Nuove prove hanno convinto Mosley

La Fia fa retromarcia e perdona i team Michelin che non hanno preso il via al Gp Usa sul circuito di Indianapolis a causa di problemi legati alla sicurezza dei pneumatici. Dopo che in un primo momento la Federazione aveva ritenuto colpevoli le scuderie di aver violato il regolamento della F1, le nuove prove fornite da Briatore e soci hanno convinto Mosley a ritirare le accuse nei confronti dei gommati Michelin.