User Tag List

Risultati da 1 a 2 di 2
  1. #1
    POL
    POL è offline
    Servizio Forum
    Data Registrazione
    15 Jul 2009
    Messaggi
    20,743
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Lightbulb L'ex M5S Favia presenta una lista alle regionali in concorrenza con il M5S


    Sondaggio Digis per Liguria Civica: Regionali, PD in testa e M5S al 27%, ma un ligure su due non voterebbe
    In vista delle elezioni regionali della prossima primavera, è di questi giorni la pubblicazione di un sondaggio realizzato da Digis e commissionato da Liguria Civica, movimento fondato dall’imprenditore Maurizio Rossi, proprietario dell’emittente televisiva Primocanale, senatore eletto nella lista Monti e attualmente tra le fila del gruppo misto.
    Innanzitutto, da una prima domanda posta nel sondaggio, emerge una sostanziale spaccatura fra coloro che vogliono che la propria Regione resti istituzionalmente così com’è (i quali rimangono comunque una leggera maggioranza con il 52%) e chi invece, di fronte alla prospettiva di una razionalizzazione delle spese e di un miglioramento, riterebbe utile la creazione di una macroregione di almeno 5 milioni di abitanti (47%).
    Di fronte, invece, agli scandali sui rimborsi che ha coinvolto un po’ tutte le regioni italiane, il giudizio dei liguri è netto, con i partiti che dovrebbero escludere dalle proprie liste le persone coinvolte nelle inchieste per il 93% degli intervistati.
    Una percentuale ampia vedrebbe inoltre favorevolmente un patto fra partiti di maggioranza e di opposizione per un cambiamento radicale della Regione: lo pensa addirittura l’83% di tutti gli intervistati e il 78% degli elettori di centrosinistra.

    Decisamente più tiepida l’apertura rispetto all’ipotesi che a guidare la Regione nei prossimi 5 anni possa essere, invece, una personalità non ligure, ma in grado di garantire un profilo più elevato rispetto agli attuali possibili candidati: fra tutti, il 42% si dice favorevole, con la percentuale scende fino al 19% fra l’elettorato di centrosinistra.
    E come prossimo Presidente della Regione, il più “gettonato” fra gli ipotetici candidati PD finora in campo risulta essere il ministro della giustizia Andrea Orlando, preferito dal 42% degli elettori di centrosinistra, seguito dall’Assessore regionale alle Infrastrutture Raffaella Paita (23%), mentre appaiono distanti tutti gli altri, con il solo segretario regionale Giovanni PD Lunardon che fra gli elettori della sua parte politica supera il dieci per cento.
    I liguri, nel complesso, rimangono comunque dell’idea che il vincitore delle primarie di centrosinistra che si svolgeranno prossimamente, anche se ancora non è stata fissata una data, sarà probabilmente il prossimo Presidente della Regione Liguria: il 78% fra tutti gli elettori gli attribuiscono infatti molte o buone probabilità, con la percentuale che naturalmente aumenta fra gli elettori di centrosinistra.

    Le opinioni rispetto alla conferma del centrosinistra allla guida della Regione Liguria viene confermata dalle intenzioni di voto del sondaggio Digis. Infatto il Partito Democratico, che alle europee aveva ottenuto il 41,7%, è accreditato da solo del 39,3%, cui si aggiuge, fra gli altri possibili alleati, un 3,4% di SEL.
    Nel campo del centrodestra tutti i partiti arretrerebbero rispetto alle europee con Forza Italia in particolare che non andrebbe oltre il 12,8%; fra gli altri la Lega Nord è accreditata del 5,2%, il Nuovo Centrodestra del 2,5% e Fratelli d’Italia del 2,4%.
    Fuori dalle due maggiori coalizioni, il dato del Movimento 5 Stelle si conferma importante, con il 27,1%, in una regione che alle politiche 2013 aveva premiato il movimento del genovese Beppe Grillo addirittura con il 32,1%.
    Il dato, però, risulta condizionato da un dato altissimo di potenziali astenuti, pari al 52,1% degli elettori, cui si aggiunge circa un terzo di indecisi, a dimostrare come gli accadimementi dei prossimi mesi saranno importantissimi per comprendere come andrà veramente a finire.



    Scritto da: Francesco Anania
    ----------------------------------------------------------------
    |Clicca qui per leggere l'articolo|
    ----------------------------------------------------------------
    |Clicca qui per leggere gli articoli riguardanti gli ultimi Sondaggi Politici|

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    POL
    POL è offline
    Servizio Forum
    Data Registrazione
    15 Jul 2009
    Messaggi
    20,743
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Arrow L'ex M5S Favia presenta una lista alle regionali in concorrenza con il M5S


    Giovanni Favia, epurato dal M5S, si è ripreso la sua rivincita lanciando la raccolta*di seimila firme, per sostenere le candidature in Regione *“Liberi Cittadini per l’Emilia Romagna”,**federazione di liste civiche nata “per creare una vera alternativa a questa amministrazione stagnante e per portare in Regione l’esperienza di una lista fatta interamente di soggetti civili”, come ha detto in conferenza stampa lo stesso Favia che però non*figura tra i 26 nomi in lizza. Il candidato alla presidenza della Regione è Maurizio Mazzanti, consigliere comunale di Budrio che nel 2012 aveva già dato vita alla lista “Noi per Budrio” candidandosi come sindaco e guadagnando il 14% dei consensi: “Siamo convinti di riuscire a far eleggere una rappresentanza in viale Aldo Moro – ha detto – La nostra esperienza parte dal basso, con l’obiettivo di contrastare il degradato sistema dei partiti politici”. Alla presentazione della lista c’erano la senatrice del gruppo misto Adele Gambaro (“Gli anni passano anche per Grillo. Ho letto articoli sul Circo Massimo che lo dicevano sottotono, non è il Grillo di cinque anni fa. Questo è normale. Credo che potrebbe anche essere stanco, potrebbe essere comprensibile”) epurata nel giugno 2013 dal movimento, e il consigliere comunale Federica Salsi, anche lei espulsa da Grillo: “Liberi cittadini non è una lista che raccoglie ex-5 stelle – ha spiegato Salsi – e lo testimonia il fatto che nessuno di noi figura come candidato”. Passando poi al programma elettorale, Mazzanti ne ha enunciato i punti forti, “che sono i nostri principi, la trasparenza nella gestione degli enti, la semplificazione attraverso l’alleggerimento della burocrazia e la coerenza. Tutte cose che i partiti hanno dimenticato”.

    Favia ha attaccato invece il fondatore dei Cinque Stelle: “Grillo è un danno per la democrazia, perchè è riuscito a trasformarla da diretta a eterodiretta*e il M5s è un partito-agenzia. un ufficio di collocamento”.*L’ex M5S ritiene il progetto di Beppe Grillo “ormai fallito. Quello che sette anni fa era un disegno pulito, oggi non c’è più. Ora ci sono solo arrampicatori sociali che ripetono degli slogan a memoria, sono totalmente impreparati e fanno gli adulatori del popolo”. “Sono vicino a Defranceschi, perchè ci sono passato anche io – aggiunge Favia sul suo ex collega di gruppo – Uscire dal Movimento è psicologicamente difficilissimo. C’è talmente tanto fanatismo che al suo interno si respira un clima da ‘settà. Sono pecore che dietro la tastiera diventano dei dobermann»”


    Scritto da: Giuseppe Spadaro
    ----------------------------------------------------------------
    |Clicca qui per leggere l'articolo|
    ----------------------------------------------------------------
    |Clicca qui per leggere gli articoli di attualità|

 

 

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226