Non cambieranno mai...


LINK

Il federalismo? «Non è una priorità, spacca il Paese e va contrastato».

«Molti non hanno coraggio politico o autonomia intellettuale per dire che non esiste un buon federalismo, che è una distorsione rispetto alle esigenze del Paese. E non mi si venga a parlare di riforma solidale».

«Sono orgoglioso di essere napoletano e fiero di essere italiano. Il meridionalismo più autentico, oggi, è quello che vede un Mezzogiorno impegnato a ricostruirsi e di conseguenza a ricostruire il Paese. Per il resto, sono grande sostenitore della centralità meridionalistica di ogni politica nazionale. Bisognerebbe guardare, e mi riferisco anche al governo, alle politiche di degasperiana memoria: ogni provvedimento varato per il Paese dovrebbe avere una fortissima coerenza per il Mezzogiorno. Detto questo, è innegabile che il Mezzogiorno ha bisogno di un ceto dirigente migliore e di una politica rispettosa dei cittadini».

«Confermo: il Mezzogiorno è marginale in tutte le agende del Paese».