User Tag List

Risultati da 1 a 5 di 5
Like Tree1Likes
  • 1 Post By Phi

Discussione: Alcuni assurdi argomenti dei sostenitori delle Liberalizzazione delle Droghe Leggere.

  1. #1
    Phi
    Phi è offline
    Forumista
    Data Registrazione
    07 Jul 2015
    Messaggi
    539
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Alcuni assurdi argomenti dei sostenitori delle Liberalizzazione delle Droghe Leggere.

    In Italia sembra che ultimamente ben 218 parlamentari abbiano condiviso il disegno Ferraresi sulla legalizzazione delle droghe "leggere" presentato del m5s,dal momento che l'Italia secondo la politica moderna,sembra non aver problemi più importanti.E interessante notare come nessuno degli argomenti presentati a supporto abbia un minimo di senso razionale.

    Legge sulla Cannabis arriva in Parlamento - Giustizia 5 Stelle

    1)La legalizzazione delle droghe leggere serve a combattere la criminalità organizzata.

    E un interessante tesi,quella di chi pensa che in Italia il traffico dei stupafecenti,controllato da Cosa Nostra,Camorra e Ndrangheta serve a combattere niente di meno che Cosa Nostra,la Camorra ndrangheta.Anche solo leggendolo tale affermazione si comprende per via intuitiva che è completamente senza senso,ovviamente supponiamo che legalizzino le droghe leggere chi deterrebbe i cofee shop?Famiglie di presta nome di Cosa Nostra,Camorra Ndrangheta avendo una base economica per rendere che semplicemente cambierebbero un loro attività da illegale a legale,ma questo entra in contraddizione logica proprio con la tesi che servono a combattere la criminalità organizzata,poichè combattere la criminalità organizzata non significa legalizzarla.E quindi sembra fondatissima l'idea delirante secondo la quale "Se rendi legale un'attività sempre appartenuta alla criminalità organizzata allora combatti la criminalità organizzata",o ancora "noi non combattiamo gli spacciatori noi li legalizziamo".Mi pare cosa buona e giusta e razionalissima,tassare i redditi di Rina rendendo legale Cosa nostra.E dunque falso che verrebbe tolta un'attività la criminalità organizzata,al contrario un attività della criminalità organizzata verrebbe legalizzata.
    Questo denota che oltre 218 parlamentari o sono incapaci perchè non conoscono nemmeno come funziona la criminalità organizzata o vivono in mondi ignoti a un comune mortale o magari intrattengono rapporti con le stesse,in tal caso,da dopo Mafia capitale,non ci sarebbe nemmeno da stupirsi,si perchè altrimenti una tale scempiaggine da violenza intellettuale non dovrebbe nemmeno porsi in dibattito per quanta è la sua assurdità.Anche se presentassero dati statistici di riduzione della criminalità su quella attività,equivarrebbe a conteggiare gli stessi criminali precedenti come ligi e onesti cittadini.Come dire Hai visto adesso le statistiche dicono che non la controllano più le mafie,e già, se dici che la mafia è legale,è un riscontro possibile,non hai tolto la mafia infatti ma l'hai legalizzata!Adesso in queste grandi statistiche senza senso, perchè cariche di fallacie induttive (sulla qualità dati),un attività del mafioso è un'attività resa legale e quindi onesta,e puff,"la mafia non esiste" ,solo perchè alla mafia ti stai affiliando.



    2)Ma c'è una distinzione tra droghe leggere e pesanti.

    a)E' una "droga leggera" dunque ha bassi o non esistenti effetti negativi sulla salute.

    What has research over the past two decades revealed about the adverse health effects of recreational cannabis use? - Hall - 2014 - Addiction - Wiley Online Library

    Mi permetto di dire che Wayne All (fra i più grandi esperti mondiali in proposito e sullo studio delle droghe leggere) sotto direttiva dell'OMS ha svolto uno studio degli effetti delle droghe leggere sulla salute e i risultati sono a dir poco negativi sono disastrosi,non solo sull'impatto fisico ma anche sull'impatto mentale (infatti il concetto di salute somma due aspetti sia quella fisica che psicologica,già se non sbaglio dal canone della medicina di Avicenna).

    Benvenuto,nel 2015 dove le sostanze leggere nelle loro componenti chimiche hanno gli stessi effetti delle droghe pesanti,tolto il luogo comune e le ideologie si intende.Lo studio sottolinea anche come non c'è chi sia arrivato usare le cosiddette droghe pesanti senza essere passato per le droghe leggere.

    b)Non causano dipendenza al contrario di alcool,sigarette ecc

    Ogni sostanza psicotropa puo causare dipendenze,incluso l'alcool.Dunque la sostanza causa dipendenza in funzione anche del tempo di utilizzo,maggiore è questo tempo di utilizzo più si va verso la dipendenza.Sarebbe a dire?Finche uno per esempio assume alcool moderatamente di tanto in tanto non succede niente,ma se uno assume in tempi ristretti sempre più alti quantitativi di alcool né diventa dipendente,idem per le cosiddette droghe leggere,o anche per le sigarette.E quindi le droghe leggere causano dipendenza come le altre.

    c)Lo scopo farmaceutico.

    Non mi sembra che un coffe shop abbia scopi farmaceutici,oltretutto una cura paliativa userebbe oppiacei e sarebbe sotto il controllo di un medico,certo sarà scopo o fine farmaceutico l'uso ricreativo.Ovviamente lo scopo farmaceutico è un pretesto,poiché coltivarle a casa non è la stessa cosa di rivolgersi a un medico,da quando in qua sintetizziamo morfina a casa per scopo farmaceutico,e non si puo vendere tale sostanza come pare e piace con la scusa che siccome ci sono i malati si sclerosi multipla allora e legittimo sintetizzare morfina o oppiacei a casa.Questo in effetti non è capire l'esigenza di chi affronta terapia del dolore perchè ha realmente dei problemi,questo è un modo di usare persone che necessitano di cure per scopi ideologici,basato sulla falsa retorica del dolore.

    3)Il principio di autodeterminazione libertà,secondo questi luoghi comuni, vuole che ogni individuo sia libero di fare cio che li pare.Non è un principio è anche questa un'opinione.

    Si potrebbe rispondere che si c'è una libertà,ma questa è la libertà di fare del male a se stessi e quindi in realtà odiare se stessi ,si è liberi ma non c'è nessuna razionalità in questo,un principio di libertà deve trovare una moderazione tra pedagogia e educazione.

    Perchè farsi del male da soli?
    Perchè sono libero...non è un argomento è un capriccio di un'adolescente,che anche se fosse un'adulto mi sembrerebbe completamente immaturo.

    Sarà che la libertà intesa come anarchismo pedagogico educativo per me è senza senso.Tutti gli obiettivi in questa vita non si ottengono dicendo sono completamente libero,ma autolimito la mia stessa libertà per il mio stesso bene.Per di più quella libertà è una libertà illusoria,illusoria poichè alla fine,senza un minimo buon senso,si correre il rischio della dipendenza,e la dipendenza non è una schiavitù?E quindi non c'è niente di più irragionevole di uno che in nome della "libertà" diventa schiavo delle persone che li vendono tali sostanze,e quindi vi è una contraddizione,pensavi che fossi libero e poi entrando nel tunnel delle droghe invece si è diventati degli schiavi.
    E oltretutto questo significa pesare sull'intera comunità ed essere ancora degli immaturi.

    Difficilmente,pia illusione,qualcuno troverà la libertà nelle sostanze stupefacenti, tutto il contrario.

    Ma vorrei sapere cosa ne pensate voi.Specialmente sul terzo punto perché compete una discussione filosofica sul principio di autodeterminazione serio,oltre che magari inserire sulle altre riflessioni come conseguenze sociali ecc.
    Ultima modifica di Phi; 22-07-15 alle 13:06
    Haxel likes this.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Materialismo veritativo
    Data Registrazione
    23 Apr 2015
    Messaggi
    3,152
    Mentioned
    18 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Re: Alcuni assurdi argomenti dei sostenitori delle Liberalizzazione delle Droghe Legg

    La libertà di autodeterminazione è un idiozia, ma è proprio demenziale oltre che contraddittoria rispetto alle ideologie di fondo materliastiche che sono propagandate dagli stessi sostenitori della presunta libbberdà. Prima o poi le contraddizioni esploderanno, prima o poi tutti i nodi verranno al pettine e la civiltà odierna collasserà.
    Secondo l'agenzia che si occupa delle droghe (quella uffciale italiana, non ricordo il nome) col CAZZO (e scusatemi la volgarità) che le droghe leggere non facciano male e non danneggino il SNC, a partire dall'alterazione della cromatina dei nuclei neuronali dell'ippocampo. Purtroppo ho perso quel documento.
    Dicono che viaggiare sviluppa l'intelligenza. Ma si dimentica sempre di dire che l'intelligenza bisogna averla già prima.-.G. K. Chesterton

  3. #3
    Phi
    Phi è offline
    Forumista
    Data Registrazione
    07 Jul 2015
    Messaggi
    539
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Alcuni assurdi argomenti dei sostenitori delle Liberalizzazione delle Droghe Legg

    Si è il numero 63 (di 168 paper sulla questione) della letteratura scientifica in proposito dello studio di cui sopra:

    No perchè sai di tanto in tanto fanno l'articoletto e lo chiamano scientifico,lo studio di cui sopra si basa su una serie di studi e affronta il problema in tutti gli aspetti possibili,incluso il rimando dei danni celebrali causati al cervello e le influenze sulla personalità.

    Brain structure and function

    In our 1993 review, we found a 22-year-old study using air encephalography which suggested that heavy cannabis use produced structural brain damage [64]. This study was heavily criticized because it involved a small number of users, the effects of other drug use were not well controlled and there were major doubts about the validity of air encephalography. Since then, better methods of brain imaging studies have reported changes in brain function and structure in heavy cannabis users.


    Positron emission tomography (PET) studies have shown a down-regulation of cannabinoid receptors in regular cannabis users which persisted for up to a month after abstinence [65]. Functional imaging studies of chronic cannabis users (e.g. [66]) have shown reduced activity in brain regions that are involved in memory and attention after 28 days of abstinence [56]. Magnetic resonance imaging studies have reported structural changes in the hippocampus, prefrontal cortex and cerebellum in chronic cannabis users. Yücel et al. [67], for example, reported reduced hippocampal and amygdala volumes in 15 long-term users who had smoked five or more joints a day for 10 or more years. These reductions were largest in users with the longest duration of use.


    Reviews of functional and structural neuroimaging studies of chronic cannabis users [68, 69] indicate that there is a need for larger, better-controlled neuroimaging studies that use standardized tasks and measures. The potential cognitive effects of chronic cannabis use are of special concern because it is the least cognitively able young people who are most likely to begin early cannabis use and to use regularly throughout young adulthood.


    Sempre in quel Paper ci sono le fonti degli studi in merito.Ogni numero è un rimando a uno studio scientifico in merito.

    Eppure bastava uno straccio di buon senso.
    Ultima modifica di Phi; 22-07-15 alle 16:02

  4. #4
    Apologia cattolica
    Data Registrazione
    23 Aug 2010
    Località
    Latina
    Messaggi
    31,953
    Mentioned
    118 Post(s)
    Tagged
    42 Thread(s)

    Predefinito Re: Alcuni assurdi argomenti dei sostenitori delle Liberalizzazione delle Droghe Legg

    (Gv 3, 20-21)
    Chiunque infatti fa il male, odia la luce e non viene alla luce perché non siano svelate le sue opere. Ma chi opera la verità viene alla luce, perché appaia chiaramente che le sue opere sono state fatte in Dio

  5. #5
    Materialismo veritativo
    Data Registrazione
    23 Apr 2015
    Messaggi
    3,152
    Mentioned
    18 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Re: Alcuni assurdi argomenti dei sostenitori delle Liberalizzazione delle Droghe Legg

    Ippocampo e corteccia prefrontale sono variamente coinvolti nei processi cognitivi... guarda un pò...
    Dicono che viaggiare sviluppa l'intelligenza. Ma si dimentica sempre di dire che l'intelligenza bisogna averla già prima.-.G. K. Chesterton

 

 

Discussioni Simili

  1. il m5s è pro o contro la liberalizzazione delle droghe?
    Di Noir nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 50
    Ultimo Messaggio: 17-11-12, 20:16
  2. Legalizzazione delle droghe leggere
    Di leggoescrivo nel forum Radicali Italiani
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 29-12-11, 19:58
  3. Il PLI e liberalizzazione droghe leggere
    Di Scarpon nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 18
    Ultimo Messaggio: 04-11-11, 19:09
  4. Per chi è contro la liberalizzazione delle Droghe...
    Di John Galt nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 14-11-06, 12:36
  5. Risposte: 21
    Ultimo Messaggio: 06-02-06, 22:55

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226