User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 13
  1. #1
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    17 Dec 2004
    Messaggi
    8,868
    Mentioned
    160 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Ne sentivamo proprio il bisogno

    Congo, i 31 bimbi adottati arrivano in Italia. Mogherini: “Felice conclusione”

    Un’intesa tra il premier Renzi e il presidente congolese Kabila ha contribuito a sbloccare una situazione che tiene sulla corda da molti mesi 24 famiglie. La Commissione per le adozioni internazionali: "Attesi tra qualche giorno"

    di Redazione Il Fatto Quotidiano | 27 maggio 2014

    Arrivano mercoledì 28 alle 9:45 all’aeroporto romano di Ciampino, con un volo proveniente da Kinshasa (Congo). Si chiude, così, nel miglior modo possibile la vicenda dei 31 bambini congolesi adottati da cittadini italiani. Ad accompagnare i piccoli, in rappresentanza del governo italiano, sarà il ministro Maria Elena Boschi. E’ quanto si legge in una nota di Palazzo Chigi.
    “Il caso sembra essere arrivato a una felice conclusione grazie a tutte le persone che hanno lavorato con una dedizione instancabile”. Il ministro degli Esteri Federica Mogherini commenta così gli ultimi sviluppi del caso dei bambini adottati nella Repubblica democratica del Congo, ormai cittadini italiani ma bloccati a Kinshasa per motivi burocratici. Già lunedì il premier Matteo Renzi aveva annunciato su Twitter di avere “appena dato il via libera: un aereo della Repubblica italiana parte per il Congo per riportare i bambini adottati bloccati da mesi #acasa“. Sui tempi di arrivo al momento non c’è ancora alcuna certezza. “Quando sarà lo saprete”, ha dichiarato Mogherini.
    Un’intesa tra il premier Matteo Renzi e il presidente congolese Joseph Kabila ha contribuito a sbloccare una situazione che tiene sulla corda da molti mesi 24 famiglie, e a breve i piccoli potranno ricongiungersi con i loro genitori adottivi. Secondo la presidente della Commissione per le adozioni internazionali (Cai), Silvia Della Monica, l’atteso arrivo in Italia dei 31 bambini è questione di qualche giorno: “Faremo il più rapidamente possibile”, ha assicurato. Della Monica – magistrato da soli due mesi alla testa della Cai – ha inviato una lettera alle famiglie e agli enti coinvolti, in cui raccomanda “di agire con prudenza e discrezione, di non assumere iniziative individuali”, di raccordarsi con la stessa Cai e di attenersi alle indicazioni di quest’ultima. In particolare, ritiene “massimamente necessario ribadire come inopportuna e rischiosa, in questo delicato momento, la partenza delle famiglie adottive per il Congo”.
    Bocce ferme, dunque, in attesa che la vicenda si concluda. Una storia che va avanti da mesi, con 24 coppie che pur avendo completato l’iter adottivo non hanno ancora potuto portare a casa i loro figli per la mancanza del nulla osta da parte delle autorità congolesi. Lo scorso settembre Kinshasa aveva infatti deciso di sospendere per un anno il rilascio del nullaosta per tutte le adozioni internazionali, per sospetti di procedure irregolari che, però, secondo quanto avevano a suo tempo riferito le stesse autorità congolesi, non riguardavano l’Italia. All’inizio di novembre l’allora ministro Cécile Kyenge, che aveva la delega alle adozioni internazionali, aveva effettuato una missione nella Repubblica democratica del Congo ricevendo assicurazioni su una conclusione positiva dell’iter adottivo per le coppie italiane. Alcune famiglie erano partite per il Congo, ma erano rimaste bloccate nel Paese africano senza poter portare a casa i loro figli.
    Dopo un periodo di stallo, il governo italiano aveva inviato un delegazione nel Paese africano per cercare di sbloccare la situazione, ma finora senza esito. Lunedì la novità: le autorità di Kinshasa hanno convocato gli ambasciatori dei Paesi interessati (oltre all’Italia, ci sono Francia, Belgio, Usa e Canada) per annunciare che a seguito delle verifiche effettuate sui singoli dossier, avrebbero concesso ai bambini di lasciare il Paese. Una “risposta umanitaria” del presidente Kabila, spiega la Cai, perché il blocco alle adozioni “non è stato rimosso”. E infatti ci sono altri bambini congolesi che sono stati dati in adozione a coppie italiane, e per i quali la Commissione si impegna a continuare a “svolgere un costante e intenso lavoro” per ottenere l’autorizzazione a portare in Italia anche questi altri bimbi. Esultano intanto i genitori in attesa dei 31 figli adottivi in arrivo: “Se fosse vero…” dice Michela Gentili, che con il marito Andrea Minocchi attende l’arrivo del piccolo Francois, tre anni. Non avevano più avuto notizie dalle autorità congolesi e in questi mesi si erano tenuti in contato con il bambino attraverso Skype.

    Congo, i 31 bimbi adottati arrivano in Italia. Mogherini: "Felice conclusione" - Il Fatto Quotidiano

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    49,407
    Mentioned
    39 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Ne sentivamo proprio il bisogno

    Altri invasori.

    Rubano, massacrano, rapinano e, con falso nome, lo chiamano impero; infine, dove fanno il deserto dicono che è la pace.
    Tacito, Agricola, 30/32.

  3. #3
    Οὖτις
    Data Registrazione
    30 Nov 2012
    Località
    in mona
    Messaggi
    1,778
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Ne sentivamo proprio il bisogno

    'gnoranti ca si, xe truppe ascare, no cauteri a caso!
    ...vivono tutte ancora le isole madri di Eroi
    ogni anno rifioriscono...


  4. #4
    Forumista senior
    Data Registrazione
    05 Oct 2010
    Messaggi
    2,318
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Ne sentivamo proprio il bisogno

    Adozioni internazionali: il trionfo dell’ipocrisia

    28 maggio 2014 | Posted in EVIDENZA | Comments: 2


    http://identità.com/blog/2014/05/28/...dellipocrisia/


    E' quello che vuole il sinistrismo col consenso degli italici e dei padani che in gran numero li hanno scelti.

  5. #5
    Forumista senior
    Data Registrazione
    05 Oct 2010
    Messaggi
    2,318
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Ne sentivamo proprio il bisogno

    Adozioni internazionali: il trionfo dell’ipocrisia

    28 maggio 2014 | Posted in EVIDENZA | Comments: 2


    http://identità.com/blog/2014/05/28/...dellipocrisia/


    E' quello che vuole il sinistrismo col consenso degli italici e dei padani che in gran numero li hanno scelti.

  6. #6
    Forumista storico
    Data Registrazione
    04 May 2009
    Messaggi
    34,746
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Ne sentivamo proprio il bisogno

    40,8%.
    Più i komu zombie e culi di Tsipras.
    Ultima modifica di ventunsettembre; 28-05-14 alle 22:01
    Se il popolo permetterà alle banche private di controllare l’emissione della valuta, con l’inflazione, la deflazione e le corporazioni che cresceranno intorno, lo priveranno di ogni proprietà, finché i figli si sveglieranno senza casa.

  7. #7
    Forumista senior
    Data Registrazione
    05 Oct 2010
    Messaggi
    2,318
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Ne sentivamo proprio il bisogno

    Sì, quel brutto nome di tsipras, poi gli alfaniani spalla del pd, insomma hanno scelto il nuovo. Ma se ne renderanno mai che cosa hanno fatto? Ne dubito.....

  8. #8
    Forumista storico
    Data Registrazione
    04 May 2009
    Messaggi
    34,746
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Ne sentivamo proprio il bisogno

    Penso che molti lo sapessero già da prima di votare e a maggior ragione adesso che non cambierà nulla.
    E proprio questa è la motivazione che li ha spinti.
    Se il popolo permetterà alle banche private di controllare l’emissione della valuta, con l’inflazione, la deflazione e le corporazioni che cresceranno intorno, lo priveranno di ogni proprietà, finché i figli si sveglieranno senza casa.

  9. #9
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    49,407
    Mentioned
    39 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Ne sentivamo proprio il bisogno

    Citazione Originariamente Scritto da ventunsettembre Visualizza Messaggio
    40,8%.
    Più i komu zombie e culi di Tsipras.
    Che schifras!
    Rubano, massacrano, rapinano e, con falso nome, lo chiamano impero; infine, dove fanno il deserto dicono che è la pace.
    Tacito, Agricola, 30/32.

  10. #10
    Forumista storico
    Data Registrazione
    04 May 2009
    Messaggi
    34,746
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Ne sentivamo proprio il bisogno

    Facciamo skifras.
    Un po' greco un po' komu.
    Se il popolo permetterà alle banche private di controllare l’emissione della valuta, con l’inflazione, la deflazione e le corporazioni che cresceranno intorno, lo priveranno di ogni proprietà, finché i figli si sveglieranno senza casa.

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226