User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 13
Like Tree3Likes

Discussione: I Diari di Turner in libera vendita (La fonte è il sito della libreria Hoepli)

  1. #1
    Forumista
    Data Registrazione
    23 May 2014
    Località
    Milano
    Messaggi
    611
    Mentioned
    41 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito I Diari di Turner in libera vendita (La fonte è il sito della libreria Hoepli)

    Non è uno scherzo nè una battuta.

    Imbattendomi in un articolo su uno dei siti da me più seguiti, l'Osservatorio Antisemitismo, sono venuto a conoscenza di questo.

    Qui il link dell'articolo dell'Osservatorio Antisemitismo (che cita questo libro, dal titolo in italiano "La Seconda Guerra Civile Americana")

    The Turneir Diaries, il libro di riferimento dei ?suprematisti bianchi? americani | Osservatorio Antisemitismo

    Qui sotto invece il link della famosa libreria Hoepli, da cui è possibile acquistarlo online.

    La Seconda Guerra Civile Americana - Macdonald Andrew - Bietti - Libro - HOEPLI.it

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista senior
    Data Registrazione
    05 Oct 2010
    Messaggi
    2,306
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: I Diari di Turner in libera vendita (La fonte è il sito della libreria Hoepli)

    Cosa vorrà mai succedere in questo paese per pubblicare libri politicamente scorretti.

    Prima il libro di Nicholas wade, una scomoda verità, poi adesso i diari di turner.

    Sei un segugio attento fallen. Il libro è stato tradotto in quasi tutte le lingue con lo stesso titolo, solo in italia si è voluto dare un altro titolo col la prefazione di Galli. Solo i pochi più attenti se ne sono accorti.




    L'originale Usa.







    L'dizione italiana dal titolo inventato, forviante.

    E' un libro di fantascienza completamente di fantasia.

  3. #3
    Forumista
    Data Registrazione
    23 May 2014
    Località
    Milano
    Messaggi
    611
    Mentioned
    41 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: I Diari di Turner in libera vendita (La fonte è il sito della libreria Hoepli)

    Citazione Originariamente Scritto da psico Visualizza Messaggio
    Cosa vorrà mai succedere in questo paese per pubblicare libri politicamente scorretti.

    Prima il libro di Nicholas wade, una scomoda verità, poi adesso i diari di turner.

    Sei un segugio attento fallen. Il libro è stato tradotto in quasi tutte le lingue con lo stesso titolo, solo in italia si è voluto dare un altro titolo col la prefazione di Galli. Solo i pochi più attenti se ne sono accorti.




    L'originale Usa.







    L'dizione italiana dal titolo inventato, forviante.

    E' un libro di fantascienza completamente di fantasia.
    Sniff Sniff

    In ogni caso è in libera vendita. La cosa interessante è che nonostante tutto bene o male certe cose vengono sdoganate e pubblicate da fonti "ufficiali" (come anche l'articolo sull'origine degli europei sul New York Times, riportato, anche lì parzialmente, dalle testate italiane) e persino il libro di Wade.

    Alla fine sì, è un libro di fanta-politica che solo un pazzo si sognerebbe di applicare alla realtà (un po' come uno che legge uno splatter e va in giro a mutilare gente) però contiene diversi spunti interessanti

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    16 Oct 2010
    Messaggi
    6,607
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: I Diari di Turner in libera vendita (La fonte è il sito della libreria Hoepli)

    Riporterò l'interessante recensione anche in un altro thread, per darle maggiore visibilità.
    Mi sembra di capire che questo libro è un romanzo, basato però su fatti reali, ancorchè misconosciuti, e che si conclude con un lieto fine....

    “La Seconda Guerra Civile Americana” di Macdonald e la fantapolitica delle Milizie
    Diego Sobrà
    A metà degli anni Settanta, il fisico ed ex ricercatore William Luther Pierce (1933-2002), sotto lo pseudonimo di Andrew Mcdonald, pubblicò a puntate i Diari di Turner, sulla rivista «Attack!», organo ufficiale della National Alliance. Si trattava di un’organizzazione politica ultra-nazionalista, fondata dall’autore stesso, la cui base ideologica coniugava una forte connotazione razzista, propugnante la superiorità dei bianchi sulle altre etnie, a una critica radicale all’assetto socio-economico americano, di tipo multietnico. Dal 1978, anno della sua prima pubblicazione, la sua diffusione non ha conosciuto arresti nell’eterogenea galassia del radicalismo identitario statunitense. Dai Neo-Confederati a Potere Bianco, le posizioni più intransigenti e avverse alle scelte del Governo statunitense riguardo temi quali l’immigrazione, l’aborto o i diritti omosessuali hanno trovato nello scritto di Pierce voce e megafono delle loro istanze. Un libro culto, insomma, e, forse proprio perché tale, presunto ispiratore di una serie di atti eclatanti, i più citati tra i quali rimangono l’attentato di Oklahoma City organizzato da Timothy McVeigh e Terry Nichols nel 1996 e, prima ancora, nel 1984, l’omicidio dello speaker radiofonico Alan Berg – episodio portato sullo schermo dal film di Oliver Stone Talk Radio.
    Il romanzo, appena pubblicato in edizione italiana con il titolo La Seconda Guerra Civile Americana, si apre con una prefazione, vergata da anonimi redattori, datata un secolo dopo i fatti successivamente narrati, ambientati negli anni Novanta del Novecento. L’espediente narrativo è quello di presentare il ritrovamento del diario di uno dei primi membri attivi del movimento ariano e xenofobo che avrebbe portato al rovesciamento del governo degli Stati Uniti e all’eliminazione di tutti i gruppi razziali considerati impuri – in particolare, ebrei e afro-americani.
    Earl Turner, protagonista della vicenda, assieme alla fidanzata Katherine, è membro di una delle tante cellule all’interno della struttura rivoluzionaria conosciuta come “Organizzazione”, che mette in atto azioni di sabotaggio e attentati a danno del “Sistema”. Teorie che, ricalcando le odierne ipotesi cospirazioniste, chiamano in causa il preciso progetto di un Nuovo Ordine Mondiale, basato sulla distruzione delle differenze nazionali in vista di un dittatoriale internazionalismo monetario atto a trasformare i cittadini in lobotomizzati consumatori della merce marchiata con il nome di “democrazia”.
    Gli sforzi di Turner e dei suoi vengono ricompensati con l’esplosione di una vera e propria guerra razziale su scala mondiale, combattuta anche con armi atomiche, le quali porteranno all’annientamento di buona parte della popolazione del pianeta, ma che salveranno abbastanza membri della razza ariana, rifugiatisi al sicuro in una colonia californiana per ripopolare il mondo.
    Libri. ?La Seconda Guerra Civile Americana? di Macdonald e la fantapolitica delle Milizie | Barbadillo




    Ultima modifica di Erlembaldo; 24-06-15 alle 00:32

  5. #5
    Forumista
    Data Registrazione
    23 May 2014
    Località
    Milano
    Messaggi
    611
    Mentioned
    41 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: I Diari di Turner in libera vendita (La fonte è il sito della libreria Hoepli)

    Citazione Originariamente Scritto da Erlembaldo Visualizza Messaggio
    Riporterò l'interessante recensione anche in un altro thread, per darle maggiore visibilità.
    Mi sembra di capire che questo libro è un romanzo, basato però su fatti reali, ancorchè misconosciuti, e che si conclude con un lieto fine....
    Sono argomenti spinosissimi, specie in Italia, invisi anche se non soprattutto a partiti, associazioni culturali, movimenti "non conformi". Quasi tutto ciò che è stato tradotto che riguardi il White Nationalism made in USA in tutte le sue varianti e il razzialismo scientifico made in USA (sia di matrice White Nationalist dichiarata che di matrice "non politica" come il già citato libro di Nicholas Wade) sono state tradotte o in maniera volontaria da cani sciolti / gente esterna a partiti e movimenti "non conformi" a scopo divulgativo o da case editrici ufficiali a scopo di lucro.

    La storia del libro è ambientata in un ipotetico futuro (all'epoca della scrittura era futuro) degli anni '90 se ricordo bene (l'avevo letto in inglese qualche anno fa, in inglese si trova online senza problemi su siti anglofoni) e narra delle vicende di questa "Organizzazione" il cui scopo è sovvertire lo status quo USA ed instaurare una forma di governo identitaria, scopo che nel libro viene raggiunto in modo cruento.

    E' un romanzo e va preso come tale, e a mio avviso dare la colpa di ciò che è successo ad Oklahoma City (o di quello più recente di Charleston) a questo libro è una forzatura, anche pericolosa perchè espone al solito mantra governativo insensato "gnegne vietiamo di esprimere i concetti perchè è colpa di chi esprime certi concetti se altri commettono reati gnegne".

    Tuttavia contiene diversi spunti interessanti espressi con pragmatismo e non con ghirigori filosofici comprensibili solo ad una minoranza di individui come accade nelle pubblicazioni europee.
    Ad esempio il concetto di "sensibilità" e "forza di volontà" nel capitolo in cui Earl Turner parla della sua visita alle comunità di "drop out". O il concetto di mettere prima la carriera o la propria identità ideologica quando nel "giorno della corda" (capitolo molto cruento) viene impiccato l'agente immobiliare nonostante si dichiari d'accordo coi principi dell'Organizzazione perchè colpevole di aver favorito i mutui agevolati alle famiglie "miste" per tornaconto economico. O, sempre nel capitolo del "giorno della corda", la distinzione fra il concetto di violenza gratuita e violenza sistematica e razionale.

    O come quando si racconta di una manifestazione antirazzista in cui tutti sono costretti a sfilare per le vie urlando slogan e dove i poliziotti picchiano forte i bianchi colpevoli di non urlare quegli slogan abbastanza a voce alta (fatto paradossale ma non troppo lontano da ciò che succede, in senso figurato, ai giorni nostri).

    Senza fare alcuna apologia nè tanto meno istigazione ad attività come stragi, attentati o cose così, ritengo questo romanzo molto interessante e ricco di spunti.

    Ne consiglio l'acquisto. Nell'etere virtuale è disponibile in inglese ed anche in italiano, probabilmente una traduzione dallo spagnolo di un ispanofono piena di errori grammaticali stile "ho andato" ma comprensibile di cui non metto i links (di lettura e/o di download) in pubblico.

    P.S. Ringrazio la gestione e l'utenza di questo subforum per l'interesse manifestato a certi argomenti poco trattati altrove o derisi senza senso in pieno stile Cruciani/Parenzo anche in altri luoghi virtuali e reali teoricamente "non conformi" e per la libertà di espressione concessa a riguardo.

  6. #6
    email non funzionante
    Data Registrazione
    16 Oct 2010
    Messaggi
    6,607
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: I Diari di Turner in libera vendita (La fonte è il sito della libreria Hoepli)

    Citazione Originariamente Scritto da Fallen Visualizza Messaggio
    Nell'etere virtuale è disponibile in inglese ed anche in italiano, probabilmente una traduzione dallo spagnolo di un ispanofono piena di errori grammaticali stile "ho andato" ma comprensibile di cui non metto i links (di lettura e/o di download) in pubblico.
    Sarebbe bene fare tutti lo sforzo di comprare una copia del romanzo per se stessi (anche perchè ad avere il coraggio di pubblicare il libro è stata la gloriosa e benemerita casa editrice milanese Bietti, fondata nel 1870, che in passato ha pubblicato i testi delle antiche leggende del ciclo carolingio, e persino dei Messali, e che ora si fa vessillifera della civiltà arya...) e di regalarlo pure ad amici e parenti come lettura amena per le ferie ferragostane, e come lettura pia in occasione del SS Natale 2015.
    Siggy Subber likes this.

  7. #7
    Forumista junior
    Data Registrazione
    26 Jun 2015
    Messaggi
    1
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: I Diari di Turner in libera vendita (La fonte è il sito della libreria Hoepli)

    Io l'ho ordinato in libreria in questi giorni, credo sia il minimo quello di sostenere questi, rari, episodi di libertà di pensiero. Inoltre la traduzione in rete a cui si fa riferimento, è semplicemente illeggibile, probabilmente fatta con google translate, e la cosa più grave non è ispanica ma fatta da un italianissimo.

  8. #8
    Forumista
    Data Registrazione
    23 May 2014
    Località
    Milano
    Messaggi
    611
    Mentioned
    41 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: I Diari di Turner in libera vendita (La fonte è il sito della libreria Hoepli)

    Citazione Originariamente Scritto da Siggy Subber Visualizza Messaggio
    Io l'ho ordinato in libreria in questi giorni, credo sia il minimo quello di sostenere questi, rari, episodi di libertà di pensiero. Inoltre la traduzione in rete a cui si fa riferimento, è semplicemente illeggibile, probabilmente fatta con google translate, e la cosa più grave non è ispanica ma fatta da un italianissimo.
    Ho supposto fosse un ispanofono o un lusofono perchè è pieno di errori riconducibili ad un madrelingua spagnolo o portoghese per gli strafalcioni del tipo "ho andato" (ste lingue hanno sempre l'ausiliare "avere" e per parole di quelle lingue sparse qua e là, comunque sì, è alquanto fastidiosa da leggere

  9. #9
    Forumista senior
    Data Registrazione
    26 Mar 2014
    Messaggi
    2,122
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito avvisate la procura di roma e arrestate l'editore di hoepli

    sentenza di condanna di 4 cittadini italiani.
    Reato tradurre i diari.

    https://forum.termometropolitico.it/...l#post16255634
    IMMIGRATI ? VERSANO SOLO 2.720€ E NE PRENDONO 13.479€: http://orizzonte48.blogspot.it/2015/...ati-degli.html

  10. #10
    [email protected]
    Data Registrazione
    23 Dec 2011
    Messaggi
    9,101
    Mentioned
    25 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: I Diari di Turner in libera vendita (La fonte è il sito della libreria Hoepli)

    che senso ha accomunare i libri e gli articoli di Nicholas Wade coi diari di Turner ? che lo facciano pure quelli del politically correct, ma noi non dobbiamo farlo.

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 22-06-15, 22:53
  2. Livia Turco: no alla libera vendita dei farmaci
    Di aguas nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 57
    Ultimo Messaggio: 29-05-06, 23:38
  3. Scriptamanent.biz- nuovo sito della libreria non conforme
    Di Guido Keller nel forum Destra Radicale
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 18-10-05, 15:28
  4. Di Nuovo Attivo Il Sito Della Libera Compagnia Padana!
    Di Jenainsubrica nel forum Padania!
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 28-12-04, 23:28
  5. Nuovo sito della Libera Compagnia Padana
    Di Nanths nel forum Padania!
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 21-06-03, 14:32

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226