User Tag List

Risultati da 1 a 7 di 7

Discussione: Le guerre del gas

  1. #1
    girevoli
    Data Registrazione
    09 Jul 2009
    Messaggi
    9,380
    Mentioned
    32 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    9
    Ultima modifica di Regina di Coppe; 30-08-14 alle 18:25
    Corpo sano in ambiente sano.

    Chi avvelena una persona per vendetta viene condannato per veneficio.
    Chi avvelena milioni di esseri umani per profitto viene onorato come capitano d'industria.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    girevoli
    Data Registrazione
    09 Jul 2009
    Messaggi
    9,380
    Mentioned
    32 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    9

    Predefinito Re: Le guerre del gas

    .

    C’è il gas dietro la guerra tra Israele e Palestina. I giacimenti Leviathan e Tamar che potrebbero dare allo Stato ebraico cento anni di energia a basso costo. Nascondono tre miliardi e mezzo di metri cubi di metano ma si trovano nelle acque territoriali della che dalla Striscia di Gaza si allungano al confine con il Libano.
    Già Beirut ha avanzato pretese e Gaza potrebbe fare lo stesso. Ci sono poi i giacimenti Marine 1 e Marine 2, trentasei chilometri al largo della Striscia. A 603 metri di profondità custodiscono un piccolo tesoro, conteso da quattordici anni...


    link all'articolo completo:
    http://www.iltempo.it/esteri/2014/07/17/la-guerra-del-gas-dietro-l-inferno-hamas-trattava-con-gazprom-1.1272120


    .
    Ultima modifica di Regina di Coppe; 30-08-14 alle 18:26
    Corpo sano in ambiente sano.

    Chi avvelena una persona per vendetta viene condannato per veneficio.
    Chi avvelena milioni di esseri umani per profitto viene onorato come capitano d'industria.

  3. #3
    girevoli
    Data Registrazione
    09 Jul 2009
    Messaggi
    9,380
    Mentioned
    32 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    9

    Predefinito Re: Le guerre del gas

    .

    L'Isis e il gas in medio-oriente...

    Corpo sano in ambiente sano.

    Chi avvelena una persona per vendetta viene condannato per veneficio.
    Chi avvelena milioni di esseri umani per profitto viene onorato come capitano d'industria.

  4. #4
    girevoli
    Data Registrazione
    09 Jul 2009
    Messaggi
    9,380
    Mentioned
    32 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    9

    Predefinito Re: Le guerre del gas

    .

    La scoperta di un nuovo promettente giacimento di gas
    nel delta del Nilo (Salmon) ad opera di Bp Egypt e dell’Eni (attraverso Ieoc), che detengono ciascuna il 50% della concessione, situata 50 chilometri a nord di Damietta, è un altro importante segnale del rinvigorirsi della corsa energetica nel Nord Africa.

    L’instabilità politica conseguente alle rivoluzioni della primavera araba aveva aumentato l’interesse internazionale su chi avrebbe approfittato maggiormente dei cambi di regime per sfruttare le vaste risorse del continente africano, soprattutto lungo le coste del Mediterraneo.
    I proventi che derivano dall’industria energetica sono una voce essenziale per far funzionare i futuri governi sia in Egitto sia in Libia. Come ha dimostrato il caso iracheno, però, il periodo di transizione con il coinvolgimento di diversi attori internazionali a proteggere tanto gli investimenti fatti e la sicurezza degli impianti, (...)

    Le mire internazionali sul gas egiziano - Limes



    La scoperta di ENI è di quelle destinate a far parlare a lungo tempo: l’azienda ha infatti scoperto un enorme giacimento di Gas Naturale al largo delle coste egiziane.

    ENI: in Egitto si brinda alla vittoria - Materie Prime - Commoditiestrading



    .
    Corpo sano in ambiente sano.

    Chi avvelena una persona per vendetta viene condannato per veneficio.
    Chi avvelena milioni di esseri umani per profitto viene onorato come capitano d'industria.

  5. #5
    girevoli
    Data Registrazione
    09 Jul 2009
    Messaggi
    9,380
    Mentioned
    32 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    9

    Predefinito Re: Le guerre del gas

    .

    Qualche giorno fa il mondo è stato sull'orlo di un conflitto tra superpotenze in Siria.

    Girando per la rete ho trovato un interessante articolo di qualche tempo fa; non recentissimo e tuttavia purtroppo ancora attualissimo:

    (...)Robert Kennedy junior, nipote dell'ex presidente degli Stati Uniti John. F. Kennedy, ha spiegato qualche tempo fa in un articolo per la rivista “Politico” le vere cause della guerra in Siria. La radice del conflitto armato in Siria nasce secondo Kennedy in gran parte dal rifiuto del presidente siriano Bashar Assad di consentire il passaggio di un gasdotto dal Qatar verso l'Europa. «La decisione americana di organizzare una campagna contro Assad - afferma Kennedy - non è iniziata a seguito delle proteste pacifiche della primavera araba del 2011, ma nel 2009, quando il Qatar ha offerto di costruire un gasdotto per dieci miliardi di euro che avrebbe dovuto attraversare Arabia Saudita, Giordania, Siria e Turchia».

    Si trattava di una sorta di riedizione allargata della Tapline che aveva portato al golpe del colonnello Zaim nel 1949. Questo progetto avrebbe fatto sì che i paesi del Golfo guadagnassero un vantaggio decisivo sui mercati mondiali e avrebbe rafforzato il Qatar, un Paese strettamente alleato di Washington.
    Il presidente siriano Assad nel 2009 rifiutò il progetto dicendo che avrebbe interferito con gli interessi del suo alleato russo, il più grande fornitore di gas naturale verso l'Europa.

    L’anno seguente, nel 2010, Assad iniziò a trattare con l'Iran, suo alleato storico, per la costruzione di un altro gasdotto destinato a trasportare il gas iraniano verso il Libano passando dall'Iraq: la repubblica islamica, se questo progetto fosse mai stato attuato, sarebbe diventato uno dei più grandi fornitori di gas verso l'Europa. Secondo Kennedy, che cita report dell'intelligence cui ha avuto accesso, subito dopo la bocciatura del progetto iniziale, i servizi americani, assieme al Qatar e all'Arabia Saudita, iniziarono a finanziare l'opposizione siriana e a preparare una rivolta per rovesciare il regime. (...)
    Articolo completo:

    Siria, dietro il conflitto l’eterna guerra per le pipeline - Il Sole 24 ORE
    Corpo sano in ambiente sano.

    Chi avvelena una persona per vendetta viene condannato per veneficio.
    Chi avvelena milioni di esseri umani per profitto viene onorato come capitano d'industria.

  6. #6
    girevoli
    Data Registrazione
    09 Jul 2009
    Messaggi
    9,380
    Mentioned
    32 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    9

    Predefinito Re: Le guerre del gas

    .

    Il Presidente americano minaccia l'Europa: se il gasdotto fra Russia e Germania verrà realizzato sarà l'inizio di una guerra commerciale (...)

    Il progetto Nord Stream 2 prevede il trasporto di gas dalla Russia alla Germania sotto le acque del Mar Baltico. La sua costruzione potrebbe diventare per Mosca un’arma di ricatto nei confronti dell’Ucraina e di altri Paesi dell’est europeo alleati e partner degli Stati Uniti. Dunque, una minaccia alle speranze degli Usa di diventare uno dei principali fornitori di gas in Europa.

    https://www.laregione.ch/economia/ec...reme-su-merkel


    Ad aumentare la tensione, Putin piazza delle navi dotate di cruiser nel mediterraneo per difendere la Siria da eventuali attacchi...

    Putin ha dichiarato che "per quest'anno sono in programma 102 operazioni di navi e sottomarini. Mentre permane il rischio di attacchi da parte di terroristi internazionali in Siria, le nostre navi armate di missili da crociera saranno permanentemente in servizio nel Mediterraneo". "Gli attacchi con missili da crociera e le operazioni dei velivoli impiegati sulle portaerei hanno inflitto gravi perdite ai terroristi ed eliminato le loro strutture e infrastrutture chiave".

    Ma dietro alla lotta all'Isis, c'è anche un segnale chiaro rivolto alle forze che hanno attaccato la Siria. In particolare, è un messaggio agli Stati Uniti, che hanno deciso di inviare le loro forze navali nel Mediterraneo orientale senza più spostarle verso il Golfo Persico...

    http://www.ilgiornale.it/news/mondo/...a-1528074.html
    La portaerei Usa Harry S. Truman... è entrata nel Mediterraneo con il suo gruppo d’attacco...

    La flotta, con a bordo oltre 8.000 uomini, ha una enorme potenza di fuoco. La Truman – superportarei lunga oltre 300 metri, dotata di due reattori nucleari – può lanciare all’attacco, a ondate successive, 90 caccia ed elicotteri. Il suo gruppo d’attacco, integrato da 4 cacciatorpediniere già nel Mediterraneo e da alcuni sottomarini, può lanciare oltre 1.000 missili da crociera...

    Vengono così notevolmente potenziate le Forze navali Usa per l’Europa e l’Africa, con quartier generale a Napoli-Capodichino e base della Sesta Flotta a Gaeta...

    https://www.lantidiplomatico.it/dett...aneo/82_23855/
    .
    Corpo sano in ambiente sano.

    Chi avvelena una persona per vendetta viene condannato per veneficio.
    Chi avvelena milioni di esseri umani per profitto viene onorato come capitano d'industria.

  7. #7
    girevoli
    Data Registrazione
    09 Jul 2009
    Messaggi
    9,380
    Mentioned
    32 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    9

    Predefinito Re: Le guerre del gas

    .


    LIBIA:
    I nuovi giacimenti petroliferi dietro il riaccendersi del focolaio di guerra


    Le mire dell’Eni sul bacino offshore di Sirte e sul gas conteso con Algeri a Ghadames

    (...)

    IL GENERALE cirenaico Haftar, prima di lanciare l’offensiva verso la capitale, ha conquistato la Mezzaluna petrolifera, nel Fezzan, la regione meridionale del Paese dove sono situati i pozzi petroliferi più grandi – il campo di Sharara, il più grande di tutti, gestito dalla Noc in tandem con la spagnola Repsol, la francese Total, l’austriaca Omv e la norvegese Equinor – e il capo di El Feel (o Elephant), dove Noc è in partneship con l’Eni. Da quando Haftar ne ha rilevato il controllo della sicurezza – ma Bengasi non ritiene di ottenere la giusta proporzione dei proventi dell’export dalla Noc, vorrebbe almeno il 40% degli introiti – la produzione non ha subìto contraccolpi. Del resto anche i terminal petroliferi di Ras Lanuf e Sidra da tempo sono sotto il controllo dell’Lna (Esercito nazionale libico) di Bengasi.

    POI C’È GHADAMES, che non è solo l’ antica cittadina berbera dove si dovrebbe svolgere la conferenza nazionale libica dal 14 al 16 aprile prossimi per dare un nuovo e più stabile assetto politico e istituzionale all’intero Paese. Sotto la città dalle mura imbiancate a calce e dalle porte ornate da ghirigori colorati si estende un imponente bacino non solo di petrolio ma soprattutto di gas, su cui anche l’Eni dall’ottobre scorso intende mettere le mani.
    Esiste però un contenzioso tra la confinante Algeria e la Libia fin dai tempi di Gheddafi su questo mare di idrocarburi ancora da sfruttare. E anche l’algerina Sonatrach può vantare un permesso di sfruttamento. Si sta parlando di un piano di sviluppo di 37 pozzi tra petrolio e gas, un affare enorme collegato all’utilizzo della pipeline di Wafa e all’impianto di Mellitah.

    https://ilmanifesto.it/i-nuovi-giaci...aio-di-guerra/
    .
    Corpo sano in ambiente sano.

    Chi avvelena una persona per vendetta viene condannato per veneficio.
    Chi avvelena milioni di esseri umani per profitto viene onorato come capitano d'industria.

 

 

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226