User Tag List

Risultati da 1 a 4 di 4
  1. #1
    + Gothic +
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    LocalitÓ
    Napoli
    Messaggi
    17,936
    Mentioned
    106 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito La Germania scopre l'instabilitÓ politica

    LA GERMANIA SCOPRE L’INSTABILIT└ POLITICA

    East Side Report, 1 giugno 2010

    di Pierluigi Mennitti


    ╚ un lunedý di fine maggio freddo e grigio a Berlino, quando il presidente della Bundesrepublik Horst K÷hler si presenta in una sala della sua residenza dello Schloss Bellevue con la moglie al fianco, e con voce commossa e solenne annuncia una decisione sorprendente: źVi rendo noto le mie dimissioni dal ruolo di presidente della Repubblica federale con effetto immediato╗. ╚ un fulmine a ciel sereno, sebbene il presidente sia stato per molti giorni al centro delle critiche per le sue dichiarazioni sull’impegno delle truppe tedesche in Afganistan.

    Una presenza, aveva detto K÷hler il 22 maggio scorso a margine della sua visita nella regione di Kunduz dove sono impegnate le truppe tedesche, che Ŕ giustificata anche da interessi economici del nostro paese e non solo strategici. Da qui le critiche, anche pesanti, giunte dai partiti tedeschi di opposizione ma anche di parte della maggioranza (particolarmente violente quelle dell’esponente dei Verdi JŘrgen Trittin) e dallo stesso ambiente militare.

    źLe mie dichiarazioni su una questione importante e delicata per la nostra nazione sono state aspramente criticate e soprattutto travisate – ha proseguito il presidente – ma le critiche sono andate oltre, fino al punto da insinuare che io sarei a favore di un impiego delle truppe al di fuori delle regole costituzionali. Tali accuse non hanno alcun fondamento e ledono il rispetto dovuto al ruolo che ricopro╗. Il mondo politico Ŕ sotto choc: Ŕ la prima volta nella storia della Repubblica federale che un presidente si dimette. K÷hler era al primo anno del suo secondo mandato. Era stato eletto la prima volta nel 2004 e confermato esattamente un anno fa, come candidato dei partiti di centrodestra, Cdu-Csu e Fdp, che sono attualmente al governo. In entrambi i casi super˛ la candidata delle forze di sinistra, Gesine Schwann, espressa dall’Spd e dai Verdi. Era anche il primo presidente nato fuori dagli attuali confini tedeschi: esattamente a Skierbieszˇw, in Polonia, dove la sua famiglia di etnia tedesca e originaria della Bessarabia rumena fu costretta a emigrare ai tempi dell’occupazione nazista della Polonia. In fuga dall’avanzata dell’Armata Rossa, la famiglia K÷hler ripieg˛ nei dintorni di Lipsia, dove si stabilý fino al 1953, quando attraverso il corridoio di Berlino ovest riuscý finalmente a fuggire in occidente.

    Fin qui la cronaca. Secondo la Costituzione, sarÓ il presidente del Bundesrat Jens B÷hrnsen, borgomastro di Brema dell’Spd, a gestire la fase di transizione che dovrÓ concludersi entro un mese, quando la Bundesversammlung, la speciale assemblea che elegge il presidente, dovrÓ riunirsi per una nuova elezione. Ma la sorprendente decisione di K÷hler piomba in un momento assai delicato per la politica tedesca. Il governo di Angela Merkel naviga in acque agitate, negli ultimi mesi ha perduto una parte del consenso che aveva permesso la vittoria elettorale del settembre scorso e si trova di fronte il difficile passaggio delle misure di risparmio necessarie per affrontare la crisi finanziaria che ha colpito l’euro. Il suo job approval Ŕ sceso al 48 per cento, ma quel che pi¨ preoccupa sono i dieci punti in meno rispetto a un mese fa: ad aprile era ancora al 58 per cento. Tre settimane fa la coalizione Cdu-Fdp ha perduto le elezioni nella importante regione del Nordreno Vestfalia, perdendo anche la maggioranza nella camera federale del Bundesrat. Ora la doccia fredda delle dimissioni del “suo” presidente, dopo quelle dalla politica del potente presidente della regione dell’Assia, il cristiano-democratico Roland Koch, esponente dell’ala conservatrice della Cdu, in polemica con la Merkel.

    La maggioranza nella Bundesversammlung ci sarebbe ancora, ma l’umore generale tende al nero e per la cancelliera si apre la fase pi¨ difficile e pericolosa della sua fin qui brillante carriera politica. Le sue prime reazioni alle dimissioni di K÷hler sono state improntate a grande diplomazia: tristezza, rimpianto e rispetto per la scelta del presidente. Ma se la maggioranza piange, l’opposizione non ride. Anche il principale partito della sinistra, l’Spd, non vive giorni di gloria. I sondaggi a livello nazionale continuano a segnalare che la crisi vissuta lo scorso anno non Ŕ stata affatto superata e che la nuova leadership emersa dopo la sconfitta alle politiche fatica a imporsi fra gli elettori. La vittoria dimezzata in Nordreno Vestfalia Ŕ stata, in realtÓ, pi¨ una sconfitta della Cdu e i tentativi di formare un governo regionale con i Verdi e con la Linke sono falliti. L’incertezza permane, il ricorso a un nuovo voto non Ŕ escluso, la paralisi di DŘsseldorf rispecchia quella di un paese che si Ŕ improvvisamente scoperto vulnerabile proprio in uno dei suoi punti di forza: la stabilitÓ. Il quadro resta complesso e confuso nello scenario di un parlamento in cui ormai trovano stabile presenza cinque partiti, uno dei quali – la Linke – viene per˛ ancora ritenuto non affidabile per un governo nazionale dagli altri quattro. L’elezione del presidente della Repubblica Ŕ spesso stata un segnale per i futuri equilibri della politica, ma questa volta il puzzle che dovrÓ essere composto appare davvero difficile.

    LA GERMANIA SCOPRE L’INSTABILIT├€ POLITICA ź EAST SIDE REPORT
    Ultima modifica di Florian; 02-06-10 alle 20:49

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Super Troll
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    LocalitÓ
    cancellato
    Messaggi
    51,932
    Mentioned
    1017 Post(s)
    Tagged
    40 Thread(s)

    Predefinito Rif: La Germania scopre l'instabilitÓ politica

    certo sono le dimissioni di un presidente senza poteri, non molto determinanti a livello politico, le dimissioni di Leone nel 1978 furono piu' drammatiche perchŔ frutto di ricatti contro il presidente
    Ultima modifica di FrancoAntonio; 02-06-10 alle 20:50
    non piu' interessato a questo forum

  3. #3
    + Gothic +
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    LocalitÓ
    Napoli
    Messaggi
    17,936
    Mentioned
    106 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: La Germania scopre l'instabilitÓ politica

    Citazione Originariamente Scritto da Candido Visualizza Messaggio
    certo sono le dimissioni di un presidente senza poteri, non molto determinanti a livello politico, le dimissioni di Leone nel 1978 furono piu' drammatiche perchŔ frutto di ricatti contro il presidente
    Sý, ma Ŕ un altro pezzo di CDU che cade.

  4. #4
    Super Troll
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    LocalitÓ
    cancellato
    Messaggi
    51,932
    Mentioned
    1017 Post(s)
    Tagged
    40 Thread(s)

    Predefinito Rif: La Germania scopre l'instabilitÓ politica

    Citazione Originariamente Scritto da Florian Visualizza Messaggio
    Sý, ma Ŕ un altro pezzo di CDU che cade.
    speriamo venga eletto un altro CDU
    non piu' interessato a questo forum

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 27-09-13, 14:30
  2. Risposte: 22
    Ultimo Messaggio: 14-12-12, 17:05
  3. Anarchia e instabilitÓ politica
    Di Jared nel forum FantaTermometro
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 27-11-12, 00:25
  4. Risposte: 64
    Ultimo Messaggio: 17-09-08, 23:17
  5. Chomsky: la politica estera Usa porta instabilitÓ
    Di il bombarolo nel forum Politica Estera
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 03-12-07, 15:09

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226