User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 21
Like Tree3Likes

Discussione: 1915, l'Italia diventa Repubblica e ottiene le terre irredente. E dopo ?

  1. #1
    Sospeso/a
    Data Registrazione
    17 Sep 2012
    Messaggi
    12,142
    Mentioned
    403 Post(s)
    Tagged
    59 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    4

    Predefinito 1915, l'Italia diventa Repubblica e ottiene le terre irredente. E dopo ?

    è un'ucronìa, come da titolo.

    Gennaio 1915. Cade il governo Salandra. Eventi e coincidenze aprono uno spiraglio : il re è all'estero . L'occasione è da non perdere. Giolitti ( la vera mente dietro tutto questo) e i socialisti, dopo pochi scontri e poche resistenze, soprattutto tra alcuni generali dell'esercito ( che verranno mandati al confino. C'è Cadorna tra di loro) , fanno cadere la monarchia. L'Italia è una repubblica. Il governo provvisorio, in attesa di nuove elezioni, con coalizione socialista-liberale, è presieduto da Giolitti , Turati ministro dell'interno.
    Francesco Giuseppe da Vienna prende la palla al balzo e propone l'offerta per non fare entrare l'Italia in guerra: Trentino ( la linea di confine sarà a Salorno), Gorizia, la Venezia Giulia compresi Caporetto e Tolmino, le isole di Veglia e Cherso, Zara e l'entroterra . A Trieste verrà istituita un'università italiana e sarà garantito piena libertà di transito da e per l'Italia , ma rimarrà all'Austria.

    Siamo a marzo 1915. Giolitti , come si sa, non vuole la guerra. Ma sa che, come è stato nel gennaio dello stesso anno, l'occasione è da non perdere. Ci sono trattative segrete a Londra con gli alleati , e l'Intesa offre (ovviamente in caso di vittoria) anche Trieste , Istria e Dalmazia più l'Alto Adige. Ma inglesi e francesi sanno che Giolitti fondamentalmente non vuole entrare in guerra, quindi le trattative sono in un clima detestabile.

    A questo punto c'è la mossa di Giolitti : "l'Italia deve ottenere anche Trieste, l'Istria compresa Fiume e tutto l'arcipelago del Quarnero,oltre alle terre offerte dall'Austria-Ungheria". Il Kaiser preme affinché gli austriaci accettino l'offerta italiana, per togliere un possibile avversario dalla lotta e per non aprire un altro pericoloso fronte.
    Ma non è solo questo : l'ondata repubblicana si fa sentire anche in Austria e Germania dopo la vittoria in Italia, e il Kaiser ha paura. Ma questo non convince il vecchiaccio Cecco Beppe. Non vuole rinunciare a tutte quelle terre. Viene pressato più volte al giorno e giornalmente dall'Italia, fino a quando c'è l'ultimatum di Giolitti ( che in realtà sta bleffando) : "O vi decidete o entro 3 mesi attacchiamo. L'Intesa ci ha offerto , oltre a quello che ci avete offerto voi , anche Dalmazia , MALTA e CORSICA".

    Pressato dallo stress causato dalle richieste italiane e dal fronte interno repubblicano che comincia a fare attentati , il già vecchio Francesco Giuseppe muore d'infarto nell'aprile 1915. C'è un putsch repubblicano anche in Austria, ma le forze fedeli a Carlo V , che è subentrato a Francesco Giuseppe, per il momento sono riuscite a resistere.

    Ormai manca meno di 1 mese alla scadenza dell'ultimatum. L'Italia ribadisce che , con la morte dell'imperatore, non è cambiato niente per loro. Le richieste territoriali sono immutate. Nel frattempo, oltre ai contrasti interni e al problema italiano, c'è l'offensiva Brusilov. La Russia penetra in Galizia e arriva fino ai Carpazi.
    Manca meno di un mese alla fatidica data del 1 luglio, scadenza dell'ultimatum italiano.
    Carlo V a questo punto accetta.

    A Padova vengono firmati gli accordi. L'Italia rimarrà fuori dalla guerra, e ottiene : Trentino ( linea di confine a Salorno), Venezia Giulia comprese ovviamente Gorizia, Caporetto e Tolmino. Trieste. Tutta l'Istria, l'arcipelago del Quarnero e Zara con l'entroterra. Senza entrare in guerra.


    E adesso che succede ? Vostre ipotesi ?
    Ultima modifica di Traiano; 07-08-14 alle 12:31
    Manfr likes this.
    Chi dice che "nessuno è clandestino" implicitamente non riconosce i confini, così come non li riconoscono i liberisti. È evidente che entrambi stanno dalla stessa parte.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Nichilismo Cristiano
    Data Registrazione
    02 Apr 2004
    Località
    Parma
    Messaggi
    34,534
    Mentioned
    346 Post(s)
    Tagged
    29 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito Re: 1915, l'Italia diventa Repubblica e ottiene le terre irredente. E dopo ?

    Beh si potrebbe sperare in una vittoria Austro-Tedesca, poi difficile stabilire se questo porterebbe i due imperi germanici a fondersi in un solo Reich, se sarebbe monarchico o repubblicano e cosa succederebbe alle altre popolazioni non tedesche, troppe variabili.

    Ad ogni modo l'Italia diventerebbe lo sbocco al mare della potenza terrestre tedesca, farebbe affari con i porti e con l'appoggio del grande Reich si andrebbe verso una nuova guerra contro le potenze coloniali per il controllo di Malta, il consolidamento della Libia col suo petrolio ed eventualmente anche il controllo di Suez.

    Si vincesse anche quella seconda guerra l'Italia avrebbe un boom economico col petrolio e da li dipenderebbe unicamente da come viene gestita l'economia.
    Manfr likes this.
    " Solo i Sith ragionano per assoluti. "
    " Si ! "

  3. #3
    Disilluso cronico
    Data Registrazione
    25 Nov 2009
    Località
    All your base are belong to us
    Messaggi
    13,463
    Mentioned
    103 Post(s)
    Tagged
    14 Thread(s)

    Predefinito Re: 1915, l'Italia diventa Repubblica e ottiene le terre irredente. E dopo ?

    L'Austria come contropartita avrebbe richiesto un rafforzamento della Triplice Alleanza e una partecipazione italiana nel controllo dei moti slavi; certo pensare che rinunciassero a Trieste è veramente difficile, ma siamo in un ucronia.
    In ogni caso il corso della guerra cambia radicalmente: le truppe austroungariche sono libere di spostarsi verso il fronte orientale e quello balcanico, dove la Romania imita l'Italia e resta neutrale, a causa del differente equilibrio delle forze in campo, con il risultato di consentire all'Austria una maggior concentrazione di forze contro la Serbia (che cade completamente nel 1917 sotto gli effetti dell'equivalente in questa timeline della battaglia di Caporetto) e di impedire avanzamenti da parte di Grecia e Russia in quella zona. Inoltre la flotta austriaca diventa perfettamente libera di attaccare per tutto il mediterraneo e, pur non uscendo dal Mediterraneo, nella zona la situazione cambia radicalmente: Malta cade, bombardamento (non troppo efficace dal punto di vista militare, enormemente su quello morale e commerciale) di Suez e Gibilterra, Gallipoli non avviene, l'Impero Ottomano resiste, anche in preda a movimenti interni tesi al cambiamento, e riesce ad opporsi alla penetrazione inglese e francese nell'area mediorientale.
    Per la Germania la situazione comporta una minore necessità di truppe e materiale da parte degli alleati austriaci e quindi un'azione più efficace su entrambi i fronti.
    .
    L'ultimo uomo ad essere entrato in Parlamento con intenzioni oneste.

    Non basta negare le idee degli altri per avere il diritto di dire "Io ho un'idea". (G. Guareschi)

  4. #4
    Nichilismo Cristiano
    Data Registrazione
    02 Apr 2004
    Località
    Parma
    Messaggi
    34,534
    Mentioned
    346 Post(s)
    Tagged
    29 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito Re: 1915, l'Italia diventa Repubblica e ottiene le terre irredente. E dopo ?

    Per me sopravaluti le possibilità della flotta austriaca.
    " Solo i Sith ragionano per assoluti. "
    " Si ! "

  5. #5
    Sospeso/a
    Data Registrazione
    17 Sep 2012
    Messaggi
    12,142
    Mentioned
    403 Post(s)
    Tagged
    59 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    4

    Predefinito Re: 1915, l'Italia diventa Repubblica e ottiene le terre irredente. E dopo ?

    Io sono perplesso su quello che poi può accadere . A questo punto nel 1915 gli imperi centrali sono favoriti . Ma c'è il fattore USA. Una delle cause che portò all'intervento americano fu la guerra sottomarina a oltranza anche alle imbarcazioni neutrali . Ma senza l'Italia in mezzo la Germania "avrà il bisogno" di farla ? Però credo che sicuramente prima o poi ci sarebbe l'intervento americano. E credo che la guerra a questo punto non finisca nel 1918...
    Chi dice che "nessuno è clandestino" implicitamente non riconosce i confini, così come non li riconoscono i liberisti. È evidente che entrambi stanno dalla stessa parte.

  6. #6
    Disilluso cronico
    Data Registrazione
    25 Nov 2009
    Località
    All your base are belong to us
    Messaggi
    13,463
    Mentioned
    103 Post(s)
    Tagged
    14 Thread(s)

    Predefinito Re: 1915, l'Italia diventa Repubblica e ottiene le terre irredente. E dopo ?

    Citazione Originariamente Scritto da Perseo Visualizza Messaggio
    Per me sopravaluti le possibilità della flotta austriaca.
    Forse si, ma non così tanto.

    Battaglia del mar Mediterraneo (1914-1918) - Wikipedia

    Avevo scartato fin da subito la possibilità che la flotta austriaca andasse a attaccare le basi francesi sul Mediterraneo, e probabilmente anche Gibilterra sarebbe stata al riparo dalle attenzioni austriache ma Malta, se non conquistata sarebbe stata almeno resa indisponibile da azioni di bombardamento e attacchi di sommergibili. Quello che più spaventava l'Alleanza e la Gran Bretagna particolarmente era SUEZ. Bloccare il canale non era troppo difficile: posamine e picchetti di sommergibili, oppure addirittura affondando nell'imboccatura navi catturate o vecchie unità riadattate allo scopo; oppure avrebbero potuto richiedere la smilitarizzazione del canale, consentendo il passaggio solo a navi commerciali con bandiera non belligerante (questo nel caso altri poteri come gli USA tentassero di impedire l'atto rivendicando la libertà di commercio, e naturalmente avrebbero richiesto in cambio garanzie sulla neutralità statunitense nel conflitto). In ogni caso la perdita del controllo del canale sarebbe stato un colpo durissimo per gli inglesi, che avrebbero visto compromessa la loro rotta di rifornimento principale, e di sicuro mancando anche lo sbarramento di Otranto a garantire il blocco delle navi austriache la Battaglia del Mediterraneo avrebbe avuto un ben diverso svolgimento, garantendo alle flotte austriache e ottomane il pieno controllo del Mediterraneo Orientale. La marina ottomana sarebbe stata più libera di agire contro i russi , mentre quella austriaca avrebbe potuto attaccare impunemente in Grecia e anche le basi francesi in Africa. Infine gli U-boot tedeschi e austriaci, grazie alla base di Pola, sarebbero diventati una minaccia ancora più seria contro il naviglio degli Alleati.
    .
    L'ultimo uomo ad essere entrato in Parlamento con intenzioni oneste.

    Non basta negare le idee degli altri per avere il diritto di dire "Io ho un'idea". (G. Guareschi)

  7. #7
    Sospeso/a
    Data Registrazione
    17 Sep 2012
    Messaggi
    12,142
    Mentioned
    403 Post(s)
    Tagged
    59 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    4

    Predefinito Re: 1915, l'Italia diventa Repubblica e ottiene le terre irredente. E dopo ?

    Citazione Originariamente Scritto da Guy Fawkes Visualizza Messaggio
    Forse si, ma non così tanto.

    Battaglia del mar Mediterraneo (1914-1918) - Wikipedia

    Avevo scartato fin da subito la possibilità che la flotta austriaca andasse a attaccare le basi francesi sul Mediterraneo, e probabilmente anche Gibilterra sarebbe stata al riparo dalle attenzioni austriache ma Malta, se non conquistata sarebbe stata almeno resa indisponibile da azioni di bombardamento e attacchi di sommergibili. Quello che più spaventava l'Alleanza e la Gran Bretagna particolarmente era SUEZ. Bloccare il canale non era troppo difficile: posamine e picchetti di sommergibili, oppure addirittura affondando nell'imboccatura navi catturate o vecchie unità riadattate allo scopo; oppure avrebbero potuto richiedere la smilitarizzazione del canale, consentendo il passaggio solo a navi commerciali con bandiera non belligerante (questo nel caso altri poteri come gli USA tentassero di impedire l'atto rivendicando la libertà di commercio, e naturalmente avrebbero richiesto in cambio garanzie sulla neutralità statunitense nel conflitto). In ogni caso la perdita del controllo del canale sarebbe stato un colpo durissimo per gli inglesi, che avrebbero visto compromessa la loro rotta di rifornimento principale, e di sicuro mancando anche lo sbarramento di Otranto a garantire il blocco delle navi austriache la Battaglia del Mediterraneo avrebbe avuto un ben diverso svolgimento, garantendo alle flotte austriache e ottomane il pieno controllo del Mediterraneo Orientale. La marina ottomana sarebbe stata più libera di agire contro i russi , mentre quella austriaca avrebbe potuto attaccare impunemente in Grecia e anche le basi francesi in Africa. Infine gli U-boot tedeschi e austriaci, grazie alla base di Pola, sarebbero diventati una minaccia ancora più seria contro il naviglio degli Alleati.

    Cosa ovviamente possibile "non ufficialmente " e di nascosto, ma ricordiamo che l'Italia a quel punto è neutrale, non può fornire aiuti anche solo logistici agli austro-tedeschi, quindi non so se verrebbe tollerato dall'Intesa.
    Ultima modifica di Traiano; 08-08-14 alle 14:48
    Chi dice che "nessuno è clandestino" implicitamente non riconosce i confini, così come non li riconoscono i liberisti. È evidente che entrambi stanno dalla stessa parte.

  8. #8
    Disilluso cronico
    Data Registrazione
    25 Nov 2009
    Località
    All your base are belong to us
    Messaggi
    13,463
    Mentioned
    103 Post(s)
    Tagged
    14 Thread(s)

    Predefinito Re: 1915, l'Italia diventa Repubblica e ottiene le terre irredente. E dopo ?

    Citazione Originariamente Scritto da Traiano Visualizza Messaggio
    Cosa ovviamente possibile "non ufficialmente " e di nascosto, ma ricordiamo che l'Italia a quel punto è neutrale, quindi non so se verrebbe tollerato dall'Intesa.
    Dubito proprio che il passaggio di proprietà sarebbe arrivato PRIMA della fine della guerra.
    In ogni caso per la tua domanda sulla fine della guerra: sicuramente sarebbe durata oltre il 1918, dato che il crollo dell'Impero Germanico fu precipitato non solo dalla dissoluzione di quello Austroungarico dopo la battaglia di Vittorio Veneto, ma anche dalla notizia che tra le condizioni di pace imposte a Vienna vi era la libertà di passaggio delle truppe Alleate verso i confini tedeschi, dove quindi si sarebbe aperto inevitabilmente un secondo fronte in punti prima ritenuti sicuri.
    .
    L'ultimo uomo ad essere entrato in Parlamento con intenzioni oneste.

    Non basta negare le idee degli altri per avere il diritto di dire "Io ho un'idea". (G. Guareschi)

  9. #9
    Sospeso/a
    Data Registrazione
    17 Sep 2012
    Messaggi
    12,142
    Mentioned
    403 Post(s)
    Tagged
    59 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    4

    Predefinito Re: 1915, l'Italia diventa Repubblica e ottiene le terre irredente. E dopo ?

    Citazione Originariamente Scritto da Guy Fawkes Visualizza Messaggio
    Dubito proprio che il passaggio di proprietà sarebbe arrivato PRIMA della fine della guerra.
    In ogni caso per la tua domanda sulla fine della guerra: sicuramente sarebbe durata oltre il 1918, dato che il crollo dell'Impero Germanico fu precipitato non solo dalla dissoluzione di quello Austroungarico dopo la battaglia di Vittorio Veneto, ma anche dalla notizia che tra le condizioni di pace imposte a Vienna vi era la libertà di passaggio delle truppe Alleate verso i confini tedeschi, dove quindi si sarebbe aperto inevitabilmente un secondo fronte in punti prima ritenuti sicuri.

    si , in effetti è possibile, ma a quel punto credo che il passaggio dei territori avverrebbe in modo più veloce , pressati anche da Francia e Gran Bretagna, oltre che per mantenere buoni rapporti.
    Inoltre visto che il passaggio di consegne sarebbe avvenuto non in seguito a una guerra ma in modo pacifico sarebbe stato meno traumatico e più veloce per tenere a freno i nazionalisti italiani . Quindi magari non in modo immediato, ma credo che Istria Trento Trieste ecc sarebbero state italiane in modo "veloce".

    In effetti la guerra sarebbe finita probabilmente non nel 1918, ma le condizioni di vita nelle trincee , gli ammutinamenti , il fronte interno in Germania ( e in Francia e Gran Bretagna) erano fattori pesanti.
    Chi dice che "nessuno è clandestino" implicitamente non riconosce i confini, così come non li riconoscono i liberisti. È evidente che entrambi stanno dalla stessa parte.

  10. #10
    Nichilismo Cristiano
    Data Registrazione
    02 Apr 2004
    Località
    Parma
    Messaggi
    34,534
    Mentioned
    346 Post(s)
    Tagged
    29 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito Re: 1915, l'Italia diventa Repubblica e ottiene le terre irredente. E dopo ?

    Citazione Originariamente Scritto da Guy Fawkes Visualizza Messaggio
    Non penso comunque che avessero i mezzi per far cadere Malta.
    " Solo i Sith ragionano per assoluti. "
    " Si ! "

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226