User Tag List

Risultati da 1 a 4 di 4
  1. #1
    SOCIALISTA ILLIBERALE
    Data Registrazione
    23 Nov 2011
    Località
    Ενότρια / Socialnazionalismo bolscevizzante
    Messaggi
    27,810
    Mentioned
    415 Post(s)
    Tagged
    115 Thread(s)

    Predefinito 20 Settembre 1870-2015: serve un’altra breccia a Porta Pia.

    "Fate della Nazione la causa del popolo e la causa del popolo sarà quella della Nazione."-Lenin
    "Solo i ricchi possono permettersi il lusso di non avere Patria."- Ledesma Ramos
    Israele è il Male Assoluto
    IGNORE LIST : li ammazza stecchiti!

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Moderatore
    Data Registrazione
    22 Apr 2009
    Messaggi
    10,544
    Mentioned
    22 Post(s)
    Tagged
    7 Thread(s)

    Predefinito Re: 20 Settembre 1870-2015: serve un’altra breccia a Porta Pia.

    La Chiesa Cattolica è l' istituzione più forte del mondo, più dello stesso potere giudaico.
    Se la danneggi, prima o poi riesce a fartela pagare.

    Sono tragi-comici comunque i tradizionalisti nazionalisti cattolici che contestano la chiesa di "oggi", scoprono davvero l' acqua calda!

    Riguardo la Breccia di Porta, non era proprio vero che tutti i patrioti erano soddisfatti: i difensori del Regno delle Due Sicilie o i trentini, i sardi, non erano d' accordo visto che sentivano una patria territorialmente diversa dall' Italia. Ma non è forse il caso qua di riaprire la polemica anti-risorgimentale.
    FASCISMO MESSIANICO E DISTRUTTORE. PER UN MONDIALISMO FASCISTA.

    "NELLA MIA TOMBA NON OCCORRE SCRIVERE ALCUN NOME! SE DOVRO' MORIRE, LO FARO' NEL DESERTO, IN MEZZO ALLE BATTAGLIE." Ken il Guerriero, cap. 27. fumetto.

  3. #3
    SOCIALISTA ILLIBERALE
    Data Registrazione
    23 Nov 2011
    Località
    Ενότρια / Socialnazionalismo bolscevizzante
    Messaggi
    27,810
    Mentioned
    415 Post(s)
    Tagged
    115 Thread(s)

    Predefinito Re: 20 Settembre 1870-2015: serve un’altra breccia a Porta Pia.

    Mah, io personalmente il 20 Settembre Festa Nazionale lo ripristinerei...
    "Fate della Nazione la causa del popolo e la causa del popolo sarà quella della Nazione."-Lenin
    "Solo i ricchi possono permettersi il lusso di non avere Patria."- Ledesma Ramos
    Israele è il Male Assoluto
    IGNORE LIST : li ammazza stecchiti!

  4. #4
    Moderatore
    Data Registrazione
    22 Apr 2009
    Messaggi
    10,544
    Mentioned
    22 Post(s)
    Tagged
    7 Thread(s)

    Predefinito Re: 20 Settembre 1870-2015: serve un’altra breccia a Porta Pia.

    Io, parlando a titolo personale, mi sento alienato, da un pò di tempo, da questo fantasma di nazione italiana.
    Però, per quanto riguarda il punto di vista di chi ancora non è alienato, di chi ancora crede nell' Italia come penso tu, si, è corretto il ripristino della festività del 20 settembre 1870. E' giustissimo.
    Certamente è vero che la Chiesa e il cattolicesimo fanno parte della storia della penisola italiana, tuttavia, entrambe queste entità hanno agito in grande parte contro il processo unitario e contro lo stato italiano unitario.
    La Chiesa è sempre stata ostile all' Italia unita, come è sempre ostile e sempre lo sarà contro tutti gli stati-nazioni autonomi e forti. E' mondialista al 100%. Sicuramente non è stata lei ad inventare il mondialismo o la globalizzazione: senza contare le famose civiltà più avanzate della nostra perse nella preistoria, l' impero di Alessandro Magno, quello cinese, l' impero romano, sono stati dei precursori della globalizzazione, in particolare l' impero romano fu il progetto più riuscito e duraturo in questo senso. Nel medioevo abbiamo avuto l' impero fondato da Gensis Khan. Ogni visione del mondo, come il cristianesimo, mirante ad una trasformazione antropologica radicale e che si diffonde nello spazio, diventa per forza mondialista (lo stesso fascismo lo stava diventando).
    Ciò che la Chiesa ha inventato invece fu il prototipo di governo mondiale, di istituzione internazionale che governa e decide la politica delle nazioni. La Chiesa fu la prima istituzione transnazionale della storia conosciuta, forte nel dettare la politica degli imperi quanto dei regni e delle repubbliche. Contro qualunque entità statuale cercasse di rendersi un pò indipendente ha sempre scatenato l' inferno: colpi di stato, disordini, sovversioni, terrorismo, ostruzionismi, guerre, intrighi, malizie, magia nera. Il Vaticano è stato il precursore si può dire delle rivoluzioni colorate, della CIA, di quelle guerre civili tipo quelle viste in medio oriente e in Africa. Per prima praticò certi sofisticati strumenti di persecuzione psicologica, di polizia del pensiero, attraverso la Santa Inquisizione, i sensi di colpa, anticipando i metodi perseguiti dagli stati comunisti e adesso dalla psico-polizia del politicamente corretto nel reprimere il dissenso.
    Dopo il processo unitario, la Chiesa muoverà l' inferno, sovversione compresa (pur se i rapporti con la resistenza dei meridionali dopo l' Unità furono ambigui, forse per provare a salvarsi il culo dai savoiardi): vedi il sindacalismo bianco-cattolico, che darà prova di violenti sovversivismi quasi vicini a quelli dei rossi marxisti.
    Una precaria pacificazione ci sarà con il fascismo. Mussolini aveva bisogno di pacificare una nazione nata male e divisa, della collaborazioni di tutti per modernizzare l' Italia e realizzare lo stato nuovo fascista. Egli capiva quanto il cattolicesimo facesse parte della nostra storia. Così arrivarono Concordato e altri leggi favorevoli alla Chiesa. Io penso che Mussolini fece bene, per i motivi suddetti. La scelta per un pò si rivelò fruttuosa. Però la Chiesa mirava solo a servirsi del fascismo per i suoi fini, per poi danneggiarlo quando non sarebbe più servito o si fosse spinto troppo nella rivoluzione contrastando il conservatorismo sociale clericale. Così dalla fine degli anni '30 la Chiesa, anche per rivalità nell' educazione dei giovani con lo stato fascista, iniziò a trescare per rovesciare lo Stato Fascista.
    Dopo la guerra, il Vaticano cercò sempre di tenere soggetto ad esso lo stato italiano e con la caduta del comunismo, mi muove sempre più in senso anti-nazionale e a favore del suo congeniale mondialismo, lo apprezza, lo promuove, spinge per il mondo senza confini, senza nazioni, in linea con altri poteri con cui è inframezzata. Un mondialismo reso tra l' altro inevitabile dalle dinamiche dell' economia, della tecnologia specialmente quella informatica e dai progetti di conquista dello spazio vedi il progetto di colonizzare e rendere abitabile Marte. Di certo la Chiesa accoglie il fenomeno e lo promuove, come è nella sua natura.
    La comunità dei fedeli è sempre stata ostile in linea di massimo allo stato unitario italiano, dai tentativi in cui si cercò di unire l' Italia a dopo il 1860. La pacificazione con questa vasta parte del popolo italiano ci sarà con il fascismo, il quale già dalla sua fase di conquista del potere accolse le istanze di un ceto medio piccolo proprietario finora trascurato e tendenzialmente cattolico-clericale. I fedeli cattolici in linea di massima sostennero il regime, collaborarono costruttivamente, rendendo possibili i miracoli dello Stato Fascista, ma l' idillio si ruppe alla fine degli anni '30, quando la spinta rivoluzionaria, la tendenza dello stato littorio a togliere alla chiesa l' esclusiva sull' educazione dei fanciulli e l' alleanza con la Germania nazional-socialista anti-cristiana allontanarono sempre più cattolici tendenzialmente moderati, liberali, o bigotti, i quali iniziarono a sabotare il fascismo. Ciò non impedì che pure durante il periodo della RSI parecchi cattolici tra cui vari sacerdoti combattessero per il fascismo, e ad essi va tutta la nostra riconoscenza.
    Dopo la guerra i cattolici ripresero ad essere in linea di massima collaborativi con lo stato italiano, in questo furono parzialmente indotti dall' anticomunismo. Ciò gli condusse verso un filo-americanismo che a lungo andare sarebbe stonato con il senso della nazione, ma non contro il proverbiale democristiano rispetto per le gerarchie consolidate.
    Caduto il comunismo la comunità dei cattolici ha in linea di massima spinto sempre più verso il mondialismo, il mondo senza confini, senza frontiere, contro il nazionalismo ecc. in linea con i dettami dell' alto clero e con quelli del clero di frontiera, quello impegnato ad aiutare i poveri, i disagiati, ad andare nel terzo mondo, favorevole ad un mondo senza nazioni in cui tutti i popoli si fondono in uno solo e tutti potranno andare dove vogliono.
    Ci sono, come si può vedere su Termometro Politico, cattolici nazionalisti tendenzialmente conservatori contrari a queste politiche qua, ostili, alcuni sono grandi amici che scrivono qui su questo forum: Freezer, FRUGALE. Il punto è che oltre ad essere minoritari, non sono in linea con quella che è stato storicamente il comportamento della Chiesa e del mondo cattolico. Sono molto più coerenti con la natura della chiesa e della cristianità i "catto-comunisti" e i classici democristiani che sostengono il Nuovo Centrodestra di Angelino Alfano e Roberto Formigoni, che sostengono Mario Monti, i tipici partiti democristiani tipo UDC ecc. o una parte di Forza Italia, quella meno cacciotara e più europeista.
    Sicché Edward Luttwack, quel politicologo ebreo-americano spesso presente sui talk-show italioti, ha detto bene che un cattolico non può essere mai per l' Italia mentre uno che si sente italiano, orgoglioso di esserlo (a prescindere da quanto sia fondato concretamente tale sentimento) è naturale stia con Salvini (facendo finta che quest' ultimo sia sincero o disposto ad andare fino in fondo, sappiamo che è pura fantapolitica).
    Ultima modifica di Avanguardia; 22-09-15 alle 13:04
    FASCISMO MESSIANICO E DISTRUTTORE. PER UN MONDIALISMO FASCISTA.

    "NELLA MIA TOMBA NON OCCORRE SCRIVERE ALCUN NOME! SE DOVRO' MORIRE, LO FARO' NEL DESERTO, IN MEZZO ALLE BATTAGLIE." Ken il Guerriero, cap. 27. fumetto.

 

 

Discussioni Simili

  1. STORIA - Breccia (?) di Porta Pia
    Di codino nel forum Cattolici
    Risposte: 113
    Ultimo Messaggio: 21-09-19, 01:47
  2. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 20-09-13, 19:54
  3. Un 20 Settembre di 138 anni fa...."la breccia di Porta Pia"
    Di DrugoLebowsky nel forum Repubblicani
    Risposte: 52
    Ultimo Messaggio: 22-10-08, 19:26
  4. 20 settembre anniversario della breccia di porta pia
    Di sinistra_polliana nel forum Cronaca
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 20-09-08, 10:53
  5. Breccia (?) di Porta Pia
    Di codino nel forum Destra Radicale
    Risposte: 80
    Ultimo Messaggio: 25-01-06, 21:15

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226