luce attraverso una Conversazione nazionale veneta e che costituirà il documento ufficiale di funzionamento e di proposta costituente. Esso vedrà la direzione scien! tifica da parte del prof. Paolo Luca Bernardini, che oggi festeggia il proprio compleanno e al quale facciamo i nostri migliori auguri per averci sempre accompagnato in questi anni di battaglia per la libertà. Il prof. Bernardini sarà coadiuvato da Dritan Cami come coordinatore dei gruppi di studio e di circa 170 persone che approfondiranno le tesi per 17 settori di funzionamento della vita pubblica e da Giovanni Dalla Valle per una consulenza generale.
    Nei prossimi giorni saranno presentati altri particolari per l’attuazione delle prime fasi di vita della risorta Repubblica Veneta.
    Chi ancora non ha aderito come volontario di Plebiscito.eu può farlo scrivendoci da http://www.plebiscito.eu/entra-nella-squadra/.
    Ufficio comunicazione
    Plebiscito.eu

    Contattaci anche su:

  3. #3
    [email protected]
    Data Registrazione
    23 Dec 2011
    Messaggi
    9,124
    Mentioned
    25 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: questo è il metodo più efficace

    se riescono a formare la massa critica sono cazzi acidi per l'itagliaseddesta ! non avrebbero neanche i soldi per pagare la benzina dei carri armati.

  4. #4
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    49,408
    Mentioned
    39 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: questo è il metodo più efficace

    Citazione Originariamente Scritto da dimecan Visualizza Messaggio
    se riescono a formare la massa critica sono cazzi acidi per l'itagliaseddesta ! non avrebbero neanche i soldi per pagare la benzina dei carri armati.
    Ho perso la speranza ma assisto con interesse.
    Rubano, massacrano, rapinano e, con falso nome, lo chiamano impero; infine, dove fanno il deserto dicono che è la pace.
    Tacito, Agricola, 30/32.

  5. #5
    [email protected]
    Data Registrazione
    23 Dec 2011
    Messaggi
    9,124
    Mentioned
    25 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: questo è il metodo più efficace

    Eridano preparati a dieci anni di fuochi d'artificio. spettacolo garantito. mio nonno non è nato itaglione (lo è diventato più tardi). io ci sono nato, ma spero ardentemente di non esserlo più.

  6. #6
    Alleanza Ribelle
    Data Registrazione
    19 Oct 2012
    Località
    Shanghai, RPC
    Messaggi
    6,224
    Mentioned
    49 Post(s)
    Tagged
    12 Thread(s)

    Predefinito Re: questo è il metodo più efficace

    Come no. Alla prima cartella esattoriale vedremo.

    Senza AK47 non si fa un cazzo ragazzi.
    TIOCFAIDH ÁR LÁ
    ╾━╤デ╦︻

    革命无罪,造反有理

  7. #7
    [email protected]
    Data Registrazione
    23 Dec 2011
    Messaggi
    9,124
    Mentioned
    25 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: questo è il metodo più efficace

    caro ribelle tu non sai cos'era il fascismo. non hai visto la roma di cartapesta, i fuciletti dei balilla, i sabati fascisti con tutta l'ilarità che suscitavano. è stata la Buffonata del paese dei buffoni che era l'itagliaseddesta, come lo è sempre stata per altro fin dalla fondazione, che per il veneto è avvenuta qualche anno dopo, che ha lasciato mio nonno cittadino austriaco ancora per qualche anno. l'itaglia di adesso, per molti aspetti è ancora buffonesca, ma con un ghigno incarognito. l'itagliaseddesta è spregevole, codarda e ossequiosa coi forti, impietosa con chi non può difendersi.

  8. #8
    Cromag
    Data Registrazione
    04 Apr 2009
    Località
    L'ultima ridotta
    Messaggi
    37,716
    Mentioned
    294 Post(s)
    Tagged
    50 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    3

    Predefinito Re: questo è il metodo più efficace

    Citazione Originariamente Scritto da RibelleInEsilio Visualizza Messaggio
    Come no. Alla prima cartella esattoriale vedremo.

    Senza AK47 non si fa un cazzo ragazzi.
    non servono gli AK47
    serve la consapevolezza che lo Stato è un ente fragilissimo, è come una Chiesa che si regge su una fede avendo lobotomizzato le persone facendo loro credere di essere fortissimo

    lo Stato va in crisi se blocchi con poche migliaia di persone strade, ponti e ferrovie
    va in crisi anzi è andato in crisi, nel 2011 se una banca comincia a vendere titoli in massa
    andrà in crisi quando le persone cominceranno a non pagare più le tasse

    e in galera non ci andrà nessuno, visto che già adesso, malgrado i delinquenti a piede libero, le carceri sono piene e cercano ogni mezzo per svuotarle (depenalizzazione, amnistie, indulti...)

    serve solo la gente se ne renda conto col cervello
    e poi abbia le palle di agire
    Ultima modifica di Robert; 04-04-14 alle 22:46
    Salvini, finto sovranista e vero neocon (sionista, americanista, ricchista)
    Maduro ce l'ha duro e ve lo mett'ar culo!

  9. #9
    [email protected]
    Data Registrazione
    23 Dec 2011
    Messaggi
    9,124
    Mentioned
    25 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: questo è il metodo più efficace

    come non essere d'accordo con Robert ?

  10. #10
    Alleanza Ribelle
    Data Registrazione
    19 Oct 2012
    Località
    Shanghai, RPC
    Messaggi
    6,224
    Mentioned
    49 Post(s)
    Tagged
    12 Thread(s)

    Predefinito Re: questo è il metodo più efficace

    Citazione Originariamente Scritto da Robert Visualizza Messaggio
    serve solo la gente se ne renda conto col cervello
    e poi abbia le palle di agire
    E agisci con cosa? Con le bandierine e i cori?

    Uno sciopero fiscale lo Stato italiano non lo tollererà mai. Allo sciopero fiscale va aggiunta una forma di sommossa popolare, è sempre stato così, dalle Tribù di Israele alle ultime guerre d'indipendenza europee.

    Se credete che lo Stato non si imporrà coattivamente state sognando ad occhi aperti... Il Veneto non ha una storia di autonomia come Catalogna e Scozia.

    Venite a dirlo alle poche aziende che riescono a stare a galla di non pagare più a costo dello smantellamento completo per la causa veneta e sentiamo quanti sono d'accordo.

    O lotta armata o niente.
    Ultima modifica di RibelleInEsilio; 05-04-14 alle 19:36
    TIOCFAIDH ÁR LÁ
    ╾━╤デ╦︻

    革命无罪,造反有理

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226