Muore un rinoceronte bianco, ne restano solo quattro al mondo






Nabirè è morta a 31 anni, nello zoo ceco di Dvur Kralove, a causa della rottura di una cisti interna. Era uno dei rarissimi rinoceronti bianchi settentrionali, che oggi sono a un passo dall’estinzione: ne restano solo più quattro al mondo. «È una perdita terribile - dice Premysl Rabas, il direttore dello zoo della Repubblica Ceca -. Nabirè era il rinoceronte più gentile che abbiamo mai ospitato». Era nata il 15 novembre 1984 a Dvur Kralove, ed è uno dei pochissimi esemplari della sua specie che sia mai stato allevato in cattività. Jiri Hruby, il veterinario che si è preso cura di lei, spiega che purtroppo «la sua cisti era diventata enorme. E non c’era modo di curarla».



AFP

Con la morte di Nabirè, che secondo Premysl Rabas è «l’emblema del declino catastrofico dei rinoceron ti nel mondo a causa dell’insensata avidità umana», scende a quattro il numero degli esemplari bianchi settentrionali ancora in vita in tutto il mondo. I superstiti sono Nola, una femmina che vive nello zoo di San Diego, e il maschio Sudan che insieme ad altre due femmine, chiamate Najin e Fatu, oggi abita nella riserva africana di Ol Pejeta, in Kenya.





Questi tre esemplari sono stati trasferiti nel loro habitat naturale nel 2009 proprio dallo zoo ceco per tentare di favorire la riproduzione naturale della specie, visto che i tentativi in cattività non erano andati a buon fine. Per ora anche il ritorno alla sua terra non lo ha spinto ad accoppiarsi. Sudan non vive però una vita facile: essendo l’unico maschio vivente, è scortato ventiquattr’ore su ventiquattro da guardie armate per proteggerlo dai bracconieri. E il passare del tempo diventa un inesorabile countdown verso l’estinzione della specie.

Muore un rinoceronte bianco, ne restano solo quattro al mondo - La Stampa