Post n° 39 - Noi paghiamo, loro contestano

Post n° 39 - Noi paghiamo, loro contestano | Lombard Street

Riportiamo qui di seguito alcuni significativi dati, ricavati da un'articolo del Sole24Ore di ieri e da noi rielaborati tenendo conto della popolazione. Si tratta del numero di sospensive richieste in sede di Commissioni tributarie provinciali, accorpati a livello regionale.

Ne emerge un quadro a due tinte: nel Nord (possiamo ancora chiamarla Padania o qualche geografo metternicchiano ci ricorderà che si tratta di "mera espressione geografica"?) la propensione a contestare gli atti del Fisco è enormemente più bassa rispetto a quanto avviene nel Mezzogiorno.

Regione - Sospensive richieste - Popolazione - Rapporto

Lombardia - 9.940 - 9.826.141 - 988,55
Veneto - 3.390 - 4.912.438 - 1.449,10
Emilia-Romagna - 4.166 - 4.395.569 - 1.055,11

Lazio - 19.995 - 5.681.868 - 284,17
Campania - 31.896 5.824.662 - 182,62
Calabria - 11.237 - 2.009.330 - 178,82
Puglia - 10.529 - 4.084.035 - 387,89
Sicilia - 39.519 - 5.042.992 - 127,61


A beneficio dei nostri lettori facciamo osservare che i dati presenti nella terza colonna, da noi chiamata "rapporto", indicano il numero di abitanti per singola richiesta di sospensiva. E' di tutta evidenza che maggiore è il dato, minore è la propensione a contestare gli atti del Fisco.

Come già rilevato in altre occasioni, il livello di compliance fiscale in Padania è semplicemente imparagonabile con il livello di litigiosità presente nel Sud. Che è un modo elegante per dire che siamo sempre i soliti fessi.