User Tag List

Risultati da 1 a 7 di 7
  1. #1
    independent
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,807
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Calderoli: basta soldi pubblici a calcio, Inter sotto accusa

    MILANO (Reuters) - Il ministro per la Semplificazione Roberto Calderoli non vede di buon occhio i successi di squadre calcistiche che vincono grazie al benessere economico raggiunto in un mercato "basato su leggi strane".

    Nello specifico, in un'intervista pubblicata oggi dal "Corriere della Sera", Calderoli sostiene che "c'è chi non ha problemi a pagare ingaggi multimilionari. Per giunta, pagarli a giocatori o allenatori stranieri".

    Calderoli, dopo aver chiesto sacrifici ai calciatori e ai dipendenti Rai, ora esprime la necessità di riformare il mercato energetico correggendo le distorsioni che a suo dire contribuiscono ai "successi calcistici di qualcuno".

    "Io so che ci sono centinaia di milioni che ogni anno finiscono nelle casse di chi raffina il petrolio. Certamente, chi può contare su questi introiti ha meno difficoltà a fare la sua campagna acquisti e a vincere gli scudetti. Io credo che questo debba cambiare", ha detto Calderoli al Corriere della Sera.

    L'Inter, il cui presidente Massimo Moratti è anche amministratore dell'azienda attiva nella raffinazione del petrolio Saras, ha vinto quest'anno la Champions League, la Coppa Italia e il 18esimo scudetto, superando il Milan che, legato storicamente alla figura del premier Silvio Berlusconi, è a quota 17 tricolori. Il vice presidente della società rossonera è il fratello del premier Paolo Berlusconi.

    CALDEROLI CHIEDE SACRIFICI AI GIOCATORI DELLA NAZIONALE

    Ieri Calderoli aveva anche espresso la necessità di un contributo da parte dei club e dei calciatori della nazionale, attirandosi però le critiche del mondo calcistico e del ministro della Difesa Ignazio La Russa, ex di Alleanza Nazionale e ora coordinatore nazionale del Pdl.

    Il presidente della Figc Giancarlo Abete ha dichiarato oggi in un'intervista a Radio Anch'Io Sport che i premi ai giocatori della nazionale "arriveranno dai risultati sul campo", aggiungendo che la polemica sui premi degli azzurri sia un dibattito più di politica in senso stretto che non di politica sportiva e che la Federazione presta massima attenzione ai costi.

    "Nel bilancio della Federazione c'è un capitolo dedicato ai costi e ricavi di Mondiali ed Europei e in queste sezioni siamo in attivo. Inoltre le risorse per i giocatori verranno da ricavi connessi al Mondiale", ha replicato Abete, presidente della federazione calcistica italiana dal 2007, cogliendo anche l'occasione per mandare un "grosso in bocca al lupo" alla squadra di Marcello Lippi.

    Calderoli: basta soldi pubblici a calcio, Inter sotto accusa | Prima Pagina | Reuters

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    independent
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,807
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Calderoli: basta soldi pubblici a calcio, Inter sotto accusa

    Bonelli (Verdi): "Cip 6, ripristinato da governo Berlusconi"

    Se è un fattore negativo, "perché uno dei primi atti del governo Berlusconi, di cui Calderoli fa parte, fu quello di ripristinare l'incentivo del Cip 6 per raffinerie e inceneritori che il governo Prodi, su precisa richiesta dei Verdi, aveva abolito?" si chiede il presidente dei Verdi, Angelo Bonelli. "Fa bene il ministro a citare i Cip 6 alle raffinerie come un esempio negativo - prosegue Bonelli -, perché si tratta di un vero e proprio furto allo sviluppo delle fonti rinnovabili che il governo Berlusconi sta penalizzando ancora di più, come dimostra la norma della manovra sui certificati verdi". "Ecco - conclude Bonelli - forse su questo il ministro Calderoli dovrebbe concentrare di più la sua attenzione e dare una risposta ai cittadini piuttosto che sull'Inter e sulla sua italianità".

    Bonelli (Verdi): "Cip 6, ripristinato da governo Berlusconi"

  3. #3
    independent
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,807
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Calderoli: basta soldi pubblici a calcio, Inter sotto accusa

    L’Inter, la Sarlux e il "Cip6"

    Sarroch è un piccolo paese di cinquemila anime situato ad una trentina di chilometri da Cagliari. La strada che dal capoluogo sardo porta a questo piccolo comune costeggia ed accarezza, in quasi tutta la sua lunghezza, lo splendido Golfo. Abbandonato il capoluogo ed imboccata un’ampia strada a quattro corsie verso Pula ci si imbatte in splendidi paesaggi sottolineati da suggestivi nomi: prima s’incontra Frutti d’Oro e subito dopo Torre degli Ulivi. Una volta lasciato a destra il comune di Capoterra si giunge senza troppe difficoltà nel centro storico di Sarroch. Senza troppe difficoltà dal momento che ci sono dei buoni punti di riferimento che consentono d’orientarsi in modo preciso ed univoco: gli stabilimenti industriali dell’Air Liquid, della Polimeri Europa e della Saras. Ed è proprio l’attività di quest’ultima che ci interessa. La Saras viene fondata da Angelo Moratti nel 1962 e rappresenta tuttora l’azienda di famiglia (“fondata quando il petrolio era tutto; e oggi è ancora di più”, recita il sito internet). Il complesso industriale di questa società coincide con la più grande ed estesa raffineria petrolifera del Mediterraneo. Ogni anno vengono trattate 15 milioni di tonnellate di petrolio (il 15% della raffinazione complessiva nazionale), da vendere poi alle compagnie che si occupano della distribuzione: come la Shell, la Repsol, Q8, la Tamoil… Insomma, la Saras lavora, e nel suo campo è tra i migliori. Ma sempre all’interno dell’immenso polo industriale, che ormai ha fagocitato il paese di Sarroch, trova comodamente posto una centrale elettrica: la Sarlux, posseduta totalmente dalla Saras e quindi proprietà diretta dei Moratti. Questa centrale produce energia grazie alla combustione degli scarti di lavorazione del petrolio della raffineria adiacente. Bruciare gli scarti della lavorazione del petrolio non è né semplice né pulito: infatti devono essere prima abbondantemente trattati con gas e ossigeno ed una volta bruciati rilasciano nell’atmosfera sostanze come anidride carbonica, azoto, zolfo e nichel. La Sarlux è una delle centrali elettriche più grandi d’Europa ed è in grado di produrre 4 miliardi di chilowattora annui. Non male se pensiamo che per una casa sono solitamente sufficienti 3 chilowattora. Tutto questo sarebbe da archiviare sotto una buona e oculata gestione industriale da parte della famiglia Moratti se non fosse che nel 1992, per alcuni scopi ambientali non meglio precisati in seguito, il Comitato Interministeriale Prezzi, stabilisce con il cosiddetto “Cip 6” un aumento nella bolletta dell’elettricità degli italiani pari grossomodo al 10%, quale contributo atto a sovvenzionare le fonti di energia rinnovabili. L’energia prodotta dalla Sarlux viene comperata da un ente pubblico: il Gestore del Sistema Elettrico (GRTN) che, come recita il suo sito, dovrebbe avere “un ruolo centrale nella promozione e nello sviluppo delle fonti rinnovabili in Italia, predisposto dal provvedimento “Cip 6” del 1992”. In sintesi queste fonti rinnovabili vengono sovvenzionate pagando la presunta energia pulita, derivante da quest’ultime, il doppio o anche il triplo dei prezzi del mercato. Ma il problema più grosso si verifica quando nel testo di questo “Cip 6” si stabilisce che entrano a far parte del progetto le “fonti rinnovabili o assimilate” Tra le “fonti assimilate” trovano posto gli scarti di raffineria petrolifera non biodegradabili, proprio come quelli utilizzati dalla Sarlux. Con la conseguenza di finanziare ed incentivare un’energia che non è affatto pulita, e questo impegnando e sprecando soldi a scapito di altre tecniche davvero rinnovabili. E’ inoltre singolare il fatto che la centrale Morattiana sia entrata in funzione nel 2000, e la convenzione, sulla base del “Cip 6”, sia partita l’8 Gennaio 2001. E stranamente la convenzione che il “Cip 6” accorda alla Sarlux è ventennale (anche se il provvedimento stabilirebbe un massimo di 15 anni), e quindi gli utenti elettrici italiani sembrano davvero destinati a pagare i sovrapprezzi fino al 2020. A meno che non intervenga il governo per fermare questa attività lucrativa decisamente mirata sulle incertezze del “Cip 6”. Ai Moratti viene ingiustamente pagata l’energia, prodotta con gli scarti inquinanti della sua stessa raffineria, il doppio del valore di mercato, come si trattasse di fonti rinnovabili e di energia pulita. Da interista mi è difficile continuare a tifare per questa squadra che spesso viene presa in giro per come “spreca” i soldi comprando giocatori su giocatori. Il fatto che questi giocatori siano comperati con soldi nostri, non solo degli interisti, mi fa sentire un po’ più povero.

    L’Inter, la Sarlux e il "Cip6" | Fai notizia - il primo sito di giornalismo partecipativo

  4. #4
    tra Baltico e Adige
    Data Registrazione
    05 Apr 2009
    Località
    terra dei cachi
    Messaggi
    9,567
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Calderoli: basta soldi pubblici a calcio, Inter sotto accusa

    Questi spostano l'attenzione sull'Inter (magari perchè tengono ad altre squadre) per distoglierla dai loro immondi privilegi e lo fanno con la certezza che il popolo bue li seguirà.

    Dubito che la banda di Varese sia ancora leghista.



  5. #5
    Tringeadeuroppa
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    8,356
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Calderoli: basta soldi pubblici a calcio, Inter sotto accusa

    Giusto per non fare demagogia!

  6. #6
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Calderoli: basta soldi pubblici a calcio, Inter sotto accusa

    Citazione Originariamente Scritto da Furlan Visualizza Messaggio
    Io so che ci sono centinaia di milioni che ogni anno finiscono nelle casse di chi raffina il petrolio.
    Io so invece che decine di miliardi ogni anno prendono la via della Lombardia verso Roma e poi spariscono ancora più in giù. E come la mettiamo con questi?

    E so anche che magari è chi vive di soldi pubblici (la partitocrazia) a straparlare su come le persone spendono i propri danari senza dover certo render conto al politicante di turno.

    Ma d'altronde bisogna pur erigere una cortina fumogena dietro cui nascondere fallimenti e ritardi su cose ben più importanti di qualche pirlata da bar.
    Ultima modifica di Bèrghem; 07-06-10 alle 22:40
    Dato che questa è una Magnum 44, cioè la pistola più precisa del mondo, che con un colpo ti spappolerebbe il cranio, devi decidere se è il caso. Dì, ne vale la pena? ("Dirty" Harry Callahan)

  7. #7
    independent
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,807
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Calderoli: basta soldi pubblici a calcio, Inter sotto accusa

    Già

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 25-10-12, 11:28
  2. Ora basta soldi pubblici alle scuole cattoliche
    Di Rasputin nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 17-02-12, 01:21
  3. Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 26-11-10, 19:52
  4. Calderoli: l'Inter vince grazie ai soldi pubblici
    Di E.Z.L.N. nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 23
    Ultimo Messaggio: 07-06-10, 17:59
  5. Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 25-04-08, 12:39

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226