User Tag List

Pagina 1 di 12 1211 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 119
Like Tree41Likes

Discussione: Come il nuovo Front National si converte alla causa di Israele

  1. #1
    Moderatore
    Data Registrazione
    22 Apr 2009
    Messaggi
    9,667
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Come il nuovo Front National si converte alla causa di Israele

    Camarades adieu. Così il Fn 2.0 si è convertito alla causa israeliana
    Camarades adieu. Così il Fn 2.0 si è convertito alla causa israeliana

    Malgrado le provocazioni del padre, la svolta di Marine Le Pen funziona: ebrei, siamo noi il vostro baluardo
    di Mauro Zanon | 06 Agosto 2014 ore 16:05
    COMMENTA 1 | |





    Marine Le Pen (foto Ap)

    Parigi. A Nanterre, presso la sede del partito, o a Bruxelles, in occasione delle plenarie, si incrociano regolarmente. Ma da un mese a questa parte si salutano a malapena. “Marine non mi ha chiesto scusa, e non è da lei. Mi ha graffiato il cuore”, ha dichiarato Jean-Marie Le Pen qualche giorno fa, sempre più solo ed emarginato nel partito che ha fondato e guidato per più di trent’anni. Dall’ultima zuffa familiare, non si sono più riconciliati. La battutaccia sulla “infornata” ai danni del popolare cantautore di origine ebraica Patrick Bruel ha lasciato gravi strascichi in casa Le Pen.

    In molti hanno sottovalutato l’episodio, la stampa maramalda ha gridato al fallimento della “dédiabolisation”, ma la strigliata pubblica di Marine al patriarca della destra identitaria ha rappresentato un punto di rottura significativo rispetto al passato. E’ stata infatti la prima volta che l’attuale leader del Front national ha fustigato apertamente le sparate antisemite del padre, rimarcando la nuova linea del partito, che “condanna nei termini più duri ogni forma di antisemitismo, in qualsiasi forma”. La sordina per contenere le intemperanze di “Menhir” Le Pen ha funzionato più o meno bene dall’insediamento di Marine nel 2011, con il suo braccio destro e terminale mediatico Florian Philippot a vestire i panni dell’equilibrista e dell’orchestratore virtuoso del Fn 2.0. Ma, in privato, i rapporti sono logori da più tempo e l’insofferenza di Marine per i rigurgiti antiebraici di suo padre non risale certo all’altro ieri. La scorsa settimana, un dirigente del Front national, che ha preferito mantenere l’anonimato, ha raccontato al Nouvel Observateur le tre fasi del rapporto tormentato tra i Le Pen. La prima è stata quella delle “bouderies”: Jean-Marie, ai tempi in cui era ancora il numero uno indiscusso del Fn, se ne usciva spesso e volentieri con frasi come “l’occupazione tedesca durante la Seconda guerra mondiale non è stata poi così disumana”, Marine faceva il broncio e spariva dalla circolazione per settimane; la seconda, iniziata in concomitanza con la sua ascesa al vertice del Fn, è stata quella dello smarcamento, “io (Marine) sono io e lui (Jean-Marie) è lui”; la terza, attualmente in corso, è quella dell’allontanamento definitivo, “io sono il capo e lui un militante come gli altri”.

    ARTICOLI CORRELATI Abracadabra, e il mondo si è svegliato nemico d’Israele Amnesty fa di Israele un “criminale di guerra”. Una fatwa umanitariaE la conferma di questa spaccatura pressoché irreparabile tra padre e figlia, le cui opinioni politiche sono oramai agli antipodi, giunge in questi giorni in cui la linea del partito sulla crisi israelo-palestinese è quella della prudenza e del silenzio calcolato. Sabato scorso, mentre su Twitter Jean-Marie rinnovava il suo sostegno ai palestinesi, Marine si esprimeva in questi termini sulla dissoluzione della Ligue de défense juive minacciata dal ministro dell’Interno Cazeneuve: “Se esiste una Ligue de défense juive, significa che un gran numero di ebrei si sente in pericolo. Sentono che in Francia si sta affermando un nuovo antisemitismo, innescato dalle conflittualità tra comunità”. Una dichiarazione che ha sorpreso molti, ma che in realtà è la riprova del cambio di rotta impartito da Marine per disintossicare il Front national dalle scorie razziste del passato e renderlo “presentabile”. Rispetto a suo padre, ha auspicato fin dall’inizio del suo mandato di “intrattenere rapporti più pacifici” con la comunità ebraica, promuovendo il partito come ultimo baluardo in difesa dell’ordine repubblicano, contro il “nuovo antisemitismo islamico” delle banlieue. Nel marzo del 2011, alla radio israeliana 90FM, metteva nero su bianco lo spirito del nuovo Front national: “Il Fn non è un pericolo per i francesi di origine ebraica, anzi tutto il contrario. So bene, avendo un certo numero di amici ebrei, che la loro situazione in alcuni quartieri è sempre più difficile e che contano sul Fn per essere protetti”.

    Una posizione ribadita un mese fa alla vigilia dello scoppio dell’ultima crisi israelo-palestinese: “Il Front national è per gli ebrei di Francia il miglior scudo contro il fondamentalismo islamico”. I messaggi di solidarietà e di riconciliazione con la comunità ebraica che Marine ha disseminato in questi tre anni da numero uno del Fn, oltre a rappresentare uno stacco netto rispetto alla tradizione filopalestinese del padre, costituiscono un ulteriore e fondamentale tassello di quel processo di “dediabolizzazione” che stando ai sondaggi sta producendo i frutti sperati. L’ultimo, condotto dall’istituto Ifop, dà la presidente del Fn in testa con il 27 per cento, in un ipotetico primo turno delle presidenziali, staccata di dieci punti percentuali dal Partito socialista. Ma il 2017 è ancora lontano ed è oggi la strategia frontista dell’equilibrio a proposito del conflitto israelo-palestinese a sollevare le principali questioni. Una strategia che secondo quanto dichiarato al Figaro dal presidente dell’Osservatorio delle radicalità politiche, Jean-Yves Camus, “la dice lunga sul malessere del Fn circa quanto sta accadendo sulla Striscia di Gaza e sulla divisione interna al partito tra filo-israeliani e filo-palestinesi”.

    Intrappolato tra la sua storia passata, incarnata dall’avversione per Israele di Jean-Marie Le Pen e dei “camarades” della vecchia guardia, e quella più recente, marcata dalle aperture pro israeliane del nuovo corso, con il vicepresidente Louis Aliot in prima fila, il Front national ritrova tuttavia la sua compattezza nell’affermare che la priorità del partito è la risoluzione dei problemi dei francesi e non della crisi di Gaza. “Non possiamo subire gli odi ereditati dal conflitto israelo-palestinese”, ha tuonato Aliot, prima di rispondere alle critiche sulla neutralità sospetta del Fn circa il conflitto: “Il Fn è pro francesi, occupiamoci innanzitutto dei loro problemi”. Ma l’uniformità di vedute tra i membri del Fn permane soprattutto nell’imputare al multiculturalismo e all’esecutivo socialista che lo asseconda l’importazione del conflitto israelo-palestinese e i conseguenti disordini verificatisi nelle scorse settimane sul territorio francese. Ai microfoni di Rtl, il vicepresidente Florian Philippot ha denunciato “l’incapacità” del governo di gestire una situazione che rischia di peggiorare giorno dopo giorno e che è il risultato di una dissennata politica “multicomunitarista”.

    “Bisogna reagire – ha insistito Philippot – opponendo un cocktail francese basato sulla fine dell’immigrazione e del lassismo, e sulla promozione dell’assimilazionismo”. A fargli eco, la leader del Front national: degli scontri nei cortei pro Gaza e dell’importazione del conflitto israelo-palestinese sono responsabili in egual misura Ps e Ump per aver dato vita in Francia a un miscuglio deleterio di “comunitarismo”, “lassismo delle forze dell’ordine” e “immigrazione massiva”.

    © FOGLIO QUOTIDIANO
    Ultima modifica di Avanguardia; 12-08-14 alle 00:39
    FASCISMO MESSIANICO E DISTRUTTORE. PER UN MONDIALISMO FASCISTA.

    "NELLA MIA TOMBA NON OCCORRE SCRIVERE ALCUN NOME! SE DOVRO' MORIRE, LO FARO' NEL DESERTO, IN MEZZO ALLE BATTAGLIE." Ken il Guerriero, cap. 27. fumetto.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Socialista pragmatico
    Data Registrazione
    23 Nov 2011
    Località
    Bacino del Mediterraneo
    Messaggi
    16,930
    Mentioned
    117 Post(s)
    Tagged
    18 Thread(s)

    Predefinito Re: Come il nuovo Front National si converte alla causa di Israele

    Teniamoci pronti a vomitare...
    "Il nemico principale oggi è il capitalismo sul piano economico, il liberalismo sul piano politico, l'individualismo sul piano filosofico, la borghesia sul piano sociale, e gli U.S.A. sul piano geopolitico." - A. de Benoist
    Je suis Saint-Pétersbourg

  3. #3
    Moderatore
    Data Registrazione
    22 Apr 2009
    Messaggi
    9,667
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Come il nuovo Front National si converte alla causa di Israele

    Altri partiti europei dello stesso genere come l' UKIP, il British National Party, il Partito della Libertà Olandese, quelli scandinavi, sono più fortemente filo-israeliani e filo-ebraici.
    Però c'era da aspettarselo, almeno da noi: sappiamo che il sistema non crea e manovra solamente i partiti main stream come Forza Italia, Partito Democratico, crea e infiltra anche gli altri, quelli di opposizione, di protesta, per contenere il malcontento o dirigerlo dove vuole. Prevedibile che oltre all' estrema sinistra parlamentare, questo fenomeno populista e nazionalista che attraversa l' Europa sarebbe stato creato e taroccato. Non si tratta in fondo di forze politiche a parte il Jobbik Ungherese e forse l' NPD tedesco che vogliono andare contro il sistema e la società, ma mirano a preservarle attraverso soluzioni tampone ad effetto che accattivano un cittadino comune incazzato ma pigro, tipo no-euro e fuori gli stranieri. Sono creati o manovrati per dividere, depistare le masse o illudere di uno spazio di agibilità nella società democratica, in quest' ultima strategia rientrano certe svolte un pochino antisistema (destinate a rientrare più tardi) che si vedono come ultimamente appunto nel Front National.
    Ultima modifica di Avanguardia; 12-08-14 alle 09:17
    FASCISMO MESSIANICO E DISTRUTTORE. PER UN MONDIALISMO FASCISTA.

    "NELLA MIA TOMBA NON OCCORRE SCRIVERE ALCUN NOME! SE DOVRO' MORIRE, LO FARO' NEL DESERTO, IN MEZZO ALLE BATTAGLIE." Ken il Guerriero, cap. 27. fumetto.

  4. #4
    Moderatore
    Data Registrazione
    22 Apr 2009
    Messaggi
    9,667
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Come il nuovo Front National si converte alla causa di Israele

    C'è anche quest' altro articolo:
    Uccidere il padre
    SCRITTO DA NOREPORTER
    SABATO 02 AGOSTO 2014 00:13

    sulla via di Tel Aviv
    I più ottimisti dicono che si è un po' montata la testa e che è influenzata da cattive frequentazioni, come Louis Aliot, Bruno Bilde e Glbert Collard, ragion per cui la situazione sarebbe ancora recuperabile.
    Fatto sta che l'operazione di smantellamento sistematico della linea e della figura di Jean-Marie Le Pen prosegue.
    La figlia lo ha contrastato pubblicamente per ben due volte nelle ultime settimane e, ultimamente, si è schierata a favore degli invasori di Gaza.
    Qualche giorno fa aveva affermato pubblicamente che il Front National è "l'ultima diga in favore di Israele".
    Venerdì 1 agosto ha preso pubblicamente la difesa della LED (Lega Ebraica di Difesa) accusata di aver aggredito a mano armata una manifestazione popolare in favore della Palestina. Per la cronaca, la reazione degli aggrediti costrinse gli eroi alla fuga, protetti dai CRS, la Celere locale (abbiamo pubblicato il video su noreporter.org).
    Va ricordato che la LED in passato aveva più volte aggredito con spranghe e bastoni i manifestanti del FN. Si piazzavano all'uscita di una metro vicina alla manifestazione ostentando bandiere tricolori e qualche croce celtica e poi assalivano di sorpresa i passanti inermi.
    In passato un nazionalista francese fu sfigurato in volto col vetriolo. Una signora anziana presente alla vendita di un libro di Saint-Loup finì in coma e stette poi a lungo in sedia a rotelle.
    Scordammose 'o passato - e solo in linea unidirezionale - è la nuova parola d'ordine. Di Aliot, Bilde e Collard? La figlia è solo confusa e mal consigliata? O le manca qualcosa di davvero essenziale?
    Fatto sta che la virata finiana è bella che marcata e dove conduce lo sanno anche i sassi.
    http://www.lemonde.fr/societe/article/2014/08/01/marine-le-pen-justifie-l-existence-de-la-ligue-de-defense-juive_4465631_3224.html
    ULTIMO AGGIORNAMENTO SABATO 02 AGOSTO 2014 07:14
    Ultima modifica di Avanguardia; 12-08-14 alle 14:32
    FASCISMO MESSIANICO E DISTRUTTORE. PER UN MONDIALISMO FASCISTA.

    "NELLA MIA TOMBA NON OCCORRE SCRIVERE ALCUN NOME! SE DOVRO' MORIRE, LO FARO' NEL DESERTO, IN MEZZO ALLE BATTAGLIE." Ken il Guerriero, cap. 27. fumetto.

  5. #5
    Moderatore
    Data Registrazione
    06 Aug 2010
    Messaggi
    16,839
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Come il nuovo Front National si converte alla causa di Israele

    Non capisco...siete di destra?...ebbene Israele argina l Islam , o volete l occidente islamizzato ?.

    P.S. fatemi capire
    Ultima modifica di largodipalazzo; 12-08-14 alle 15:20

  6. #6
    Moderatore
    Data Registrazione
    22 Apr 2009
    Messaggi
    9,667
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Come il nuovo Front National si converte alla causa di Israele

    Citazione Originariamente Scritto da largodipalazzo Visualizza Messaggio
    Non capisco...siete di destra?...ebbene Israele argina l Islam , o volete l occidente islamizzato ?.

    P.S. fatemi capire
    Non siamo di destra.
    Poi non è che Israele argini l' islam, la sua politica finisce per incrementarlo, o consapevolmente quando contribuisce a rovesciare Gheddafi in Libia e Bashar Al Assad in Siria (sta ancora in piedi ma dimezzato) o crea sottobanco l' ISIS, oppure inconsapevolmente quando flagella i palestinesi spingendo gli arabi a riversarsi verso l' integralismo religioso, senza contare i corteggiamenti con i regni del Golfo Persico. La politica di Israele sta causando migrazioni di musulmani.
    Sia chiaro che se talvolta qualcuno di noi parla male dell' islam, non è perché si vuole difendere la società borghese e la civiltà occidentale, almeno quella delle elezioni, delle primarie, dei centri commerciali e dei reality show. Anzi per quanto ci riguarda se l' islam diventa un pericolo per il mondo moderno e i plutocrati non saremmo certo noi a fare i pompieri, a partecipare alle crociate in difesa dell' occidente bianco e "cristiano"(?).

    Riguardo il Front National, analogamente al grillismo, quando spuntano questi movimenti si è tentati di vedere se possano creare reali scazzi al sistema, quasi sempre si finisce col capire che sono tutte creazioni per preservare il sistema stesso o a volte sono semplicemente cariche di materiale umano con la consistenza spirituale di un santone africano.
    FASCISMO MESSIANICO E DISTRUTTORE. PER UN MONDIALISMO FASCISTA.

    "NELLA MIA TOMBA NON OCCORRE SCRIVERE ALCUN NOME! SE DOVRO' MORIRE, LO FARO' NEL DESERTO, IN MEZZO ALLE BATTAGLIE." Ken il Guerriero, cap. 27. fumetto.

  7. #7
    Moderatore
    Data Registrazione
    22 Apr 2009
    Messaggi
    9,667
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Come il nuovo Front National si converte alla causa di Israele

    Ecco "naziskin" inglesi manifestare a favore di Israele una settimana fa, durante l' operazione "Scudo Protettivo", hanno pure la bandiera dello Stato Ebraico:
    VIDEO: Dramatic scenes as police come between anti-war demonstrators and EDL group in Portsmouth - Portsmouth News
    FASCISMO MESSIANICO E DISTRUTTORE. PER UN MONDIALISMO FASCISTA.

    "NELLA MIA TOMBA NON OCCORRE SCRIVERE ALCUN NOME! SE DOVRO' MORIRE, LO FARO' NEL DESERTO, IN MEZZO ALLE BATTAGLIE." Ken il Guerriero, cap. 27. fumetto.

  8. #8
    Socialista pragmatico
    Data Registrazione
    23 Nov 2011
    Località
    Bacino del Mediterraneo
    Messaggi
    16,930
    Mentioned
    117 Post(s)
    Tagged
    18 Thread(s)

    Predefinito Re: Come il nuovo Front National si converte alla causa di Israele

    Citazione Originariamente Scritto da Avanguardia Visualizza Messaggio
    Altri partiti europei dello stesso genere come l' UKIP, il British National Party, il Partito della Libertà Olandese, quelli scandinavi, sono più fortemente filo-israeliani e filo-ebraici.
    Però c'era da aspettarselo, almeno da noi: sappiamo che il sistema non crea e manovra solamente i partiti main stream come Forza Italia, Partito Democratico, crea e infiltra anche gli altri, quelli di opposizione, di protesta, per contenere il malcontento o dirigerlo dove vuole. Prevedibile che oltre all' estrema sinistra parlamentare, questo fenomeno populista e nazionalista che attraversa l' Europa sarebbe stato creato e taroccato. Non si tratta in fondo di forze politiche a parte il Jobbik Ungherese e forse l' NPD tedesco che vogliono andare contro il sistema e la società, ma mirano a preservarle attraverso soluzioni tampone ad effetto che accattivano un cittadino comune incazzato ma pigro, tipo no-euro e fuori gli stranieri. Sono creati o manovrati per dividere, depistare le masse o illudere di uno spazio di agibilità nella società democratica, in quest' ultima strategia rientrano certe svolte un pochino antisistema (destinate a rientrare più tardi) che si vedono come ultimamente appunto nel Front National.
    Che sono appunto, quelli sì, partiti di destra, interni ad un sistema economico che non intendono affatto mettere in discussione.

    Temo che di questo passo il FN si dirigerà mestamente verso la sua Fiuggi...Vedremo la LePen in visita a Tel Aviv con la kippah sulla testa come Fini?
    Non che di MSI/AN me ne fregasse molto ma dal FN mi aspettavo qualcosa di meglio. Pazienza alle delusioni ci abbiamo fatto l'abitudine.
    "Il nemico principale oggi è il capitalismo sul piano economico, il liberalismo sul piano politico, l'individualismo sul piano filosofico, la borghesia sul piano sociale, e gli U.S.A. sul piano geopolitico." - A. de Benoist
    Je suis Saint-Pétersbourg

  9. #9
    Socialista pragmatico
    Data Registrazione
    23 Nov 2011
    Località
    Bacino del Mediterraneo
    Messaggi
    16,930
    Mentioned
    117 Post(s)
    Tagged
    18 Thread(s)

    Predefinito Re: Come il nuovo Front National si converte alla causa di Israele

    Citazione Originariamente Scritto da Avanguardia Visualizza Messaggio
    Non siamo di destra.
    Ecco, questa è la prima cosa da mettere in chiaro, senza ulteriori equivoci.
    "Il nemico principale oggi è il capitalismo sul piano economico, il liberalismo sul piano politico, l'individualismo sul piano filosofico, la borghesia sul piano sociale, e gli U.S.A. sul piano geopolitico." - A. de Benoist
    Je suis Saint-Pétersbourg

  10. #10
    Socialista pragmatico
    Data Registrazione
    23 Nov 2011
    Località
    Bacino del Mediterraneo
    Messaggi
    16,930
    Mentioned
    117 Post(s)
    Tagged
    18 Thread(s)

    Predefinito Re: Come il nuovo Front National si converte alla causa di Israele

    Citazione Originariamente Scritto da Avanguardia Visualizza Messaggio
    Ecco "naziskin" inglesi manifestare a favore di Israele una settimana fa, durante l' operazione "Scudo Protettivo", hanno pure la bandiera dello Stato Ebraico:
    VIDEO: Dramatic scenes as police come between anti-war demonstrators and EDL group in Portsmouth - Portsmouth News
    Feccia umana, pure inglese...della peggiore specie.
    - SAVONAROLA - likes this.
    "Il nemico principale oggi è il capitalismo sul piano economico, il liberalismo sul piano politico, l'individualismo sul piano filosofico, la borghesia sul piano sociale, e gli U.S.A. sul piano geopolitico." - A. de Benoist
    Je suis Saint-Pétersbourg

 

 
Pagina 1 di 12 1211 ... UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Single Sign On provided by vBSSO

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224