L’Europa unita affonda le sue radici su un’isola italiana. Negli anni Quaranta un gruppo di pensatori illuminati, costretti al confino per le loro idee antifasciste, scrivono un documento sull’isola di Ventotene che parla di un’Europa democratica, federale, senza più guerre. Rai fiction e Palomar con il film tv “Un mondo nuovo” raccontano la nascita e la crescita di questo ideale, poi divenuto realtà, attraverso la storia di uno degli autori del cosiddetto “Manifesto di Ventotene”: Altiero Spinelli.

Il film di Alberto Negrin, in prima visione su Rai1 domenica 23 novembre, ci mostra l’avventurosa vicenda di Altiero Spinelli (interpretato da Vinicio Marchioni) e dei “ragazzi di Ventotene”: Ernesto Rossi (Peppino Mazzotta), Ursula Hirschmann (Isabella Ragonese), Eugenio Colorni (Orlando Cinque), Ada Rossi (Valentina Carnelutti).

Percorrendo le loro vite, i loro amori - la fine di quello tra Ursula ed Eugenio e la nascita di quello tra la donna e Altiero - le loro sconfitte, le loro vittorie, prima al confino poi liberi, il film tv in onda su Rai1 arriva a raccontare fino al 14 febbraio 1984, data in cui Altiero propone e ottiene l’approvazione dal Parlamento Europeo del progetto costitutivo dell’Unione Europea che da lui prende il nome di Trattato Spinelli.

http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Un-Mondo-Nuovo-in-tv-la-storia-di-Spinelli-e-la-nascita-Europa-unita-Prima-visione-Rai1-domenica-2311-85ae57e7-a194-43c5-9e82-f0ad51ebc751.html