Giunta Marino, record di appalti senza gara: «Non c’era il bilancio»

Scontro sugli affidamenti diretti nei lavori del Comune nei primi 18 mesi,

di Ernesto Menicucci






ROMA - Il boom degli affidamenti diretti negli appalti del Comune, e i rilievi di Raffaele Cantone (presidente dell’Autorità anticorruzione) sulle procedure del Campidoglio espressi al Sole24ore , diventano terreno di scontro politico.
Nei primi 18 mesi della giunta Marino gli affidamenti senza gara per lavori, servizi e forniture, avrebbe subito un’impennata definita da Cantone «molto rilevante, con numeri abnormi»: l’89,7% del totale, ma con un valore in termini di importo del 74,2%, cinquanta punti in più rispetto all’ultimo periodo della giunta Alemanno. Il presidente dell’Anc sottolinea: «La giunta Marino ci ha dato un elenco di venti gare e cento affidamenti diretti senza spiegare perché ce li ha dati. Da un primo esame il piano anticorruzione del Comune è assolutamente insufficiente».


La difesa del sindaco

Il sindaco si difende: «Nessun commento, anche perché gli apprezzamenti di Raffaele Cantone, quando ci siamo incontrati in Campidoglio, sono stati molto lusinghieri». Marino poi attacca: «Quel dato di affidamento diretto nel primo periodo della mia amministrazione è assolutamente vero e la spiegazione va ricercata nel fatto che Roma era se non nell’illegalità, certamente non nell’appropriatezza contabile. Roma non aveva un bilancio, il sindaco Alemanno aveva ritenuto di amministrare la Capitale d’Italia in dodicesimi. Era un metodo, nella migliore delle ipotesi disordinato, nella peggiore un metodo che poteva esporre a fenomeni di illegittimità contabile. Altri giudizi sull’era Alemanno, non ne posso dare: c’è la magistratura».

La replica di Alemanno

L’ex sindaco, via twitter, replica: «Con Marino boom di affidamenti diretti senza appalto e lui si difende addossando la colpa a me. Ma vi pare?». Il centrodestra replica a Marino: «Come Fdi-An - dice Fabrizio Ghera - abbiamo per primi denunciato la vicenda. Marino non faccia il finto tonto: in quasi due anni solo 8 gare ad evidenza pubblica, una sola nei lavori». E Andrea Augello (Ncd) aggiunge: «Ancora una volta la piccola propaganda autopromozionale del sindaco viene travolta dalla realtà in modo quasi imbarazzante».



30 gennaio 2015

Giunta Marino, record di appalti senza gara: «Non c’era il bilancio» - Corriere.it

questo sarebbe il campione del pd . un sindaco che tutti ci invidiano.