User Tag List

Visualizza Risultati Sondaggio: Elezioni 1994

Partecipanti
5. Non puoi votare in questo sondaggio
  • PCI

    0 0%
  • PDL

    1 20.00%
  • PSI

    2 40.00%
  • DC

    0 0%
  • Lega Nord-Ind. Siciliana

    0 0%
  • MSI

    2 40.00%
  • Altri (altri partiti, lotta armata, astensione)

    0 0%
Risultati da 1 a 6 di 6
Like Tree4Likes
  • 1 Post By l'infame
  • 2 Post By Manfr
  • 1 Post By l'infame

Discussione: Con Tangentopoli, ma con il Pci in vita

  1. #1
    Maria Di Donna Presidente
    Data Registrazione
    07 May 2009
    Località
    Santa Teresa di Gallura
    Messaggi
    6,365
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Con Tangentopoli, ma con il Pci in vita

    Ispirato dallo scenario "Senza Tangentopoli" di Pier95 (https://forum.termometropolitico.it/...gentopoli.html), provo a fare un'ipotesi.

    Il 27 marzo 1994 si vota in Italia. Nei due anni precedenti, l'operazione Mani Pulite ha colpito molto l'ex-pentapartito, ma Craxi ha deciso di andare avanti e farsi processare ("arriverò fino alla Cassazione dimostrando chi sono i mascalzoni"); i governi Amato e Ciampi (come nella realtà) hanno imposto misure drastiche per la riduzione del debito, e la Lega ha preso l'8% alle elezioni del 1992; si parla di un nuovo attacco a Saddam Hussein che sta facendo ottimi affari con Total-Elf e con Eni.

    Le forze in campo sono queste. Si vota con un doppio turno di collegio, ma è chiaro fin da subito quali saranno le alleanze al ballottaggio.

    - Partito Comunista Italiano. Dopo le dimissioni di Natta nel 1988, i giovani D'Alema e Veltroni hanno conquistato il partito sulla base di una clamorosa proposta: il Muro non è ancora caduto, ma l'Unione Sovietica e il blocco comunista non danno più affidabilità; la vera sfida è il comunismo cinese di Deng. Nel 1994 il PCI è ancora vivo e vegeto - anche se alle elezioni del 1992 ha preso il 23% circa, 3 punti in meno rispetto al 1987 - con quasi un milione di iscritti, e un rapporto strettissimo con il Partito Comunista cinese: D'Alema è una volta al mese a Pechino.
    - Partito della Libertà. La grande novità delle elezioni del 1994. Nasce dall'unione fra il PRI di La Malfa jr., ribattezzato il "partito degli onesti", e i club "Alla ricerca del Buongoverno" nati dal 1993 sotto la spinta di Silvio Berlusconi. Ha una struttura leggera, all'americana: Berlusconi è il leader e il vecchio Spadolini è il presidente. Il movimento referendario di Segni e il sindaco di Roma Rutelli aderiscono convintamente al progetto.

    La piattaforma politica del PCI e del PDL è fortemente legalitaria, ma anche (per i tempi) liberista: spinge per la privatizzazione di Eni, Enel, FS e Alitalia; spinge - in nome della lotta alla disoccupazione - per il superamento del contratto di lavoro a tempo indeterminato, da compensare con l'adozione di sussidi di disoccupazione universali; propone il superamento del bicameralismo perfetto e la riduzione dei parlamentari. In politica estera il PDL filo-atlantista si dichiara a favore di un eventuale intervento in Iraq, con il PCI filo-cinese che né aderisce né si oppone.
    L'alleanza PCI-PDL si appresta a stravincere nelle Regioni rosse, ma anche in Lombardia. Buona parte della CGIL appoggia l'alleanza PCI-PDL; l'appoggio più incondizionato viene da COOP, Confindustria e - ovviamente - dalle tre reti Fininvest. (Ambra Angiolini, dagli schermi di Non è la Rai, dice chiaramente che "Dio sta con Berlusconi e il PCI, dalla parte dei lavoratori e degli onesti", mentre "Satana sta con i ladri che ci hanno governato". Applausi a scena aperta).

    - Democrazia Cristiana. Forlani è stato colpito da Tangentopoli (come nella realtà), idem molti quadri locali, ma tutti i procedimenti penali a carico di Andreotti sono stati archiviati. Nello Scudo Crociato l'unica corrente che ha conservato potere è quella della sinistra di Martinazzoli, che però ha lanciato come leader Romano Prodi, e che comunque riesce a governare il partito solo grazie a un patto (dettato dall'emergenza, ma molto solido) con Andreotti e i suoi.
    - Partito Socialista Italiano. Craxi, in attesa di giudizio, si è autosospeso dal partito, che in uno scatto di orgoglio si presenta tutto sommato unito in tutte le sue correnti (solo alcuni anti-craxiani come Cicchitto, Sacconi e Brunetta hanno aderito al PDL; il vecchio Macaluso è passato dal PCI al PSI). Grazie ad Andreotti, l'asse DC-PSI è ancora molto solido - nonostante Prodi e i socialisti si guardino in cagnesco - e la leadership socialista di Martelli ha garantito al partito una certa tenuta sul piano mediatico.

    Mentre PCI e PDL giocano la carta legalitaria e liberista, DC e PSI giocano la carta nazionalista (soprattutto in funzione anti-Lega) e della lotta alla burocrazia pur promettendo la continuazione dell'intervento pubblico nell'economia. Il tema dell'unità nazionale e del pericolo secessionista è citato puntualmente in tutti i comizi e in tutte le comparsate televisive. Prodi e Martelli inoltre affermano chiaramente la volontà di non intervenire in Iraq, e di assumere un ruolo attivo di mediazione fra le parti in lotta in Jugoslavia. Il socialista Bassanini ha presentato un piano di sburocratizzazione chiamato "Italia semplice" (autocertificazione, sportelli unici, eliminazione degli enti inutili).
    DC e PSI sono ancora molto forti a Roma e nella provincia piemontese, e in tutto il Sud Sardegna inclusa. Hanno l'appoggio della minoranza socialista della CGIL e del Vaticano, nonché delle prime due reti Rai (DC e PSI propongono la vendita di una delle tre reti nazionali, guarda caso Raitre).

    La Lega Nord di Bossi si sta saldando con il neonato Movimento per l'Indipendenza siciliana che con manifestazioni oceaniche di piazza chiede una riforma federale spinta; l'accordo coi siciliani rivitalizza la Lega, in leggero calo rispetto al '92. Sicilia e Veneto sembrano orientate a tributare un plebiscito alle due Leghe

    Il Movimento Sociale di Fini punta sulla lotta all'immigrazione (continuano gli sbarchi dall'Albania e iniziano a farsi numerosi anche i profughi bosniaci che cercano di raggiungere le coste adriatiche) e sull'antipolitica, arrivando per la prima volta a sostenere la dismissione delle partecipazioni statali.

    A voi, da che parte state?
    Ultima modifica di l'infame; 26-06-14 alle 12:10
    Manfr likes this.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    FIAT EUROPA - PEREAT UE
    Data Registrazione
    30 Oct 2009
    Località
    Granducato di Toscana
    Messaggi
    72,466
    Mentioned
    569 Post(s)
    Tagged
    59 Thread(s)

    Predefinito Re: Con Tangentopoli, ma con il Pci in vita

    Msi.

    [Occidentale Gestioni Commerciali] Il Caffe' di POL
    PIU' TETRAGONIA PER TUTTI
    AUT CONSILIO AUT ENSE
    Possono tenersi il loro paradiso.
    Quando morirò, andrò nella Terra di Mezzo.


  3. #3
    Chap Socialist
    Data Registrazione
    13 Sep 2002
    Messaggi
    31,653
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Con Tangentopoli, ma con il Pci in vita

    PSI <3

    Però col PCI filocinese propongo una alleanza post-elettorale con Romano Prodi Sommo Mandarino del Celeste Impero !
    l'infame and Gdem88 like this.
    ***Bratstvo i jedinstvo***
    Socialismo Gollista

  4. #4
    Maria Di Donna Presidente
    Data Registrazione
    07 May 2009
    Località
    Santa Teresa di Gallura
    Messaggi
    6,365
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Con Tangentopoli, ma con il Pci in vita

    Citazione Originariamente Scritto da Manfr Visualizza Messaggio
    PSI <3

    Però col PCI filocinese propongo una alleanza post-elettorale con Romano Prodi Sommo Mandarino del Celeste Impero !
    La fomentiamo una bella scissione amendoliana?
    Ultima modifica di l'infame; 28-06-14 alle 01:10
    Manfr likes this.

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    22 Jul 2012
    Messaggi
    16,480
    Mentioned
    100 Post(s)
    Tagged
    8 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: Con Tangentopoli, ma con il Pci in vita

    cioè il PCI e il PdL alleato con un PCI che vuole privatizzare? non lo vedo possibile.

    comunque scelta ardua tra il PSI e il PdL di Spadolini(magari con Bonino/Pannella e i liberali)

  6. #6
    Maria Di Donna Presidente
    Data Registrazione
    07 May 2009
    Località
    Santa Teresa di Gallura
    Messaggi
    6,365
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Con Tangentopoli, ma con il Pci in vita

    Citazione Originariamente Scritto da MaIn Visualizza Messaggio
    cioè il PCI e il PdL alleato con un PCI che vuole privatizzare? non lo vedo possibile.

    comunque scelta ardua tra il PSI e il PdL di Spadolini(magari con Bonino/Pannella e i liberali)
    Perché? Il PDS non ha forse privatizzato? I comunisti cinesi non sono forse per il capitalismo?

 

 

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226