User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 25
Like Tree23Likes

Discussione: Messa in Latino. E non sono più straniero.

  1. #1
    de-elmettizzato.
    Data Registrazione
    29 Jul 2009
    Località
    Piave
    Messaggi
    50,280
    Inserzioni Blog
    9
    Mentioned
    230 Post(s)
    Tagged
    4 Thread(s)

    Predefinito Messa in Latino. E non sono più straniero.

    Sono stato via per 4 mesi per lavoro.
    Situazioni strane, non nuove per me, mi hanno forzatamente portato in paesi lontani, spessissime volte tagliato da ogni forma di comunicazione e contatto sociale.
    Cosa anche più grave da ogni contatto Sacramentale.
    Dopo questi 120 e passa giorni, ieri sono tornato alla S.Messa.
    E ho avuto la buona sorte di poter andare ad una Messa in rito antico, celebrata presso la Chiesa della S.Trinità, a Pordenone (anche solo a livello artistico/architettonico, un pregiato diamante).
    E' la Messa in Latino è lì. Come spiegavo alla mia cara fidanzata, potervi assistere mi immette nell'eterno.
    E' la Messa che ascoltavano i miei nonni, che prendevano mille e passa anni fa i miei antenati. Sono lì, sospeso nel tempo, di fronte all'eterno.
    E non mi sento straniero. Non lo sono di fronte a Dio. E non lo sono di fronte alla Liturgia che esprime a Dio l'amore degli uomini e da Dio donata.
    Fossì stato in Cina, in Africa, nei Balcani, come è capitato in tempi più o meni recenti, la Lingua, la preghiera sarebbe stata la stessa ed a me ugualmente famigliare.
    Ecco con la Messa in Latino non solo sono pienamente Cattolico (lo sono sempre quando c'è un Sacerdote, celebrasse anche in Shwaili o polacco) ma mi sento , lo percepisco fin sotto la pelle come tale.
    Le sensazioni possono veicolare grandi menzone e grandi inganni. Ma anche grandi Verità.
    Sono di fronte all'eterno, sono uguale ad ogni altro Cattolico della terra, ed esprimo l'amore a Dio nella stessa identica maniera, con la stessa lingua, gli stessi gesti.
    A volte, durante quest'ultimo viaggio, guardando mare o montagne, città brulicanti o miseri accrocchi di case lontano migliaia di miglia da ogni volto noto, mi son detto "C'è un Sacerdote che celebra, magari a poche decine di chilometri da qui . Mi unisco alla sua Messa, almeno col cuore"
    E con la Messa in Latino, con la veneranda Liturgia da prima codificata da S.Gregorio su antichissima tradizione apostolica tutto ciò è molto più semplice ed efficace.

    E siamo qui.
    Degtyaryov, Cuordy, Giò and 5 others like this.
    Preferisco di no.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Apologia cattolica
    Data Registrazione
    23 Aug 2010
    Località
    Latina
    Messaggi
    31,953
    Mentioned
    118 Post(s)
    Tagged
    43 Thread(s)

    Predefinito Re: Messa in Latino. E non sono più straniero.

    si una lingua universale in qualche modo unisce e la solennità del Vecchio rito non è paragonabile a quella odierna

    l'unica cosa è che si tratta di una lingua quasi sconosciuta a molti, ci vuole quindi un po' di pratica e abitudine

    personalmente a me non dispiace l'utilizzo delle lingue nazionali, gli Apostoli in fondo impararono dallo Spirito diverse lingue, come anche l'uso dei riti diversi è caratteristico

    penso sia meglio non mettere da parte niente di tutto questo
    Cuordy likes this.
    (Gv 3, 20-21)
    Chiunque infatti fa il male, odia la luce e non viene alla luce perché non siano svelate le sue opere. Ma chi opera la verità viene alla luce, perché appaia chiaramente che le sue opere sono state fatte in Dio

  3. #3
    Forumista senior
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    IPERURANIO INTERIORE
    Messaggi
    4,036
    Mentioned
    33 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Smile Re: Messa in Latino. E non sono più straniero.

    Messa in Latino anche per me oggi DOMENICA 25 OTTOBRE 2015: FESTA di CRISTO RE!!!

    Festa di Cristo Re!!!
    https://forum.termometropolitico.it/...cristo-re.html

    Magnifica testimonianza e graditissimo ritorno, caro Miles…

    Miles ti rinnovo il bentornato anche pubblicamente dopo avertelo fatto in privato; ottima questa nuova discussione che hai aperto, spero di poter tornare presto a condividere con te - oltre ad ulteriori discussione su questioni essenziali di dottrina e fede, ci sono molte altre cose che vorrei dirti e chiederti, avrei bisogno di un confronto su alcuni miei forti dubbi di coscienza che in parte già conosci, ma ne riparleremo meglio di persona spero! - una Santa Messa in latino col Vetus Ordo, magari anche
    a Pordenone alla Chiesa della S. Trinità che purtroppo non ho mai visitato, in sostanza quella veramente e pienamente cattolica nel rito e nello spirito…
    La differenza tra la messa in latino e la messa in italiano non consiste solo nella lingua e nell’estetica, che è solo un aspetto, ma praticamente in tutto: nella prima percepisci davvero la presenza viva di Dio tra gli uomini attraverso il rito e la liturgia!
    Quando vado alla Messa in latino mi sento a casa perché là c’è il silenzio ed il rispetto dovuto a Dio; anche se non riesco a seguire tutti i passaggi e a comprendere le preghiere del sacerdote, percepisco la presenza della trascendenza e la cattolicità del rito perchè so che è quello di sempre.
    Inchinandosi di fronte alla Croce si smarrisce la superbia e si rafforza la fede; un uomo arrogante e megalomane che si rifiuta di inchinarsi non potrà mai ricevere la grazia della fede perché è lui stesso che non la vuole ritenendosi superiore al suo Creatore in maniera illogica. Percepire l’umiltà interiore che innalza a Dio, ecco l’essenza della messa in latino, la quale ti rende più umile proprio in quanto da ignorante non riesci a capire tutte le singole parole. Ma comprendi benissimo tutto il resto. Questo conta davvero. Se sono riuscito a spiegarmi...



    P.S. V. pure qui precedenti discussioni, riporto anche un mio intervento, sul tema della "Messa in Latino":

    https://forum.termometropolitico.it/207049-messa-latino.html

    https://forum.termometropolitico.it/641724-messe-latino-italia-nella-forma-straordinaria-del-r-romano-messale-del-1962-a.html

    https://forum.termometropolitico.it/...-1962-a-2.html
    Mi sono recato diverse volte, le prime due insieme e grazie al caro forumista Miles che mi ha fatto da guida, alla Santa Messa in Latino nella forma straordinaria del R. Romano + Messale del 1962…
    Mi sento davvero di consigliare la frequentazione della Messa tridentina, latino-gregoriana o di San Pio V che dir si voglia, a tutti coloro che hanno la possibilità di recarvisi; per me è l’unica Messa che attraverso i suoi riti e la sua liturgia permette davvero di percepire il senso del Sacro ed il Mistero…
    Sicuramente la Messa tradizionale è sobria e solenne al tempo stesso, non a caso è chiamata anche la messa di sempre.

    “Una Vox” segnala tutte le Messe tradizionali in rito romano antico o latino/gregoriano:


    La Santa Messa Tradizionale: luoghi e orari
    Riepilogo dei centri di Messa in tutto il mondo, in cui si celebra secondo il Rito Tradizionale
    Libretto: Tutte le SS Messe in Italia
    http://www.unavox.it/PDF/Opuscoli/SS...a_12.08.28.pdf
    SANTE MESSE CELEBRATE IN ITALIA
    SANTE MESSE CELEBRATE IN ITALIA DAI SACERDOTI DELLA Fraternità Sacerdotale San Pio X
    SANTE MESSE CELEBRATE IN ITALIA DAI SACERDOTI DELLO Istituto Mater Boni Consilii
    LeSS. Messe la cui celebrazione ha avuto inizio prima della pubblicazione del
    Motu Proprio Summorum Pontificum cura non hanno alcun contrassegno;
    Le SS. Messe la cui celebrazione ha avuto inizioni dopo la pubblicazione del
    Motu Proprio Summorum Pontificum cura sono contrassegnate con (SPc).
    Le SS. Messe la cui celebrazione ha avuto inizio nel mese in corso sono contrassegnate con (nuova).”

    Strumenti: Sussidii liturgici
    Strumenti: Sussidii liturgici: Come assistere alla Santa Messa
    “La partecipazione attiva dei fedeli alla Santa Messa
    Come assistere alla Santa Messa secondo la Tradizione della Santa Chiesa.
    Parte introduttiva
    Recarsi in chiesa
    È bene arrivare in chiesa con un congruo anticipo, al fine di prepararsi, con la preghiera, ad assistere alla Santa Messa nelle migliori condizioni di spirito. Condursi in chiesa per assistere alla celebrazione della Santa Messa significa anche pellegrinare dall’esterno verso l’interno: significa provare a staccarsi dal fluire ordinario del vivere quotidiano per cercare di concentrarsi su ciò che è piú prossimo all’eterno presente, senza piú spazio né tempo: il luogo e il tempo dell’incontro possibile con Dio. (…)”
    Spiegazione della messa tridentina, di don Ivo Cisar
    “Spiegazione della messa tridentina di don Ivo Cisar”
    "Di quella Roma onde Cristo è romano", di don Ivo Cisar
    Il valore della lingua latina nella liturgia romana

    "Di quella Roma onde Cristo è romano" (Purg. XXXII 102)
    Una Voce Italia


    Alla Messa non si ?partecipa?. E non si deve ?capire?. | Papalepapale.com
    “Il silenzio e la solitudine intorno al Golgota intorno all’altare . Quel vecchio che si sentiva “giovane” davanti al suo Dio. Il silenzio e la solitudine dell’altare. Il Mistero sacrificato alla “comunicazione”… finta.
    La “gente” non deve “capire”, ma adorare; la “gente” non deve “partecipare”, ma assistere.”


    62 ragioni per le quali in coscienza non possiamo assistere alla nuova Messa
    “62 ragioni per le quali in coscienza non possiamo assistere alla Nuova Messa
    (nota anche come Messa di Papa Paolo VI, Novus Ordo, Nuova Liturgia), sia in lingua vernacolare sia in latino, (con il sacerdote posto) sia verso il popolo sia verso il Tabernacolo.
    Così, per le stesse ragioni, aderiamo fedelmente alla Messa Tradizionale (nota anche come Messa Tridentina, Messa Antica in latino, Missale Romano, Messa di San Pio V, Messa di sempre).
    pubblicato sul sito del Distretto sudamericano della Fraternità San pio X
    Il documento è stato redatto dai 25 sacerdoti della Unione Sacerdotale San Giovanni Maria Vianney di Campos, Brasile; nata nel 1981 su iniziativa dei sacerdoti che si rifiutavano di celebrare la nuova Messa, i quali si rivolsero a Mons. Antonio De Castro Mayer, da poco costretto a dimettersi, per gli stessi motivi, da vescovo della diocesi di Campos.
    Il 4 marzo 2015, il sito italiano Riscossa Cristiana, ha pubblicato una traduzione del documento
    Messa Nuova o Messa Tradizionale. Una questione di Fede. Il documento dei sacerdoti della diocesi di Campos, in Brasile | Riscossa Cristiana
    “Senza la fede è impossibile esser graditi a Dio” Eb 11,6.
    “L’obbedienza è al servizio della Fede e non la Fede al servizio dell’obbedienza”
    “Dopo la pubblicazione del “Breve esame critico del Novus Ordo Missæ presentato al Pontefice Paolo VI dai Cardinali Ottaviani e Bacci” proponiamo alla riflessione dei lettori un preziosissimo documento redatto agli inizi degli anni Ottanta dai sacerdoti della diocesi di Campos, in Brasile (ovviamente alcuni riferimenti – punti 7 e 9 – necessitano di aggiornamento, perchè riferiti al periodo di redazione; vedi inoltre la nota 1). L’eccellente studio non ha affatto perso la sua attualità. Al contrario, a oltre 30 anni di distanza, col senno di poi, le “60 ragioni per ritornare alla Messa Tradizionale” interrogano senza pietà ogni fedele che voglia rimanere davvero cattolico.”
    “L’obbedienza è al servizio della Fede e non la Fede al servizio dell’obbedienza! Nel caso in questione, quindi, “Bisogna obbedire a Dio piuttosto che agli uomini” (Atti, 5, 29).”



    Luca, Sursum Corda!

    Ultima modifica di Holuxar; 25-10-15 alle 21:19
    Miles and Haxel like this.
    ADDIO GIUSEPPE, amico mio, sono LUCA e nel mio CUORE sarai sempre PRESENTE!
    «Réquiem aetérnam dona ei, Dómine, et lux perpétua lúceat ei. Requiéscat in pace. Amen.»

    SURSUM CORDA - HABEMUS AD DOMINUM!!! A.M.D.G.!!!

  4. #4
    Forumista senior
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    IPERURANIO INTERIORE
    Messaggi
    4,036
    Mentioned
    33 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Smile Re: Messa in Latino. E non sono più straniero.

    Messa in Latino domenicale ieri insieme a Miles nella bella Chiesa della S. Trinità...
    Celebrata in maniera solenne, unico neo erano gli inginocchiatoi di legno purtroppo molto scomodi ma in fin dei conti è un modo di fare un po' di doverosa penitenza e va bene così...
    Alla fine della celebrazione ho preso un fondamentale libretto intitolato "La Santa Eucarestia" ed un paio di volantini; uno intitolato "In piedi, seduti o in ginocchio?" (con le indicazioni precise sul giusto modo di seguire adeguatamente la Messa col vecchio Rito) e l'altro "Breve storia dei colori liturgici" riportato dal sito "Radio Spada", interessante articolo...
    Sono stato molto contento di averlo rivisto di persona dopo parecchi mesi dall'ultima volta; abbiamo discusso per alcune ore di varie questioni delicate di dottrina cattolica e di legittima autorità nella Chiesa in questi tempi di grave crisi, di attualità politico-culturale e di vita vissuta, confrontarmi con lui è sempre arricchente e devo dire che certe sue parole riescono a confortarmi quando afflitto da opprimenti dubbi che affollano la mia mente e la mia coscienza mi lascio prendere un po' troppo dal pessimismo e dallo sconforto spirituale...E di questo gliene sono grato...
    In primis però, per avermelo fatto conoscere e per tutto il resto, Deo gratias!
    Luca, Sursum Corda!






    Miles, Cuordy and Ucci Do like this.
    ADDIO GIUSEPPE, amico mio, sono LUCA e nel mio CUORE sarai sempre PRESENTE!
    «Réquiem aetérnam dona ei, Dómine, et lux perpétua lúceat ei. Requiéscat in pace. Amen.»

    SURSUM CORDA - HABEMUS AD DOMINUM!!! A.M.D.G.!!!

  5. #5
    de-elmettizzato.
    Data Registrazione
    29 Jul 2009
    Località
    Piave
    Messaggi
    50,280
    Inserzioni Blog
    9
    Mentioned
    230 Post(s)
    Tagged
    4 Thread(s)

    Predefinito Re: Messa in Latino. E non sono più straniero.

    Citazione Originariamente Scritto da Holuxar Visualizza Messaggio
    Messa in Latino domenicale ieri insieme a Miles nella bella Chiesa della S. Trinità...
    Celebrata in maniera solenne, unico neo erano gli inginocchiatoi di legno purtroppo molto scomodi ma in fin dei conti è un modo di fare un po' di doverosa penitenza e va bene così...
    Alla fine della celebrazione ho preso un fondamentale libretto intitolato "La Santa Eucarestia" ed un paio di volantini; uno intitolato "In piedi, seduti o in ginocchio?" (con le indicazioni precise sul giusto modo di seguire adeguatamente la Messa col vecchio Rito) e l'altro "Breve storia dei colori liturgici" riportato dal sito "Radio Spada", interessante articolo...
    Sono stato molto contento di averlo rivisto di persona dopo parecchi mesi dall'ultima volta; abbiamo discusso per alcune ore di varie questioni delicate di dottrina cattolica e di legittima autorità nella Chiesa in questi tempi di grave crisi, di attualità politico-culturale e di vita vissuta, confrontarmi con lui è sempre arricchente e devo dire che certe sue parole riescono a confortarmi quando afflitto da opprimenti dubbi che affollano la mia mente e la mia coscienza mi lascio prendere un po' troppo dal pessimismo e dallo sconforto spirituale...E di questo gliene sono grato...
    In primis però, per avermelo fatto conoscere e per tutto il resto, Deo gratias!
    Luca, Sursum Corda!






    Ah ah ah Luca, ti ho fatto fare penitenza obbligandoti ad ascoltare la mia interminabile logorrea, altro che inginocchiatoi scomodi.
    Il libretto che citi, "La Santa Eucarestia" mi è molto caro e ne ho fatto dono a molte persone.
    E' ad opera di un Sacerdote cui sono spiritualmente assai legato , P. Konrad Zu Lowenstein, per anni Cappellano della Fraternità San Pietro a Venezia.
    Ne consiglio la lettura, perchè è breve , secco , agevole ed alla portata di tutti, scritto in linguaggio chiaro.
    Insomma l'esatto opposto di molta roba che gira in ambito Cattolico contemporaneo, che è fumosa , sdolcinata, quasi di falsa sapienza.
    Una delle sue fedeli, ha anche raccolto alcuni dei suoi insegnamenti (sempre con il nihil obstat dell'autorità ecclesiastica) in questo sito:
    Il Catechismo di Padre Konrad | La Verità. La cui voce in questo mondo è la Chiesa, una, santa, cattolica e apostolica

    C'è un santo medievale di cui non mi ricordo il nome, che dopo aver combattuto per il suo re od imperatore e questi fu ucciso, ebbe una profondissima cristi spirituale.
    E poi scoprì Cristo. E decise di combattere , spiritualmente come monaco, per "Un Re che non poteva morire"
    E' un paragone che faccio sempre , pensando al mio passato.

    Sursum Corda!
    Holuxar likes this.
    Preferisco di no.

  6. #6
    libero
    Data Registrazione
    22 Nov 2012
    Messaggi
    25,077
    Inserzioni Blog
    4
    Mentioned
    635 Post(s)
    Tagged
    9 Thread(s)

    Predefinito Re: Messa in Latino. E non sono più straniero.

    Molto interessante.
    C'è anche una parte intitolata "la dottrina cattolica sul demonio" che magari copio nell'altro 3d.

    Per quanto riguarda il santo medievale, dovrei riuscire a tirar fuori il nome a breve...se non sbaglio ho letto di lui in un libro che ho a casa.
    se non ci metterai troppo io ti aspetterò tutta la vita...

  7. #7
    de-elmettizzato.
    Data Registrazione
    29 Jul 2009
    Località
    Piave
    Messaggi
    50,280
    Inserzioni Blog
    9
    Mentioned
    230 Post(s)
    Tagged
    4 Thread(s)

    Predefinito Re: Messa in Latino. E non sono più straniero.

    Citazione Originariamente Scritto da Ucci Do Visualizza Messaggio
    Per quanto riguarda il santo medievale, dovrei riuscire a tirar fuori il nome a breve...se non sbaglio ho letto di lui in un libro che ho a casa.
    Quello di Cammileri?
    Preferisco di no.

  8. #8
    libero
    Data Registrazione
    22 Nov 2012
    Messaggi
    25,077
    Inserzioni Blog
    4
    Mentioned
    635 Post(s)
    Tagged
    9 Thread(s)

    Predefinito Re: Messa in Latino. E non sono più straniero.

    Citazione Originariamente Scritto da Miles Visualizza Messaggio
    Quello di Cammileri?
    no non credo…stasera faro' mente locale tra i miei libri

    Miles likes this.
    se non ci metterai troppo io ti aspetterò tutta la vita...

  9. #9
    Forumista senior
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    IPERURANIO INTERIORE
    Messaggi
    4,036
    Mentioned
    33 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Re: Messa in Latino. E non sono più straniero.

    Miles tranquillo, ho sopportato ben di peggio della tua interminabile logorrea - in realtà la tua è minima in confronto a quella di certe persone che ho conosciuto e conosco, le quali per giunta a differenza tua sproloquiano a proposito di sciocchezze insignificanti - e tra l'altro non è che hai parlato solo tu mentre io sono stato ad ascoltarti in silenzio, abbiamo argomentato quasi in egual misura e mi auguro di poterci rivedere al più presto...
    Grazie per la segnalazione del sito di Padre Konrad, ci ho dato un'occhiata di sfuggita e sembra ben fatto, più avanti magari lo visiterò meglio...
    Il suo libretto l'ho letto un po' domenica sera in treno nel viaggio di ritorno e, per quanto breve e sintetico, espone davvero molto bene i concetti essenziali della dottrina cattolica sull'Eucarestia in maniera semplice, chiara ed inequivocabile...
    Fatemi sapere, mi rivolgo ad Ucci Do e allo stesso Miles, come come si chiamava quel santo medievale al quale avete fatto riferimento...

    Segnalo questo articolo di ieri dal sito "Riscossa Cristiana" dato che siamo in tema...
    Utile per chi suo malgrado è costretto a frequentare il NOM, in assenza di concrete alternative vicine ed in attesa di tempi migliori sperando che giungano prima o poi...
    Personalmente mi tocca un paio di domeniche al mese e mi trovo in grave imbarazzo, in coscienza temo addirittura di peccare (come se non avessi già abbastanza peccati pressoché quotidiani, di cui dover implorare perdono, a mio carico!) per non so neppure se faccio bene ad andarci ed onestamente mi viene spesso il dubbio sulla reale validità del nuovo rito oltre che sulla sua legittimità - e pure e soprattutto, a differenza dell'autore dell'articolo, sull'autorità vera o presunta di coloro che l'hanno per così dire promulgato e lo mantengono in palese contrasto con la tradizione di sempre e con gli espliciti ordini impartiti dallo stesso Pontefice dell'epoca, purtroppo non riesco a fare a meno di chiedermi in base a quale diritto abbiano potuto e possano farlo constatando appunto che San Pio V concludeva la sua Bolla di pubblicazione del Messale affermando solennemente che nessuno dei suoi successori avrebbe dovuto avere l'ardire di osare violare e trasgredire quel suo documento! - però malgrado tutto cerco di viverlo come un sacrificio necessario per onorare il precetto...
    Comunque almeno dico qualche preghiera in Chiesa...




    "Come sostenere una Messa “ordinaria” senza rinunciare alla Messa quotidiana – di Marco Crevani By Redazione On 9 novembre 2015"
    http://www.riscossacristiana.it/come-sostenere-una-messa-ordinaria-senza-rinunciare-alla-messa-quotidiana-di-marco-crevani
    "Arrivano spesso in redazione lettere con cui viene espresso il dolore di molti cattolici che non trovano nelle zone in cui abitano una chiesa dove si celebri la S. Messa di sempre, la Messa in Vetus Ordo. Conosciamo tutti il disagio nell’assistere a Messe protestantizzate, alle quali spesso si accompagna la “creatività” del celebrante, il teatrino della “preghiera dei fedeli”, per non parlare di quel momento così “socializzante” che è “l’abbraccio della pace”, eccetera. Un amico, Marco Crevani, ci invia questa testimonianza, che pubblichiamo volentieri, in cui ci spiega come si è finora comportato per “sostenere” una Messa cosiddetta “ordinaria”. Naturalmente facciamo nostra la sua conclusione, ossia l’invito a cercare comunque di partecipare alla S. Messa in Vetus Ordo. La cosa può costare sacrifici, se ci impone lunghi spostamenti, ma il compenso spirituale che ne ricaviamo è grande. A questo scopo ricordiamo agli amici lettori di consultare l’elenco (dal sito UnaVox, linkato anche in home page di Riscossa Cristiana) delle chiese in cui si celebra la Messa di sempre, cliccando qui. Altre indicazioni di località in cui si celebra la Messa di sempre si trovano nell’articolo della Lega cattolica per la preghiera di riparazione, che viene pubblicato ogni giovedì su Riscossa Cristiana. Infine invitiamo alla rilettura di due articoli già pubblicati su Riscossa Cristiana: Breve esame critico del Novus Ordo Missæ presentato al Pontefice Paolo VI dai Cardinali Ottaviani e Bacci e Messa Nuova o Messa Tradizionale. Una questione di Fede. Il documento dei sacerdoti della diocesi di Campos, in Brasile PD."

    "Come sostenere una Messa “ordinaria” senza rinunciare alla Messa quotidiana di Marco Crevani.
    Le classi di età più numerose in Italia sono quelle nate nella prima metà degli anni ’60, e sono state tutte, ahimè, private della Messa “di sempre”. Chi è cresciuto fra chitarre e “animazioni liturgiche”, solo in anni recenti, grazie soprattutto al Motu Proprio Summorum Pontificum, ha potuto conoscere ciò a cui i padri avevano rinunciato, a volte con rabbia impotente, più spesso con l’entusiasmo ignaro di “partecipare più attivamente alla Messa”.Ma Dio non si dimentica di noi, specialmente quando siamo esuli in terra straniera, e ha educato molti, per avvicinarci a Lui, alla Messa quotidiana trattandosi gioco forza, salvo per pochissimi fortunati, della Messa “ordinaria” (contrapposta alla “straordinaria”, malcelata ironia di BXVI – qualcuno ha notato…). Quando si è ritornati ad apprezzare la Messa di sempre, l’altra lascia però una insoddisfazione crescente…Voglio farvi partecipi di come io, comune fedele, mi comporto, non alla ricerca di un impossibile compromesso, ma almeno per rendere il più fruttuoso possibile un rito fortemente protestantizzato,senza anestetizzare la nostalgia per la Messa “straordinaria”. Certo questi suggerimenti o altri simili saranno già stati escogitati e praticati da altri.

    • Potendolo fare, scegliere una chiesa dove si celebri ad Dominum, con l’altare e non con la… “mensa”. Nelle chiese antiche abbastanza spesso si trovano.
    • Entrare in chiesa un po’ prima, porsi in ginocchio e iniziare la preparazione alla Messa con alcune delle formule che i sacerdoti ERANO TENUTI a usare. Io uso la preghiera di S.Ambrogio o quella di San Tommaso.
    • Restare in ginocchio fino al Confiteor, come nella Messa di sempre, (soffrendo quando viene sostituito o soppresso del tutto…)
    • Io utilizzo lo spazio della c.d. Preghiera dei Fedeli (ossia l’intrusione nella Liturgia del libretto di opinioni di qualche autore ben… “introdotto”), o in mancanza l’omelia o l’Offertorio pregando mentalmente i rispettivi Angeli Custodi mio, dei miei familiari, dei miei cari.
    • Durante il Canone, recito mentalmente un Pater, Ave, Gloria per il Papa (come Francesco ci ha invitato a fare il 13 marzo 2013, una delle pochissime mosse condivisibili, preghiera che si rivela sempre più indispensabile!), e successivamente alcuni Requiem Aeternam per i defunti.
    • Porsi in ginocchio dall’Agnus Dei fino alla Comunione, ripetendo mentalmente (dopo l’ Ecce Agnus Dei, a cui rispondo in italiano con tutti) il Confiteor e il triplice Domine non sum dignus
    • Comunione sulla lingua; se la si fa in fila (come sempre accade ormai nelle Messe ordinarie) io faccio un profondo inchino prima e un leggero inchino dopo aver ricevuto l’Ostia.
    • Faccio il Ringraziamento in ginocchio con l’Anima Christi, sanctifica me
    • Dopo la benedizione e (se c’è) il canto finale recito mentalmente la Preghiera a San Michele e la triplice invocazione al SS.Cuore di Gesù, a cui da padre di famiglia ritengo necessario aggiungere la Preghiera a San Giuseppe.

    Tutto ciò, sia chiaro, non ci esime dal propagandare e cercare di diffondere sempre di più la partecipazione e la “riconquista” degli altari parrocchiali alla Messa “straordinaria”."




    Si leggano eventualmente anche questi sul noto caso dei FRANCESCANI DELL’IMMACOLATA che fanno assai riflettere:



    IL CASO DEI FRANCESCANI DELL?IMMACOLATA ? Elenco degli articoli pubblicati, in ordine decrescente | Riscossa Cristiana
    Involontaria ammissione di El Papa a quelli che perseguita. - Blondet & Friends
    COMMISSARIAMENTO DEI FRANCESCANI DELL'IMMACOLATA

    http://www.unavox.it/FFII.html



    Come è possibile secondo voi che le cosiddette gerarchie ecclesiastiche cerchino di boicottare il VOM, in certe zone viene ostacolato cercando almeno di mettere i bastoni tra le ruote ad alcuni sacerdoti che vorrebbero celebrarlo non essendo possibile
    addirittura proibirlo definitivamente dato che è inabolibile, e perseguitino direttamente od indirettamente proprio coloro che cercano di mantenersi fedeli alla Fede Cattolica?!




    Luca, Sursum Corda!




    Ultima modifica di Holuxar; 10-11-15 alle 20:39
    Haxel likes this.
    ADDIO GIUSEPPE, amico mio, sono LUCA e nel mio CUORE sarai sempre PRESENTE!
    «Réquiem aetérnam dona ei, Dómine, et lux perpétua lúceat ei. Requiéscat in pace. Amen.»

    SURSUM CORDA - HABEMUS AD DOMINUM!!! A.M.D.G.!!!

  10. #10
    Realismo Spietato
    Data Registrazione
    06 Feb 2013
    Località
    Batteria dello Chaberton
    Messaggi
    8,972
    Mentioned
    53 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Re: Messa in Latino. E non sono più straniero.

    Citazione Originariamente Scritto da Holuxar Visualizza Messaggio
    Messa in Latino domenicale ieri insieme a Miles nella bella Chiesa della S. Trinità...
    Celebrata in maniera solenne, unico neo erano gli inginocchiatoi di legno purtroppo molto scomodi ma in fin dei conti è un modo di fare un po' di doverosa penitenza e va bene così...
    I più scomodi mai visti li ho sempre trovati in Liguria, in pratica una trave a sezione quadrata di 5-7 centimetri di lato che ti si infila dritta di taglio sotto la rotula. Anch'io di primo acchito pensavo a una funzione penitenziale, ma credo in realtà fosse un modo per risparmiare legno . In Piemonte abbiamo delle belle assi di legno morbido o addirittura i cuscini ribaltabili.
    Grandi buchi vengono scavati in segreto, dove i pori della terra dovrebbero bastare, e cose che dovrebbero strisciare hanno appreso a camminare.

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Messa in Latino.
    Di Miles nel forum Cattolici
    Risposte: 44
    Ultimo Messaggio: 29-07-15, 11:03
  2. Messa in latino tridentina a Gesico
    Di giacomina nel forum Cattolici
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 25-07-08, 16:20
  3. Celebrano messa in latino, rimossi
    Di lupo della sila nel forum Destra Radicale
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 12-06-08, 15:00
  4. Messa in latino?
    Di Alberich nel forum Fondoscala
    Risposte: 47
    Ultimo Messaggio: 12-06-07, 14:23

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226