User Tag List

Risultati da 1 a 5 di 5
Like Tree1Likes
  • 1 Post By FrancoAntonio

Discussione: Una linea di successione al femminile

  1. #1
    Moderatore
    Data Registrazione
    20 Jan 2011
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    15,362
    Mentioned
    198 Post(s)
    Tagged
    19 Thread(s)

    Predefinito Una linea di successione al femminile

    Una linea di successione al femminile



    Uno degli aspetti più complessi di queste guerre è quello di riuscire ad orientarsi nella complessa questione dinastica che fu alla base del conflitto tra la casa di Lancaster e quella di York.

    DI norma vi vengono proposti complessi alberi genealogici nei quali è assai difficile raccapezzarsi.

    Eppure tutta la questione può essere riassunta con quattro personaggi femminili: ve li presento senza dare loro, purtroppo, tutto lo spazio che meriterebbero: ma allora tanto varrebbe riportarvi uno dei famosi alberi genealogici.


    Caterina di Valois madre e nonna di re (da due mariti diversi)
    Caterina di Valois, figlia del re di Francia Carlo VI, era bellissima. Questa qualità non era di particolare importanza nella politica di intrecci matrimoniali, ma neppure un dettaglio trascurabile per chi doveva sposarla, il re d'Inghilterra Enrico V di Lancaster, ramo cadetto dei Plantageneti. Un matrimonio combinato, ma che Enrico volle fortemente e venne celebrato quando era già re: e un re vincitore perché nel 1415 ad Agincourt aveva sconfitto le armate del futuro suocero. 33 anni lui, 19 lei, si sposarono nel 1420, e alla fine dell'anno successivo nacque Enrico VI. il padre non conobbe mai il suo erede: morì di dissenteria in Francia quando il neonato aveva appena 8 mesi. Ma Caterina non aveva esaurito il suo ruolo nelle Guerre delle Rose: in seconde nozze sposò Owen Tudor e fu quindi nonna del re Enrico VII Tudor.

    Philippa e la casa di York
    La legge salica non prevedeva che discendenti femmine entrassero in linea di successione per salire al trono, ma nelle Guerre delle Rose le donne svolsero comunque un ruolo di protagoniste assolute e non solo a causa degli intrecci di matrimoni combinati a scopo politico, ma anche per la loro capacità di muoversi con forza, carisma e abilità nelle tempestose acque di quella guerra. Sicuramente tra queste fu Philippa Plantageneta (1355-1382), nipote del re Edoardo III, come il re Enrico IV (1367-1413): se fosse stata applicata la legge salica moderna, alla morte del re Riccardo II, avrebbero dovuto essere i discendenti di Philippa a salire al trono e non lo stesso Enrico IV che aveva deposto il cugino Riccardo e lo aveva lasciato morire in prigionia. E proprio grazie alla discendenza da Philippa Edoardo IV di York fondò la sua legittimità dinastica.

    Margherita d'Angiò e la casa Lancaster
    Margherita d'Angiò (1430-1482) aveva compiuto 15 anni da un mese quando sposò il ventiduenne Enrico VI. Otto anni di matrimonio e nel 1453 il marito fu dichiarato incapace: la nascita l'anno precedente del loro primo e unico figlio, Edoardo, ne aveva definitivamente minato le condizioni mentali, per altro mai brillantissime. Margherita, donna volitiva e lucidissima, accolse con costernazione la reggenza di Riccardo Plantageneta, 3º duca di York che non faceva mistero di ambire al trono. Enrico in un anno riprese condizioni accettabili per tornare ad essere re, ma ormai la guerra per il regno era imminente. Margherita divenne di fatto il capo del partito Lancaster, mostrando incrollabile tenacia in particolare negli anni del regno di Edoardo IV, figlio di Riccardo, che per ben due volte si conquistò il trono in battaglia.

    Margherita Beaufort
    Margherita Beaufort (1443-1509) si sposò 4 volte. Il primo matrimonio fu annullato perché la legge canonica imponeva almeno 12 anni di età per sposarsi e lei ne aveva solo uno. Raggiunta la fatidica età legale, il re Enrico VI, cugino di secondo grado di Margherita, la diede in moglie al proprio fratellastro Edmund Tudor e dal loro matrimonio nacque il futuro re Enrico VII. Vedova a 14 anni, si risposò subito, per diventare nuovamente vedova a 28. Al quarto matrimonio sposò Thomas Stanley, del partito di York, consentendole di allearsi con la vedova di Edoardo IV di York, Elisabetta Woodville, per tramare unite contro Riccardo III, che di Elisabetta aveva ucciso i due figli, i "principi nella torre". Una figlia di Elisabetta divenne regina sposando Enrico, che era salito al trono grazie al tradimento di Thomas Stanley.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    FIAT EUROPA - PEREAT UE
    Data Registrazione
    30 Oct 2009
    Località
    Granducato di Toscana
    Messaggi
    68,713
    Mentioned
    521 Post(s)
    Tagged
    58 Thread(s)

    Predefinito Re: Una linea di successione al femminile

    All'origine di tutto comunque c'era la linea di successione stabilita dopo la guerra civile tra Matilde e Stefano, con il prevalere del FitzEmpress.

    [Occidentale Gestioni Commerciali] Il Caffe' di POL
    PIU' TETRAGONIA PER TUTTI
    AUT CONSILIO AUT ENSE
    Possono tenersi il loro paradiso.
    Quando morirò, andrò nella Terra di Mezzo.


  3. #3
    FIAT EUROPA - PEREAT UE
    Data Registrazione
    30 Oct 2009
    Località
    Granducato di Toscana
    Messaggi
    68,713
    Mentioned
    521 Post(s)
    Tagged
    58 Thread(s)

    Predefinito Re: Una linea di successione al femminile


    [Occidentale Gestioni Commerciali] Il Caffe' di POL
    PIU' TETRAGONIA PER TUTTI
    AUT CONSILIO AUT ENSE
    Possono tenersi il loro paradiso.
    Quando morirò, andrò nella Terra di Mezzo.


  4. #4
    Forumista storico
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    cancellato
    Messaggi
    47,768
    Mentioned
    1004 Post(s)
    Tagged
    38 Thread(s)

    Predefinito Re: Una linea di successione al femminile

    oggi la linea di successione al femminile è banale ma all'epoca era una'eccezione rivoluzionaria, non si potrebbe fare una via di mezzo? Il re mentre è ancora in vita nomina il suo successore, maschio o femmina tra la sua discendenza o i suoi nipoti che giudicherà il piu' adatto a prendere la sua successione

    E' il sistema in vigore in Cambogia
    non piu' interessato a questo forum

  5. #5
    Forumista storico
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    cancellato
    Messaggi
    47,768
    Mentioned
    1004 Post(s)
    Tagged
    38 Thread(s)

    Predefinito Re: Una linea di successione al femminile

    Citazione Originariamente Scritto da carter Visualizza Messaggio
    Una linea di successione al femminile



    Uno degli aspetti più complessi di queste guerre è quello di riuscire ad orientarsi nella complessa questione dinastica che fu alla base del conflitto tra la casa di Lancaster e quella di York.

    DI norma vi vengono proposti complessi alberi genealogici nei quali è assai difficile raccapezzarsi.

    Eppure tutta la questione può essere riassunta con quattro personaggi femminili: ve li presento senza dare loro, purtroppo, tutto lo spazio che meriterebbero: ma allora tanto varrebbe riportarvi uno dei famosi alberi genealogici.
    Caterina di Valois madre e nonna di re (da due mariti diversi)
    Caterina di Valois, figlia del re di Francia Carlo VI, era bellissima. Questa qualità non era di particolare importanza nella politica di intrecci matrimoniali, ma neppure un dettaglio trascurabile per chi doveva sposarla, il re d'Inghilterra Enrico V di Lancaster, ramo cadetto dei Plantageneti. Un matrimonio combinato, ma che Enrico volle fortemente e venne celebrato quando era già re: e un re vincitore perché nel 1415 ad Agincourt aveva sconfitto le armate del futuro suocero. 33 anni lui, 19 lei, si sposarono nel 1420, e alla fine dell'anno successivo nacque Enrico VI. il padre non conobbe mai il suo erede: morì di dissenteria in Francia quando il neonato aveva appena 8 mesi. Ma Caterina non aveva esaurito il suo ruolo nelle Guerre delle Rose: in seconde nozze sposò Owen Tudor e fu quindi nonna del re Enrico VII Tudor.

    Philippa e la casa di York
    La legge salica non prevedeva che discendenti femmine entrassero in linea di successione per salire al trono, ma nelle Guerre delle Rose le donne svolsero comunque un ruolo di protagoniste assolute e non solo a causa degli intrecci di matrimoni combinati a scopo politico, ma anche per la loro capacità di muoversi con forza, carisma e abilità nelle tempestose acque di quella guerra. Sicuramente tra queste fu Philippa Plantageneta (1355-1382), nipote del re Edoardo III, come il re Enrico IV (1367-1413): se fosse stata applicata la legge salica moderna, alla morte del re Riccardo II, avrebbero dovuto essere i discendenti di Philippa a salire al trono e non lo stesso Enrico IV che aveva deposto il cugino Riccardo e lo aveva lasciato morire in prigionia. E proprio grazie alla discendenza da Philippa Edoardo IV di York fondò la sua legittimità dinastica.

    Margherita d'Angiò e la casa Lancaster
    Margherita d'Angiò (1430-1482) aveva compiuto 15 anni da un mese quando sposò il ventiduenne Enrico VI. Otto anni di matrimonio e nel 1453 il marito fu dichiarato incapace: la nascita l'anno precedente del loro primo e unico figlio, Edoardo, ne aveva definitivamente minato le condizioni mentali, per altro mai brillantissime. Margherita, donna volitiva e lucidissima, accolse con costernazione la reggenza di Riccardo Plantageneta, 3º duca di York che non faceva mistero di ambire al trono. Enrico in un anno riprese condizioni accettabili per tornare ad essere re, ma ormai la guerra per il regno era imminente. Margherita divenne di fatto il capo del partito Lancaster, mostrando incrollabile tenacia in particolare negli anni del regno di Edoardo IV, figlio di Riccardo, che per ben due volte si conquistò il trono in battaglia.

    Margherita Beaufort
    Margherita Beaufort (1443-1509) si sposò 4 volte. Il primo matrimonio fu annullato perché la legge canonica imponeva almeno 12 anni di età per sposarsi e lei ne aveva solo uno. Raggiunta la fatidica età legale, il re Enrico VI, cugino di secondo grado di Margherita, la diede in moglie al proprio fratellastro Edmund Tudor e dal loro matrimonio nacque il futuro re Enrico VII. Vedova a 14 anni, si risposò subito, per diventare nuovamente vedova a 28. Al quarto matrimonio sposò Thomas Stanley, del partito di York, consentendole di allearsi con la vedova di Edoardo IV di York, Elisabetta Woodville, per tramare unite contro Riccardo III, che di Elisabetta aveva ucciso i due figli, i "principi nella torre". Una figlia di Elisabetta divenne regina sposando Enrico, che era salito al trono grazie al tradimento di Thomas Stanley.
    nei secoli ci sono tantissime successioni femminili:
    le regine inglesi: Matilde, le due figlie di Enrico VIII Maria la Sanguinaria e Elisabetta I
    Maria II d'Inghilterra e sua sorella Anna
    Ovviamente Vittoria

    La scozzese Maria Stuarda, qualche secolo prima di lei una bambina, Margaret

    In Danimarca nel XIV secolo abbiamo la Regina Margarete I e anche in Norvegia
    In Spagna Isabella di Castiglia, sua figlia Giovanna la Pazza, Isabella II
    In Italia mi vengono in mente le regine di Napoli Giovanna I, e Giovanna II
    In Ungheria e Polonia ci furono successioni femminili, in Russia
    Ultima modifica di FrancoAntonio; 13-12-15 alle 13:51
    carter likes this.
    non piu' interessato a questo forum

 

 

Discussioni Simili

  1. 32 - Successione femminile
    Di tody21974 (POL) nel forum Monarchia
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 01-10-08, 12:41
  2. Ma la successione no?
    Di libpensatore nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 28-05-08, 21:40
  3. Risposte: 50
    Ultimo Messaggio: 07-01-08, 15:19
  4. Tasse di successione
    Di Texwiller (POL) nel forum Repubblicani
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 31-03-06, 16:10
  5. Successione DND
    Di O'Rei nel forum Parlamento di Pol
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 27-09-04, 11:31

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226