User Tag List

Risultati da 1 a 8 di 8
  1. #1
    Conservatorismo e Libertà
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    17,350
    Mentioned
    13 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Udienza preliminare ricorso Presidenza del Senato + controricorso Ronnie

    Il Presidente della Corte Costituzionale di PIR

    Visto il ricorso presentato dalla Presidenza del Senato in data 1/11/2014:

    La presidenza del Senato
    su iniziativa dei Senn. Thomas Lenin, centrale

    FATTO



    Analisi articolo 35 della Costituzione:
    La presidenza del Senato ha analizzato l'articolo 35 della Costituzione ed ha avuto dubbi di applicazione al riguardo, precisamente ai commi 1 e 3.
    In particolare la suddetta presidenza si è chiesta in applicazione del comma 1, se le sedute per integrare il giudice mancante fossero in applicazione esclusiva della II seduta del Senato.
    Inoltre la presidenza non è riuscita a determinare il quorum e come esso deve essere calcolato.

    DIRITTO
    L'articolo 35 della Costituzione disciplina l'elezione dei giudici della Corte Costituzionale, in particolare il comma 1 regola le modalità di elezione e il comma 3 fissa il quorum di raggiungimento di un'elezione.

    Articolo 35
    L'elezione della Corte Costituzionale

    1. La Corte Costituzionale è eletta dal Senato e dal Presidente di POL durante la seconda seduta del Senato ed ha mandato annuale.
    2. La lista dei candidati è predeterminata secondo la legge organica sulla Corte in modo da garantire magistrati scelti tra i giuristi di provata esperienza, deve comporsi di almeno nove nomi e può essere integrata da candidature libere solo in mancanza di candidati di diritto.
    3. Nella votazione ogni Senatore può esprimere più di una preferenza, al massimo una per ognuno dei candidati presentati al voto, di cui risultano eletti solo i primi tre per numero di preferenze ricevute, a condizione che esse superino i due terzi dei membri del Senato partecipanti alla seduta.
    4. Il Presidente di POL vota per ultimo, ed il suo voto assicura precedenza al candidati che siano, con esso, alla pari di un altro. Se due candidati sono entrambi alla pari tra loro a seguito del voto presidenziale su entrambi, il Presidente attribuisce con proprio pronunciamento un ulteriore precedenza ad uno tra di loro.
    5. In caso uno o più candidati rigettino il mandato ricevuto o non raggiungano la maggioranza minima, si procede ad oltranza a nuove votazioni per i soli posti ancora da coprire.

    CHIEDE
    1) di interpretare il comma 1, specificando il/i momento/i opportuno/i per procedere alle fasi di integrazione della Corte nella legislatura del Senato;
    2) di interpretare il comma 5, specificando quale quorum si deve raggiungere per la positività dell'elezione e come deve essere calcolato.

    Distintamente,
    1 Novembre 2014
    Il presidente del Senato
    Thomas Lenin

    Il vicepresidente del Senato
    centrale
    e il contro-ricorso presentato dal Sen. Ronnie:

    ControRicorso alla Corte Costituzionale

    il Sen. Ronnie
    - nell'interesse dell'ordinamento
    - alla luce del ricorso della Presidenza del Senato

    FATTO

    1. In ordine alla prima domanda dei Sen. Lenin e Centrale. Lo scrivente lamenta che i ricorrenti, pur chiamando come un ordinario "ricorso" il proprio atto hanno elevato quello che è in realtà un appello contro una sentenza della Corte resa nel giudizio sul ricorso dello scrivente, e pertanto controricorre in quanto interessato alla non ammissione e alla conservazione del giudizio in oggetto.

    2. In ordine alla seconda domanda dei Sen. Lenin e Centrale. La Presidenza ricorrente chiede una sentenza interpretativa sulla Costituzione, in particolare a proposito di un comma redatto dallo scrivente, rifiutando di fornire per prima la propria interpretazione dello stesso. Lo scrivente controricorre in quanto interessato alla non ammissione della domanda o a partecipare alla discussione per maggior garanzia della conservazione dell'intenzione legislativa originale versata nella normativa.

    DIRITTO

    1. Per l'inammissibilità dell'appello. La sentenza della Corte Costituzionale ha già chiaramente espresso quando si debba aprire la seduta vincolata per l'integrazione della Corte, laddove ha introdotto nella Legge Organica sulla Corte Costituzionale questa disposizione destinata a rendere espliciti i vincoli che sorgono dalla ratio dell'articolo 35.:
    Citazione Originariamente Scritto da SENTENZA SUL RICORSO SEN. RONNIE N. 2/2014
    - si dichiara l'illegittimità costituzionale della legge organica sulla corte costituzionale nella parte in cui non prevede l'articolo di seguito indicato:
    Articolo 2
    Elezione suppletiva

    1. In caso di dimissioni volontarie o decadenza di un giudice nell’arco del mandato annuale si procede con tempestività all'elezione del sostituto secondo le procedure dell'articolo 35 della costituzione.
    2. Il mandato del giudice eletto in seguito a dimissioni o decadenza di un altro giudice è legato a quello della corte che va a reintegrare.
    Ora: 1) A parere di chi scrive è evidente che la tempestività del primo comma è sinonimo di una distanza di tempo molto vicina, ciò vuole dire con la medesima evidenza (e stupisce che la Presidenza finga di non capire) che la seduta per integrare la Corte deve essere la prima utilmente spendibile per l'elezione
    (i.e. la prima dopo una qualsiasi già aperta che non sia a sua volta vincolata, il che è tra l'altro proprio quanto la presidenza ha fatto in questa legislatura giacchè si è usata la seconda che era la prima utile dopo la prima che era come noto vincolata al presidente)

    2) se è evidente che il secondo comma indica che il mandato del giudice suppletivo si conclude alla seconda seduta della successiva legislatura (che reintegra la corte) è anche evidente che non esiste alcun altro indice possibile per desumere un diverso significato del comma 1: la prima utile.

    Pertanto il ricorso in realtà chiede un appello, cioè un illegale bis in idem su quanto già statuito con una sentenza della Corte, che invece è già chiaro oltrechè già praticato. Quella sentenza va benissimo così e non ha bisogno di revisioni.

    2. Circa l'interpretazione del comma 3 dell'art. 35. I ricorrenti, che sbagliano nel ricorso chiamando 5 quello che più sopra correttamente chiamano comma 3, manifestano problemi nella lettura del comma 3, che invece è chiarissima:

    3. Nella votazione ogni Senatore può esprimere più di una preferenza, al massimo una per ognuno dei candidati presentati al voto, di cui risultano eletti solo i primi tre per numero di preferenze ricevute, a condizione che esse superino i due terzi dei membri del Senato partecipanti alla seduta.

    E' stato scritto di questo articolo (ed è stato votato) secondo questo articolo più volte, anche la presente Corte. Lo scrivente ritiene che debba essere considerato tout court inammissibile chiedere alla Corte una interpretazione senza proporre almeno un problema preciso da risolvere! Con ciò si vuol dire: dica primariamente il Presidente del Senato come interpreta egli l'articolo, perchè è nei suoi poteri. Se qualcuno contesterà allora discuteremo secondariamente qui, ma non si creda legittimo fare ricorsi alla Corte manifestamente inutili che la intasano e basta. Delle due l'una: o si pone una questione precisa proponendo comunque primariamente la propria visione ma chiedendo lumi e una risposta alla Corte, e allora il ricorso può considerarsi ammissibile, o almeno si interpreta primariamente secondo l'articolo del regolamento che dà a ogni autorità il potere di interpretazione e si attende che qualcuno, eventualmente, si opponga, ma i "ricorsi in bianco" non sembrano una cosa legittima.

    Articolo 47 Competenza interpretativa
    1. L'organo primariamente chiamato ad applicare la legge è interprete di essa, i suoi atti sono considerati precedenti, ogni procedimento interpretativo successivo ai precedenti -dello stesso o di altri organi- dovrà rendere conto dei mutamenti di orientamento sopravvenuti.
    2. Il potere Giudiziario ha competenza interpretativa generale, retroattiva e vincolante, nelle forme previste da questa Costituzione.

    Di conseguenza: 1) l'organo deve primariamente interpretare 2) poi può procedere A- ad applicare (ed eventualmente secondariamente difendere il proprio operato) B- a chiedere parere alla Corte, ma sempre avendo primariamente detto la sua. La Corte, comunque, ha il privilegio di giudicare su precedenti e interpretazioni già fornite. Non si possono scaricare sulla Corte le responsabilità che sono proprie di ogni organo e le scelte che ogni organo deve fare. L'opportuna sanzione di ciò è l'inammissibilità.

    Per questi motivi
    CHIEDE


    Separatamente ciascuna

    Domanda n.1. La non ammissione della prima domanda del ricorso Lenin e Centrale per illegittimo appello.

    Domanda n.2. In via subordinata alla denegata e non creduta ipotesi di non accoglimento della prima, la propria costituzione come parte controinteressata in giudizio.

    Domanda n.3. La non ammissione della seconda domanda del ricorso Lenin e Centrale per incompletezza della domanda di interpretazione: non avendo esposto i ricorrenti la propria lettura della norma che sono primariamente chiamati a dare.

    Domanda n.4. In via subordinata alla denegata e non creduta ipotesi di non accoglimento della terza, la propria costituzione come parte controinteressata in giudizio.

    POL, addì 1 novembre 2014
    Sen. Ronnie

    CONVOCA

    la Corte costituzionale di PIR in camera di consiglio all'udienza del 3 Novembre 2014, con inizio alle ore 18.
    Nomina relatore il Giudice Danny, il quale dovrà riferire sull'ammissibilità del ricorso proposto dalla Presidenza del Senato e sull'ammissibilità del contro-ricorso del Sen. Ronnie.
    I due ricorsi sono unificati nel giudizio di ammissibilità per motivi di economia processuale, in quanto essi con ogni evidenza oggettiva vertono sulle medesime questioni.
    Ciò non toglie ovviamente che la Corte potrà decidere di dichiarare ammissibili o non ammissibili entrambi, o parte di essi.

    Ricordo che nel thread dell'udienza preliminare nessuna parte è ammessa alla discussione.

    F.to Il Presidente della Corte Costituzionale
    FalcoConservatore
    Ultima modifica di FalcoConservatore; 02-11-14 alle 18:35
    Per aspera ad astra

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Conservatorismo e Libertà
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    17,350
    Mentioned
    13 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Re: Udienza preliminare ricorso Presidenza del Senato + controricorso Ronnie

    Dichiaro aperta l'udienza preliminare, il giudice Danny può intervenire quando desidera.
    Per aspera ad astra

  3. #3
    Moderatore
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Roma
    Messaggi
    39,362
    Mentioned
    4 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    5

    Predefinito Re: Udienza preliminare ricorso Presidenza del Senato + controricorso Ronnie

    Buonasera,

    Visti i ricorsi della Presidenza del Senato, Senn Thomas Lenin e Centrale:
    https://forum.termometropolitico.it/...l#post13880666
    e del Sen. Ronnie:
    https://forum.termometropolitico.it/...l#post13881239


    Vista la Costituzione con:



    • -Articolo 35, sulla elezione della Corte Costituzionale. Commi 1 e 3.
    • -Articolo 36, sui Poteri della Corte Costituzionale
    • -Articolo 46, sulla interpretazione della legge
    • -III Disposizione Transitoria della Costituzione, "Legge organica sulla Corte Costituzionale", modificata ex sentenza emessa dalla Corte del 25.10.2014



    Le norme vigenti appaiono chiare e semplici. La III Disposizione Transitoria della Costituzione, "Legge organica sulla Corte Costituzionale, articolo 2 dice chiaramente:

    Articolo 2
    Elezione suppletiva


    1. In caso di dimissioni volontarie o decadenza di un giudice nell’arco del mandato annuale si procede con tempestività all'elezione del sostituto secondo le procedure dell'articolo 35 della costituzione.
    2. Il mandato del giudice eletto in seguito a dimissioni o decadenza di un altro giudice è legato a quello della corte che va a reintegrare.
    L'articolo 35 della Costituzione recita chiaramente:

    1. La Corte Costituzionale è eletta dal Senato e dal Presidente di POL durante la seconda seduta del Senato ed ha mandato annuale.
    2. La lista dei candidati è predeterminata secondo la legge organica sulla Corte in modo da garantire magistrati scelti tra i giuristi di provata esperienza, deve comporsi di almeno nove nomi e può essere integrata da candidature libere solo in mancanza di candidati di diritto.
    3. Nella votazione ogni Senatore può esprimere più di una preferenza, al massimo una per ognuno dei candidati presentati al voto, di cui risultano eletti solo i primi tre per numero di preferenze ricevute, a condizione che esse superino i due terzi dei membri del Senato partecipanti alla seduta.
    4. Il Presidente di POL vota per ultimo, ed il suo voto assicura precedenza al candidati che siano, con esso, alla pari di un altro. Se due candidati sono entrambi alla pari tra loro a seguito del voto presidenziale su entrambi, il Presidente attribuisce con proprio pronunciamento un ulteriore precedenza ad uno tra di loro.
    5. In caso uno o più candidati rigettino il mandato ricevuto o non raggiungano la maggioranza minima, si procede ad oltranza a nuove votazioni per i soli posti ancora da coprire.
    Per quanto concerne la domanda n.1 dei ricorrenti Senn. Thomas Lenin e Centrale.

    Dai due articoli è chiaro che la Corte Costituzionale è eletta "
    dal Senato e dal Presidente di POL durante la seconda seduta del Senato ed ha mandato annuale" (art.35 comma1) e che per eventuali dimissioni/decadenze "si procede con tempestività all'elezione del sostituto" (III Disposizione, articolo 2, commma1)

    Per quanto riguarda la domanda n.2 dei ricorrenti Senn. Thomas Lenin e Centrale.


    Sul quorum per l'elezione dei membri basta leggere i commi dell'articolo 35 per avere chiaro il meccanismo.

    Appare chiaro che il ricorso della Presidenza del Senato non abbia ragione d'essere, le norme vigenti come pure la precedente sentenza della Corte non si prestano a dubbi.

    Propongo quindi la non ammissibilità delle domande dei Senn. Thomas Lenin e Centrale e la conseguente ammissibilità delle domande n. 1 e 3 del Sen. Ronnie.

    Giudice Danny
    Ultima modifica di Danny; 03-11-14 alle 21:34
    Se hai un po di tempo da perdere fai un salto qui:
    www.candidonews.wordpress.com
    Un blog in cui parlare di Politica, Informazione, Televisione, Cinema e tanto altro...

  4. #4
    Conservatorismo e Libertà
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    17,350
    Mentioned
    13 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Re: Udienza preliminare ricorso Presidenza del Senato + controricorso Ronnie

    Concordo con il collega Danny. Francamente non comprendo su quali basi la Presidenza del Senato abbia presentato ricorso.
    Il Senato è attualmente chiamato a eleggere un giudice sostituto del dimissionario Manfr; che si tratti della II Seduta è mera coincidenza, che non ha nulla a che fare con la II Seduta che deve tenersi ogni 2 legislature (un anno circa in tutto, e difatti il mandato dei giudici è annuale) per l'elezione della terna.
    Questa constatazione magari poteva essere meno chiara e più fumosa tempo fa, ma la sentenza della Corte emanata a seguito del primo ricorso del sen. Ronnie ha diradato ogni dubbio. La Corte ha sentenziato che il Senato, qualora si renda necessario sostituire un giudice dimissionario o decaduto, debba obbligatoriamente e tempestivamente convocare una seduta per l'elezione del nuovo giudice. Ciò è accaduto prima ancora che la Corte si esprimesse; la sentenza si è limitata a codificare gli atti da compiere e la casistica possibile interpretando, anche per analogia, le norme esistenti.
    Per quanto concerne il secondo punto, non si comprende dove stia il problema. La norma è chiara, il meccanismo è specificato al comma 3 dell'art. 35.
    In estrema sintesi, il ricorso della Presidenza del Senato, anche se presentato da senatori che hanno facoltà di chiedere l'intervento della Corte, a mio parere semplicemente non regge al vaglio dell'udienza di ammissibilità in quanto carente di senso e di contenuti.
    Ad ogni modo, concordo con la relazione di Danny e la pongo formalmente al voto.
    Per aspera ad astra

  5. #5
    Conservatorismo e Libertà
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    17,350
    Mentioned
    13 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Re: Udienza preliminare ricorso Presidenza del Senato + controricorso Ronnie

    Pongo in votazione la relazione del giudice Danny, ovvero la dichiarazione di inammissibilità del ricorso presentato dalla Presidenza del Senato:

    Visti i ricorsi della Presidenza del Senato, Senn Thomas Lenin e Centrale:
    https://forum.termometropolitico.it/...l#post13880666
    e del Sen. Ronnie:
    https://forum.termometropolitico.it/...l#post13881239


    Vista la Costituzione con:



    • -Articolo 35, sulla elezione della Corte Costituzionale. Commi 1 e 3.
    • -Articolo 36, sui Poteri della Corte Costituzionale
    • -Articolo 46, sulla interpretazione della legge
    • -III Disposizione Transitoria della Costituzione, "Legge organica sulla Corte Costituzionale", modificata ex sentenza emessa dalla Corte del 25.10.2014



    Le norme vigenti appaiono chiare e semplici. La III Disposizione Transitoria della Costituzione, "Legge organica sulla Corte Costituzionale, articolo 2 dice chiaramente:

    Articolo 2
    Elezione suppletiva


    1. In caso di dimissioni volontarie o decadenza di un giudice nell’arco del mandato annuale si procede con tempestività all'elezione del sostituto secondo le procedure dell'articolo 35 della costituzione.
    2. Il mandato del giudice eletto in seguito a dimissioni o decadenza di un altro giudice è legato a quello della corte che va a reintegrare.
    L'articolo 35 della Costituzione recita chiaramente:

    1. La Corte Costituzionale è eletta dal Senato e dal Presidente di POL durante la seconda seduta del Senato ed ha mandato annuale.
    2. La lista dei candidati è predeterminata secondo la legge organica sulla Corte in modo da garantire magistrati scelti tra i giuristi di provata esperienza, deve comporsi di almeno nove nomi e può essere integrata da candidature libere solo in mancanza di candidati di diritto.
    3. Nella votazione ogni Senatore può esprimere più di una preferenza, al massimo una per ognuno dei candidati presentati al voto, di cui risultano eletti solo i primi tre per numero di preferenze ricevute, a condizione che esse superino i due terzi dei membri del Senato partecipanti alla seduta.
    4. Il Presidente di POL vota per ultimo, ed il suo voto assicura precedenza al candidati che siano, con esso, alla pari di un altro. Se due candidati sono entrambi alla pari tra loro a seguito del voto presidenziale su entrambi, il Presidente attribuisce con proprio pronunciamento un ulteriore precedenza ad uno tra di loro.
    5. In caso uno o più candidati rigettino il mandato ricevuto o non raggiungano la maggioranza minima, si procede ad oltranza a nuove votazioni per i soli posti ancora da coprire.
    Per quanto concerne la domanda n.1 dei ricorrenti Senn. Thomas Lenin e Centrale.

    Dai due articoli è chiaro che la Corte Costituzionale è eletta "
    dal Senato e dal Presidente di POL durante la seconda seduta del Senato ed ha mandato annuale" (art.35 comma1) e che per eventuali dimissioni/decadenze "si procede con tempestività all'elezione del sostituto" (III Disposizione, articolo 2, commma1)

    Per quanto riguarda la domanda n.2 dei ricorrenti Senn. Thomas Lenin e Centrale.


    Sul quorum per l'elezione dei membri basta leggere i commi dell'articolo 35 per avere chiaro il meccanismo.

    Appare chiaro che il ricorso della Presidenza del Senato non abbia ragione d'essere, le norme vigenti come pure la precedente sentenza della Corte non si prestano a dubbi.

    Propongo quindi la non ammissibilità delle domande dei Senn. Thomas Lenin e Centrale e la conseguente ammissibilità delle domande n. 1 e 3 del Sen. Ronnie.

    Giudice Danny

    [] FAVOREVOLE
    [] CONTRARIO
    [] ASTENUTO
    Per aspera ad astra

  6. #6
    Conservatorismo e Libertà
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    17,350
    Mentioned
    13 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Re: Udienza preliminare ricorso Presidenza del Senato + controricorso Ronnie

    [x] favorevole
    [] contrario
    [] astenuto
    Per aspera ad astra

  7. #7
    Moderatore
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Roma
    Messaggi
    39,362
    Mentioned
    4 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    5

    Predefinito Re: Udienza preliminare ricorso Presidenza del Senato + controricorso Ronnie

    [x] favorevole
    [] contrario
    [] astenuto
    Se hai un po di tempo da perdere fai un salto qui:
    www.candidonews.wordpress.com
    Un blog in cui parlare di Politica, Informazione, Televisione, Cinema e tanto altro...

  8. #8
    Conservatorismo e Libertà
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    17,350
    Mentioned
    13 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Re: Udienza preliminare ricorso Presidenza del Senato + controricorso Ronnie

    La Corte approva all'unanimità la relazione del giudice Danny.
    Il ricorso presentato dalla Presidenza del Senato è dichiarato inammissibile e pertanto non avrà luogo l'udienza di merito. Sono quindi accolte le domande n. 1 e n. 3 del contro-ricorso Ronnie.

    Così è deciso,

    F.to FalcoConservatore - Presidente della Corte
    Danny - Giudice relatore
    Per aspera ad astra

 

 

Discussioni Simili

  1. Udienza preliminare ricorso Sen. Ronnie (n. 2/2014)
    Di FalcoConservatore nel forum Archivio della Comunità di Pol
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 24-10-14, 16:18
  2. Udienza preliminare ricorso Sen. Ronnie
    Di FalcoConservatore nel forum Archivio della Comunità di Pol
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 12-10-14, 17:46
  3. Udienza Preliminare ricorso Ronnie
    Di Guy Fawkes nel forum Archivio della Comunità di Pol
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 23-04-13, 23:46
  4. Udienza Preliminare Ricorso Juv
    Di Daniele nel forum Archivio della Comunità di Pol
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 22-09-12, 23:46
  5. Udienza preliminare - Ricorso Juv
    Di SPYCAM nel forum Archivio della Comunità di Pol
    Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 14-02-12, 03:02

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226