User Tag List

Risultati da 1 a 6 di 6
  1. #1
    Forumista senior
    Data Registrazione
    25 Apr 2009
    Messaggi
    2,155
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Thumbs up Napoli a piccoli passi sta in realtà risorgendo : se ne accorge il "Guardian"

    La «rivoluzione» di de Magistris entusiasma «The Guardian» - Corriere del Mezzogiorno

    La «rivoluzione» di de Magistris entusiasma «The Guardian»

    L'articolo, pubblicato sull'edizione online, racconta
    della nuova generazione di imprenditori che cercano di mostrare una città diversa a turisti e cittadini



    Una sala del museo di Capodimonte

    NAPOLI - «Vedi Napoli e…troverai una citta che sta risorgendo». È questo il titolo dell’articolo nel quale la giornalista del Guardian Ondine Cohane descrive una Napoli al centro di un processo di rinascita politica e culturale, “rivoluzione” capeggiata secondo la scrittrice dal «nuovo senso di orgoglio civico» del sindaco de Magistris.LA RIVOLUZIONE DEGLI IMPRENDITORI – Un articolo che allontana notevolmente Napoli dalla sua immagine stereotipata di città poco civile e sviluppata. Andando oltre le descrizioni classiche di una città determinata a prosperare in mezzo alle macerie, Ondine Cohane racconta della nuova generazione di imprenditori che cercano di mostrare una città diversa a turisti e cittadini, aiutati delle innovazioni portate dall’elezione del sindaco de Magistris, simbolo del rinnovamento della città partenopea e del superamento dei cliché che la attanagliano da anni: il giornale inglese parla delle isole pedonali sul lungomare e nel centro storico che hanno diminuito il traffico, della risoluzione del problema rifiuti, della lotta del sindaco al sistema di corruzione in seno alla politica napoletana. La giornalista paragona la politica di de Magistris a quella della nuova sinistra di Renzi, con lo stesso stile del nuovo primo ministro italiano.
    CULTURA: ARTE, MUSEI E METRO – La base della rinascita sottolineata dal Guardian è l’arte: il giornale inglese mette i riflettori sui centri culturali napoletani tornati alla ribalta. Dal “vecchio” Museo di Capodimonte, all’arte moderna delle “Stazioni d’arte”, passando per il Madre e tutto il tessuto sub-urbano della città partenopea: Napoli per la Cohane è street art, street food, street “enterteinment”, un panorama underground che diventa fucina di arte e creatività, una realtà che meriterebbe la visibilità del mondo intero.
    ANTICO E MODERNO – Il Guardian conclude l’articolo con la speranza che la rinascita non sia sintomo di un rinnovamento esagerato e asettico: «Dopo tutto non voglio che la mia amata città diventi troppo moderna o asettica, la sua forza resta nel carattere e nella capacità di conciliare antico e moderno». Vedi Napoli e ti ricredi.
    28 aprile 2014


    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista senior
    Data Registrazione
    25 Apr 2009
    Messaggi
    2,155
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: «Vedi NAPOLI e…troverai una città che STA RISORGENDO» (articolo del "The Guardian

    The Guardian, elogi a Napoli: "La città è in crescita"

    Dopo un breve soggiorno, una corrispondente della testata britannica, Ondine Cohane, promuove il capoluogo e sottolinea le differenze tra "il prima e dopo de Magistris"
    di ANNA LAURA DE ROSA
    Napoli incassa l'elogio del "The Guardian". Ondine Cohane, corrispondente della sezione viaggi della testata britannica, firma un articolo intitolato "Vedi Napoli e ... trovi una città in crescita", in cui sottolinea com'è cambiato il capoluogo campano agli occhi dei turisti negli ultimi anni. "C'è un brusio creativo nella città famosa per la pizza e la spazzatura per le strade - si legge nel sommario - La nostra giornalista ha trovato fiorente sia la cultura moderna che quella antica".

    La Cohene in uno dei primi soggiorni a Napoli, qualche anno fa, pur sottolineando l'innegabile fascino e bellezza della città e delle sue contraddizioni, descrisse scene "che sembravano tipiche di Rio o Città del Messico più che dell'Italia, immagini in contrasto con la più ordinata Toscana".

    Oggi la donna registra "un notevole cambiamento" e ritiene che il sindaco Luigi de Magistris "è rapidamente diventato un simbolo per gli innovatori guardando oltre i luoghi comuni e portando un po' più di ordine. Le restrizioni al traffico sul lungomare e nel centro storico - spiega - hanno reso più facile la circolazione, mentre l'impegno del sindaco nel riciclo ha inciso sul problema spazzatura".

    De Magistris, accostato nell'articolo al premier Matteo Renzi, "si è impegnato a emarginare il potere corrotto e a incentivarel'orgoglio civico - prosegue la Cohene - Associazioni e volontari, inoltre, stanno aiutando nelle operazioni di pulizia e manutenzione i lavoratori comunali, provati dalla crisi di bilancio più che in altre città italiane".

    La giornalista descrive poi con entusiasmo bellezze
    antiche e moderne, dai tesori del Museo di Capodimonte al Madre e ai metrò dell'arte. E' "sbalorditiva" la fermata Toledo progettata dall'architetto catalano Oscar Tusquets Blanca. Un accenno anche alla galleria di Lia Rumma e ai locali più noti del lungomare.

    http://napoli.repubblica.it/cronaca/2014/04/28/news/guardian-84696667/

  3. #3
    Forumista senior
    Data Registrazione
    25 Apr 2009
    Messaggi
    2,155
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: «Vedi NAPOLI e…troverai una città che STA RISORGENDO» (articolo del "The Guardian

    Gli inglesi promuovono Napoli. «Era pizza e spazzatura, oggi è moderna»




    PER APPROFONDIRE: Napoli, Guardian



    «Vedi Napoli e poi... troverai una città che sta risorgendo». E' il lusinghiero titolo di un articolo che il giornale inglese The Guardian dedica alla città partenopea.

    Nell'articolo, firmato da Ondine Cohane, si parla del «creative buzz», il passaparola creativo che c'è in città, «una volta famosa per la pizza e la spazzatura».

    La giornalista inglese sottolinea anche il «ritrovato senso civico» seguito all'elezione di De Magistris e pone l'accento sui tesori d'arte partenopei, dal museo di Capodimonte alle installazioni del metrò. L'attrazione principale resta però «la commistione tra vecchio e nuovo» di questa città definita «ribelle ma bellissima».

    Gli inglesi promuovono Napoli. «Era pizza e spazzatura, oggi è moderna»

  4. #4
    Forumista senior
    Data Registrazione
    25 Apr 2009
    Messaggi
    2,155
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: «Vedi NAPOLI e…troverai una città che STA RISORGENDO» (articolo del "The Guardian

    See Naples and … you'll find a city on the rise

    There's a creative buzz in the city, once more famous for pizza and rubbish in the streets. Our writer finds both modern and ancient culture thriving in Naples




    The city of Naples, Italy, with Mount Vesuvius. Photograph: Alamy

    On one of my first trips to Naples, a few years ago with my husband and our son (then just a year old) we went in search of one of the city's famous pizza parlours. We wandered down the back alleys of town, past a man in a hot pink three-piece suit, his little finger accessoriesed with a heavy gold signet ring. He was sitting in the front of a funeral parlour shouting into his mobile phone. Teenagers, sometimes three to a moped, hair gelled against the wind, overtook us at high speeds. In front of buildings decked with washing lines, grannies in housedresses and worn slippers stopped their gossiping for a quick pinch of my son's fat cheeks. We navigated past dark storefronts, dilapidated but still gorgeous grand palazzos, and more than a couple of overflowing rubbish bins.
    The gritty, cinematic scenes seemed plucked out of Rio or Mexico City, rather than Italy, especially when contrasted with well-ordered Tuscany, where we live, and where pretty, ordered tableaux seem arranged purely for photo shoots, and rubbish disappears as seamlessly as the day. But for me, as for many who fall in love with the city, it is the contrasts of Naples that appeal – it's a rebellious but beautiful place with layers of ancient art, a chaos that is almost soap operatic, and a determination to thrive even when things seem to be falling apart.
    But in the eyes of a new generation of entrepreneurs trying to showcase the city for tourists and citizens alike, Naples is far more than a caricature of itself. One of them, mayor Luigi de Magistris, has quickly become a symbol for the innovators, looking beyond the city's clichés and bringing a bit more order while preserving its antique treasures.
    Back-street driver … a couple on a Vespa in Naples and the Capodimonte museum, home to one of the world’s most underrated art collections. Photograph: AlamyIn fact, since de Magistris was elected in 2011, the city has gone through a noticeable shift: traffic restrictions on the waterfront and in the historic centre have made it easier to navigate, and the mayor's commitment to recycling has eased the rubbish problem. Just as importantly, his determination to pull apart the corrupt power structures (consider him a leftist in the same vein as Matteo Renzi, the new prime minister) has created a sense of civic pride. Volunteers are helping clean and maintain the city's gardens and squares alongside beleaguered municipal workers, who have felt the budget crunch more than in other parts of Italy.
    As a result of this mood change, cultural landmarks such as the Capodimonte museumhave stepped into the spotlight. Set in magnificent gardens that were once the hunting preserve of the Bourbons, the Capodimonte, which opened in its current incarnation in 1840, has one of the world's most underrated art collections. Unlike in more famous spots, where it can be hard to see the art for the throngs, here you can enjoy masterpieces such as Caravaggio's the Flagellation, Titian's Danaë with Eros, and Breughel Senior's the Blind Leading the Blind – almost alone.
    And it's not just the ancient that's getting attention. Underneath the city, an innovative scheme to use metro stops as art installations has become one of the most talked-about projects in Italy. Due for completion in 2015, it was curated by Achille Bonito Oliva, a former director of the Venice Biennale. He commissioned more than 100 artists and architects to help transform the city's metro stations into a city-wide museum (metro.na.it).
    The Neapolitan line … Gae Aulenti’s art installation at Dante metro station Photograph: AlamyThe 11 stations completed so far include a psychedelic design by Karim Rashid for Università station, Gae Aulenti's complex of glass and steel at Dante, and the jaw-dropping Toledo stop, designed by Catalan architect Oscar Tusquets Blanca. This ethereal space includes a particularly evocative escalator climbing into a light-panelled seascape by Robert Wilson. Other artists involved include Sol LeWitt, Joseph Kosuth, and William Kentridge.
    Above ground, the Madre contemporary art gallery in the Donnaregina palace was one of the first of a new generation of museums in Italy (like the Zaha Hadid-designed Maxxiin Rome) with site-specific installations from artists such as Richard Serra, Jeff Koons and Anish Kapoor, and two rooms of frescos by influential Naples-born artist Francesco Clemente.
    The city's growing reputation for contemporary art has also attracted exciting private galleries and dealers. The Lia Rumma gallery, for example, is a new spot with a decidedly modern agenda. The whitewashed space, with its soaring ceilings, features the likes of Anselm Kiefer, Vanessa Beecroft, Marina Abramovic, as well as Kentridge, among its contemporary heavyweights.
    A couple on a Vespa in old Naples. Photograph: AlamyThe gallery is in the Chiaia district, with grand 19th century buildings running down to the waterfront. Here creative businesses have turned the mostly residential area into a model of revitalization: locals congregate at bar and restaurant Crudorè, round the corner on Piazza Vittoria, for great seafood and views, or for an espresso a short walk north at Anhelo, a two-year-old cafe with great home-roasted beans. An outpost of one of the Naples' most famous pizza spots, Sorbillo has just opened on the seafront Via Partenope. To feel at home in the neighbourhood, try a stay at the stylish three-bedroom Micalò hotel (rooms from €140 B&B).
    On my last trip to Naples, I based myself at the luxurious Romeo hotel (rooms from €160 a night) right by the port on Via Cristoforo Colombo. Its sleek rooftop pool offered a bird's eye view of the sea, the ferries setting out for Capri and, in the distance, Mount Vesuvius itself. Inside, the owners' contemporary art collection dazzled alongside a sushi bar and a beautiful, quiet spa. The whole property exemplifies a new kind of Naples, but I almost felt relieved when I walked outside. Vespas were whizzing by and jovial restaurant owners straight out of central casting were calling out to us to try their catch of the day. I don't want my beloved city getting too modern or sanitised after all – it's still all about the character, and layers of new and old.



    See Naples and ? you'll find a city on the rise | Travel | The Guardian

  5. #5
    + Gothic +
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Località
    Napoli
    Messaggi
    17,936
    Mentioned
    105 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: «Vedi NAPOLI e…troverai una città che STA RISORGENDO» (articolo del "The Guardian

    Curioso, lo stesso Guardian che si è beccato una querela per aver offeso Napoli, il Napoli e i suoi tifosi:


    Querela per il Guardian che offende Napoli, il Napoli e i suoi tifosi - Associazione culturale Neoborbonica
    SADNESS IS REBELLION

  6. #6
    + Gothic +
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Località
    Napoli
    Messaggi
    17,936
    Mentioned
    105 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: «Vedi NAPOLI e…troverai una città che STA RISORGENDO» (articolo del "The Guardian

    Citazione Originariamente Scritto da Napoli Capitale Visualizza Messaggio
    La giornalista paragona la politica di de Magistris a quella della nuova sinistra di Renzi, con lo stesso stile del nuovo primo ministro italiano.

    Soccorso rosso? Conoscendo le posizioni del quotidiano inglese non mi stupirei delle vere ragioni per questo inaspettato "regalo" al nostro, non troppo amato, sindaco.

    Napoli sta risorgendo? Bah...
    SADNESS IS REBELLION

 

 

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226