User Tag List

Pagina 1 di 39 1211 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 383
Like Tree38Likes

Discussione: Perchè esistiamo? Dio esiste?

  1. #1
    Moderatore
    Data Registrazione
    19 Nov 2007
    Località
    Milano
    Messaggi
    30,672
    Mentioned
    460 Post(s)
    Tagged
    9 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    8

    Predefinito Perchè esistiamo? Dio esiste?

    Sull'argomento ho scritto un libro, che inizia con le parole che incollo qua sotto. Mi sembra potrebbero servire ad ampliare i nostri dialoghi.

    Ci sono interrogativi che fanno parte del bagaglio esistenziale dell’uomo, e che ci portiamo sempre con noi.
    Alcuni, come quelli sull’esistenza di Dio e sul senso della vita, sul perché viviamo e dove andremo dopo questa brevissima esperienza terrena, se non ce li poniamo è solo perché li rifiutiamo, sapendo in anticipo che difficilmente potremo, nella nostra limitatezza, trovare una risposta adeguata alla grandiosità del tema. Cercare risposte a queste domande è come guardare in un abisso di cui non si scorge il fondo: la paura dell’ignoto, atavica nell’uomo,diventa sgomento davanti a ciò che non si può vedere, toccare, identificare; sgomento che origina,secondo Kierkegaard, quell’angoscia esistenziale che è la causa principale delle tante forme di nevrosi di cui soffre l’umanità.Un famoso psicanalista americano ha detto, al riguardo “la depressione è il male del genere umano che nasce dall'impossibilità di dare un significato alla disperante inutilità di una vita che passa veloce e va verso la fine, senza che l’uomo riesca a comprendere nemmeno perché è nato”. Altri interrogativi, più legati invece all’esistenza terrena,nascono per soddisfare ildesiderio di sapere. Una volta trovate le risposte, queste diventano mattoni che servono per ampliare l’edificio della nostra cultura. Sono evidentemente domande di spessore diverso dalle prime, perché un conto è misurarsi con ilproblema dell’esistenza di Dio, che non si vede e che possiamo accettare peristinto, per fede, e perfino anche, qualche rara volta,per logica o deduzione, un altro conto è capire quello che l’uomo ha pensato, scritto, elaborato, scoperto nel corso dei secoli. In ogni caso sono sempre l’espressione del desiderio di sapere e quindidevono, o dovrebbero, avere una risposta, perché la nostra mente ha sete di conoscenza. Molte persone invece non si pongono domande, lasciano perdere, sfuggono i vari problemi, evitano i dubbi e riescono così a vivere di poche e spesso superficiali certezze, senza rendersi conto che così riesconosolo agalleggiare in un limbo di niente. Altri pensano che la vita debba essere solo un veloce passaggio fatto da lavoro e godimento materiale: è stato Voltaire, se non erro, a dire“lavoriamo senza pensare a niente, perché è l’unico modo per sopportare la vita”.E’ evidente che questa mia “ricerca” non è rivolta a queste persone felici di non esistere,ma a coloro che, come me, a questi interrogativi vorrebbero trovare una risposta.Probabilmente nel corso di questo mio scritto salterò fradomande e argomenti apparentemente diversi fra loro. Credo che sia normale, quando ci si accinge a scrivere senza sapere esattamente che percorso si riuscirà a seguire, ignorare cosapotrà nascere inoltrandosi nell’argomento. Questo mi porterà fatalmente a fareun po' di confusione nell’ordine logico dello scritto, ma non cambierà il sensodella mia ricerca. Certo sono io a scrivere e quindi userò parole mie, ma nondisdegnerò di usare anche cose che sono già state scritte da altri. Del restoio non sono uno scrittore e tanto meno un teologo: quello che mi accingo ascrivere lo faccio perché, in un certo senso,mi sento costretto a farlo.Comunque, agli esegeti della lingua italiana, porgo lemie scuse anticipate per una costruzione grammaticale che forse qualche volta traballerà. Al ricordo del mio vecchio professore De Regibus, che al liceocercava disperatamente di farmi studiareanalisi logica e grammaticale, chiedo invece perdono: lui ha fatto delsuo meglio.E infine una annotazione importante: io non voglioconvincere nessuno ad avere fede o a non averla, perché sono innanzi tutto iol’obbiettivo del mio scrivere, quello che deve trovare i motivi “logici” percredere all’esistenza di Dio o rifiutarne perfino l’ipotesi. Per dirla con Messori, la fede non è un programma per computer, con una risposta ad ognipossibile domanda, che tra l’altro sarebbe anche cosa noiosissima, ma è comunque un traguardo, dico io, che può essere almeno avvicinato con lo studio,il pensiero e il ragionamento.Mi rendo conto perfettamente che la ricerca di argomentirazionali per dimostrare qualcosa che alla mente dell’uomo appare più prossimoall’irrazionale è una scommessa quasi impossibile. Però la strada di cercare didimostrare l’esistenza o l’inesistenza di Dio è già stata percorsa da altri,quindi io non mi considero un illuso: camminerò anch’io su questo difficile cammino. Questa strada è vecchia di migliaia di anni,visto che già nel cristianesimo primitivo sifronteggiarono due scuole di pensiero: la prima, di ispirazioneellenistica,patria della filosofia,cercava la Verità proprio attraverso il ragionamento e la seconda, diestrazione giudaica che, abituata alla fede assoluta nel Vecchio Testamento e nella figura onnipresente di Jhwh (Javeh), aveva un senso religioso più marcato e quindi semplicemente ‘credeva‘ senza farsi tante domande.Sappiamo tutti della grande diatriba che nacque tra Paolo, che di cultura era greco e che sentiva come scopo della sua vita l’annuncio della parola di Cristo a tutte le genti, e Giacomo, fratello di Giovanni, capo della cosiddetta fazione dei cristiani giudeizzanti, che pretendeva l’osservanza assoluta alla legge di Mosè e perfino la circoncisione dei nuovi battezzati. Una discussione che mise anche in pericolo la prima chiesa di Gesù, perché la diversità dell’interpretazionedelle parole del Maestro, fra i due Apostoli, era davvero grande e lerispettive posizioni restarono a lungo ferme nei loro convincimenti.Io rispetto assolutamente la posizione di Giacomo ma mi sento vicino a quella di Paolo e quindi cercherò attraverso il ragionamento elo studio di quanto è già stato scritto sull’argomento di trovare una mia soluzione. Perchè, voglio ripeterlo, vorrei almeno tentare di capire che senso ha questa mia esistenza, visto che non credo che vivere possa essere solo nascere,riprodursi e morire, e per questo mi sembra logico provare ad approfondire l’argomento con l’analisi di tutti i possibili punti di vista, visto che induemila anni di discussioni ne sono stati evidenziati migliaia. .Etutto questo non perché, avvicinandosi l’ora del sonno, come recita il titolodi un bellissimo lieder di Riccardo Strauss, si diventa mistici, almeno secondol’opinione di un giovane parente,chenon è vero,ma perché il desiderio disapere e di capire, e quindi di cercare di trovare una risposta alla più grandedi tutte le domande che un uomo può porsi,desiderio che ho sempre avuto da quando mi ricordo, ora è diventato irrefrenabile, forse proprio perché, guardando avanti, mi rendo conto che iltempo che mi resta per capireè diventato limitato. Il grande interrogativo non è solo “Dio esiste?” ma è specialmente “perché viviamo?”O anche, come si chieseLeibniz perché esiste qualcosa anziché il niente?” . Che senso ha vivere? A cosa serve, e perché?Oppure la vita è solo un’illusione, un riflesso di qualcosa che in realtà nonesite? Ecco: questa è la grande domanda. Trovare delle risposte significadipanare anche la matassa e entrare nel grande mistero di Dio, cioè di chi havoluto, e quindi creato, tutto questo, almeno secondo il pensiero di qualche miliardo di persone..
    Ultima modifica di cireno; 15-02-15 alle 10:04

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Klassenkampf ist alles!
    Data Registrazione
    31 May 2009
    Messaggi
    26,738
    Mentioned
    446 Post(s)
    Tagged
    29 Thread(s)

    Predefinito Re: Perchè esistiamo? Dio esiste?

    Citazione Originariamente Scritto da cireno Visualizza Messaggio
    Sull'argomento ho scritto un libro, che inizia con le parole che incollo qua sotto. Mi sembra potrebbero servire ad ampliare i nostri dialoghi.

    Ci sono interrogativi che fanno parte del bagaglio esistenziale dell’uomo, e che ci portiamo sempre con noi.
    Alcuni, come quelli sull’esistenza di Dio
    toglilo pure dal conto. MIliardi di persone (in crescita) non si fanno domande inutili.
    Niemand likes this.

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    12 Dec 2012
    Località
    Etna
    Messaggi
    23,023
    Mentioned
    175 Post(s)
    Tagged
    33 Thread(s)

    Predefinito Re: Perchè esistiamo? Dio esiste?

    io quando non so rispondere a una domanda evito di inventarmi di sana pianta una risposta. l'ultima volta che ci ho provato ero ancora un moccioso ed è stato durante un'interrogazione di storia... non ne sapevo un cazzo e ho iniziato a sparare puttanate. è stato esilarante, il professore era talmente divertito che mi ha fatto continuare per un po'...

    quindi... perchè esistiamo? boooooh!
    chi ha detto che deve per forza esserci un perchè prima di tutto? e se anche ci fosse un perchè, cosa cazzo ne possiamo sapere noi?

    ogni risposta diversa da "boooh" (se ha la pretesa di essere "vera" e non una semplice fantasia tra miliardi di diverse fantasie possibili) per me non ha senso. ogni risposta diversa da booh è pura invenzione, è una puttanata, ha meno possibilità di essere "vera" di quante ne avessero le mie minchiate durante l'interrogazione di storia alle scuole medie.

    la prima domanda, chiama la successiva... dio esiste? invento "dio" per rispondere alla prima domanda "perchè esistiamo?". e come rispondo? lo sa dio... per volere di dio... perchè ci ha creati dio... perchè dio ha un progetto per noi... e altre amenità simili che appagano la nostra ignoranza rispondendo a una domanda di cui non conosciamo la risposta con puttanate su puttanate basate sul nulla assoluto (ebbene si, il fatto che certe puttanate siano scritte su un libro antico non le rende meno puttanate, semmai rende più assurdo che vengano ancora considerate "verità" nell'epoca di facebook e whatsapp)!

    quante volte l'uomo ha risposto a queste domande inventandosi divinità diverse, culti religiosi diversi e dogmi diversi? ognuno è libero di farsi tutte le seghe mentali che vuole, di inventarsi le divinità che vuole, di pensare che una divinità voglia da te determinati comportamenti anzichè altri... ma alla fine non dobbiamo mai dimenticarci che, ancora una volta, sono tutte puttanate basate sul nulla. nasce tutto dalla fantasia umana e dal non accettare i propri limiti... e prima ci rendiamo conto che sono puttanate e meglio staremo su questa terra, perchè fino all'anno del signore (sigh!) 2015, l'arroganza di dire "il mio dio è vero, il tuo è una minchiata" ha portato solo sangue, divisione, odio e guerre. addirittura il discorso (chiaramente duro) che sto facendo mi fa odiare da certi credenti, perchè queste puttanate sono talmente radicate e ci si crede a tal punto che sentirle chiamare col proprio nome, puttanate, tocca la sensibilità di molti e fa venire il sangue agli occhi ai più esaltati e integralisti (indipendentemente dalla puttanata, ops... fede di riferimento). però questi discorsi vanno fatti... realtà e fantasia non possono mescolarsi ancora, non se ne può più!

  4. #4
    Impopolare per vocazione
    Data Registrazione
    26 Sep 2014
    Messaggi
    1,008
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Perchè esistiamo? Dio esiste?

    la domanda "perchè esistiamo" contiene un errore categoriale, imputabile all'ambiguità del significato dell'avverbio "perchè". L'errore è quello tipico dei teisti e degli agnostici: confondere le ragioni con le cause.

    La domanda giusta è: "a causa di che cosa esistiamo"? A questo rispondono le varie scienze, la biologia in primis

    L'idea che l'uomo si faccia delle grandi domande da sempre è un altro pregiudizio teista, della tarda religione, e di quella sorta di mezza credenza religiosa che è l'agnosticismo.

    Gli dei, gli spiriti, come gli odierni Santi della tradizione cattolica servono piuttosto a rispondere a domande contingenti: troverò un lavoro? Riuscirò a sposarmi? Dio spiega il contingente, non il necessario.

  5. #5
    cancellato
    Data Registrazione
    13 Sep 2009
    Messaggi
    6,605
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Perchè esistiamo? Dio esiste?

    Citazione Originariamente Scritto da Claude74 Visualizza Messaggio
    L'idea che l'uomo si faccia delle grandi domande da sempre è un altro pregiudizio teista
    Spesso l`uomo si fa domande grandemente senza senso..

  6. #6
    Moderatore
    Data Registrazione
    19 Nov 2007
    Località
    Milano
    Messaggi
    30,672
    Mentioned
    460 Post(s)
    Tagged
    9 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    8

    Predefinito Re: Perchè esistiamo? Dio esiste?

    Citazione Originariamente Scritto da pseudovector Visualizza Messaggio
    Spesso l`uomo si fa domande grandemente senza senso..
    comincio a rispondere dall'ultimo post, che è davvero divertente, fra l'altro.
    Quello che tu scrivi starebbe a significare che personaggi come Leibniz, come Kant, come quel dilettante di Dostoievski, come Anselmo d'Aosta, Agostino, Spinoza e qualche migliaio di altri pensatori che queste domande si sono poste, sono solo dei cretini perditempo. Interessante,
    furioso2013 likes this.

  7. #7
    Moderatore
    Data Registrazione
    19 Nov 2007
    Località
    Milano
    Messaggi
    30,672
    Mentioned
    460 Post(s)
    Tagged
    9 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    8

    Predefinito Re: Perchè esistiamo? Dio esiste?

    Citazione Originariamente Scritto da Claude74 Visualizza Messaggio
    la domanda "perchè esistiamo" contiene un errore categoriale, imputabile all'ambiguità del significato dell'avverbio "perchè". L'errore è quello tipico dei teisti e degli agnostici: confondere le ragioni con le cause.

    La domanda giusta è: "a causa di che cosa esistiamo"? A questo rispondono le varie scienze, la biologia in primis

    L'idea che l'uomo si faccia delle grandi domande da sempre è un altro pregiudizio teista, della tarda religione, e di quella sorta di mezza credenza religiosa che è l'agnosticismo.

    Gli dei, gli spiriti, come gli odierni Santi della tradizione cattolica servono piuttosto a rispondere a domande contingenti: troverò un lavoro? Riuscirò a sposarmi? Dio spiega il contingente, non il necessario.
    anche la tua osservazione è "interessante". Vorresti quindi dire che il cervello sia solo un'appendice inutile, salvo che per le funzioni non legate al pensiero, e che l'esistenza debba essere semplicemente riprodursi, fare soldi, mangiare, defecare, respirare, dormire.....
    Ovviamente io la vedo in un altro modo.

  8. #8
    cancellato
    Data Registrazione
    10 Jan 2015
    Messaggi
    10,203
    Mentioned
    17 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Re: Perchè esistiamo? Dio esiste?

    Io sul perchè esistiamo neanche me la fo più questa domanda, la vita è mistero punto e basta

  9. #9
    Moderatore
    Data Registrazione
    19 Nov 2007
    Località
    Milano
    Messaggi
    30,672
    Mentioned
    460 Post(s)
    Tagged
    9 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    8

    Predefinito Re: Perchè esistiamo? Dio esiste?

    Citazione Originariamente Scritto da gladiator82ct Visualizza Messaggio
    io quando non so rispondere a una domanda evito di inventarmi di sana pianta una risposta. l'ultima volta che ci ho provato ero ancora un moccioso ed è stato durante un'interrogazione di storia... non ne sapevo un cazzo e ho iniziato a sparare puttanate. è stato esilarante, il professore era talmente divertito che mi ha fatto continuare per un po'...

    quindi... perchè esistiamo? boooooh!
    chi ha detto che deve per forza esserci un perchè prima di tutto? e se anche ci fosse un perchè, cosa cazzo ne possiamo sapere noi?

    ogni risposta diversa da "boooh" (se ha la pretesa di essere "vera" e non una semplice fantasia tra miliardi di diverse fantasie possibili) per me non ha senso. ogni risposta diversa da booh è pura invenzione, è una puttanata, ha meno possibilità di essere "vera" di quante ne avessero le mie minchiate durante l'interrogazione di storia alle scuole medie.

    la prima domanda, chiama la successiva... dio esiste? invento "dio" per rispondere alla prima domanda "perchè esistiamo?". e come rispondo? lo sa dio... per volere di dio... perchè ci ha creati dio... perchè dio ha un progetto per noi... e altre amenità simili che appagano la nostra ignoranza rispondendo a una domanda di cui non conosciamo la risposta con puttanate su puttanate basate sul nulla assoluto (ebbene si, il fatto che certe puttanate siano scritte su un libro antico non le rende meno puttanate, semmai rende più assurdo che vengano ancora considerate "verità" nell'epoca di facebook e whatsapp)!

    quante volte l'uomo ha risposto a queste domande inventandosi divinità diverse, culti religiosi diversi e dogmi diversi? ognuno è libero di farsi tutte le seghe mentali che vuole, di inventarsi le divinità che vuole, di pensare che una divinità voglia da te determinati comportamenti anzichè altri... ma alla fine non dobbiamo mai dimenticarci che, ancora una volta, sono tutte puttanate basate sul nulla. nasce tutto dalla fantasia umana e dal non accettare i propri limiti... e prima ci rendiamo conto che sono puttanate e meglio staremo su questa terra, perchè fino all'anno del signore (sigh!) 2015, l'arroganza di dire "il mio dio è vero, il tuo è una minchiata" ha portato solo sangue, divisione, odio e guerre. addirittura il discorso (chiaramente duro) che sto facendo mi fa odiare da certi credenti, perchè queste puttanate sono talmente radicate e ci si crede a tal punto che sentirle chiamare col proprio nome, puttanate, tocca la sensibilità di molti e fa venire il sangue agli occhi ai più esaltati e integralisti (indipendentemente dalla puttanata, ops... fede di riferimento). però questi discorsi vanno fatti... realtà e fantasia non possono mescolarsi ancora, non se ne può più!
    Hai scritto
    -quindi... perchè esistiamo? boooooh!
    chi ha detto che deve per forza esserci un perchè prima di tutto? e se anche cifosse un perchè, cosa cazzo ne possiamo sapere noi

    È chiaro che ci sono persone che invece, a differenza tua, sui vari perché legati a un’esistenza di cui non si capisce il motivo, certe domande se le pongono.E’ ovvio poi che le risposte a queste domande non possono dare certezze, e infatti la filosofia nasce proprio per cercare di dipanare una matassa intricatissima. Che facciamo?Mettiamo al bando i filosofi?Mettiamo il cervello in un recinto di sole materialità? Interessante.

    Dio non c’entra una pippa con il chiedersi “perché si esiste”, Dio è altra storia, ed è legata al mistero della Creazione.Quindi non è inventandosi Dio o chiedendosi se esiste che si riponde alla prima domanda (perché io esisto) o come ha scritto Leibniz “perché il tutto enon il niente?
    Ultima modifica di cireno; 15-02-15 alle 20:51
    furioso2013 likes this.

  10. #10
    cancellato
    Data Registrazione
    13 Sep 2009
    Messaggi
    6,605
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Perchè esistiamo? Dio esiste?

    Citazione Originariamente Scritto da cireno Visualizza Messaggio
    comincio a rispondere dall'ultimo post, che è davvero divertente, fra l'altro.
    Quello che tu scrivi starebbe a significare che personaggi come Leibniz, come Kant, come quel dilettante di Dostoievski, come Anselmo d'Aosta, Agostino, Spinoza e qualche migliaio di altri pensatori che queste domande si sono poste, sono solo dei cretini perditempo. Interessante,
    Mah veramente non ho detto nulla di tutto ciò.
    Comunque oggi ne sappiamo qualcosina di più sull`origine dei mammiferi rispetto a s. Agostino &Co.
    Cosa che ridimensiona oggi la grandezza dei loro pensieri(ni).

 

 
Pagina 1 di 39 1211 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 21
    Ultimo Messaggio: 22-10-14, 12:32
  2. Noi Radicali esistiamo eccome. Iscrivetevi
    Di MaIn nel forum Radicali Italiani
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 11-10-14, 17:25
  3. Caro presidente, noi esistiamo e te lo dimostro
    Di salvo.gerli nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 53
    Ultimo Messaggio: 03-10-11, 17:51
  4. Perché esiste l'ONU?
    Di Oli nel forum Politica Estera
    Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 29-12-08, 19:10
  5. i non cattolici esistiamo anche noi
    Di benfy nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 01-02-07, 01:48

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226