User Tag List

Risultati da 1 a 4 di 4
  1. #1
    Forumista
    Data Registrazione
    23 May 2014
    Località
    Milano
    Messaggi
    595
    Mentioned
    39 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Giustizia: la riforma penale di Gratteri? A San Marino è legge dall'800

    Di Enrico Novi, Il Garantista

    Pm che fanno anche da Gip, custodia cautelare illimitata, è il sogno dei forcaioli e, sulla Rocca, una realtà. Custodia cautelare infinita. Indagati sbattuti dentro senza neppure si debba spiegare loro perché. Fase preliminare del processo che si chiude solo in caso di aperta confessione. È il meraviglioso mondo con cui parte della magistratura italiana sogna di sostituire l'attuale codice. Ma è anche la concretissima riforma proposta da una Commissione insediata a Palazzo Chigi e guidata, per volontà di Matteo Renzi, da Nicola Gratteri.
    Concretissima nel senso che il procuratore aggiunto di Reggio Calabria l'ha messa nera su bianco in 130 articoli. Non nel senso che se ne possa ipotizzare, a oggi, una sua effettiva approvazione in Parlamento. C'è infine un mondo reale, una specie di laboratorio d'avanguardia, in cui davvero quei principi sono legge. È la Repubblica di San Marino. Non una dittatura africana, ma lo staterello da 30mila anime che si erge nel cuore del Belpaese, sul monte Titano. Lì la giustizia penale è sul serio fatta così, come la sogna Gratteri. 11 quale forse dovrebbe studiarne con attenzione il funzionamento.
    Va detto che il codice di procedura penale sammarinese è rimasto per anni sconosciuto, non certo inapplicato ma reso efficace solo per casi giudiziari minori, marginali. Insomma, ci hanno dovuto fare i conti solo i poveri cristi. Si tratta peraltro di un ordinamento d'annata: risale al 1878, ha cioè la bellezza di 137 anni. Il Codice Rocco a confronto è la modernità. Adesso però quel sistema penale ha cominciato a esibire tutta la propria, terribile potenza medievale. A San Marino infatti nel giugno scorso è scoppiata una piccola, particolarissima Tangentopoli.
    È stata ribattezzata subito Titanopoli, dal nomo della Rocca, ma soprattutto ha visto coinvolti esponenti politici di primo piano della Serenissima Repubblica. Tra loro Claudio Podeschi e Fiorenzo Stolfi, più volte ministri. Entrambi arrestati, il primo insieme con la consorte di origine slovena, Biljana Baruca. Storie di licenze bancarie che si presume concesse in modo irregolare e altre vicende di supposta corruzione.
    Scandalo e indignazione, serenissimi in presidio davanti al piccolo carcere dei Cappuccini (ricavato nell'ala di un convento, per cui carcerati e frati dividono le stesse mura) e così via. Ecco però emergere il primo dettaglio: gli arrestati non hanno neppure potuto comunicare con i loro avvocati, I quali hanno saputo dell'arresto solo attraverso le notizie diffuse dagli organi di informazione. Podeschi, Stolfi e gli altri avrebbero avuto il diritto teorico di comunicare la loro condizione a un parente o ad altri soggetti terzi, così come previsto dall'articolo 10 del regolamento penitenziario sammarinese.
    Ma poiché il pm, da quelle parti, è contemporaneamente anche gip, nessuna autorità terza si è premurata di imporre il rispetto dei diritti di difesa. Questo tanto per cominciare. Poi si passa ai colloqui. Ad autorizzarli è sempre la stessa persona, lo stesso magistrato, Doppia veste, appunto: la mattina commissario della legge (cioè pm), la sera giudice inquirente (cioè gip). Se la prende comoda, ci mette almeno un giorno a dare il via libera per l'incontro in carcere tra l'indagato e i suoi difensori.
    Quando poi l'evento si verifica dura al massimo una mezz'oretta. Neppure il tempo di imprecare. "Tale restrizione ha sostanzialmente compresso il pieno svolgimento delle facoltà difensive", scrivono gli avvocati di Podeschi, Massimiliano Annetta e Stefano Pagliai, nella segnalazione al Comitato europeo per la prevenzione della tortura e dei trattamenti inumani e degradanti. Organismo che dovrebbe verificare il rispetto della Convenzione europea dei diritti dell'uomo in tutti gli Stati del Vecchio continente. Ma che, a ormai 8 mesi dal ricorso, non ha dato ancora cenni di vita.
    ranno a credere che la giustizia penale di San Marino funzioni ancora secondo regole premoderne. Il Comitato per la tortura aveva infatti già ravvisato qualche stranezza nell'ordinamento della Serenissima Repubblica, e nell'ormai lontano febbraio del 2008 aveva trasmesso un rapporto con delle raccomandazioni sulle norme da adeguare ai principi della Cedu. Devono essersi fidati. E hanno fatto male. A San Marino in questi sette anni il codice di procedura penale è rimasto quello del 1878. È sempre lo stesso in base al quale l'interrogatorio dovrebbe avvenire entro 24 ore, ma il termine non è perentorio e il Pm-Gip ben si guarda dall'ordinarne a se stesso l'osservanza.
    Gli atti istruttori in base ai quali si procede all'arresto vengono secretati. Nel senso che non ne viene riferito alcunché, non esistono comunicazioni che possano vagamente ricordare il nostro avviso di garanzia. Si viene arrestati e basta. Gli avvocati Annetta e Pagliai hanno inserito anche questo aspetto, evidente, nella loro segnalazione. Nello specifico, viene violato l'articolo 5 della Convenzione europea per i diritti dell'uomo. A Strasburgo, da otto mesi, continuano a stropicciarsi gli occhi, increduli e incerti sul da farsi.
    A San Marino invece si danno da fare. Gran parte dogli arrestati di Titanopoli è stata scarcerata perché, secondo quanto riportano i piccoli ma vivacissimi media locali, avrebbero confessato. Podeschi no. Lui e la compagna negano ogni addebito. E restano dentro. Anche perché, altra chicca, lì sulla Rocca la custodia cautelare non ha limiti. I termini sono indefiniti. E questo, insieme al resto, è stato segnalato dai legali di Podeschi sia al Comitato per la tortura che alla Corte europea per i diritti dell'uomo. Gratteri potrebbe studiare il caso. Leggersi le carte. E trarne due possibili conseguenze: compiacersi per un sistema in cui la giustizia, così come lui la intende, esiste davvero. O rendersi conto che la sua riforma potrebbe generare mostri.


    Giustizia: la riforma penale di Gratteri? A San Marino è legge dall'800 | Le Notizie di Ristretti

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Klassenkampf ist alles!
    Data Registrazione
    31 May 2009
    Messaggi
    23,977
    Mentioned
    328 Post(s)
    Tagged
    26 Thread(s)

    Predefinito Re: Giustizia: la riforma penale di Gratteri? A San Marino è legge dall'800

    Citazione Originariamente Scritto da Fallen Visualizza Messaggio
    È stata ribattezzata subito Titanopoli, dal nomo della Rocca, ma soprattutto ha visto coinvolti esponenti politici di primo piano della Serenissima Repubblica.

    Ma UN articolo su quel giornale, in cui si fa garantismo per un morto di fame, e non per un pezzo grosso della politica finito al gabbio, l'hanno mai pubblicato?
    Mi pare davvero offensivo per i radicali (che pure non ho mai votato), partito che non ha mai fatto garantismo di casta come Sansonetti, ma a 360° a favore di tutti i detenuti, continuare a citare quel giornalaiccio.

    Scandalo e indignazione, serenissimi in presidio davanti al piccolo carcere dei Cappuccini
    e il fatto che il carcere sia piccolo qualcosa dovrebbe dirlo su quanto è medievale e barbaro il diritto di uno stato che fino a qualche mese fa era nella lista nera europea per la trasparenza bancaria (tanto per dire quanto è spietato nel reprimere il crimine e nel mettere dentro senza scadenza i delinquenti).
    lì sulla Rocca la custodia cautelare non ha limiti. I termini sono indefiniti.Gratteri potrebbe studiare il caso. Leggersi le carte. E trarne due possibili conseguenze: compiacersi per un sistema in cui la giustizia, così come lui la intende, esiste davvero. O rendersi conto che la sua riforma potrebbe generare mostri.
    quella AUTOCENSURA di Sansonetti potrebbe citare dove e quando Gratteri abbia mai sostenuto che bisogna abolire i termini attuali della legge italiana per la custodia cautelare? O almeno vergognarsi di commissionare certi pezzi?

  3. #3
    Forumista
    Data Registrazione
    23 May 2014
    Località
    Milano
    Messaggi
    595
    Mentioned
    39 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Giustizia: la riforma penale di Gratteri? A San Marino è legge dall'800

    Citazione Originariamente Scritto da amaryllide Visualizza Messaggio
    Ma UN articolo su quel giornale, in cui si fa garantismo per un morto di fame, e non per un pezzo grosso della politica finito al gabbio, l'hanno mai pubblicato?
    Mi pare davvero offensivo per i radicali (che pure non ho mai votato), partito che non ha mai fatto garantismo di casta come Sansonetti, ma a 360° a favore di tutti i detenuti, continuare a citare quel giornalaiccio.[/FONT][/COLOR]
    Il Garantista fa del garantismo anche su Bossetti, che era un muratore, è accusato di un delitto orrendo e che è indifendibile secondo tutti. Diversi anche gli articoli sul caso Gullotta, rimasto in carcere 22 anni da innocente, prosciolto ed in attesa del risarcimento danni che lo Stato non vuole dare perchè a dire dell'avvocatura dello Stato lui "confessando il delitto ha tratto in inganno i giudici" (da notare, lui confessò il delitto esclusivamente per non farsi ammazzare di calci da alcuni dipendenti statali chiamati poliziotti, e ritrattando sempre questa confessione, 22 anni in carcere).




    Poi vabeh se ritieni gli articoli del Garantista indegni per questo forum ti chiedo di pubblicarne di migliori e più a tema a tuo avviso

    Il fatto è che una certa magistratura se riesce ad ingabbiare i "potenti e paraculati" quando gli pare e piace, a maggior ragione riuscirà a farlo con i "morti di fame".

    Ah, a proposito di "potenti perseguitati ingiustamente", è di oggi la notizia del risarcimento per ingiusta detenzione (1 settimana di carcere, 1 mese di domiciliari e la gogna mediatica) per Vittorio Emanuele di Savoia, 40mila euro che lui, ricco e antipatico quanto si vuole (e non sono certo un nostalgico della Monarchia) ma prosciolto da tutte le accuse. Destinerà i soldi del risarcimento in beneficenza, con un pensiero per chi "non ha le possibilità economiche di difendersi come ha fatto lui".

    Lo Stato risarcisce Vittorio Emanuele, 40mila euro per l'arresto nel 2006 - Tgcom24

    Ultima modifica di Fallen; 23-02-15 alle 20:34

  4. #4
    Klassenkampf ist alles!
    Data Registrazione
    31 May 2009
    Messaggi
    23,977
    Mentioned
    328 Post(s)
    Tagged
    26 Thread(s)

    Predefinito Re: Giustizia: la riforma penale di Gratteri? A San Marino è legge dall'800

    Citazione Originariamente Scritto da Fallen Visualizza Messaggio
    Il fatto è che una certa magistratura se riesce ad ingabbiare i "potenti e paraculati" quando gli pare e piace, a maggior ragione riuscirà a farlo con i "morti di fame".
    ma proprio per niente, perchè la "logica" che sottostà alla persecuzione giudiziaria del potente non è la stessa che si usa con i morti di fame. Il morto di fame lo si stronca con anni di galera perchè è indifeso, il potente (sto parlando di persecuzione, non di indagini concrete che provano che il potente è un criminale) per farsi pubblicità. E infatti spesso e volentieri i PM che danno la caccia ai potenti a scopo esclusivo di pubblicità personale finiscono per mettersi in politica, quelli seri non lo fanno.

 

 

Discussioni Simili

  1. Una legge penale retroattiva: rispettare una legge che non c'è......
    Di anticomunista nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 596
    Ultimo Messaggio: 10-09-13, 14:52
  2. Proposta di riforma penale. Uso del carcere come pena
    Di Seyen nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 45
    Ultimo Messaggio: 15-08-09, 17:59
  3. Abolita per il 95% la Giustizia Penale ... !?
    Di cantone Nordovest nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 15-08-08, 16:20
  4. Processo penale, da Cdm via libera al ddl di riforma
    Di King Z. nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 44
    Ultimo Messaggio: 10-04-07, 19:35
  5. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 16-12-04, 15:39

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226