User Tag List

Risultati da 1 a 6 di 6
  1. #1
    catcher in the rye
    Data Registrazione
    09 May 2002
    Località
    Pianeta terra
    Messaggi
    81,567
    Mentioned
    2708 Post(s)
    Tagged
    10 Thread(s)

    Predefinito Cattolici: “Sì a matrimoni gay e ai sacramenti per divorziati”

    “Sì a matrimoni gay e ai sacramenti per divorziati”. I cattolici rispondo al Papa


    Da Germania, Francia, Belgio, Austria, Svizzera e Giappone arrivano le prime risposte al questionario sulla famiglia voluto da Bergoglio in vista del Sinodo dei vescovi che si terrà nel prossimo ottobre in Vaticano e che discuterà di questi temi scottanti portando a Roma le richieste dei fedeli di tutto il mondo. Un questionario che il pontefice ha voluto avesse la più ampia partecipazione possibile tra credenti e non
    di Francesco Antonio Grana | 12 giugno 2014


    Sì a matrimoni gay, ai sacramenti per i divorziati risposati e ai metodi contraccettivi. È quanto chiedono a larga maggioranza a Papa Francesco i cattolici, e non solo, della Germania, della Francia, del Belgio, dell’Austria, della Svizzera e del Giappone. Da questi sei Paesi, infatti, arrivano le prime risposte al questionario sulla famiglia voluto da Bergoglio in vista del Sinodo dei vescovi che si terrà nel prossimo ottobre in Vaticano e che discuterà di questi temi scottanti portando a Roma le richieste dei fedeli di tutto il mondo.


    Un questionario, che il Papa ha voluto avesse la più ampia partecipazione possibile tra credenti e non, che è stato anche osteggiato da alcuni episcopati nazionali. In Italia, a differenza di ciò che è avvenuto in molti altri Paesi, esso non è stato pubblicato dalla Cei. Il cardinale Angelo Bagnasco ha motivato questa scelta affermando che nella lettera di accompagnamento della segreteria generale del Sinodo era indicato esplicitamente di non pubblicare né il questionario né la sintesi delle risposte che sarebbero state inviate in Vaticano. Ma il cardinale Lorenzo Baldisseri, segretario generale del Sinodo dei vescovi, ha spiegato che la volontà di Papa Francesco è che chiunque, indipendentemente dalle diocesi, dalle parrocchie e dai movimenti ecclesiali, possa rispondere al questionario e inviare le sue riflessioni direttamente in Vaticano.


    Su matrimoni gay, sacramenti ai divorziati risposati e contraccezione nei Paesi europei che hanno già inviato le risposte dei fedeli le posizioni sono quasi del tutto convergenti. Sfumature leggermente diverse, invece, arrivano dal Giappone anche a causa della cultura fortemente secolarizzata. In Germania vengono prevalentemente rifiutate in modo esplicito le affermazioni della Chiesa sui rapporti sessuali prematrimoniali, sull’omosessualità, sui divorziati risposati e sul controllo delle nascite. Nei cattolici tedeschi c’è anche una chiara tendenza a vedere il riconoscimento giuridico delle unioni omosessuali e la loro parità di trattamento rispetto al matrimonio come un comandamento di giustizia. L’apertura del matrimonio in quanto tale a coppie omosessuali viene, invece, respinta. Tuttavia molti fedeli pensano che sia giusto e positivo offrire un rito di benedizione anche a coppie omosessuali. Da sottolineare che dal 2000 in Germania esiste l’istituto giuridico delle unioni civili registrate, aperto alle coppie dello stesso sesso, che negli anni scorsi è stato pressoché equiparato al matrimonio. Solo il diritto di adottare bambini attualmente è riservato alle coppie unite in matrimonio.


    In Austria la stragrande maggioranza dei cattolici è favorevole all’ammissione dei divorziati risposati ai sacramenti. Altrettanto numerosi sono coloro che rifiutano il divieto dei metodi artificiali di regolazione delle nascite da parte della Chiesa. Per loro la pianificazione familiare è una questione da lasciare alla responsabilità dei genitori. Per i fedeli austriaci la Chiesa non prende abbastanza sul serio la realtà del fallimento nella famiglia e non riesce a trasmettere in modo comprensibile il suo insegnamento sul matrimonio e sulla morale sessuale. In Svizzera le risposte sono in larghissima parte concordi nel mostrare incomprensione e rifiuto per la dottrina ufficiale che non consente ai divorziati risposati di ricevere i sacramenti. Il 90 per cento dei cattolici del Paese si attende che la Chiesa riconosca e benedica queste coppie. Il 60 per cento dei partecipanti al questionario, invece, vorrebbe il riconoscimento e la benedizione anche delle coppie omosessuali. La proibizione dei metodi contraccettivi è ben lontana dalla pratica e dalle idee della grande maggioranza dei cattolici svizzeri.


    In Francia la legislazione civile ha moltiplicato le leggi che si pongono chiaramente in contrasto con le posizioni della Chiesa cattolica: la liberalizzazione dell’aborto, la possibilità del matrimonio per le persone omosessuali, il divorzio per mutuo consenso, la contraccezione largamente diffusa, anche per i minorenni. Sui divorziati risposati la maggioranza chiede che la Chiesa di Roma si ispiri a quella ortodossa dove, dopo un tempo di penitenza e quando la stabilità della nuova unione pare chiaramente acquisita, una celebrazione può riconoscerla, senza tuttavia rimettere in causa l’indissolubilità del matrimonio. Sulle unioni gay l’atteggiamento richiesto dai fedeli è quello dell’accoglienza senza giudizio né rifiuto da parte della Chiesa. Piccolissima la minoranza francese che mette in pratica l’insegnamento cattolico sulla contraccezione utilizzando, per esempio, il metodo Billings, la regolazione della fertilità delle donne.


    In Belgio i fedeli sottolineano che il divorzio non è una situazione eccezionale nella società odierna e deve essere integrato nella maniera in cui la Chiesa si rivolge al matrimonio e alla famiglia, ovvero va considerato una condizione che ne fa totalmente parte. Sui matrimoni gay, che sono riconosciuti dalla legge belga, la maggioranza chiede che la Chiesa ammetta le relazioni omosessuali anche con un forma giuridica più stabile e senza rifiuto morale. Sui metodi contraccettivi l’auspicio è che la Chiesa modifichi la propria visione al riguardo. In Giappone, infine, i fedeli sono più disponibili a interrompere i loro legami con la Chiesa cattolica piuttosto che affrontare situazioni in cui si sentono giudicati. Vi sono persone che non sanno di non poter ricevere la comunione se si sono risposate dopo il divorzio. Anche fra coloro che, invece, lo sanno alcune ricevono i sacramenti regolarmente e ci sono sacerdoti che non dicono nulla pur conoscendo la loro situazione. In Giappone non esiste un riconoscimento legislativo dei matrimoni gay e lo stato non li promuove. I cattolici giapponesi per lo più sono indifferenti verso l’insegnamento della Chiesa sulla contraccezione o non lo conoscono. A parte l’aborto, sembra che non vi siano molti sensi di colpa riguardo all’utilizzo di questi metodi.


    "Sì a matrimoni gay e ai sacramenti per divorziati". I cattolici rispondo al Papa - Il Fatto Quotidiano
    «The world is less explainable than we would like to admit» Jeff Jarvis
    «Io non capisco come si possa passare davanti a un albero e non essere felici di vederlo» - Fëdor Dostoevskij

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Moderato con i moderati
    Data Registrazione
    04 May 2005
    Località
    Bolzano/Bozen
    Messaggi
    39,458
    Mentioned
    112 Post(s)
    Tagged
    12 Thread(s)

    Predefinito Re: Cattolici: “Sì a matrimoni gay e ai sacramenti per divorziati”

    Citazione Originariamente Scritto da Druuna Visualizza Messaggio
    .

    Sì a matrimoni gay, ai sacramenti per i divorziati risposati e ai metodi contraccettivi. È quanto chiedono a larga maggioranza a Papa Francesco i cattolici, e non solo, della Germania, della Francia, del Belgio, dell’Austria, della Svizzera e del Giappone. Da questi sei Paesi, infatti, arrivano le prime risposte al questionario sulla famiglia voluto da Bergoglio in vista del Sinodo dei vescovi che si terrà nel prossimo ottobre in Vaticano e che discuterà di questi temi scottanti portando a Roma le richieste dei fedeli di tutto il mondo.
    Beh, non tutti sono cattobigotti come alcuni esemplari che pontificano su questi argomenti, convinti di dover svolgere una missione divina ma in realtà solo omofobi della peggior specie, baciabanchi e mangiaparticole (avariate).

  3. #3
    catcher in the rye
    Data Registrazione
    09 May 2002
    Località
    Pianeta terra
    Messaggi
    81,567
    Mentioned
    2708 Post(s)
    Tagged
    10 Thread(s)

    Predefinito Re: Cattolici: “Sì a matrimoni gay e ai sacramenti per divorziati”

    Mi pare abbastanza evidente che i cattolici italiani rappresentano una minoranza in controtendenza col resto del mondo civilizzato
    «The world is less explainable than we would like to admit» Jeff Jarvis
    «Io non capisco come si possa passare davanti a un albero e non essere felici di vederlo» - Fëdor Dostoevskij

  4. #4
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    26 Jul 2012
    Messaggi
    14,910
    Mentioned
    103 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Cattolici: “Sì a matrimoni gay e ai sacramenti per divorziati”

    Citazione Originariamente Scritto da Druuna Visualizza Messaggio
    Mi pare abbastanza evidente che i cattolici italiani rappresentano una minoranza in controtendenza col resto del mondo civilizzato
    a parte che non tutti quelli contrari al matrimonio gay sono cattolici (o eterosessuali), quello che si evince è che la maggior parte di chi si dichiara cattolico non lo è

  5. #5
    catcher in the rye
    Data Registrazione
    09 May 2002
    Località
    Pianeta terra
    Messaggi
    81,567
    Mentioned
    2708 Post(s)
    Tagged
    10 Thread(s)

    Predefinito Re: Cattolici: “Sì a matrimoni gay e ai sacramenti per divorziati”

    Citazione Originariamente Scritto da Faria Visualizza Messaggio
    a parte che non tutti quelli contrari al matrimonio gay sono cattolici (o eterosessuali), quello che si evince è che la maggior parte di chi si dichiara cattolico non lo è
    Diciamo che il concetto di "cattolico" in Italia è leggermente diverso che nel resto dei paesi civilizzati...
    «The world is less explainable than we would like to admit» Jeff Jarvis
    «Io non capisco come si possa passare davanti a un albero e non essere felici di vederlo» - Fëdor Dostoevskij

  6. #6
    Moderato con i moderati
    Data Registrazione
    04 May 2005
    Località
    Bolzano/Bozen
    Messaggi
    39,458
    Mentioned
    112 Post(s)
    Tagged
    12 Thread(s)

    Predefinito Re: Cattolici: “Sì a matrimoni gay e ai sacramenti per divorziati”

    Citazione Originariamente Scritto da Druuna Visualizza Messaggio
    Diciamo che il concetto di "cattolico" in Italia è leggermente diverso che nel resto dei paesi civilizzati...
    I cattolici nostrani sono santificati dalla vicinanza del vaticano...

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 03-12-13, 14:09
  2. L'apostasia avanza : in Germania si ai sacramenti per i divorziati
    Di il diavoletto di Choruǧ nel forum Tradizione Cattolica
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 08-10-13, 16:16
  3. Risposte: 132
    Ultimo Messaggio: 14-06-12, 15:26
  4. Sacramenti ai non cattolici
    Di Eugenius nel forum Tradizionalismo
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 13-07-07, 21:49
  5. Matrimoni tra cattolici e protestanti
    Di Yankee nel forum Cattolici
    Risposte: 53
    Ultimo Messaggio: 12-05-06, 13:48

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226