User Tag List

Visualizza Risultati Sondaggio: Chi voteresti in questo scenario ?

Partecipanti
4. Non puoi votare in questo sondaggio
  • Rifondazione Comunista (De Magistris Presidente)

    0 0%
  • Amici di Beppe Grillo (De Magistris Presidente)

    0 0%
  • Comunisti Italiani (Bersani presidente)

    0 0%
  • Sinistra e Libertà (Bersani Presidente)

    0 0%
  • Partito Democratico (Bersani Presidente)

    1 25.00%
  • Italia dei Valori (Bersani Presidente)

    0 0%
  • Alleanza per l'Italia (Bersani Presidente)

    0 0%
  • Democrazia di Centro (Montezemolo Presidente)

    0 0%
  • Partito della Nazione (Montezemolo Presidente)

    1 25.00%
  • Italia della Libertà (Berlusconi Presidente)

    2 50.00%
  • Lega Nord (Berlusconi Presidente)

    0 0%
  • Destra Nazionale (Berlusconi Presidente)

    0 0%
  • Altro

    0 0%
  • Non voto-Scheda Bianca

    0 0%
Risultati da 1 a 2 di 2
  1. #1
    Anti-liberista
    Data Registrazione
    12 Apr 2010
    Località
    Abruzzo
    Messaggi
    22,800
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Elezioni politiche anticipate Ottobre 2009

    Febbraio 2009 - Walter Veltroni si dimette da segretario del PD dopo la sconfitta sarda,dopo il rifiuto del suo vice,Dario Franceschini a ricoprire il ruolo di segretario di transizione,l'Assemblea Nazionale vota per le elezioni primarie+consultazione degli iscritti anticipate per Maggio,un mese prima le europee.

    L'ex-ministro dello Sviluppo Economico,Pierluigi Bersani si candida appoggiato da Romano Prodi,Enrico Letta,Massimo D'Alema,Rosy Bindi,Piero Fassino,Pippo Civati viene candidato dai veltroniani,da Franceschini e da un gruppo di giovani democratici,l'area popolare guidata da Fioroni e Marini assieme ai rutelliani e ai teo-dem candida Francesco Rutelli.

    Marzo 2009 - Congresso del Popolo della Libertà,vi si sciolgono Forza Italia,Alleanza Nazionale,Nuova dc per le autonomie,Pri,Nuovo Psi di Caldoro,Dc di Pizza,Liberaldemocratici di Lamberto Dini,Udeur di Clemente Mastella.

    Aprile 2009 - Scoppia il caso Noemi,la figura di Berlusconi subisce un bombardamento mediatico impressionante,persino gli asserviti Tg1,Tg2,il Giornale e Libero per giorni aprono con la notizia della denuncia morale della signora Veronica Lario.

    Negli ambienti del centro-destra si parla di una sostituzione di Berlusconi,inondato da critiche e domande a livello internazionale,con il presidente della Camera Gianfranco Fini.
    A questo progetto lavorano gli ambienti di Forza Italia che fanno capo all'ex-ministro Martino e a Beppe Pisanu e buona parte degli ex-colonnelli di Alleanza Nazionale.

    La Lega dichiara pubblicamente la sua contrarietà ad un passaggio di consegne tra Berlusconi e Fini.

    Contemporaneamente si svolge la campagna congressuale Democratica,a prevalere nettamente nella consultazione tra gli iscritti (circa 750.000) è Bersani con il 66,8%,seguono Rutelli con il 21,1% e Civati con il 12,1%.
    Fondamentalmente la linea di Bersani è quella di ricostruire una larga alleanza di centro-sinistra che parta dall'Udc fino a Rifondazione Comunista,Rutelli intende dare un profilo moderato e liberale al PD e in caso di sconfitta alle primarie annuncia possibili scissioni,Civati intede continuare sulla strada della vocazione maggioritaria evitando la politica delle alleanze.

    Berlusconi in Tv chiede scusa per i suoi comportamenti privati al paese e chiede una rinnovata fiducia per continuare l'azione di governo alle Elezioni Europee.

    Fini fa sapere che nel caso di sconfitta dell'area di governo ci sarebbero forti dubbi sull'andare avanti con questa legislatura.

    Maggio 2009 - Elezioni primarie,trionfo di Bersani con il 68%,Civati sorpassa Rutelli con il 17%,l'ex-leader della Margherita si ferma al 15%.

    Romano Prodi torna ad essere il Presidente del PD.

    Rutelli,Fioroni e Marini escono dal PD,confermando la loro presenza nel centro-sinistra,si forma Alleanza per l'Italia.

    La quasi totalità della dirigenza di Sinistra Democratica,da Mussi a Fava e il Partito Socialista di Boselli e Nencini entrano nel Partito Democratico,che annuncia l'adesione all'Internazionale Socialista e al Partito del Socialismo Europeo.

    A sinistra del PD Rifondazione per la Sinistra di Nichi Vendola e la Federazione dei Verdi si coalizzano nel cartello Sinistra e Libertà,mentre non si realizza la lista unitaria tra Rifondazione e Pdci,dato che Diliberto apre alla prospettiva di una nuova alleanza di governo avanzata da Bersani,Ferrero invece è molto ostile.

    La Destra e la Fiamma Tricolore mantengono il sodalizio delle politiche allargandolo a Forza Nuova e al Movimento di Rauti,riunendo cosi l'estrema destra.

    L'MPA e Alleanza di Centro di Pionati si presentano assieme.

    Bersani non ha accettato di modificare la legge elettorale per le europee introducendo lo sbarramento del 4% proposto dai vertici del PDL e dall'ex-segretario pd Veltroni.

    Si presenta anche il Movimento di Beppe Grillo,i radicali restano nelle liste del PD.

    Giugno 2009 - Alle Elezioni Europee si realizza il crollo del Popolo della Libertà che passa dal 37,4% delle Politiche (dato della Camera) al 26,5%,la Lega riesce ad intercettare solo in parte i voti persi dall'alleato di governo balzando al 10,3%,il cartello MPA-Alleanza di Centro si ferma all'1%,l'area di governo si ferma al 37,8%,il minimo storico registrato dal centro-destra.

    Nel centro-sinistra dopo un continuo calo dei sondaggi il PD a guida Bersani conferma il risultato delle politiche con il 33,5% (intercettando molti voti del PDL delusi dal governo),la crescita dell'IDV,continua e costante fino alle dimissioni di Veltroni non si realizza e il partito di Di Pietro conferma le posizioni del 2008 con il 4,5% dei consensi,Sinistra e Libertà si ferma al 2,3%,Rifondazione Comunista al 3%,il Pdci all'1%,tutta l'area della sinistra radicale è quindi al 6,3%,doppiando i consensi della Sinistra Arcobaleno.

    L'Udc registra la concorrenza del nuovo partito di Rutelli e Marini,infatti si ferma al 4,9% lasciano per strada più di un abbondante mezzo punto percentuale,Alleanza per l'Italia raggiunge il 2,8%.

    Ottime le performance della lista Amici di Beppe Grillo (2,7%) e del raggruppamento La Destra-Fiamma-Forza Nuova-Rauti (3,5).
    Proliferano i partitini e le liste personali,che insieme formano il 4%.

    Mentre la Lega festeggia il risultato e preme affinchè si vada avanti sul federalismo,il PDL inizia a sfaldarsi,prima rompono il patto di unione l'Udeur,i Repubblicani e i Socialisti di Caldoro,poi dissidenti di Forza Italia,Alleanza Nazionale e i Diniani invocano una direzione nazionale.

    Dinazi alle fratture della maggioranza Bersani riunisce in un incontro a Roma nella sede del PD tutti i partiti di opposizione (Udc,API,Sel,Pdci,Rifondazione,Idv e anche il movimento di Grillo),con l'obiettivo di tenersi pronti in caso di elezioni anticipate,dal vertice si smarca presto Casini non intenzionato a stringere patti con Di Pietro o con Grillo o con la sinistra radicale,anche Grillo ritiene poco utile la proposta unitaria di Bersani perchè preambolo a una coalizione fatta solo di litigi,anche Ferrero è scettico.

    Il documento finale della Direzione Nazionale del PDL esorta il Premier Silvio Berlusconi a rimettere il mandato nelle mani del Presidente della Repubblica Napolitano e a dare la benedizione per un mandato nuovo e riformatore al Presidente della Camera Gianfranco Fini a nome della coalizione di governo.

    Berlusconi,che non vuole rinunciare allo Scudo del Lodo Alfano in qualità di Presidente del PDL boccia il documento finale e dichiara non valida la votazione.
    IL PDL si sfalda completamente nel giro di poche ore,Fini si dimette da Presidente della Camera e rompe a nome di AN il patto di unione nel PDL,intenzionato a creare un nuovo grande partito di centro-destra smarcato dalla Lega e intenzionato a battere la coalizione di Bersani.

    I parlamentari PDL che fanno riferimento ad AN,al gruppo di Pisanu,ai repubblicani,ai socialisti e ai diniani assieme all'MPA e all'Alleanza di Centro sfiduciano il governo Berlusconi IV.

    I fedelissimi di Berlusconi (Bondi,Cicchitto,Capezzone) gli girano le spalle e si schierano con il nuovo partito di Fini.

    Berlusconi rimane isolato e punta ad uscire dall'angolo con un nuovo Predellino,fondando Italia della Libertà,assieme ad Alfano, Sacconi,Brunetta,alla Brambilla,Mara Carfagna,quasi tutto l'entourage di governo di Forza Italia si schiera con la nuova creatura.

    Dopo il fallimento di un governo tecnico-istituzionale guidato da Mario Draghi si va alle elezioni anticipate in Ottobre con il governo Berlusconi IV in carica per l'ordinaria amministrazione (Berlusconi quindi gode ancora del Lodo Alfano)

    Alleanza Nazionale,Liberaldemocratici di Dini,i socialisti di Caldoro e gli ex-forzisti di Pisanu fondano il Partito della Nazione,aderisce all'iniziativa Luca Cordero di Montezemolo che si dice pronto a diventare il candidato premier di un centro-destra rinnovato e deleghistizzato.

    Contemporaneamente una nuova formazione centrista vede insieme l'Udc,l'Udeur,l'MPA e Alleanza di Centro,Democrazia di Centro (DdC) con il simbolo dello Scudo Crociato,Casini ne è il Presidente e si dice pronto a sostenere Montezemolo.

    Italia della Libertà,Lega Nord e Destra Nazionale (la federazione di partiti di estrema destra nata dopo il buon risultato del cartello ideato da Storace) ripresentano Berlusconi.

    A Sinistra,non passando per ulteriori primarie di coalizione,Bersani viene subito appoggiato da Italia dei Valori,Alleanza per l'italia,Sinistra e Libertà e dai Comunisti Italiani,Rifondazione corre con Grillo e De Magistris (uscito dall'IDV) in maniera autonoma.

    De Magistris Presidente

    Rifondazione Comunista
    Amici di Beppe Grillo

    Alternativa Democratica - Bersani Presidente

    Partito Democratico
    Italia dei Valori
    Alleanza per l'Italia
    Sinistra e Libertà
    Partito dei comunisti italiani

    Generazione Futuro - Montezemolo Presidente

    Partito della Nazione
    Democrazia di Centro

    Per Berlusconi Presidente

    Italia della Libertà
    Lega Nord
    Destra Nazionale
    VOTA NO AL REFERENDUM DEL 4 DICEMBRE
    UN NO COSTITUENTE PER LA DEMOCRAZIA CONTRO L'AUSTERITA'
    http://www.sinistraitaliana.si/ - http://www.noidiciamono.it/

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    .
    Data Registrazione
    06 Apr 2009
    Località
    Parma
    Messaggi
    2,995
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Elezioni politiche anticipate Ottobre 2009

    Partito della Nazione
    Senatore Imperiale,Patrizio dell’Impero,Duca Duce di Parmula,Placentula et Guastallula,Sovrintendente agli ‘Mperial vitigni di Sangiovese,Vicecomandante del FICA.

 

 

Discussioni Simili

  1. Elezioni politiche anticipate a San Marino il 12 novembre
    Di Andre86 nel forum Politica Europea
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 06-11-12, 02:30
  2. Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 26-05-12, 08:13
  3. Regione Sicilia. Elezioni anticipate il 28 ottobre
    Di ConteMax nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 19-05-12, 06:08
  4. Elezioni anticipate ad ottobre?
    Di fabrilo nel forum Il Termometro Politico
    Risposte: 43
    Ultimo Messaggio: 25-09-06, 21:27
  5. Elezioni politiche anticipate?
    Di agaragar nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 21
    Ultimo Messaggio: 06-04-05, 10:05

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226