in memoria degli anni trascorsi a Bologna,
quando posavi sulla cattedra quotidiani di ogni schieramento politico
per insegnarci che non bisogna essere di un solo libro

in memoria di quando ascoltavi l'opinione di ogni tuo studente
e, se necessario, lo aiutavi a dialogare coi genitori
per poter vivere la propria personale vocazione

in memoria di quando ci lasciavi scegliere l'autore e l'opera
da leggere ed esporre al resto della classe
e ascoltavi con attenzione il lavoro svolto da ognuno

grazie.
Alessandro Domenico e Maria Vittoria