User Tag List

Risultati da 1 a 3 di 3
  1. #1
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Sono Poco-efficienti Questi Romani

    Post n° 36 - Sono Poco-efficienti Questi Romani

    Post n° 36 - Sono Poco-efficienti Questi Romani | Lombard Street

    Circa dieci giorni fa il Corriere della Sera ha dato ampio spazio ad un focus di Confartigianato sulla burocrazia e l'efficienza della pubblica amministrazione. Ne sono emersi dati significativi, che evidenziano le profonde differenze fra un Nord generalmente efficiente ed un Lazio-Mezzogiorno molto inefficiente.

    Vediamo alcuni di questi dati:

    N° impiegati amministrativi ASL ogni 10.000 utenti e percentuale utenti in coda per oltre 20 minuti



    Come si vede, il Lazio ha il doppio degli impiegati e quasi il doppio della coda, rispetto alla Lombardia. E' di tutta evidenza che, in linea teorica, un maggior numero di addetti dovrebbe corrispondere a maggiore efficienza. Lo dimostrerebbero i casi di Valle d'Aosta, Bolzano e Trento, che a fronte di numeri molto elevati di dipendenti (46, 55 e 37), hanno però anche tempi di attesa nettamente inferiori (28,5%, 20,1% e 18,5%). Esattamente l'opposto di ciò che accade nel Lazio-Mezzogiorno.

    In altri termini, le Regioni autonome del Nord soffriranno pure di ipertrofia dell'apparato pubblico, ma almeno lo fanno rendere e sono fra i posti migliori in cui vivere per ciò che riguarda l'efficienza dei servizi e la cura del "bene pubblico". Nel Lazio-Mezzogiorno, invece, i posti pubblici hanno una componente assistenzialistica e clientelare molto elevata, e infatti non generano efficienza ma, al contrario, sprechi e malasanità.
    Dato che questa è una Magnum 44, cioè la pistola più precisa del mondo, che con un colpo ti spappolerebbe il cranio, devi decidere se è il caso. Dì, ne vale la pena? ("Dirty" Harry Callahan)

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Sono Poco-efficienti Questi Romani

    La posta nella provincia di Bolzano solo il 2,4% dei cittadini aspetta più di 20 minuti per ritirare la pensione. In Sicilia il 77%

    Il cliente «pubblico» paga ormai a 180 giorni

    È il tempo medio perso dalle famiglie ogni anno. Le attese più lunghe nelle Asl, il record spetta al Lazio. Cala anche la soddisfazione degli utenti per la puntualità dei trasporti pubblici. Dieci ore in fila davanti agli sportelli


    Il cliente «pubblico» paga ormai a 180 giorni

    Sarà la crisi che continua a imperversare. Oppure il «cattivo esempio» che viene dalla nostra pubblica amministrazione. O la ormai proverbiale lentezza della giustizia civile. Sarà, magari, il combinato disposto di tutte queste cose. Fatto sta che i tempi di pagamento nei confronti delle imprese fornitrici, già biblici, si sono allungati ancora. Ormai si è passati dagli 88 giorni del 2009 ai 96 giorni di quest'anno, secondo il calcolo fatto dall' Ufficio studi della Confartigianato utilizzando i dati Intrum Justitia: e questo, si badi bene, per i soli rapporti fra imprese private. Quando invece il cliente è la pubblica amministrazione, si va alle calende greche. File alla Posta, file all' anagrafe, file alle aziende sanitarie locali. Nell' epoca di Internet, l' Italia intera continua a vivere in coda: in media 10 ore e 23 minuti l' anno per ogni famiglia italiana. Con un costo che l' Ufficio studi della Confartigianato in un' indagine sul tempo perso davanti agli sportelli quantifica, sulla base del reddito del lavoro dipendente per ora lavorata, in 255 euro. E senza poi contarne altre, alle quali non facciamo purtroppo nemmeno più caso. Fra cui, ovviamente, le file in automobile: ma nel Paese d' Europa con il maggior numero di vetture circolanti (addirittura 61 ogni 100 abitanti, con un picco di 71 nella città di Roma) e le infrastrutture nello stato in cui si trovano, questo è forse comprensibile, anche se inaccettabile. Soprattutto considerando lo stato degli altri trasporti, con una percentuale di soddisfazione degli utenti che fra il 2003 e il 2008, relativamente alla puntualità, sarebbe scesa di quasi 15 punti per il treno (dal 57,5% al 42,6%) e del 3,6% per gli autobus extraurbani (dal 69,1% al 65,5%).

    Ma nemmeno le code e i ritardi, in questa Italia dalle mille facce, sono uguali dappertutto. E basta dare un' occhiata agli indicatori contenuti in questo studio (che sarà presentato domani all' Assemblea nazionale della Confartigianato) per avere un' idea delle difficoltà che si incontreranno quando, con il federalismo fiscale, si tratterà di applicare i cosiddetti costi standard. Cominciamo dal problema principale, quello delle aziende sanitarie locali. In media hanno 24 impiegati ogni 10 mila abitanti. Però, a fronte dei 18 del Nord Ovest, al Sud ce ne sono 32, ovvero un numero superiore dell' 89%. Il servizio sarà veloce ed efficiente, penserete. Niente di più sbagliato. Perché è esattamente il contrario. Prendiamo le Asl della Lombardia: hanno 10 impiegati ogni 10 mila abitanti e i loro utenti costretti a sopportare file di almeno 20 minuti sono il 37,8%, cioè in rapporto alla popolazione molti meno dei calabresi, il 63,1%, che ricevono lo stesso trattamento. Soltanto che in Calabria le Asl hanno il quadruplo degli impiegati: 40 (quaranta) ogni 10 mila residenti. Il poco invidiabile record delle code più lunghe di 20 minuti lo detiene comunque il Lazio, con il 65,1%, seguito appunto dalla Calabria e dalla Sicilia (62,4%). Mentre il primato numerico degli impiegati non appartiene invece, sorprendentemente, a una regione meridionale, bensì alla Provincia di Bolzano, che ne ha 55 per 10 mila abitanti: ma con una quantità di utenti in fila per oltre 20 minuti che supera appena il 20%. Per scendere al 18,5% nelle Asl della Provincia di Trento, con 37 impiegati ogni 10 mila residenti.

    Secondo la Confartigianato il Lazio si conferma maglia nera anche per le attese davanti agli sportelli dell' anagrafe. I cittadini in fila per almeno 20 minuti sono il 46,5%, due volte e mezzo una media nazionale attestata al 17,5%. E questo con un costo del personale addetto che pesa per 33 euro l' anno su ogni utente. Peso decisamente maggiore che in Lombardia (29 euro), dove però le persone costrette a code tanto faticose sono un quarto rispetto al Lazio. Logico che i cittadini di questa regione siano coloro che devono sopportare un peso economico abnorme per tutti questi tempi morti. Una famiglia laziale trascorre davanti a uno sportello 12 ore e 11 minuti l' anno, il che equivale a un costo teorico di 329 euro, 74 oltre la media nazionale. C' è da dire che in Sicilia si arriva, tutto compreso, a 12 ore e 31 minuti: anche se lo spreco in denaro appare minore (294 euro) perché il reddito di un lavoratore dipendente siciliano è inferiore. All' altro capo d' Italia, in tutti i sensi, si trova la Provincia di Trento, con un costo delle code e dei ritardi (in tutto 6 ore e 16 minuti) di «soli» 158 euro.

    L' organizzazione degli artigiani, che per arrivare a questi risultati ha incrociato dati di fonte diversa, dall' Istat al ministero della Salute alla Banca d' Italia, sostiene inoltre che nei cinque anni dal 2003 al 2008 lo stato dei principali servizi allo sportello sarebbe perfino peggiorato. All' anagrafe, per esempio, la quota di chi aspetta 20 minuti e più è salita dal 12,6% al 17,5%. Stessa situazione alla Posta. Il numero di chi nel 2008 è rimasto in coda tutto quel tempo per spedire una raccomandata avrebbe raggiunto il 28,1%, contro il 16,4% del 2003. Per non parlare dei conti correnti. Dice lo studio che le file oltre i 20 minuti hanno coinvolto nel 2008 il 43,6% degli utenti, contro il 39,3% di cinque anni prima. Con punte del 73,1% in Sicilia, del 61,8% in Calabria, del 60% in Campania e del 59,6% nel Lazio. All' opposto, la Provincia di Trento, dove le code per un versamento in conto corrente non superano l' 8%.

    E il ritiro della pensione? Anche in quel caso i tempi di attesa, sempre secondo la Confartigianato, si sarebbero allungati. Il 52,3% dei pensionati avrebbe aspettato più di 20 minuti, a fronte del 49% nel 2003. Enormi le differenze: si va dal 2,4% della Provincia di Bolzano al 77,7% della Sicilia. Non si scherza, comunque, nemmeno in Calabria (71,5%), Puglia (67,9%), Sardegna (62,3%) e Lazio (62,1%). I cinici direbbero che gli anziani hanno più tempo a disposizione. Ma perché buttarlo via così? Alle ore gettate dalla finestra per le file si dovrebbero poi aggiungere i ritardi dei trasporti. E anche in questo caso lo scenario che si ricava dallo studio della Confartigianato non è proprio confortante. A cominciare dall' insoddisfazione per la puntualità dei treni: massima nelle aree urbane più densamente popolate (60,4%), nelle Isole (64,1%) ma anche nelle regioni del Nord-Ovest, dove nel 2008 avrebbe raggiunto il 63%. Un giudizio negativo evidentemente legato ai disservizi per i pendolari. La regione dove gli utenti del treno sarebbero meno contenti della puntualità è tuttavia la Calabria, con il 75%. Il doppio rispetto a Bolzano.

    Sergio Rizzo

    8 giugno 2010
    Dato che questa è una Magnum 44, cioè la pistola più precisa del mondo, che con un colpo ti spappolerebbe il cranio, devi decidere se è il caso. Dì, ne vale la pena? ("Dirty" Harry Callahan)

  3. #3
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    49,993
    Mentioned
    40 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: Sono Poco-efficienti Questi Romani

    I romani sono parassiti, ladri e assassini.

    E se ne vantano.
    Rubano, massacrano, rapinano e, con falso nome, lo chiamano impero; infine, dove fanno il deserto dicono che è la pace.
    Tacito, Agricola, 30/32.

 

 

Discussioni Simili

  1. Questi non sono normali,c'è poco da fare.
    Di King Z. nel forum Politica Estera
    Risposte: 32
    Ultimo Messaggio: 01-02-07, 14:48
  2. questi dati fanno a dir poco PAURA!!!!!
    Di aleida88 (POL) nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 10-04-06, 19:46
  3. Katrina:ma quanto sono efficienti questi americani
    Di Totila nel forum Politica Estera
    Risposte: 183
    Ultimo Messaggio: 10-09-05, 16:03
  4. Poco evidenti questi........
    Di MXP_spotter nel forum Aviazione Civile
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 05-05-04, 00:21
  5. Questi non sono immigrati...questi sono i soliti...
    Di Dragonball (POL) nel forum Padania!
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 26-04-02, 11:09

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226