User Tag List

Pagina 1 di 6 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 54
  1. #1
    Toh Cazzo in Culo alla DC
    Data Registrazione
    31 May 2009
    Messaggi
    6,591
     Likes dati
    387
     Like avuti
    2,267
    Mentioned
    14 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Immigrazione selvaggia: ci costa oltre 2000 euro a testa ogni anno

    Roma, 30 mar – Tra il 2005 e il 2007 furono pubblicati due ricerche originali e a loro modo rivoluzionarie, la prima di Geoffrey B. West eJames H. Brown sul The Journal of Experimental Biology, la seconda dello stesso West con altri autori sul prestigioso Proceedings of the National Academy of Sciences, ambedue dedicate allo studio del rapporto tra la velocità di crescita e la dimensione – la prima nelle strutture biologiche, dal genoma agli ecosistemi, la seconda nelle città – in cui sono messe in relazione al numero di abitanti alcune caratteristiche vitali quali la ricchezza prodotta e la velocità di innovazione.

    Lo studioso americano di sistemi complessi Bodhi Paul Chefurka ha provato che il Pil mondiale cresce con la popolazione esattamente nello stesso modo previsto per le strutture biologiche e le città in quei due saggi, in particolare il Pil cresce molto più velocemente rispetto alla popolazione, riflettendo la capacità cooperativa e sinergica dell’umanità, in altre parole l’abilità a “fare sistema”, per cui dieci persone insieme producono molto di più rispetto alla somma delle produzioni individuali e separate.

    Rapporto tra Pil e popolazione a livello mondiale: confermate le teorie di scaling non-lineare

    Abbiamo per prima cosa verificato indipendentemente la correttezza dell’ipotesi per cui il Pil mondiale crescesse più velocemente della popolazione: il risultato -affermativo - è riprodotto nella figura a fianco.Il Pil cresce come una potenza ad esponente 2,16 della popolazione mondiale.
    Abbiamo quindi preso in considerazione tre nazioni europee con economie relativamente simili, in particolare l’Italia, la Germania e laFrancia; soprattutto le prime due, in realtà, perché caratterizzate da un forte settore manifatturiero articolato in miriadi di distretti specializzati.
    A partire dai dati demografici e finanziari forniti dall’Ocse, il modello della ricchezza nazionale è stato verificato funzionare molto bene quando si consideri un ritardo di 25 anni tra popolazione e Pil, che non è casuale in quanto corrisponde al tempo medio che un neonato impiega per raggiungere la piena attività lavorativa. Considerando il Pil annuale dal 1975 -quindi la popolazione dal 1950- la corrispondenza tra modello e realtà, mostrata nella figura seguente, è impressionante per tutte e tre le nazioni fino al 1999, anno fatidico in cui furono fissate le parità tra le monete nazionali e quella che di lì a tre anni sarebbe diventata la moneta unica circolante, l’euro. A partire dal 1999, il Pil tedesco prese a crescere molto più rapidamente rispetto a quanto avrebbe dovuto – anzi, in base all’andamento demografico non avrebbe dovuto crescere ulteriormente. Ilcambio favorevole tra euro e marco ha evidentemente giocato un ruolo primario.

    Confronto tra le tendenze dei Pil italiano, tedesco e francese. Vedi testo per la spiegazione

    Il Pil francese ha proseguito invece a crescere come previsto praticamente fino a oggi, manifestando un relativo rallentamento, ma sempre in fase positiva, solo dal 2012, se si eccettua il momentaneo crollo del 2008-2009 per la nota crisi finanziaria.
    Il Pil italiano mostra un andamento molto simile a quello francese fino al 2007, mentre successivamente, in particolare dal 2011,diverge definitivamente e negativamentedalle previsioni, fino a totalizzare una differenza intorno al 10% nel 2014 – qualcosa come 164 miliardi di dollari o, al cambio attuale, circa 150 miliardi di euro in meno rispetto alle attese.
    Dall’andamento del Pil italiano, e dal confronto con quelli degli altri due vicini europei in rapporto alle relative popolazioni, e alla composizione stessa dei residenti, emergono tuttavia alcune evidenze straordinarie.

    Per prima cosa, fino al 1999 iPil italiano e tedesco sono cresciuti molto più di quello francese rispetto all’andamento delle rispettive popolazioni, con il medesimo coefficiente pari a 3,8, contro quello transalpino pari a un più modesto 2,7. Italiani e tedeschi, in altre parole sono riusciti – ciascun popolo nella propria nazione – a “fare sistema” meglio dei francesi.
    A questo punto sorge una domanda: perché il Pil francese ha recuperato negli ultimi cinque anni quanto perduto nel biennio 2008-2009, mentre l’Italia non lo ha fatto?
    La crescita demografica “naturale” italiana si è quasi improvvisamente interrotta intorno al 1982 e la relativa popolazione, al contrario di quella francese, non è più aumentata, anzi è leggermente diminuita fino a oggi. Secondo il modello proposto e verificato, il Pil degli ultimi cinque anni “risponde” proprio alle variazioni demografiche della seconda metà degli anni ’80 del secolo scorso, il che quantomeno contribuisce a spiegare lamancata ripresa dell’Italia dal 2010 a oggi.
    Tuttavia, già avviatasi nell’ultimo decennio del secolo scorso, dal 2001-2002 è iniziato in Italia il vero e proprio assalto dell’immigrazione, che da quel momento diventa inarrestabile, tanto che la popolazione straniera, pari a meno del 2% del totale nel 1998, raggiunge l’8,5% nel 2014, con oltre cinque milioni di persone. Niente di tutto questo è avvenuto in Germania e Francia: nella prima i residenti stranieri sono invero molti di più, ma sostanzialmente stabili dall’inizio degli anni ’90, mentre in Francia si tratta per lo più di ex abitanti delle colonie, che progressivamente hanno acquisito la cittadinanza transalpina.
    Ebbene, nonostante che tale immigrazione in Italia sia stata costituita in gran parte da persone adulte in età lavorativa, quindi potenzialmente in grado di contribuire alla ricchezza nazionale, non solo la curva del Pil si è avvicinata molto di più a quella prevista in base alla sola popolazione “naturale”, cioè di nascita italiana, ma si colloca perfino al di sotto di questa.
    In base al modello demografico della ricchezza nazionale, quindi, l’effetto dell’immigrazione deregolata e dequalificata, completamente estranea alla lingua, ai valori e alla storia della nostra nazione, è stato nella migliore delle ipotesi nullo, e probabilmente perfino negativo. Tanto che, se invece della vera e propria “sostituzione di popolo” che stiamo subendo fosse stata incentivata la natalità naturale in Italia, il Pil sarebbe oggi in leggera crescita e, come il caso francese dimostra, sarebbe tornato almeno ai livelli del 2007.

    Confronto dei Pil pro-capite di Italia, Germania e Francia. Per l’Italia, è stato valutato sia quello reale sia quello in assenza di immigrati

    Essendo stimato praticamente nullo il contributo reale dell’immigrazione alla ricchezza italiana, nel confronto tra i Pil pro-capite delle nazioni considerate, si è valutato per l’Italia sia il valore reale sia quello che sarebbe risultato in assenza di immigrati.
    L’esito è impietoso e conferma quanto già ottenuto in precedenza: dal 2007, a fronte di una crescita significativa per la Germania e un recupero pressoché completo per la Francia, la ricchezza pro-capite in Italia è crollata da quasi 30 mila dollari a poco più di 26 mila. In assenza di immigrati, il Pil pro-capite nell’anno 2014 sarebbe stato superiore di circa 2500 dollari, cioè circa 2000 euro.
    A tanto ammonta, secondo una stima molto prudente, il costo delle politiche dell’immigrazione condotte negli ultimi 20 anni in Italia.

    Pil italiano e politiche dell'immigrazione | IL PRIMATO NAZIONALE

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Sospeso/a
    Data Registrazione
    04 Dec 2009
    Località
    Roma
    Messaggi
    987
     Likes dati
    53
     Like avuti
    355
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Immigrazione selvaggia: ci costa oltre 2000 euro a testa ogni anno

    ....e loro ce magnano da nababbi.....!!!!1

  3. #3
    Canaglia
    Data Registrazione
    06 Oct 2011
    Messaggi
    36,989
     Likes dati
    1,098
     Like avuti
    6,615
    Mentioned
    363 Post(s)
    Tagged
    23 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito Re: Immigrazione selvaggia: ci costa oltre 2000 euro a testa ogni anno

    Però ve piace a' pummarola n'coppa aggrattis!
    e come possiamo escludere l'ipotesi che i druidi fossero migliori medici dei medici odierni? (darksunshine)

  4. #4
    #Ciaone
    Data Registrazione
    02 Sep 2014
    Messaggi
    17,847
     Likes dati
    12,024
     Like avuti
    9,098
    Mentioned
    125 Post(s)
    Tagged
    25 Thread(s)

    Predefinito Re: Immigrazione selvaggia: ci costa oltre 2000 euro a testa ogni anno

    allora chi ha assunto lavoratori immigrati dal 99 ad oggi rimborsi di 2000 euro all'anno ogni cittadino e siamo a posto

  5. #5
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    24 Aug 2010
    Località
    Bellagio-lago di Como
    Messaggi
    25,667
     Likes dati
    4,817
     Like avuti
    13,000
    Mentioned
    169 Post(s)
    Tagged
    7 Thread(s)

    Predefinito Re: Immigrazione selvaggia: ci costa oltre 2000 euro a testa ogni anno

    Ma basta solo immaginare che noi importiamo manodopera straniera costosa per il sistema paese ed esportiamo cervelli costati alle famiglie ed al sistema una enormità cadauno.
    Prendiamo un abdul mussulmano , nullafacente, con consumi ridottissimi e esportiamo un Giuseppe cattolico, laureato o diplomato, abituato ad altissimi consumi.
    100.000 son partiti , centosettantamila sono arrivati.

    Abbiamo bloccato la natalità non incentivando le famiglie italiane , abbiamo distrutto la scuola , demotivato i docenti; abbiamo bloccato la ricerca, taglieggiato le aziende quasi a strozzarle, tanto che esse devono evadere o delocalizzare e ora stiamo svendendo i patrimoni di know how.
    E ciò è colpa di una litigiosa , incapace, fancazzista classe politica di destra e di sinistra che provoca i propri elettori , li divide , al fine di poter sopravvivere .
    fascisti, comunisti , ladri voi , ladro tu ...li vedi in televisione a scannarsi per dividere l'elettorato .
    E gli italiani ci cascano da sempre , quando basterebbe che imponessimo alcuni punti fermi.
    La democrazia italiana è la nostra tomba!
    DI ROSSO IN ITALIA C'E' SOLO IL VINO

    L'Italia è una razza, una storia, un orgoglio, una passione, l'Italia è una grandezza del passato.

  6. #6
    Sospeso/a
    Data Registrazione
    18 Jul 2015
    Località
    Modena
    Messaggi
    32,420
     Likes dati
    2,075
     Like avuti
    4,561
    Mentioned
    396 Post(s)
    Tagged
    4 Thread(s)

    Predefinito Re: Immigrazione selvaggia: ci costa oltre 2000 euro a testa ogni anno

    Citazione Originariamente Scritto da CARLO NORD ITALIA Visualizza Messaggio
    Ma basta solo immaginare che noi importiamo manodopera straniera costosa per il sistema paese ed esportiamo cervelli costati alle famiglie ed al sistema una enormità cadauno.
    Prendiamo un abdul mussulmano , nullafacente, con consumi ridottissimi e esportiamo un Giuseppe cattolico, laureato o diplomato, abituato ad altissimi consumi.
    100.000 son partiti , centosettantamila sono arrivati.

    Abbiamo bloccato la natalità non incentivando le famiglie italiane , abbiamo distrutto la scuola , demotivato i docenti; abbiamo bloccato la ricerca, taglieggiato le aziende quasi a strozzarle, tanto che esse devono evadere o delocalizzare e ora stiamo svendendo i patrimoni di know how.
    E ciò è colpa di una litigiosa , incapace, fancazzista classe politica di destra e di sinistra che provoca i propri elettori , li divide , al fine di poter sopravvivere .
    fascisti, comunisti , ladri voi , ladro tu ...li vedi in televisione a scannarsi per dividere l'elettorato .
    E gli italiani ci cascano da sempre , quando basterebbe che imponessimo alcuni punti fermi.
    La democrazia italiana è la nostra tomba!

    A dire il vero in Italia sono meno gli immigrati disoccupati degli italiani disoccupati in percentuale...

    per cui nel tuo esempio di bassa lega potresti tranquillamente mettere l'abdul mussulmano, impiegato, che paga le tasse e mantiene una famiglia di 4 persone e il buon giuseppe, cattolico, cocco di mamma e figlio di papa', che spende la pensione del nonno, non paga 1 euro di tasse e studia fino a 46 anni

  7. #7
    S'le not u s'farà dè!
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    64,243
     Likes dati
    17,455
     Like avuti
    12,157
    Mentioned
    131 Post(s)
    Tagged
    55 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    7

    Predefinito Re: Immigrazione selvaggia: ci costa oltre 2000 euro a testa ogni anno

    Citazione Originariamente Scritto da david477 Visualizza Messaggio
    A dire il vero in Italia sono meno gli immigrati disoccupati degli italiani disoccupati in percentuale...

    per cui nel tuo esempio di bassa lega potresti tranquillamente mettere l'abdul mussulmano, impiegato, che paga le tasse e mantiene una famiglia di 4 persone e il buon giuseppe, cattolico, cocco di mamma e figlio di papa', che spende la pensione del nonno, non paga 1 euro di tasse e studia fino a 46 anni
    ma mentre tanti disoccupati italiani vivono sul groppone delle famiglie gli immigrati disocuppati vivono sulle spalle degli italiani accedendo al wellfare che in tanti casi non hanno neppure contribuito a creare !!
    Ultima modifica di Amalie; 23-07-15 alle 23:47


  8. #8
    Sospeso/a
    Data Registrazione
    18 Jul 2015
    Località
    Modena
    Messaggi
    32,420
     Likes dati
    2,075
     Like avuti
    4,561
    Mentioned
    396 Post(s)
    Tagged
    4 Thread(s)

    Predefinito Re: Immigrazione selvaggia: ci costa oltre 2000 euro a testa ogni anno

    Citazione Originariamente Scritto da Amalie Visualizza Messaggio
    ma mentre tanti disoccupati italiani vivono sul groppone delle famiglie gli immigrati disocuppati vivono sulle spalle degli italiani accedendo al wellfare che in tanti casi non hanno neppure contrinuito a creare !!
    Signorina, il welfare e' sempre tale, sia che ne faccia ricorso un disoccupato immigrato sia che ne faccia ricorso un italiano disoccupato

    non e' che mamma e papi che hanno in casa il figlioletto 40 enne disoccupato pagano anche per lui

    sempre un costo e'. Tale quale per entrambi

    di conseguenza si può affermare che, in proporzione, allo stato costi di più il mantenimento degli italiani disoccupati che quello degli immigrati disoccupati, essendo appunto in percentuale meno disoccupati

    spero di non avergliela messa troppo difficile

    puo anche considerare l'idea di fare una dormita riposante e rivedere il tutto domani mattina, a mente più fresca

  9. #9
    Roberto il Guiscardo
    Data Registrazione
    01 Jul 2010
    Località
    Salerno
    Messaggi
    23,588
     Likes dati
    135
     Like avuti
    5,227
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Immigrazione selvaggia: ci costa oltre 2000 euro a testa ogni anno

    Citazione Originariamente Scritto da david477 Visualizza Messaggio
    Signorina, il welfare e' sempre tale, sia che ne faccia ricorso un disoccupato immigrato sia che ne faccia ricorso un italiano disoccupato

    non e' che mamma e papi che hanno in casa il figlioletto 40 enne disoccupato pagano anche per lui

    sempre un costo e'. Tale quale per entrambi

    di conseguenza si può affermare che, in proporzione, allo stato costi di più il mantenimento degli italiani disoccupati che quello degli immigrati disoccupati, essendo appunto in percentuale meno disoccupati

    spero di non avergliela messa troppo difficile

    puo anche considerare l'idea di fare una dormita riposante e rivedere il tutto domani mattina, a mente più fresca

    una logica piuttosto distorta, direi...
    aderisci al partito del VOTO PERMANENTE ON LINE per:

    - votare leggi etico/sociali e tutte quelle norme che riguardino gli interessi dei politici
    - assegnare un "rating" ad ogni politico e pubblico amministratore, fino al livello spazzatura

  10. #10
    S'le not u s'farà dè!
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    64,243
     Likes dati
    17,455
     Like avuti
    12,157
    Mentioned
    131 Post(s)
    Tagged
    55 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    7

    Predefinito Re: Immigrazione selvaggia: ci costa oltre 2000 euro a testa ogni anno

    Citazione Originariamente Scritto da david477 Visualizza Messaggio
    Signorina, il welfare e' sempre tale, sia che ne faccia ricorso un disoccupato immigrato sia che ne faccia ricorso un italiano disoccupato

    non e' che mamma e papi che hanno in casa il figlioletto 40 enne disoccupato pagano anche per lui

    sempre un costo e'. Tale quale per entrambi

    di conseguenza si può affermare che, in proporzione, allo stato costi di più il mantenimento degli italiani disoccupati che quello degli immigrati disoccupati, essendo appunto in percentuale meno disoccupati

    spero di non avergliela messa troppo difficile

    puo anche considerare l'idea di fare una dormita riposante e rivedere il tutto domani mattina, a mente più fresca
    forse non ti risulta di quanta gente vive alle spalle dei genitori perchè non ha lavoro! genitori che provvedono al loro vitto ed alloggio quando anche ad altro! Pagano per lui eccome! e quante famiglie tirano avanti con la pensione dei nonni che tengono in casa altrimenti dovrebbero andare alla caritas.. E' logico che il wellfare viene sfruttato di piu' dagli italiani visto che siamo molti di piu' ma di sicuro questi ne hanno piu' diritto di chi non ha mai contribuito in vita sua a finanziarlo come i clandestini e i rom ai quali viene garantito tutto!!
    gli italiani e gli imigrati regolari sono sullo stesso piano anche se per gli immigrati a parità di bisogno gli enti fanno sempre di piu' per favorirne l'integrazione come l'accesso agli asili ed alle case popolari in moltissimi comuni assegnado loro dei punti extra!!
    Ultima modifica di Amalie; 23-07-15 alle 23:59


 

 
Pagina 1 di 6 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Ogni deputato costa agli italiani 380.000 euro all’anno
    Di POL nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 21-07-14, 22:03
  2. La politica costa 23 miliardi l’anno: 757 euro a testa
    Di POL nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 16-12-13, 19:07
  3. Ogni anno la burocrazia costa 23mila euro alle aziende
    Di Ludis nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 22-11-10, 20:07
  4. La burocrazia ci costa 5.500 euro a testa all'anno
    Di Serapide nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 03-09-07, 19:37
  5. Risposte: 63
    Ultimo Messaggio: 27-12-06, 18:23

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •