User Tag List

Risultati da 1 a 5 di 5
Like Tree2Likes
  • 2 Post By Biordo

Discussione: uno stato ha il diritto di non sacrificarsi sull'altare dell'alleato (Bismarck)

  1. #1
    Forumista storico
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    cancellato
    Messaggi
    47,768
    Mentioned
    1004 Post(s)
    Tagged
    38 Thread(s)

    Predefinito uno stato ha il diritto di non sacrificarsi sull'altare dell'alleato (Bismarck)

    Leggendo una biografia su Bismarck ho letto che a un certo punto egli pronuncio' questa frase

    "uno stato ha il diritto di non sacrificarsi sull'altare dell'alleato"

    eppure proprio luidi stati ne ha schiacciati a iosa a partire dalla Danimarca, l'Austria, la Francia e fatto sparire dalla geografia europea l'Hannover e l'Assia

    ma è interessante questa frase che dice che quando uno stato è in guerra alleato con un altro stato, se la guerra non è sfavorevole non si puo' pretendere che l'alleato si sacrifichi fino all'ultimo uomo, fino alla distruzione certa per uno spirito di solidarietà con l'alleato

    Evidentemente non è quello che pensavano Hitler e i suoi scherani, che trascinarono nella seconda guerra mondiale fino all'ultimo stati come l'Italia, la Cecoslovacchia, la Croazia, la Serbia, l'Ungheria, Romania e Bulgaria che poi subirono feroci invasioni e 45 anni di comunismo (l'Italia è ancora sotto tutela USA)

    Se gli stati alleati alla Germania avessero fatto i loro interessi essi si sarebbero ritirati dalla guerra già ai tempi di Stalingrado, quando era evidente che la guerra era persa e quando gli alleati non pretendevano ancora la resa incondizionata

    Nel caso italiano non avremmo avuto la tragedia dell'8 settembre e della RSI

    e i tanti fanatici che ancora oggi parlano di andare al sacrificio finale per versare fino all'ultima goccia di sangue in nome della sacra alleanza con l'alleato germanico e gli imperativi categorici

    A nome di chi e per che cosa, per fare distruggre completamente il nostro paese?

    Voi che ne pensate?
    non piu' interessato a questo forum

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista senior
    Data Registrazione
    26 Dec 2010
    Messaggi
    1,079
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: uno stato ha il diritto di non sacrificarsi sull'altare dell'alleato (Bismarck)


  3. #3
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    04 May 2009
    Messaggi
    5,340
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Re: uno stato ha il diritto di non sacrificarsi sull'altare dell'alleato (Bismarck)

    Citazione Originariamente Scritto da Candido Visualizza Messaggio
    Leggendo una biografia su Bismarck ho letto che a un certo punto egli pronuncio' questa frase

    "uno stato ha il diritto di non sacrificarsi sull'altare dell'alleato"

    eppure proprio luidi stati ne ha schiacciati a iosa a partire dalla Danimarca, l'Austria, la Francia e fatto sparire dalla geografia europea l'Hannover e l'Assia

    ma è interessante questa frase che dice che quando uno stato è in guerra alleato con un altro stato, se la guerra non è sfavorevole non si puo' pretendere che l'alleato si sacrifichi fino all'ultimo uomo, fino alla distruzione certa per uno spirito di solidarietà con l'alleato

    Evidentemente non è quello che pensavano Hitler e i suoi scherani, che trascinarono nella seconda guerra mondiale fino all'ultimo stati come l'Italia, la Cecoslovacchia, la Croazia, la Serbia, l'Ungheria, Romania e Bulgaria che poi subirono feroci invasioni e 45 anni di comunismo (l'Italia è ancora sotto tutela USA)

    Se gli stati alleati alla Germania avessero fatto i loro interessi essi si sarebbero ritirati dalla guerra già ai tempi di Stalingrado, quando era evidente che la guerra era persa e quando gli alleati non pretendevano ancora la resa incondizionata

    Nel caso italiano non avremmo avuto la tragedia dell'8 settembre e della RSI

    e i tanti fanatici che ancora oggi parlano di andare al sacrificio finale per versare fino all'ultima goccia di sangue in nome della sacra alleanza con l'alleato germanico e gli imperativi categorici

    A nome di chi e per che cosa, per fare distruggre completamente il nostro paese?

    Voi che ne pensate?
    Beh non è un segreto che dopo El Alamein le pressioni su Mussolini erano fortissime per ritirarsi dalla guerra. Pressioni che arrivavano dalla monarchia, dai gerarchi, dalle forze armate. E molti ritengono che anche Mussolini aveva capito ben presto che bisognava ritirarsi dalla guerra il prima possibile ma il suo cruccio principale era quello di fare "brutta figura" con Hitler. Solo quando fu chiaro che Mussolini non si sarebbe deciso allo strappo, lo si fece fuori...e di nuovo sono molti a teorizzare che non fosse così dispiaciuto del tradimendo del Gran Consiglio mentre fosse davvero disperato quando "liberato" da Hitler...

    Comunque il "tradimento" della seconda guerra mondiale di per sé fu una decisione estremamente saggia e di buon senso. Poteva essere presa prima, ma il suo difetto principale fu l'attuazione fallimentare. Se si fossero onestamente avvisati i tedeschi e soprattutto non si fossero lasciate allo sbando le forze armate l'8 settembre non sarebbe stato la vergogna che oggettivamente è stato.
    FrancoAntonio and Fioravante like this.

  4. #4
    Forumista storico
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    cancellato
    Messaggi
    47,768
    Mentioned
    1004 Post(s)
    Tagged
    38 Thread(s)

    Predefinito Re: uno stato ha il diritto di non sacrificarsi sull'altare dell'alleato (Bismarck)

    Citazione Originariamente Scritto da Biordo Visualizza Messaggio
    Beh non è un segreto che dopo El Alamein le pressioni su Mussolini erano fortissime per ritirarsi dalla guerra. Pressioni che arrivavano dalla monarchia, dai gerarchi, dalle forze armate. E molti ritengono che anche Mussolini aveva capito ben presto che bisognava ritirarsi dalla guerra il prima possibile ma il suo cruccio principale era quello di fare "brutta figura" con Hitler. Solo quando fu chiaro che Mussolini non si sarebbe deciso allo strappo, lo si fece fuori...e di nuovo sono molti a teorizzare che non fosse così dispiaciuto del tradimendo del Gran Consiglio mentre fosse davvero disperato quando "liberato" da Hitler...

    Comunque il "tradimento" della seconda guerra mondiale di per sé fu una decisione estremamente saggia e di buon senso. Poteva essere presa prima, ma il suo difetto principale fu l'attuazione fallimentare. Se si fossero onestamente avvisati i tedeschi e soprattutto non si fossero lasciate allo sbando le forze armate l'8 settembre non sarebbe stato la vergogna che oggettivamente è stato.
    la penso come te
    non piu' interessato a questo forum

  5. #5
    Forumista senior
    Data Registrazione
    26 Dec 2010
    Messaggi
    1,079
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: uno stato ha il diritto di non sacrificarsi sull'altare dell'alleato (Bismarck)

    Citazione Originariamente Scritto da Biordo Visualizza Messaggio
    Beh non è un segreto che dopo El Alamein le pressioni su Mussolini erano fortissime per ritirarsi dalla guerra. Pressioni che arrivavano dalla monarchia, dai gerarchi, dalle forze armate. E molti ritengono che anche Mussolini aveva capito ben presto che bisognava ritirarsi dalla guerra il prima possibile ma il suo cruccio principale era quello di fare "brutta figura" con Hitler. Solo quando fu chiaro che Mussolini non si sarebbe deciso allo strappo, lo si fece fuori...e di nuovo sono molti a teorizzare che non fosse così dispiaciuto del tradimendo del Gran Consiglio mentre fosse davvero disperato quando "liberato" da Hitler...

    Comunque il "tradimento" della seconda guerra mondiale di per sé fu una decisione estremamente saggia e di buon senso. Poteva essere presa prima, ma il suo difetto principale fu l'attuazione fallimentare. Se si fossero onestamente avvisati i tedeschi e soprattutto non si fossero lasciate allo sbando le forze armate l'8 settembre non sarebbe stato la vergogna che oggettivamente è stato.
    Il problema era la grande massa di soldati appiedati di cui Mussolini aveva impestato l'Europa. Immobili o quasi ed indifendibili.

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 18-08-14, 18:21
  2. I morti ammazzati sull’altare dell’Europa
    Di Cohen nel forum Politica Europea
    Risposte: 19
    Ultimo Messaggio: 24-07-11, 14:47
  3. Strapotenza dello stato di diritto, impotenza dell’individuo
    Di Muntzer nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 18-01-11, 02:30
  4. Come ti piazzo il traditore sull' altare...
    Di Furlan nel forum Padania!
    Risposte: 58
    Ultimo Messaggio: 25-12-06, 18:45
  5. APPELLO: Decreto Pisanu - Diritto di Stato o Stato di diritto?
    Di L'Uomo Tigre nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 20-10-05, 20:38

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226