User Tag List

Risultati da 1 a 2 di 2
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    22 Jul 2012
    Messaggi
    16,478
     Likes dati
    3,162
     Like avuti
    3,486
    Mentioned
    101 Post(s)
    Tagged
    8 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito festival giordano bruno

    Festival per Giordano Bruno 2015
    Convegni, Spettacoli, Certamen bruniano...Nola, 15-19 aprile 2015
    sabato 18 aprile ore 17.30, piazza Duomo
    La rivoluzionaria filosofia di Giordano Bruno
    relatrice prof. Maria Mantell

  2. #2
    Forumista senior
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    IPERURANIO INTERIORE
    Messaggi
    4,295
     Likes dati
    63
     Like avuti
    323
    Mentioned
    47 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Exclamation Re: festival giordano bruno

    Il VERO VOLTO di GIORDANO BRUNO nel 420° anniversario della sua arsione...
    Riporto anche qui parecchi miei interventi disparati che ho riunito, postati oggi qua e là sui vari fora di "Termometro Politico", riguardo Bruno e soci che lo idolatrano tuttora in maniera politicamente trasversale...
    Anche voi "duosicilianisti" e/o "neoborbonici"?!?!

    A Nola in questi ultimi anni ci sono stati altri "Festival per Giordano Bruno" come nel 2015?!?!
    A Napoli ci sono state altre Edizioni "Giordano Bruno"?!?! Quali logge le organizzano?!?!
    Ad ognuno i falsi miti che si merita...
    "La rivoluzionaria filosofia di Giordano Bruno" (cit.), da correggere meglio (mi permetto di farlo io eh) in "La sovversiva e diabolica pseudo-filosofia occultistica di Giordano Bruno" per la precisione...

    Di sicuro ci sarebbero tanti altri napoletani ben più degni di essere ricordati, come il filosofo, storico e giurista Giambattista VICO (Napoli, 23 giugno 1668 – Napoli, 23 gennaio 1744) ed il "Napoletano onorario" iberico-imperiale e cattolico integrale Francisco Elías de Tejada y Spínola (Madrid, 23 maggio 1917 – Madrid, 18 febbraio 1978) autore di "NAPOLI SPAGNOLA" pubblicata in diversi volumi dalle benemerite "Edizioni Controcorrente" del compianto editore e giornalista napoletano PIETRO GOLIA (08/11/1950 - 01/02/2017), R.I.P....


    NAPOLI SPAGNOLA 2 | Controcorrente Edizioni
    http://controcorrentedizioni.eu/libr...li-spagnola-2/
    F. de Tejada, Napoli spagnola, Controcorrente, 5 volumi + 1 di indici, Napoli 1999-2019.
    https://lanuovacontrocorrente.it/lib...-tradizionale/
    F. de Tejada, La monarchia tradizionale, Edizioni Controcorrente, Napoli 2001

    http://controcorrentedizioni.eu/in-m...testimonianze/
    "In memoria di Pietro Golia: una raccolta di articoli e testimonianze"
    https://lanuovacontrocorrente.it/pietrogolia/

    https://www.barbadillo.it/62798-il-r...-come-milizia/



    PER NON DIMENTICARE CHE RAZZA DI INFAME APOSTATA NEGROMANTE FOSSE GIORDANO BRUNO...
    GUARDA CASO, CI SONO MOLTE LOGGE MASSONICHE DEDICATE A GIUSEPPE MAZZINI E GIORDANO BRUNO...
    SICURAMENTE I VERTICI MASSONICO-MONDIALISTI, ED ANCHE MOLTI NOSTALGICI FASCIO-SANSEPOLCRISTI NEO-RISORGIMENTALI ANTI-CATTOLICI, SONO TUTTI EREDI IDEOLOGICI DI GIUSEPPE MAZZINI E GIORDANO BRUNO!!!!
    In questo post inizio a documentare il LEGAME esistente TRA IL FALSO MITO DI BRUNO, LA MASSONERIA, L'ONU, LE IDEOLOGIE LAICISTE E CERTO NEO-FASCISMO ESOTERICO-OCCULTISTA, tutti uniti dall'ANTI-CATTOLICESIMO...

    CONTRO L’O.N.U., STRUMENTO DEL GLOBALISMO MASSONICO!!!!
    Riporto su questa vecchia discussione a livello cronologico, ma sempre attuale data la tematica, per documentare meglio e più in dettaglio chi si cela dietro l'ONU...
    L’ONU purtroppo difficilmente verrà smantellata, troverà sempre chi le fornirà i soldi perché è utile agli scopi mondialisti; ed anche se per caso non trovasse più fornitori, ci sono comunque tante altre logge simili all'ONU che fanno lo stesso gioco...
    La risposta migliore e più neutra su cosa sia L’O.N.U., su chi l’abbia fondata e a che/chi serva, la trovate direttamente sul sito massonico della “Loggia Giordano Bruno” (“nomen est omen”, dicevano nella lingua latina gli antichi romani…) sotto l’esplicita dicitura “Opere umanitarie e sociali della Massoneria” (sic!!), v. qui:





    Opere umanitarie e sociali della Massoneria « Loggia Giordano Bruno
    “L’O.N.U.: Nel 1917 a Parigi si adunarono le Massonerie di tutte le nazioni alleate, e fondarono la Società delle Nazioni, il cui scopo era di sostituire alla logica del cannone quella del dialogo. Nel secondo dopoguerra questa istituzione fu rifondata col nome di O.N.U.
    Se si osservano le diverse branche di essa, ci si rende conto dello spirito e dei propositi della Massoneria: lotta alla fame (FAO), alla disoccupazione (Bit), all’analfabetismo (UNESCO), pro infanzia (UNICEF), pro distensione atomica (AICA), in difesa degli oppressi (AMNESTY), ecc.”



    Insomma, L’O.N.U. e tutte le sue ramificazioni sono opera massonica e rispecchiano quella ideologia!!
    Se leggete tutto l’articolo si scopre che l’intera società e politica attuale è di matrice massonica!!
    Ed i massoni se ne vantano, rivendicano tutto ciò come un loro “merito”, salvo poi etichettare come “paranoici complottisti” coloro che ripetono e riportano quello che loro stessi ammettono accusandoli di denigrarli!!
    O questi massoni sono dei megalomani esaltati e basta oppure é vero che il mondo contemporaneo è ideologicamente roba loro, dato che lo rivendicano come tale…
    L’O.N.U. fa l’interesse trasversale dei vertici massonici internazionali e serve a perpetuare il dominio sul mondo non solo dei discendenti dei “vincitori dell’ultima guerra mondiale” (cit.), ma di tutti.
    I vertici della “nazioni oppresse del terzo mondo” (cit.) e quelli delle “nazioni imperialiste occidentali” (cit.) in realtà sono dalla stessa parte della barricata; i massoni non hanno nazionalità, ovunque fanno valere i propri settari interessi.

    Vi pare strano che questa loggia sia dedicata a Giordano Bruno e che il tizio arrostito al rogo nel Campo de’ Fiori fosse l’idolo dei sovvertitori “risorgimentali” mazziniani e garibaldini anti-cattolici nemici di Pio IX e del Papato (una prima statua di Bruno venne eretta nel 1849 durante la “Repubblica Romana” di Mazzini ed il successivo momumento a lui dedicato nel 1889 fu opera del massone Ettore Ferrari, scultore della statua bronzea ancora là presente) e tuttora lo sia di tutti i laicisti od esoteristi/occultisti e persino di tanti pretesi “anti-mondialisti” di “destra” e di “sinistra” eh?!
    Tra l'altro, ve lo rivelo qui a voi per primi perché è una notizia passata sotto silenzio, su Rai2 al “TG2 Post” serale del 17 febbraio 2020 c’è stato uno scandaloso elogio pubblico dell’ultraeretico anzi apostata panteista e negromante anticristiano Giordano Bruno (nel giorno del 420esimo anniversario della sua morte avvenuta nel 1600) – il quale venne giustamente bruciato sul rogo anche in quanto viscida spia e delatore al servizio di stati nemici che perseguitavano i cattolici, tra l’altro per suo indiretto volere, dato che nella sua megalomania e superbia ostinata volle immolarsi rifiutandosi di pentirsi ed abiurare le sue teorie e misfatti – ad opera di Vittorio Sgarbi, Anna Foa e Dacia Maraini che l’hanno descritto come una sorta di “martire della libertà” in puro stile massonico.
    Vittorio Sgarbi però, tra vergognosi panegirici all’eretico anzi apostata di Nola ed al relativismo religioso e morale, ha pronunciato una vera e propria chicca:


    «(…) noi abbiamo fortunatamente un papa completamente ateo, quello che abbiamo adesso, quindi oggi sarebbe lui sul rogo (…) Bergoglio é in fondo l’ultimo erede di Giordano Bruno. Dovendo decidere fra l’inquisizione e Giordano Bruno sceglierebbe Bruno. (…)»

    “TG2 Post del 17/02/2020”
    Video Rai.TV - TG2 - TG2 Post del 17/02/2020



    Cioé Vittorio Sgarbi ha quasi intuito alla perfezione, pur sbagliando a definirlo "papa ateo" (non è ateo nè tanto meno papa...), che Giordano Bruno e Jorge Mario Bergoglio hanno la stessa “fede” in un “dio” cosmico-panteistico (quello modernista e massonico, aggiungo io eh) che nulla ha a che spartire con la Santissima Trinità del Cristianesimo…
    E che rischierebbe e meriterebbe - in una società cattolica di qualche secolo fa - la stessa fine del suo predecessore nella più mostruosa e spinta eresia!!
    Anzi, a mio avviso Bergoglio - ed i suoi immediati predecessori non erano da meno - lo meriterebbe mille volte di più perché inganna diabolicamente i fedeli a nome della Santa Chiesa travestito in papale abito!!
    I vertici dell'ONU hanno la stessa "fede" di Bruno, Bergoglio e soci della setta vaticano-secondista, adorano il "grande architetto dell'universo", cioè quello laggiù...
    Mi raccomando, voi “anti-massoni” (mi rivolgo a chi condivide l'ideologia massonica anche se si illude di combatterla, purtroppo ce ne sono tanti...) continuate ad esaltare il “martire del libero pensiero” cioè il prete e monaco apostata nonché spia e negromante nolano, idolo di tutte le Logge Massoniche…V. qui:






    «Carlo Di Pietro - Sursum Corda 17 febbraio
    17 febbraio 1600, Campo de' Fiori, Roma. Giordano Bruno, il falso mito creato dalla massoneria --->
    https://www.sursumcorda.cloud/artico...assoneria.html |
    Giordano Bruno, el falso mito creado por la masonería (Teología Política) --->
    https://propagandacatolica.com/2019/...ogia-politica/ »

    “Carlo Di Pietro - Sursum Corda 17 febbraio alle ore 08:00 •
    Giordano Bruno (+ 17 febbraio 1600): il triste personaggio che la Massoneria ha riesumato dall’oblio della storia per elevarlo a martire del libero pensiero.
    https://www.sursumcorda.cloud/artico...assoneria.html
    Mons. Pietro Balan, Il vero volto di Giordano Bruno, CLS, 2009.
    Papa Leone XIII descrive la figura di Giordano Bruno --->”
    https://www.sursumcorda.cloud/artico...ano-bruno.html

    https://www.agerecontra.it/2020/02/g...la-massoneria/




    Ovviamente non poteva mancare, anche quest’anno, l’elogio di Bruno su “Ereticamente”:


    https://www.ereticamente.net/2020/02...o-bianchi.html
    “Giordano Bruno: il Pensiero al rogo – Umberto Bianchi”





    La passione infuocata per Giordano Bruno - Centro Studi Giuseppe Federici
    http://www.centrostudifederici.org/p...iordano-bruno/
    «La passione infuocata per Giordano Bruno 19 febbraio 2020

    Centro studi Giuseppe Federici – Per una nuova insorgenza
    Comunicato n. 17/20 del 19 febbraio 2020, San Gabino
    La passione infuocata per Giordano Bruno
    Breve rassegna stampa sulle commemorazione dell’apostata Giordano Bruno in occasione del 420° anniversario della morte.
    Sulla figura di Giordano Bruno consigliamo la lettura del libro di mons. Pietro Balan, Il vero volto di Giordano Bruno (in appendice le due allocuzioni di Leone XIII “Amplissimum collegium” del 24/5/1889 e “Quod nuper” del 30/6/1889), Centro Librario Sodaliitum, 2009»
    https://www.sodalitiumshop.it/epages...Products%2F026

    “17 febbraio. Il Grande Oriente nel segno di Bruno e del Libero Pensiero
    Il 17 febbraio del 1600 fa moriva arso vivo in Campo de’ Fiori a Roma il filosofo nolano e frate domenicano Giordano Bruno, condannato al rogo perché eretico, pertinace, impenitente et ostinato…” Una data fortemente simbolica per chi è impegnato incessantemente a combattere le tenebre dell’oscurantismo e dell’integralismo. Una data che la Massoneria celebra ogni anno e che coincide con un altro anniversario importante: l’emanazione nel 1848 delle Regie Patenti di Carlo Alberto che restituirono ai Valdesi i diritti civili.
    E se i falò illuminano le valli dei protestanti piemontesi, a Roma si rende omaggio alla statua dedicata a Bruno, massima icona del libero pensiero, del coraggio, della forza delle idee. Una statua che fu realizzata dallo scultore e artista Ettore Ferrari, che nel 1904 diventerà Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia, eche venne inaugurata tra incandescenti polemiche il 9 giugno del 1889.
    Il merito di aver riscoperto Bruno, inserendolo tra i miti fondanti ai quali doveva idealmente fare riferimento il nuovo stato unitario, appena nato, va senz’altro a Francesco De Sanctis (Morra Irpina, 28 marzo 1817 – Napoli, 29 dicembre 1883) che da ministro della Pubblica Istruzione del governo presieduto da Cavour nel 1861 e poi da Cairoli nel 1878, ne aveva fatto ripubblicare l’opera omnia.
    Il pensiero di Bruno veniva percepito come laico e moderno e affascinava i giovani e fu proprio nelle università, che cominciò a farsi strada l’idea di un monumento da dedicargli. Un progetto, poi sostenuto da un ampio fronte internazionale massonico che scelse appunto Ferrari per portarlo a compimento.
    Nel giorno dell’inaugurazione un lungo corteo, che i giornali cattolici descrissero come un’ “orgia satanica” sfilò dalla stazione Termini fino a Campo de’ Fiori. (…)
    https://www.grandeoriente.it/17-febb...bero-pensiero/
    420 anni dal rogo di Giordano Bruno, obstinatissimo eretico
    Roma (NEV), 17 febbraio 2020 – A Campo dei Fiori all’ alba del 17 febbraio del 1600 veniva arso vivo il filosofo Giordano Bruno.
    Lo ha ricordato tra gli altri anche la moderatora della Tavola valdese Alessandra Trotta: proprio oggi, 17 febbraio, giorno in cui con Lettere Patenti Carlo Alberto poneva fine nel 1848 a secoli di discriminazione riconoscendo ai suoi sudditi valdesi i diritti civili e politici. Per questo, il rinnovato appello dei protestanti a fare di questa data la giornata della libertà di pensiero e religione. La richiesta è stata rilanciata anche nel corso dell’ultimo Sinodo delle Chiese metodiste e valdesi, lo scorso agosto. Tale richiesta, spiegarono dal Sinodo, corrisponderebbe alla necessità di dare «piena e concreta attuazione al dettato costituzionale che prevede e garantisce la libertà religiosa quale diritto fondamentale». (…)
    https://www.nev.it/nev/2020/02/17/42...ssimo-eretico/
    Quando James Joyce incontrò Giordano Bruno
    Roma, domenica 17 febbraio 1907. Joyce esce di casa in via Monte Brianzo n. 51, a un centinaio di metri dall’attuale teatro Tor di Nona. Si reca a Campo de’ Fiori per assistere alla manifestazione in memoria del rogo di Giordano Bruno, il Nolano, lì arso vivo 307 anni prima. L’evento è ricordato per i suoi forti accenti anticlericali, e celebrazioni importanti si tennero anche in altre città del Regno d’Italia. Perugia, ad esempio, dove proprio quel giorno fu posta una targa di fronte alla Chiesa di San Domenico – Bruno era stato frate domenicano – che tuttora recita: «Giordano Bruno/ che nell’esame dell’assoluto/ avversò la dommatica filosofica/ precorrendo vittorioso i tempi/ trovi in questa piazza/ ove/ imperarono i suoi carnefici/ glorificazione e ricordanza/ I Partiti popolari posero/ 17 febbraio 1907».
    In quello stesso giorno, ma del 1600, all’alba, a due passi dalla futura casa di Joyce, il filosofo di Nola era uscito dalle Carceri di Tor di Nona – la “presone del lo papa”, come venivano chiamate – per esser portato su un carro, con la lingua in una morsa di legno per non farlo parlare, fino al rogo fatale, allestito in un luogo non distante da Campo de’ Fiori. Il motivo per cui il giovane irlandese, appena venticinquenne, si sia ritrovato ad abitare così vicino all’ultima dimora del suo primo mentore, è una casualità; forse. Vero è, che meno di quattro anni prima, aveva pubblicato sul Daily Express – il 30 ottobre del 1903 – una recensione di un bel libro di Lewis McIntyre su Bruno in cui, alla fine della sezione biografica, nel capitolo relativo alle ultime ore del Nolano, leggiamo: «[he] went to the prison of the Tower of Nona».”
    https://left.it/2020/02/16/quando-jo...iordano-bruno/


    https://ricerca.repubblica.it/repubb...fida-spia.html
    “MA GIORDANO BRUNO ERA UNA PERFIDA SPIA? (…)

    John Bossy, professore di storia all' università di York, ha lanciato questa tremenda accusa (…) nel suo libro appena pubblicato in Inghilterra: Giordano Bruno and the Embassy Affair (Yale University Press).”
    https://www.ilprimatonazionale.it/ap...i-parte-58704/
    https://it-it.facebook.com/notes/sav...1406669612348/
    «Giordano Bruno: millantatore, spia e massone? (…)
    In questa ottica sono da tenere in attenta considerazione le affermazioni di John Bossy, lo storico inglese, che nella sua opera Giordano Bruno and the Embassy affair del 1991, individua il filosofo nolano come spia al servizio di Walsingham, Primo Segretario della Corona, in pratica il ministro dell’interno e capo del servizio segreto di S.M. Britannica; o addirittura come doppiogiochista, tra il succitato ministro inglese e l’ambasciatore francese a Londra, Michel de Castelnau. Bruno arriva, in effetti, a Londra con l’insolita qualifica di gentiluomo al seguito dell’ambasciatore senza ulteriore incarico, e il de Castelnau, a cui Bruno dedica due dei suoi dialoghi italiani che pubblicherà a Londra, non lo cita minimamente nelle sue memorie, come se volesse che se ne perdesse memoria; né sono segnalati, ufficialmente, i contatti tra il filosofo nolano e la regina Elisabetta, che non possono essere mancati, come ha, ripetutamente, lasciato intendere Bruno nei suoi Dialoghi; perché, dunque, tutto questo nascondere o quanto meno sottostimare questi rapporti pur certi? Lo scenario politico della fine del XVI secolo mostrava un’Europa scossa dalla Riforma protestante e dalle lotte politiche che, prendendo le mosse da essa, la agitavano. In Francia, Enrico III si barcamenava tra gli ultracattolici guidati dalla famiglia dei Guisa, ramo cadetto dei Lorena, e gli ugonotti che premevano per avere maggiore visibilità o, quanto meno, diritto di esistere; il suo successore Enrico IV di Navarra, protestante, che solo per la ragion di Stato e a malavoglia si convertì al cattolicesimo come dimostra la sua celebre frase Parigi val bene una messa non era certo un punto di riferimento per il Papato. In Inghilterra, il regno di Elisabetta Tudor creava ulteriori grattacapi al papato costretto a convivere con una monarca ritenuta illegittima (ella era nata dal matrimonio, dopo il non riconosciuto divorzio da Caterina d’Aragona, tra Enrico VIII e Anne Bolen) e per di più non cattolica; il tentativo di risolvere questo problema fu affrontato in due modi differenti, cercando il matrimonio tra la sovrana inglese con il Duca d’Angiò, François d’Alençon, che avrebbe anche potuto accampare diritti sulla corona di Francia; e con il tentativo di sostituirla con Mary Stuart, rampolla della famiglia dei Guisa. Soprassedendo sugli ovvi problemi che davano gli Stati tedeschi tutti alle prese con le tensioni religiose determinate dal predominio repentino del Protestantesimo, anche a Praga, sede dell’imperatore Rodolfo II, l’ortodossia cattolica non era proprio di casa, accertati gli interessi esoterici ed ermetici dell’Imperatore.
    In questo confuso quadro politico, si muove, come nel suo elemento naturale, Giordano Bruno da Nola che sembra errare senza meta certa tra le varie Corti d’Europa, ma un esame anche superficiale del percorso ci mostra la possibilità di un disegno politico ben definito: egli, lasciata per la prima volta l’Italia, si trova prima tra i calvinisti a Ginevra, poi nella patria dei loro confratelli ugonotti, a Tolosa, quindi a Parigi, presso un sovrano che non mostrava certo malanimo verso i protestanti di Francia, poi presso la protestante Elisabetta Tudor, quindi nella stessa Patria di Lutero, Wittemberg, per chiudere questo strano pellegrinaggio presso la sede imperiale, nella Praga dell’ermetico Rodolfo. Fu casuale questo percorso? O non piuttosto, fu il logico viaggio di connessione tra le varie, reali o ipotetiche, forze antipapato? O al contrario, alla luce dell’innaturale lunghezza del processo inquisizionale a cui fu sottoposto, non fu un agente del Papato stesso che cercò, invano, di ricompattare un’Europa così malamente lacerata, e abbandonato, alla fine, dal suo “datore di lavoro” perché non più utilizzabile e contemporaneamente troppo pericoloso per l’enorme mole di notizie riservatissime di cui era a conoscenza? Infine, come terza ipotesi, la presenza a partire proprio da quegli anni della cosiddetta setta dei Giordanisti legata, ancora oggi, alle logge massoniche riconosciute non può non far pensare alla possibilità di un Bruno tessitore di una rete di controllo delle varie Corti e Palazzi del potere europei e architetto di un “nuovo ordine” come di lì a qualche decennio comincerà a teorizzare una delle più grandi organizzazioni segrete della storia: la Massoneria.».





    TORNANDO ALL'ONU...V. QUI:




    https://www.radiospada.org/2014/03/l...nazioni-unite/
    «La Massoneria ha fondato le Nazioni Unite il 7 Marzo 2014 - di Davide Consonni-
    Riporto degli stralci di un articolo di Gianni Tibaldi apparso sul 1° numero di Hiram del 2013. Hiram è una delle due riviste massoniche del Grande Oriente d’Italia. L’articolo s’intitola “Valori iniziatici e Nazioni Unite”, qui sotto riporto dei passaggi sperando che vi conducano ad un’attenta e doverosa riflessione. [Hiram, Valori Iniziatici e Nazioni Unite, G. Tibaldi, n° 1, 2013, p.71]

    “Innanzitutto occorre ricordare, come dato storico, che le Nazioni Unite sono state ideate e volute da tre Fratelli Massoni: Franklin Delano Roosevelt, Harry Truman e Winston Churchill che portarono i principî e gli ideali della Libera Muratoria nelle motivazioni, negli scopi e nella funzione dell’ONU. Le NU sono, dunque, una Organizzazione creata da Massoni per la realizzazione nel Mondo degli ideali massonici, per l’attuazione nella Storia di un Piano iniziatico della Salvezza. La Massoneria aveva, per altro, già avviato la costruzione di questo “Tempio” attraverso l’iniziativa di illustri Fratelli. […]” [Hiram, Valori Iniziatici e Nazioni Unite, G. Tibaldi, n° 1, 2013, p.71]
    “Può essere utile ricordare l’opera di personalità quali Henri La Fontaine (1854-1934) uomo politico belga, Vice Presidente del Senato, Premio Nobel per la Pace nel1913, fondatore della “Ligue Universelle des Francs – Maçons” e, nel 1910, della “Union des Associations Internationales” una delle prime “Organizzazioni Internazionali Non Governative” tuttora attiva come delegata dall’ONU alla gestione della documentazione di tutte le Organizzazioni Internazionali operanti nel Mondo. Un altro precedente nella linea iniziatica che doveva portare alla costituzione dell’ONU può essere indicato nella “Fé- dération Internationale Maçonique pour la Société des Nations” creata nel 1920 per iniziativa dei Fratelli da Costa, Ministro portoghese, Accambray, Deputato francese e Welthoff, Gran Maestro della “Grande Loge de France” [Hiram, Valori Iniziatici e Nazioni Unite, G. Tibaldi, n° 1, 2013, p.71-72]
    “Ancora o, forse, soprattutto oggi rende commossi e orgogliosi i Massoni di tutto il mondo vedere rispecchiati puntualmente e vigorosamente i principî sui quali sono basati la Storia e lo Spirito della Libera Muratoria nel Preambolo dello Statuto delle Nazioni Unite siglato a San Francisco il 26 giugno 1945 […] Ancora oggi riempiono i nostri animi di emozione le parole con le quali si apre il Preambolo della Carta: “Noi Popoli delle Nazioni Unite […]”. Soltanto un pensiero ispirato da una coscienza iniziatica poteva immaginare di porre come soggetto attore di un evento autenticamente rivoluzionario nella Storia non i Governi ma i Popoli fondando una “Comunità di Nazioni” e non solo di Stati” [Hiram, Valori Iniziatici e Nazioni Unite, G. Tibaldi, n° 1, 2013, p.72-73]
    “Le Nazioni Unite, a dimostrazione ancora una volta della propria essenza iniziatica, non potevano non voler risolvere il problema in questa prospettiva. È nato, per questo, nel nucleo scientifico del “Sistema delle NU”, la “Università delle Nazioni Unite”, in particolare nel suo “Istituto di Studi Avanzati”, il “Linguaggio Digitale Universale”. L’UNL – Universal Networking Language –* è, in realtà, una lingua artificiale ma creata per tener conto delle informazioni e delle conoscenze veicolate dalle lingue umane. È una lingua dotata, pertanto, di componenti lessicali, grammaticali e semiotici al pari delle lingue naturali. Associata all’Intelligenza Artificiale, l’UNL facilita la comunicazione tra Uomo e “macchina” e attraverso la “macchina” fra tutti i Popoli nella lingua materna di ciascuno” [Hiram, Valori Iniziatici e Nazioni Unite, G. Tibaldi, n° 1, 2013, p.78]
    Per chi volesse leggere l’intero articolo basta cliccare questo link e scorre fino a pagina 70. »
    https://www.radiospada.org/tag/onu/
    https://www.radiospada.org/tag/grande-oriente-ditalia/
    https://www.radiospada.org/2014/02/a...eto-massonico/
    https://www.radiospada.org/tag/davide-consonni/





    Sugli appoggi e le aperture di “Giovanni XXIII”, “Paolo VI” e “papi” successivi della setta vaticano-secondista alla Massoneria, al Rotary Club, al Bené Berith, all’Onu e sulle reciproche simpatie:




    sito dedicato alla crisi dottrinale nella chiesa cattolica
    giovanni XXIII e paolo VI
    la massoneria messicana piange la morte di giovanni XXIII
    la massoneria italiana appoggia francesco I



    «Il discorso di Montini (Paolo VI) all’ONU: una ‘circolare’ della massoneria?»
    Il discorso di Montini (Paolo VI) all?ONU: una ?circolare? della massoneria? | Radio Spada
    https://www.agerecontra.it/2015/05/i...la-massoneria/
    https://www.arcsanmichele.com/index....lla-massoneria

    “Per sintetizzare – per brevità – il Sillabo degli errori contemporanei fa luce sulle devianze dottrinali di questa missiva montiniana dai chiari connotati massonici e mondialisti [Sono forse prevenuto? Non credo. Un vero Pontefice ha il dovere di conoscere la dottrina cattolica, di trasmettere inalterato il deposito della fede (cf. Pastor Aeternus), non può manifestare nuovi dogmi ed una nuova morale (cf. Dei Filius), non può interpretare la Scrittura secondo i suoi pruriti (cf. Providentissimus Deus); non può condurre al male le anime (cf. Satis Cognitum), non può essere a capo della Chiesa e nel contempo essersi escluso dalla Chiesa (cf. Mystici Corporis), etc …]”




    Il compianto ed eroico Don Luigi Villa (1918-2012) su “Chiesa Viva”:



    https://www.chiesaviva.com/CHIESA%20VIVA.htm
    http://www.centrosangiorgio.com/down..._la_chiesa.pdf





    Consiglio anche questi libri da leggere su O.N.U. ed associazioni (a delinquere) massonico-mondialiste simili:




    Franco Adessa, O.N.U. - Gioco al massacro?, Edizioni Civiltà, Brescia 1996.
    https://www.effedieffeshop.com/produ...massacro~.html
    https://www.effedieffeshop.com/pimag...g-1338-576.jpg



    Michel Schooyans, Il complotto dell’ONU contro la vita, Edizioni Effedieffe, Proceno di Viterbo 2013.
    https://www.effedieffeshop.com/produ...vita+_Il~.html
    https://www.effedieffeshop.com/pimag...g-1867-607.jpg



    Mario Di Giovanni, Indagine sul mondialismo. Il diavolo, probabilmente, Effedieffe, Milano 2000.
    https://www.effedieffeshop.com/produ...dialismo~.html
    https://www.effedieffeshop.com/pimag...big-17-410.jpg
    https://lanuovacontrocorrente.it/lib...l-mondialismo/
    https://lanuovacontrocorrente.it/wp-...ONDIALISMO.jpg



    Davide Consonni e Carlo Di Pietro, Humanum Genus. Dissertazione su massoneria, sette segrete e cosmopolitismo, Edizioni Radio Spada, Reggio Emilia 2015.
    https://www.radiospada.org/2015/11/h...ria-cattolica/
    https://i2.wp.com/www.radiospada.org...052337_787.png



    Libri in vetrina


    Epiphanius, Massoneria e sette segrete. La faccia occulta della storia, Controcorrente Edizioni, Napoli 2008.
    Massoneria e Sette segrete | Controcorrente Edizioni
    http://controcorrentedizioni.eu/wp-c...EPIPHANIUS.jpg






    Spero di avervi fornito interessanti notizie...Un saluto cattolico integrale...

    CHRISTUS VINCIT, CHRISTUS REGNAT, CHRISTUS IMPERAT!!!
    Luca, SURSUM CORDA – HABEMUS AD DOMINUM!!!
    ADDIO GIUSEPPE, amico mio, sono LUCA e nel mio CUORE sarai sempre PRESENTE!
    «Réquiem aetérnam dona ei, Dómine, et lux perpétua lúceat ei. Requiéscat in pace. Amen.»

    SURSUM CORDA - HABEMUS AD DOMINUM!!! A.M.D.G.!!!

 

 

Discussioni Simili

  1. Giordano Bruno e il suo Neoplatonismo
    Di =DADOUKOS= nel forum Filosofie e Religioni d'Oriente
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 24-02-20, 16:10
  2. LEGGENDE NERE - Giordano Bruno
    Di Cuordy nel forum Cattolici
    Risposte: 85
    Ultimo Messaggio: 19-02-19, 00:55
  3. Giordano Bruno
    Di largodipalazzo nel forum Laici e Laicità
    Risposte: 41
    Ultimo Messaggio: 06-03-15, 14:18
  4. giordano bruno
    Di adsum nel forum Tradizione Cattolica
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 19-02-15, 17:08
  5. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 30-08-13, 23:12

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •