User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 11
  1. #1
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    17 Dec 2004
    Messaggi
    8,883
    Mentioned
    160 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Thumbs up I Democratici Svedesi avrebbero ottenuto un successo nelle elezioni in Svezia di ieri

    Gustatevi il tono preoccupato di questo articolo...



    Svezia, sinistra vince le elezioni ma cresce l'ultradestra

    Socialdemocratici poco sotto il 44%. Le femministe non superano la soglia di sbarramento. Cresce, al 13%, la destra xenofoba. Sconfitto il centrodestra del premier conservatore Reinfeldt, che annuncia le dimissioni
    dal nostro corrispondente ANDREA TARQUINI

    BERLINO - La sinistra ha vinto in Svezia, paese-guida del Grande Nord e potenza tecnologica-industriale e militare di primo piano nella Ue, ma non raggiunge la maggioranza assoluta e potrebbe dover formare un governo di minoranza. La destra radicale xenofoba e antieuropea raddoppia dal 5,7 al 12,9 per cento dei consensi e può complicare la formazione d'ogni maggioranza. Il centrodestra del premier conservatore moderato uscente Fredrik Reinfeldt, schierato con i popolari di Angela Merkel e con la sua linea del rigore, incassa comunque una cocente disfatta, e annuncia le dimissioni.

    Vediamo la forza degli schieramenti: i tre partiti di sinistra (socialdemocratici, verdi, postcomunisti) sommati ottengono il 43,7 per cento dei voti. Delusione per le femministe (FI, iniziativa femminista), che non hanno superato la soglia di rappresentanza del 4 per cento, attestandosi sul 3,1 per cento. Si attesta sul 39,3 per cento la coalizione "borghese" - cioè di centrodestra - di Reinfeldt. Gli Sveriges Demokraterna, cioè i populisti xenofobi dell'abile, giovane Jimmy Akesson, affiliati all'Ukip britannico nell'Europarlamento ma che usa spesso un linguaggio degno degli ultrà del Front National francese o della Lega, arriva al 12,9 per cento. E subito si definisce "l'ago della bilancia" del nuovo parlamento.

    Alla sinistra andrebbero 158 seggi (ne servono 175 per la maggioranza), alla destra 142 e agli xenofobi ben 49.

    Di fronte a questi risultati il leader socialdemocratico Stefan Lofven si dice pronto ad avviare le consultazioni per formare un nuovo governo e cita in primo luogo i verdi, ma tende la mano anche ad altre forze politiche escludendo a priori soltanto la formazione di Akesson. Dopo otto anni di governo del centrodestra, con un alto tasso di disoccupazione e diversi indicatori sociali in ribasso, il compito di Lofven non è facile. "Siamo in una situazione seria - dice ai suoi sostenitori che festeggiano la vittoria - Abbiamo migliaia di disoccupati. Abbiamo i dati delle scuole in discesa più che in qualsiasi altro paese dell'Ocse. In Svezia c'è qualcosa che si sta rompendo. Ora gli svedesi hanno attestato che abbiamo bisogno di un cambiamento. Bisogna cambiare direzione".

    Il voto il Svezia è di prima importanza per l'intera Unione europea. Primo, per il peso economico, geopolitico e militare della potenza egemone del grande nord, modernissimo e ricchissimo paese industriale ed esportatore di eccellenze tecnologiche, strutturalmente creato nel dopoguerra dai socialdemocratici. Secondo perché la vittoria delle sinistre rappresenta uno schiaffo ad Angela Merkel e al suo rigore a ogni costo e una vittoria dei socialisti europei di Renzi e di Schulz. Terzo perché la misura del successo degli Sveriges Demokraterna, la destra radicale appunto, dà la misura di quanto xenofobi ed euroscettici (primo partito nella Francia potenza atomica, dove se si votasse oggi Marine Le Pen diverrebbe presidente e avrebbe il comando delle 300 testate nucleari della Force de frappe strategica) siano pericolosi al nord e ovunque nell'Unione europea stretta tra rigore, recessione, disincanto dei ceti popolari e disoccupazione, specie giovanile, in crescita.

    Svezia, sinistra vince le elezioni ma cresce l'ultradestra - Repubblica.it

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Super Troll
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    cancellato
    Messaggi
    50,816
    Mentioned
    1013 Post(s)
    Tagged
    40 Thread(s)

    Predefinito Re: I Democratici Svedesi avrebbero ottenuto un successo nelle elezioni in Svezia di

    E' un paese talmente equilibrato che non vedo in che modo i democratici svedesi possano cambiare la politica del paese.
    hanno la fortuna di avere la loro moneta e di FREGARSENE della UE, a prescindere dai democratici.
    Ci sono stato tante volte in Svezia ma non ho mai visto una bandiera UE, bandiere svedesi fuori dalle case ce ne sono e molte
    Ultima modifica di FrancoAntonio; 15-09-14 alle 10:12
    non piu' interessato a questo forum

  3. #3
    Forumista storico
    Data Registrazione
    04 May 2009
    Messaggi
    34,769
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: I Democratici Svedesi avrebbero ottenuto un successo nelle elezioni in Svezia di

    Toh!
    Un altro che è stato molte volte in Svezia.
    Ricorda tanto l'animale verde, alias Regina.
    Quello non ne aveva capito un cacchio...
    Ultima modifica di ventunsettembre; 15-09-14 alle 10:15
    Se il popolo permetterà alle banche private di controllare l’emissione della valuta, con l’inflazione, la deflazione e le corporazioni che cresceranno intorno, lo priveranno di ogni proprietà, finché i figli si sveglieranno senza casa.

  4. #4
    Super Troll
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    cancellato
    Messaggi
    50,816
    Mentioned
    1013 Post(s)
    Tagged
    40 Thread(s)

    Predefinito Re: I Democratici Svedesi avrebbero ottenuto un successo nelle elezioni in Svezia di

    Citazione Originariamente Scritto da ventunsettembre Visualizza Messaggio
    Toh!
    Un altro che è stato molte volte in Svezia.
    Ricorda tanto l'animale verde, alias Regina.
    Quello non ne aveva capito un cacchio...
    allora visto che hai capito tutto tu, fammi sapere il tuo pensiero
    non piu' interessato a questo forum

  5. #5
    Forumista storico
    Data Registrazione
    04 May 2009
    Messaggi
    34,769
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: I Democratici Svedesi avrebbero ottenuto un successo nelle elezioni in Svezia di

    Citazione Originariamente Scritto da Candido Visualizza Messaggio
    allora visto che hai capito tutto tu, fammi sapere il tuo pensiero
    Non ho mai detto che TU non hai capito.
    Però ora devo dire, e posso farlo a ragion veduta, che non hai capito nulla del mio intervento, che non si riferiva a te circa il non capire.
    Quindi posso permettermi di dire ora, dati alla mano, che sei in effetti molto simile all'altro.
    Che era specializzato, tra le altre cose, nei molti "alias".
    Saluti.
    Ultima modifica di ventunsettembre; 15-09-14 alle 10:36
    Se il popolo permetterà alle banche private di controllare l’emissione della valuta, con l’inflazione, la deflazione e le corporazioni che cresceranno intorno, lo priveranno di ogni proprietà, finché i figli si sveglieranno senza casa.

  6. #6
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    49,549
    Mentioned
    39 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: I Democratici Svedesi avrebbero ottenuto un successo nelle elezioni in Svezia di

    Grande coalizione.
    Rubano, massacrano, rapinano e, con falso nome, lo chiamano impero; infine, dove fanno il deserto dicono che è la pace.
    Tacito, Agricola, 30/32.

  7. #7
    Forumista senior
    Data Registrazione
    05 Oct 2010
    Messaggi
    2,318
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: I Democratici Svedesi avrebbero ottenuto un successo nelle elezioni in Svezia di

    Beh una grande vitoria dei democratici di svezia non direi.

    Tenendo presente la situazione in svezia esplosiva. In italia si fa a gara per vantare la propria superiorità nell'operazione mare nosturm, ma la svezia è molto più accogliente dell'italia in questo tema.

    Gli svedesi sono ostaggi tra due blocchi, della sinistra e destra, ormai simili in tutto, basta vedere le politiche fatte. Oggi è tornata al potere la sinistra, la quale ha una tradizione di guida della nazione di oltre 40 anni o più.


    Il fatto che i democratici di svezia abbiano preso il 10% a mio avviso non è poi così tanto.

    Il partito di iniziativa femminista di estrema sinistra ha preso il 3,1% - vedere questo grafico: Valresultat | Riksdag | Valåret 2014 | Nyheter | Aftonbladet


    7,2% a Stoccolma, 6,4% a Goteborg e 5,5% a Malmoe - praticamente vanno forte nella aree urbane e più è grande la città più prendono. Da nessuna parte sono sotto l'1% - il minimo è l'1,3% a Jonkoping, una città di 90.000 abitanti


    QUINDI a mio avviso un sufficiente risultato. Queste predicano il sessismo puro. Vedasi anche questo articolo; Svezia, boom del partito femminista
    Eletta la «supereroina antirazzista»


    Con il 5,3% dei voti «Iniziativa femminista» conquista un seggio a Bruxelles. La leader Soraya Post, di etnia rom: «Femminismo sia parte integrante delle politiche europee»


    Svezia, boom del partito femminista Eletta la «supereroina antirazzista» - Corriere.it


    Alcuni suoi slogan:

    Il femminismo deve diventare parte integrante di tutte le politiche europee, a cominciare dal budget per esempio. Voglio combattere per migliorare la situazione dei rom e per far questo bisogna essere dove si decide, nei palazzi del potere. Non appena sarò eletta mi metterò al lavoro».

    Quindi a lei e al suo partito interessa fare gli interessi dei rom. Lo dice lei. Il giornale è la fonte del corriere.

    Il partito è stato votato da svedesi.



  8. #8
    Forumista senior
    Data Registrazione
    08 Jan 2011
    Messaggi
    4,662
    Mentioned
    19 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: I Democratici Svedesi avrebbero ottenuto un successo nelle elezioni in Svezia di

    Mah, resto sempre abbastanza perplesso dalle notizie provenienti dalla scandinavia, ma anche dalla mittel europa. La loro idea di accoglienza, è a dir poco masochista. Ogni volta che mi confronto con qualcuno di loro, vien fuori sempre lo stesso aspetto mentale. Cioè, mi pare che siano convinti che tutti alla fine si possano comportare come loro, e che è un limite pensare il contrario. Proprio non gli entra nel cervello, che è una cultura assolutamente diversa e non integrabile. Mi sembran proprio gente bambasciona, un po rincoglionita. E ahi me in parte anche se inferiore, lo noto anche tra gli svizzeri. Paese che frequento spesso. Forse servirebbe proprio una bella guerra con qualche milione di morti, così tanto per svegliare le menti.

  9. #9
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    17 Dec 2004
    Messaggi
    8,883
    Mentioned
    160 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Re: I Democratici Svedesi avrebbero ottenuto un successo nelle elezioni in Svezia di

    Mi sembra che, proprio perché si parte da situazioni difficili come quella svedese, un partito con delle idee decenti che raddoppia i suoi voti sia un buon segnale.

  10. #10
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    17 Dec 2004
    Messaggi
    8,883
    Mentioned
    160 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Re: I Democratici Svedesi avrebbero ottenuto un successo nelle elezioni in Svezia di

    Svezia, non passa la Finanziaria Il governo convoca elezioni anticipate

    L’accordo sul bilancio salta su welfare e immigrazione. Dopo tre mesi il Paese tornerà alle urne il 22 marzo.

    03/12/2014
    monica perosino






    Quello che la maggioranza degli svedesi temeva è successo: il governo del premier Stefan Lofven - in carica da appena tre mesi - non ha superato la prova della legge di bilancio, che i quattro partiti di centrodestra e gli ex neonazi Democratici svedesi hanno bocciato. Lofven, sostenuto da socialdemocratici e Verdi (che non hanno la maggioranza in Parlamento), non è riuscito a convincere i quattro partiti di centrodestra a trovare una soluzione di compromesso e ha chiesto la convocazione delle elezioni anticipate.

    Le elezioni si terranno il prossimo 22 marzo e consentiranno agli elettori di esprimere il loro giudizio sul nuovo «panorama politico», ha affermato il premier nel corso di una conferenza stampa convocata dopo la bocciatura in Parlamento. E i Democratici svedesi, dopo le elezioni di settembre nelle quali hanno ottenuto il 13% e conquistato 49 seggi, divenendo il terzo partito del Paese, sono e resteranno sempre di più l’ago della bilancia della politica in Svezia: unendo i propri voti a quelli del centrodestra hanno respinto la proposta di finanziaria presentata dal governo di centro sinistra con 182 voti contrari, rispetto ai 152 favorevoli. I Ds hanno deciso di spostare il peso sul budget 2015 a vantaggio del fronte d’opposizione, sottraendo al governo rosso-verde il sostegno esterno necessario ad approvare un bilancio basato sulla conservazione del welfare, sul tema del lavoro, sulla conferma di norme liberali in tema d’immigrazione.

    Il primo ministro socialdemocratico Stefan Lofven, 57 anni, si era trovato così a dover tentare soluzioni alternative: nella notte ha cercato di arrivare in extremis a un accordo con i nazional-populisti dei Democratici Svedesi che non gli hanno perdonato tuttavia la politica sull’immigrazione. Questa mattina, secondo la stampa svedese, era già chiaro che Lofven aveva fallito il gioco della sua ultima carta e che si preparava a gettare la spugna. «Non prenderò l’iniziativa di intavolare nuovi negoziati» ha annunciato Lofven. Poi ha insistito con determinazione: «Abbiamo formato un governo, abbiamo un budget: sarà così che ci presenteremo alle prossime elezioni».

    Per la Svezia questa crisi lampo è inedita: si deve tornare al 1958 per trovare un voto anticipato ed è una novità sia la breve durata del governo attuale, che resterà in carica per l’ordinaria amministrazione, sia la singolare circostanza che Jimmie Akesson, il leader della destra estrema che ha combattuto (perdendo) contro Lofven, sia fuori gioco da tempo (e chissà per quanto) per ragioni di salute. L’uomo che ne ha preso il posto, Mattias Karlsson, ha ammesso che il partito ha giocato una partita tattica sul budget, ma ha accusato nel contempo il governo di «essersi rovinato con le proprie mani rifiutandosi di ascoltare le istanze della destra sull’immigrazione».

    Se i rapporti di forza resteranno più o meno stabili, giudicano molti osservatori scandinavi, sarà comunque molto difficile formare una maggioranza coesa anche dopo il voto, avendo attualmente socialdemocratici e Verdi non più del 37,9% dei consensi. La ragioni della polarizzazione del conflitto non potranno del resto che aggravarsi, se è vero che, con una previsione di almeno altri centomila arrivi nel 2015, il dossier dell’immigrazione è destinato a restare in primo piano.

    La Stampa - Svezia, non passa la Finanziaria Il governo convoca elezioni anticipate
    Ultima modifica di Luis Molina; 04-12-14 alle 18:22

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226