User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 19
  1. #1
    emv
    emv è offline
    Moderatore Cattolico
    Data Registrazione
    06 Jun 2009
    Messaggi
    5,883
    Mentioned
    97 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito

    E' necessario sfatare la leggenda voltairiana del Qoelet come un libro scettico, antireligioso.
    Ultima modifica di emv; 21-11-15 alle 02:54
    "Andate dunque e fate discepoli tutti i popoli, battezzandoli nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo" Mt 28, 19


    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    08 Jun 2013
    Località
    Lussemburgo
    Messaggi
    8,355
    Mentioned
    18 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    19Infatti la sorte degli uomini e quella delle bestie è la stessa: come muoiono queste, così muoiono quelli; c'è un solo soffio vitale per tutti. L'uomo non ha alcun vantaggio sulle bestie, perché tutto è vanità. 20Tutti sono diretti verso il medesimo luogo:
    tutto è venuto dalla polvere
    e nella polvere tutto ritorna

    Qoèlet - traduzione CEI 2008
    Ultima modifica di emv; 21-11-15 alle 02:58
    non mi disturba l'omosessualità, quanto la sua ostentazione.
    Ridatemi Ratzingher!!
    La democrazia è la forma più subdola di dittatura.
    L'unico influencer buono è l'influencer morto
    אֶהְיֶה אֲשֶׁר אֶהְיֶה

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    19 Oct 2015
    Messaggi
    894
    Mentioned
    31 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito

    Pero' SIG_RUNE non ha completato il pensiero del grande Predicatore ( Qoelet 3.21 ).
    Infatti egli prosegue proprio evidenziando quel " dubbio " - ovvero " CHI " mai sarebbe in grado si sapere:
    SE il soffio vitale dell' uomo SALE verso l' alto e SE quello dell' animale scende verso il basso ??
    NESSUNO è in grado di saperlo certezza !!

    Questo perchè ancora nel suo tempo - una volta trapassati - sia i giusti che gli empi si ritrovavano ( tutti insieme ) nello " sheol " / il luogo tenebroso e buio.
    Ora Tu proponi un " ripassino teologico " riguardante la diversita' tra l' uomo e l' animale.
    Nei Libri Sapienziali è celebre il pensiero di Qoelet. Tuttavia ancora nel suo tempo vigeva la sedicente " dottrina Tradizionale " e che sia Giobbe che lo stesso Predicatore hanno evidenziato che l' esperienza, la vita reale smentisce le " certezze " di quella dottrina ( premio ai giusti / pene , sventure agli empi )!
    Un grande esegeta delle Scritture riporta che per Qoelet ( nel mettere sullo stesso piano uomo/ animale: Non esiste superiorita' ! ) la " prova " della morte rivela all' uomo la sua vera natura e che non puo' che essere "" uguale "" a quella dell' animale. Ovvero stessa Realta' - stesso Destino.
    Molto simile è Salmo 32 che riporta come l' uomo (SOLO DOPO aver ricevuta la saggezza ) gli sara' indicata la via da seguire.. ecc... - Ben diverso per l' animale ( il cavallo, il mulo ) che sono privi di intelligenza - ma la loro " Fierezza " è tale che difficilmente qualcuno potra' avvicinarsi - tuttavia si potra' domare SOLO dopo averlo imbrigliato ( anche qui da " interpretare ! ) -
    Ancora il Salmo 49 rimarca la stoltezza dell' uomo che di fronte alla prosperita' NON comprende ed è dunque COME l' animale che perisce.
    Come vedi UcciDo questi versi " ridimensionano " (!) la supponenza dell' uomo - proprio per via di quei passi della Genesi che riportano le varie fasi della creazione e che terminavano "" semplicemente "" con: Era cosa BUONA.
    Mentre dopo aver creato la coppia umana il Dio Yahwè ( almeno sempre secondo l' autore del testo che lo fa "" parlare "" ) espresse quel fatidico " Molto Buono " !
    - ( confronta Gn. 1.12 - Gn. 1.18 - 1.21 - Gn. 1.25 -- con Gn. 1.31 (!) -
    Ultima modifica di emv; 21-11-15 alle 02:59

  4. #4
    emv
    emv è offline
    Moderatore Cattolico
    Data Registrazione
    06 Jun 2009
    Messaggi
    5,883
    Mentioned
    97 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito

    Il Qoelet termina con:


    [13]Conclusione del discorso, dopo che si è ascoltato ogni cosa: Temi Dio e osserva i suoi comandamenti, perché questo per l'uomo è tutto.
    [14]Infatti, Dio citerà in giudizio ogni azione, tutto ciò che è occulto, bene o male.


    Questo finale serve ad illuminare tutto quanto detto nel resto del testo. Fare i soliti ritaglini protestanti è dilettantesco esercizio.

    Qoelet è un testo influenzato dall'ellenismo:

    Qoèlet - Cathopedia, l'enciclopedia cattolica

    "Più interessante sembra però il confronto con il mondo ellenistico, intendendo con "ellenismo" quell'universo storico culturale che si estende dalla morte di Alessandro Magno (323 a.C.) fino agli inizi dell'Impero Romano. Va detto che non c'è un accordo comune tra gli studiosi per ciò che riguarda questo tema, e la posizione più equilibrata sostiene che Qohelet sia un saggio ebreo influenzato dallo spirito ellenistico, senza che sia possibile precisare i dettagli di tale rapporto. In Qohelet si trova certamente il tentativo di rispondere da ebreo alla domanda tipicamente greca sulla vita dell'uomo all'interno di un universo ormai troppo vasto: "Che cosa è bene per l'uomo?" (6,12). Di sapore greco è anche la domanda sull'origine della sapienza, una visione disincantata e spesso scettica della realtà, il problema del rapporto tra felicità e piacere materiale. Certamente il Qohelet rimane saldamente ancorato alla visione biblica anche nel momento in cui la critica: per questo lo si può definire una risposta ebraica a domande greche."


    Mi viene in mente la domanda di Pilato: "Cos'è la verità?" pronunciata con tono ironico come di chi non si attende una risposta...

    Ancora sull'ironia:

    "Il testo fa ricorso frequentemente alla cosiddetta "narrazione – io", cioè l'uso ripetuto e costante della prima persona singolare: il pronome "io" ricorre tantissime volte nel libro, uso che non è tipico della Bibbia ebraica. Il protagonista non parla quindi a nome di Dio o di una tradizione più antica ricevuta, ma in nome della propria esperienza personale. Altra caratteristica dello stile è il ricorso alla tecnica della ripetizione, la ripresa cioè di espressioni già utilizzate e l'uso di veri e propri ritornelli. Il Qohelet usa molto spesso l'ironia, molto frequente nella filosofia di epoca ellenistica. Può assumere un atteggiamento ironico nei confronti della società del suo tempo o della ricerca affannosa della ricchezza, (5,7-8; 10,5-7), può essere una ironia di carattere linguistico, cioè Qohelet cita enunciati della sapienza tradizionale rovesciandone il significato, come quando usa un poema sapienziale sui "tempi opportuni"((3,2-8), usandolo però al contrario. Qohelet si distingue anche per un uso frequente della tecnica della negazione, con la quale si pone in rapporto critico con la sapienza tradizionale di Israele, oppure mette in evidenza l'incapacità delle azioni umane, che non riescono a cambiare la realtà delle cose perché si scontrano con limiti invalicabili. Infine l'autore fa frequente uso dell'interrogazione: la maggior parte delle domande del libro si concentrano nei capitoli (2-3; 7-8) e si possono riassumere in due questioni centrali: " Qual è il profitto?", "Chi può conoscere?".


    Penso che tutto il testo del Qoelet non sia altro che un'ironia ebraica sulle domande filosofiche greche. Come di chi guarda dall'alto verso il basso i poveri gentili persi nelle loro filosofie già relativistiche.

    Dobbiamo immaginarci il testo come se venisse declamato con tono ironico da un attore. Potrebbe anche darsi che venisse veramente recitato ma questa la butto lì.
    Ultima modifica di emv; 21-11-15 alle 03:10
    "Andate dunque e fate discepoli tutti i popoli, battezzandoli nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo" Mt 28, 19


  5. #5
    Uomo tropicale
    Data Registrazione
    18 Apr 2009
    Località
    Quaternario
    Messaggi
    9,677
    Mentioned
    53 Post(s)
    Tagged
    4 Thread(s)

    Predefinito Re: Il Qoelet: un mito scettico da sfatare

    Il capitolo finale del Qoelet e' di un autore diverso dal resto del libro.
    L'amore vince sempre sull'invidia e sull'odio

  6. #6
    Materialismo veritativo
    Data Registrazione
    23 Apr 2015
    Messaggi
    3,152
    Mentioned
    18 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Re: Il Qoelet: un mito scettico da sfatare

    Questa cosa come sarebbe dimostrata?
    Dicono che viaggiare sviluppa l'intelligenza. Ma si dimentica sempre di dire che l'intelligenza bisogna averla già prima.-.G. K. Chesterton

  7. #7
    Uomo tropicale
    Data Registrazione
    18 Apr 2009
    Località
    Quaternario
    Messaggi
    9,677
    Mentioned
    53 Post(s)
    Tagged
    4 Thread(s)

    Predefinito Re: Il Qoelet: un mito scettico da sfatare

    Citazione Originariamente Scritto da Draigo Visualizza Messaggio
    Questa cosa come sarebbe dimostrata?
    Lo dice la nota della mia bibbia, "Bibbia di Gerusalemme", EDB
    L'amore vince sempre sull'invidia e sull'odio

  8. #8
    emv
    emv è offline
    Moderatore Cattolico
    Data Registrazione
    06 Jun 2009
    Messaggi
    5,883
    Mentioned
    97 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Re: Il Qoelet: un mito scettico da sfatare

    La "Bibbia di Gerusalemme" diffonde idee eretiche, ha un approccio modernista. Stare bene in guardia.

    L'autore dei testi sacri è DIO.

    Spieghiamolo...

    Non ha alcuna importanza chi ha scritto la conclusione, che in effetti suona un po' improvvisa come una cucitura repentina.

    Gli autori dei testi biblici non sono solo gli autori diretti, sono anche i personaggi reali che ispirano i testi, nel caso ad es. pare vi sia Salomone, con la loro vita (ricordiamoci che il saggio re sul finire della sua vita si dette all'idoloatria...) poi ci sono tutti i saggi, prima ebrei e poi cristiani, che nel tempo li hanno selezionati, eventualmente anche spurgati da elementi eterogenei al messaggio divino. Insomma lo Spirito santo è qualcosa che opera nel tempo attraverso molti modi.

    Nella fattispecie ritengo si tratti di un brillante testo di ironia ebraica, mi riferisco la famoso humour ebraico, sulle domande filosofiche dei gentili giudicate, giustamente in questo caso, con senso di superiorità. Al testo può darsi che sia stato deciso di aggiungere una conclusione edificante onde evitare malintesi presso gli ebrei meno ironici.
    "Andate dunque e fate discepoli tutti i popoli, battezzandoli nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo" Mt 28, 19


  9. #9
    Uomo tropicale
    Data Registrazione
    18 Apr 2009
    Località
    Quaternario
    Messaggi
    9,677
    Mentioned
    53 Post(s)
    Tagged
    4 Thread(s)

    Predefinito Re: Il Qoelet: un mito scettico da sfatare

    Citazione Originariamente Scritto da emv Visualizza Messaggio
    La "Bibbia di Gerusalemme" diffonde idee eretiche, ha un approccio modernista.
    Tu quale Bibbia usi?
    L'amore vince sempre sull'invidia e sull'odio

  10. #10
    email non funzionante
    Data Registrazione
    19 Oct 2015
    Messaggi
    894
    Mentioned
    31 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Re: Il Qoelet: un mito scettico da sfatare

    Citazione Originariamente Scritto da emv Visualizza Messaggio
    Questo finale serve ad illuminare tutto quanto detto nel resto del testo. Fare i soliti ritaglini PROTESTANTI è DILETTANTESCO esercizio. -

    Siega in modo piu' "" chiaro " - non fare allusioni "criptate " come: - dire e non dire..

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Sfatare il mito dei Black bloc
    Di svicolone nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 15-12-10, 19:00
  2. Un mito mistico da sfatare.
    Di mauro fondacci nel forum Esoterismo e Tradizione
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 20-07-08, 11:37
  3. Eurasia: Un Mito Da Sfatare
    Di araknerosso nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 03-03-05, 14:52
  4. Eurasia:un mito da sfatare
    Di pietro nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 19-02-04, 19:28
  5. un mito da sfatare: il pene nero
    Di Aryan nel forum Fondoscala
    Risposte: 30
    Ultimo Messaggio: 01-02-03, 00:10

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226