User Tag List

Pagina 1 di 11 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 101
Like Tree39Likes

Discussione: I Figli dell'Umanità - 6. Le generazioni del Brown Ring

  1. #1
    100 milioni e 2 pere
    Data Registrazione
    24 Oct 2013
    Messaggi
    30,758
    Mentioned
    1358 Post(s)
    Tagged
    26 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    12

    Predefinito I Figli dell'Umanità - 6. Le generazioni del Brown Ring







    ...In alto, vedete, le immagini raccolte dalla prima missione esplorativa, si vedono con chiarezza i 2 anelli meteoritici e il Sole bruno. Nella prima immagine è chiaramente visibile anche Little Gea, l'unico pianeta nano all'interno dell'anello meteoritico esterno, verso cui l'equipaggio si sta facendo strada fra milioni di meteore.
    Ecco, esce una figura dal pannello... si, è un momento storico atteso per secoli... l'astronauta che vedete è Rosalie De la Croix, il primo essere umano ad entrare in contatto con un corpo celeste al di fuori del sistema solare nativo dell'umanità. Ce l'abbiamo fatta, siamo arrivati su un altro sistema solare... (applausi scroscianti e grida in studio)


    Trasmessione della TV olografica della Flotta, 613 DP
    Ultima modifica di Maestrale; 31-03-15 alle 21:32
    carter likes this.
    "Decorato col ban permanente dal forum del centrodestra per meriti conseguiti sul campo a seguito di una pervicace campagna di educazione civica atta ad informare i legaioli bananas che da 18 anni sono alleati ed eterodiretti da un criminale."

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    100 milioni e 2 pere
    Data Registrazione
    24 Oct 2013
    Messaggi
    30,758
    Mentioned
    1358 Post(s)
    Tagged
    26 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    12

    Predefinito La grande notizia di 2 anni prima

    Citazione Originariamente Scritto da Max Headroom Visualizza Messaggio
    Citazione Originariamente Scritto da Maestrale Visualizza Messaggio
    Max, c'è ghiaccio d'acqua su Little Gea ?

    18: sì

    17: sì, ma è un casino estrarlo

    ANNO 611 DP - DIREZIONE DI PILOTAGGIO DI CAPRICORNIA - RAPPORTO DEGLI OSSERVATORI (2 ANNI PRIMA DELL'ARRIVO SUL BROWN RING)

    Roberto Arcuri, giovane rettore della facoltà di geologia spaziale di Nova Europa, entrò nella sala ansimante. Era in ritardo di un'ora
    "Scusate"
    "Non si preoccupi, professore" disse Karl Wheiler, il fisico più conosciuto nel mondo accademico della Flotta "ho tenuto a bada io il nervosismo degli Ammiragli. Si è perso la spiegazione tecnica delle fasi di rallentamento graduale della velocità della nostra flotta, che inizieranno domani. Se ho sbagliato i calcoli di frenata saremo presto tutti morti, quindi io non sprecherò certo i pochi giorni che mi rimangono a serbarle rancore."
    Roberto conosceva Wheiler da anni e ancora non aveva capito il suo umorismo. Come in altre occasioni sciorinò un sorriso di circostanza, che interruppe velocemente quando incrociò lo sguardo dell'Ammiraglio, fisso e per niente amichevole, carico della tipica frustrazione dei militare quando un civile che li fa aspettare a un appuntamento di lavoro.
    "Bene, cominciamo" disse il geologo, accendendo l'oloproiettore a muro invisibile.
    "Come sapete" attaccò "diversi secoli fa la Flotta venne a conoscenza che al momento della partenza ai membri volontari dell'equipaggio furono taciute alcune informazioni importanti, come ad esempio l'insufficienza del ghiaccio imbarcato per arrivare a destinazione, e che le probabilità di trovare ghiaccio necessario per proseguire sul piccolo sistema solare in cui stiamo per entrare erano molto ridotte (21%). La loro supposizione si basava sul fatto che Little Gea, l'unico pianeta nano del Brown Ring, orbitante all'interno dell'anello meteoritico esterno, fosse troppo vicina alla stella centrale per avere del ghiaccio d'acqua..."
    Fissò tutta l'assemblea, composta dai più alti funzionari politici e militari della Flotta (Vice Governatore compreso) consapevole dell'importanza dell'informazione che stava per dare.
    "Ebbene, avevano ragione. Ma solo in parte."
    Pausa di silenzio.
    "Che significa, Arcuri? Il ghiaccio d'acqua c'è o no?"
    "C'è, signor vice govenatore, ma loro non potevano vederlo perchè non è sulla superficie del pianeta nano. Little Gea è altamente sismico, e per questo è solcato da numerosi canyon molto profondi in cui le radiazioni della nana bruna non arrivano mai. Là dentro ci sono interi "fiumi di ghiaccio", ne abbiamo visti almeno una trentina, ma ce ne sono senz'altro altri. E posso affermare con certezza, dopo averne valutato a lungo la conformazione, che si tratti di ghiaccio d'acqua. Tuttavia..."
    Il prof. Arcuri si era affrettato ad interrompere, con quel tuttavia, il brusio di ottimismo che stava rapidamente crescendo nella sala riunioni, prima che la sua voce ne venisse completamente sommersa.
    "Tuttavia" continuò "la situazione presenta alcuni problemi, il reparto di ingegneria mi ha confermato che, non essendo preparati per questa situazione (non avevano idea di dover estrarre il ghiaccio dentro canyon profondi anche chilometri) al momento non esistono nemmeno i progetti per macchinari che lo possano fare. E per costruirli occorreranno anni. E occorreranno metalli, ovviamente, ma quelli come vi ho già detto su Eris II abbondano."
    "Infatti" intervenne l'Ammiraglio generale "di questo non si preoccupi, professore. L'Ingegner Krakow ci ha già spiegato che dovremo restar qui per decenni, forse anche un secolo, pure per altri motivi. Dovremo costruire una stazione orbitante attorno ad Eris II, forse persino una stazione sul pianeta, accanto alle miniere, mentre i Toroidi verranno riparati. Alcune navi verranno addirittura dismesse. Lei comunque ci sta dando la notizia più importante da dare all'equipaggio: quella della speranza. La speranza che, prima o poi, il viaggio verso le Terre Promesse continui."
    Ultima modifica di Maestrale; 30-03-15 alle 23:00
    carter likes this.
    "Decorato col ban permanente dal forum del centrodestra per meriti conseguiti sul campo a seguito di una pervicace campagna di educazione civica atta ad informare i legaioli bananas che da 18 anni sono alleati ed eterodiretti da un criminale."

  3. #3
    100 milioni e 2 pere
    Data Registrazione
    24 Oct 2013
    Messaggi
    30,758
    Mentioned
    1358 Post(s)
    Tagged
    26 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    12

    Predefinito Atlante astronomico e primi accenni alla situazione politico-militare



    Per Brown Ring s'intende, volgarmente, il nome di un piccolo sistema solare a 29 anni luce dalla Terra.

    Il sistema solare è composto da una stella chiamata Sole bruno (una nana bruna di classe M) attorno alla quale orbitano due anelli meteoritici contigui (uno più interno e l'altro più esterno). All'interno dell'anello meteoritico esterno vi è un pianeta nano delle dimensioni di Plutone chiamato Little Gea. il motivo del nome è la caratteristica geologica del pianeta, composto da vera e propria "terra" e altri materiali simili alla Terra (ghiaccio, metalli). Il pianeta comunque non ospita alcuna vita, come tutto il sistema solare, in quanto il calore sprigionato dalla nana bruna è ampiamente insufficiente perchè gli oggetti orbitanti limitrofi possano formare un'atmosfera (si pensi che la temperatura inizia a superare gli 0 gradi centigradi solo in corrispondenza dell'anello meteoritico interno).

    L'altro pianeta nano orbitante attorno al sistema solare è Eris II (in alto a destra nell'immagine), completamente esterno all'anello meteoritico e piuttosto lontano dalla debole stella, tanto che le temperature della sua superficie sono più o meno le stesse dello spazio aperto. Il nome dato a questo pianeta è stato scelto per la somiglianza con il "cugino" Eris del sistema solare, anche lui un pianeta nano di dimensioni pressochè simili e completamente ricoperto da ghiaccio di metano in superficie.

    Per ovvie ragioni di grandezza i Toroidi e la Flotta non possono entrare all'interno degli anelli meteoritici senza il rischio di venir danneggiati dalle miliardi di meteore che vi si trovano all'interno. Di conseguenza, dopo una decelerazione progressiva durata quasi un anno, i Toroidi si dispongono in orbita attorno a Eris II. Sul pianeta viene programmata la costruzione di diverse infrastrutture nei prossimi anni: alcune minerarie, altre scientifico-geologiche di studio, altre tecnologiche.

    Alcuni partiti, vista la possibilità di incontrare vecchi nemici reduci dalla vecchia guerra terrestre vecchia ormai di 6 secoli, sostengono la necessità di costruire anche infrastrutture militari e di attaccare non appena i nemici saranno in vista. Altri, pur ritenendo indispensabile un buon assetto militare (non si sa mai) sostengono che i militari dovrebbero avere un atteggiamento esclusivamente difensivo in quanto, secondo loro, le probabilità che questi presunti nemici non abbiano più alcun interesse ad attaccare sarebbero alte, visto che sono passati secoli e ormai i trascorsi sulla Terra appartengono ad un'altra epoca.

    La campagna elettorale infuria, su questo e su altri temi. Per il momento però di questi "nemici" nessuna traccia, anche se lo spazio in cui nascondersi non mancherebbe, vista la vastità dell'anello meteoritico esterno. Le missioni esplorative dei militari sono molto frequenti, così come quelle scientifiche.

    Dopo oltre 600 anni di viaggio è un periodo di gran fermento nella flotta. Le generazioni precedenti si sono sacrificate per permettere all'attuale equipaggio di giungere fino a qui, e la prima generazione del Brown Ring sente il peso della responsabilità e della riconoscenza nei confronti dei propri antenati. Siamo usciti dal sistema solare dove è nato all'uomo, e siamo stati in grado di arrivare su un altro sistema solare: è una grande conquista, ma siamo solo a metà dell'opera, e l'esito finale del viaggio dipenderà anche, e soprattutto, da come si comporteranno le generazioni del Brown Ring.
    Ultima modifica di Maestrale; 31-03-15 alle 01:45
    carter likes this.
    "Decorato col ban permanente dal forum del centrodestra per meriti conseguiti sul campo a seguito di una pervicace campagna di educazione civica atta ad informare i legaioli bananas che da 18 anni sono alleati ed eterodiretti da un criminale."

  4. #4
    100 milioni e 2 pere
    Data Registrazione
    24 Oct 2013
    Messaggi
    30,758
    Mentioned
    1358 Post(s)
    Tagged
    26 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    12

    Predefinito Le prime stazioni su Eris II



    Il Vice Ammiraglio De Gourdt era orgoglioso della base militare provvisoria costruita sotto la sua responsabilità. Era riuscito a far prima dei geologi, troppo persi a guardar pietre per coordinare in modo efficiente i cantieri degli ingegneri spaziali. E aveva fatto prima anche delle miniere, considerate una massima urgenza dal Governatore.

    Certo era una base provvisoria con tutte le scomodità del caso, la base militare definitiva sarebbe stata pronta fra qualche mese. Ma intanto lui era l'unico, tra gli altri funzionari della Flotta, che la mattina si alzava metteva i piedi "per terra", era proprio il caso di dirlo, e guardava il cielo dal basso. Non che fosse questo grande spettacolo: gli avevano spiegato in tutte le lingue che non avrebbe mai visto i cieli azzurri che si vedono sui vecchi documentari che descrivono come si svolgeva secoli fa la vita sulla Terra, però non si aspettava nemmeno che il giorno fosse praticamente identico alla notte. Concetti come "giorno" e "notte", per come gli erano stati spiegati, avrebbero dovuto essere radicalmente differenti, invece su Eris II l'unica differenza era la visibilità o meno del Brown Ring e del suo Sole bruno in mezzo, per quanto la visione effettivamente fosse spettacolare. La debole luce marrone della piccola stella riusciva anche a regalare la bella illusione di trovarsi su un pianeta di tipo terrestre, colorando di marrone il manto irregolare di ghiaccio di metano che ricopriva tutto il pianeta senza soluzione di continuità.
    Per il resto però, trovandosi su un pianeta completamente privo di atmosfera, il cielo era perennemente nero anche di giorno. E il giorno durava troppo poco rispetto alle 7 ore di riposo che necessita il corpo umano: su Eris la rotazione del pianeta su se stesso durava solo 11 ore e qualche minuto.

    Pure la vita non era poi cosi diversa rispetto a quella dei Toroidi, a parte per gli escursionisti autorizzati che dovevano accompagnare i geologi nelle loro ricerche: quelli uscivano con le tute solo dopo mesi di addestramento necessario per via della gravità, che su Eris esercitava una forza così bassa che c'era il rischio di volare via nel vuoto spaziale anche solo inciampando su un sasso. Ma lui quelle esercitazioni non le aveva mai fatte, d'altra parte poco gliene importava: molto meglio restare nella base provvisoria con muri e soffitti imbottiti per evitare qualsiasi problema. D'altra parte non era certo il pericolo di decollare che stimolava la sua adrenalina. Come tutti i militari era concentrato su ben altro, era li per l'eventuale guerra con gli Orientali, e lui era certo che fossero li, da qualche parte, nascosti dietro alle migliaia di meteore che offrivano loro un riparo. A dispetto dei liberali pacifisti che parlano ogni giorno di inutile terrorismo mediatico da parte dei militari, lui prima o poi li avrebbe trovati.
    Ultima modifica di Maestrale; 30-03-15 alle 23:06
    "Decorato col ban permanente dal forum del centrodestra per meriti conseguiti sul campo a seguito di una pervicace campagna di educazione civica atta ad informare i legaioli bananas che da 18 anni sono alleati ed eterodiretti da un criminale."

  5. #5
    100 milioni e 2 pere
    Data Registrazione
    24 Oct 2013
    Messaggi
    30,758
    Mentioned
    1358 Post(s)
    Tagged
    26 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    12

    Predefinito Vademecum della sesta puntata

    VADEMECUM DELLA SESTA PUNTATA

    Bene, anche se manca ancora il prossimo post (spero di farcela per stasera comunque), in cui ho intenzione di fare qualche precisazione scientifica e politica su temi che mi stanno a cuore, con la stesura di questo post sul regolamento di questa puntata direi che possiamo dare il via alle danze.

    Allora, questa sarà una
    puntata multitasking, nel senso che potrete continuare nelle narrazioni delle vostre sotto-trame, ma potremo anche recuperare l'aspetto del confronto politico. Potrete eventualmente anche percorrere entrambe le strade contemporaneamente, se preferite... ovviamente però in questo caso il Game Master vigilerà e casserà qualsiasi sotto-trama messa in piedi con lo scopo di portare vantaggio alla propria formazione politica.

    Le sottotrame infatti qui dovranno restare chiuse in binari un pò più stretti delle precedenti, come ho già scritto a qualcuno di voi via pvt, anche per evitare che escano da una sceneggiatura già scritta. Quindi per esempio, rivolgendomi ad Occi: la presenza o meno degli Orientali non può essere certa dopo tutti questi secoli, magari hai ragione tu e magari no, o magari ci sono ma non hanno più nessuna intenzione di attaccarvi: per il momento non lo sapete, sono in corso esplorazioni e non sono ancora saltati fuori, e il tema è motivo di campagna elettorale. Perciò il tuo post sull'Ammiraglio Orientale (quello successivo, a pagina 2), per quanto ottimo in prosa come al solito, non può essere considerato valido per il momento. Consiglierei dunque di concordare preventivamente col GM qualsiasi sottotrama che porti la storia a prendere un verso diverso da quello fino a quel momento tracciato, per evitare poi le mie fastidiose ma necessarie censure.

    Direi di procedere in questo modo:
    esplicitate innanzitutto se volete avere un partito politico e come si chiama, se ha lo stesso nome di quello che avevate 400 anni fa, se è la sua evoluzione o se non c'entra niente. E i vostri obiettivi naturalmente, le vostre idee rispetto all'organizzazione di questo frenetico periodo della storia della Flotta. Dopodichè questa volta "salteremo" le elezioni e ci affideremo al caso, nel senso che il peso di ciascun partito politico lo decideranno i dadi: questa è la parte sperimentale di questa puntata
    Il Master avrà la facoltà di aggiungere o togliere un punto (o di lasciare inalterato) al risultato elettorale (fornito quindi dai dadi) di ciascun partito, a seconda della delle risposte che ciascun giocatore fornirà sui vari temi all'ordine del giorno. In questo modo per ogni tema/opinione/azione da intraprendere avrete un peso elettorale ben preciso.
    Fra i vari temi in discussione nel 613 DP alcuni li avete già compresi credo: staremo qui decenni, se non addirittura un secolo, quindi c'è da organizzare la costruzione di nuove infrastrutture e le regole di una nuova società, per quanto temporanea (si spera). Oltre a, eventualmente, la costruzione di nuovi Toroidi coi motori più veloci elaborati durante il viaggio, e la dismissione di vecchi. Inoltre c'è il tema di questi vecchi nemici, per il momento siamo arrivati su Eris II da quasi 5 mesi terrestri e ancora non si sono visti. Forse sono nascosti, forse devono arrivare, forse non arriveranno mai, forse arriveranno e avranno altri problemi dopo un viaggio altrettanto lungo e faticoso, quindi non avranno più ragione di attaccarci: il dibattito su questo tema infuria.
    Per quanto riguarda
    l'aspetto religioso e la cultura della famiglia lascio a Carter, e volendo anche a Defender che nel recente passato si era dimostrato interessato al primo, ampia libertà di manovra.
    Per quanto riguarda
    l'aspetto demografico chiedo a Occidentale di rivedere il censimento leggermente al ribasso come numero di unità, mantenendo più o meno le stesse proporzioni fra i Toroidi, arrivando ad una popolazione totale tra i 400.000 e i 500.000 abitanti.
    La criminalità e il problema demografico in questo periodo storico rappresentano un problema molto marginale, mentre c'è un nuovo tema politico che entra prepotentemente alla ribalta dei riflettori: è il regionalismo-identitario Toroidale, che necessariamente dopo 600 anni di viaggio si è formato; in particolare gli abitanti di alcuni Toroidi periferici a forte rischio dismissione sono contrari ad una riorganizzazione della Flotta che porti la propria gente ad essere redistribuita su altri Toroidi, andando incontro alla perdita di cultura e di identità del proprio popolo... comunque di queste nuove tensioni regionaliste ne parlerò meglio nel prossimo post.
    Dunque come vedete in questo scenario avreste anche la possibilità di rappresentare partiti regionalisti se volete, per la gioia di Carter


    Ultima modifica di Maestrale; 30-03-15 alle 22:59
    carter likes this.
    "Decorato col ban permanente dal forum del centrodestra per meriti conseguiti sul campo a seguito di una pervicace campagna di educazione civica atta ad informare i legaioli bananas che da 18 anni sono alleati ed eterodiretti da un criminale."

  6. #6
    100 milioni e 2 pere
    Data Registrazione
    24 Oct 2013
    Messaggi
    30,758
    Mentioned
    1358 Post(s)
    Tagged
    26 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    12

    Predefinito Altri temi: ibernazione e regionalismo toroidale

    IBERNAZIONE (per la gioia di Perseo... oggi ho un regalo per tutti)

    La nano medicina ha registrato progressi enormi negli ultimi 2 secoli nel campo della crioterapia. L'ibernazione permanente probabilmente non sarà mai possibile così come veniva descritta nei vecchi film di fantascienza, tuttavia lo scienziato Rupert Grimm è riuscito a creare 60 anni fa, alla fine del VI secolo di viaggio, le prime nanomolecole in grado di rallentare l'invecchiamento inducendo una condizione di sonno che porti al "risparmio energetico" di tutte le funzioni fisiologiche del corpo.
    La proporzione per il momento è la seguente:

    10 anni di ibernazione = 6 anni di invecchiamento

    Quindi permette di rallentare l'invecchiamento del 40%. Si pensa nei prossimi anni di poter raggiungere un livello di tecnologia nanomedica che porti al 50% di invecchiamento in meno durante il periodo ibernato, tuttavia non ci si è ancora arrivati.


    REGIONALISMO TOROIDALE

    A partire dal dramma causato da Chicago 1923 più di 2 secoli fa si è acuita la rivalità fra i vari Toroidi della flotta, precedentemente sopita ma in realtà sempre esistente da diversi secoli (si pensi alle tensioni del III secolo narrate nel preludio alla scorsa puntata)

    In particolare il Toroide di Celestria venne accusato dall'opinione pubblica di essere il maggior covo di criminali della Flotta insieme a quelli di New Pangea (Toroide col maggior tasso criminale in assoluto) e Venusia. In effetti la stragrande maggioranza dei reati penali gravi su Capricornia era spesso commessa da persone abitanti di quei Toroidi, per vari motivi legati alla condizione di emarginazione sociale cui vasti quartieri andavano incontro a causa della loro posizione periferica rispetto ai centri decisionali e ai luoghi di responsabilità, ubicati nei 6 Toroidi più "centrali".

    Si è sviluppato quindi, progressivamente, una sorta di regionalismo separatista sia negli altri 6 Toroidi, in cui alcuni leaders dei partiti secessionisti, occasionalmente sconfinando anche in affermazioni razziste, dichiaravano di volersi liberare delle "3 zavorre" dicendo che il viaggio sarebbe proseguito meglio, sia nei 3 Toroidi interessati, in cui sono sorte formazioni politiche che lottavano per ottenere una forte autonomia dal governo centrale di Capricornia (con sede ad Atlantia), che a loro dire sfruttava la loro manodopera senza ricambiare con una presenza adeguata che favorisse una maggiore legalità. Famosa è la battaglia per la costituzione di una Polizia di New Pangea, completamente autonoma dalla Polizia centrale di Capricornia, e mai concessa dal governo centrale.

    Ora con il ridimensionamento del fattore criminale negli ultimi decenni e con l'avvicinarsi dell'arrivo sul Brown Ring l'attenzione di questi regionalismi si è via via spostata sulla "riorganizzazione" della Flotta che dovrà essere fatta secondo tutti gli Ingegneri. Molti abitanti dei Toroidi pretendono che rimangano tutti e 9 tali e quali, per non perdere contatto col proprio popolo, anche se dovessero impiegarci un millennio. Altri invocano un pragmatismo: considerando che la popolazione totale è diminuita rispetto a molti secoli fa e ora è di appena 400.000 persone, questo darebbe la possibilità di abbandonare i 2 Toroidi meno efficienti e continuare più snelli e veloci verso la meta, in quanto l'obiettivo della flotta dev'essere sempre quello di permettere ai nostri discendenti di arrivare il prima possibile, nonostante tutti i sacrifici che questo comporta.

    Anche questo, come capirete, è dunque un tema "caldo".
    Ultima modifica di Maestrale; 30-03-15 alle 23:57
    carter likes this.
    "Decorato col ban permanente dal forum del centrodestra per meriti conseguiti sul campo a seguito di una pervicace campagna di educazione civica atta ad informare i legaioli bananas che da 18 anni sono alleati ed eterodiretti da un criminale."

  7. #7
    FIAT EUROPA - PEREAT UE
    Data Registrazione
    30 Oct 2009
    Località
    Granducato di Toscana
    Messaggi
    72,466
    Mentioned
    569 Post(s)
    Tagged
    59 Thread(s)

    Predefinito Re: I Figli dell'Umanità - 6. La generazione del Brown Ring

    Troppi Coming Soon.

    [Occidentale Gestioni Commerciali] Il Caffe' di POL
    PIU' TETRAGONIA PER TUTTI
    AUT CONSILIO AUT ENSE
    Possono tenersi il loro paradiso.
    Quando morirò, andrò nella Terra di Mezzo.


  8. #8
    Moderatore
    Data Registrazione
    20 Jan 2011
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    15,362
    Mentioned
    202 Post(s)
    Tagged
    19 Thread(s)

    Predefinito Re: I Figli dell'Umanità - 6. La generazione del Brown Ring

    Servirebbe anche una descrizione della società di Capricornia

  9. #9
    FIAT EUROPA - PEREAT UE
    Data Registrazione
    30 Oct 2009
    Località
    Granducato di Toscana
    Messaggi
    72,466
    Mentioned
    569 Post(s)
    Tagged
    59 Thread(s)

    Predefinito Re: I Figli dell'Umanità - 6. La generazione del Brown Ring


    [Occidentale Gestioni Commerciali] Il Caffe' di POL
    PIU' TETRAGONIA PER TUTTI
    AUT CONSILIO AUT ENSE
    Possono tenersi il loro paradiso.
    Quando morirò, andrò nella Terra di Mezzo.


  10. #10
    FIAT EUROPA - PEREAT UE
    Data Registrazione
    30 Oct 2009
    Località
    Granducato di Toscana
    Messaggi
    72,466
    Mentioned
    569 Post(s)
    Tagged
    59 Thread(s)

    Predefinito Re: I Figli dell'Umanità - 6. La generazione del Brown Ring

    Da aggiornare, of course.
    e mo ci scateniamo senza pieta'con le sottotrame iperluminari.

    [Occidentale Gestioni Commerciali] Il Caffe' di POL
    PIU' TETRAGONIA PER TUTTI
    AUT CONSILIO AUT ENSE
    Possono tenersi il loro paradiso.
    Quando morirò, andrò nella Terra di Mezzo.


 

 
Pagina 1 di 11 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. I Figli dell'Umanità - 5. 1923 Chicago, Illinois
    Di Maestrale nel forum FantaTermometro
    Risposte: 74
    Ultimo Messaggio: 30-03-15, 01:18
  2. Risposte: 95
    Ultimo Messaggio: 23-03-15, 20:38
  3. Risposte: 84
    Ultimo Messaggio: 16-03-15, 14:41
  4. Risposte: 87
    Ultimo Messaggio: 08-03-15, 20:20
  5. Risposte: 112
    Ultimo Messaggio: 02-03-15, 18:00

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226