User Tag List

Risultati da 1 a 2 di 2
  1. #1
    Moderato con i moderati
    Data Registrazione
    04 May 2005
    Località
    Bolzano/Bozen
    Messaggi
    39,475
    Mentioned
    113 Post(s)
    Tagged
    12 Thread(s)

    Predefinito Gay, la Corte d'appello di Milano: "Valida l'adozione della figlia della compagna"

    I giudici ordinano in Italia la trascrizione del rapporto familiare nato in Spagna, dove due donne hanno generato una figlia che ora ha 12 anni. Il tribunale riconosce pienamente la cosiddetta 'stepchild adoption' per una coppia omosessuale.

    E' valido anche in Italia il provvedimento con cui una donna ha adottato in Spagna la figlia della sua compagna, nata con fecondazione eterologa. Lo ha stabilito la Corte d'Appello di Milano, ordinando la trascrizione dell'atto, con una sentenza 'innovativa' che riconosce pienamente la cosiddetta 'stepchild adoption' per una coppia omosessuale.

    Una decisione, quella dei giudici milanesi, che è stata accolta con soddisfazione dall'Arcigay, da Famiglie Arcobaleno e dal senatore del Pd Sergio Lo Giudice, il quale ha affermato che "mentre la politica si avvita su se stessa in discussioni ideologiche", un tribunale "svela come sia perfettamente coerente col nostro ordinamento giuridico un'adozione piena da parte di due genitori dello stesso sesso". Per il deputato di Forza Italia Luca Squeri, invece, "è inutile che in Parlamento si discuta di unioni civili e 'stepchild adoption' se i giudici scavalcano e si sostituiscono al legislatore".

    Il collegio della sezione Minori e Famiglia della Corte d'Appello (presidente Bianca La Monica, estensore Maria Cristina Canziani) chiarisce, dal canto suo, nelle motivazioni, richiamandosi alla normativa italiana ed europea, che non è "contrario all'ordine pubblico un provvedimento straniero che abbia statuito un rapporto di adozione piena tra una persona non coniugata e il figlio riconosciuto del partner, anche dello stesso sesso". E ciò perché, in primo luogo, va valutato "l'interesse superiore del minore al mantenimento della vita familiare".

    Le due donne italiane hanno iniziato una relazione nel '99 e nel 2003 una delle due, attraverso una fecondazione eterologa, ha partorito una bimba. Dopo aver convissuto alle Canarie, assieme alla piccola, si sono sposate in Spagna con matrimonio civile nel 2009 e nel 2010, come consente la legge spagnola, la "coniuge della madre biologica" ha adottato la bimba. Due anni fa, però, le due donne hanno divorziato nel Paese iberico. E, sempre nel 2013, la donna adottante si è rivolta al Tribunale per i Minorenni di Milano "chiedendo il riconoscimento agli effetti civili interni dell'ordinanza di adozione spagnola della figlia", ma i giudici nel 2014 hanno respinto l'istanza. Da qui il ricorso in appello.

    I giudici di secondo grado, in prima battuta, hanno respinto altre domande presentate dalla donna, come "il riconoscimento e la trascrizione dell'atto di matrimonio contratto in Spagna" e "della sentenza di divorzio". Il collegio, però, ha dichiarato l'efficacia dell'ordinanza spagnola sull'adozione, ordinando la trascrizione anche in Italia. E di conseguenza ha riconosciuto come valido anche "l'accordo regolatore" riguardante "le condizioni relative alla responsabilità genitoriale nei confronti della figlia", che oggi ha 12 anni.

    Per i giudici, infatti, va tenuto conto che la bambina "ha vissuto con entrambe sin dalla nascita, per quasi dieci anni (...) che da loro è stata allevata, curata e mantenuta e che con loro ha evidentemente costruito stabili e forti relazioni affettive ed educative". Alla bimba, dunque, va riconosciuto, come scrive la Corte, il "diritto fondamentale di continuare a godere dell'apporto materiale e affettivo delle due persone che da molti anni si sono assunte la responsabilità genitoriale nel suo interesse". E se la madre adottiva deve avere "tutti i doveri e i diritti che derivano dalla filiazione naturale", la piccola, concludono i giudici, "può godere, con sicuro vantaggio, del sostegno materiale non solo della madre adottiva, ma anche dei parenti della stessa".

    FONTE


    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Intollerante
    Data Registrazione
    23 Jul 2015
    Messaggi
    8,437
    Mentioned
    533 Post(s)
    Tagged
    31 Thread(s)

    Predefinito Re: Gay, la Corte d'appello di Milano: "Valida l'adozione della figlia della compagna

    Che tristezza che questo Paese, fermo sul diritto familiare da trent'anni, progredisca a colpi di appelli della magistratura e richiami della UE. ITALIBAN

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 18
    Ultimo Messaggio: 17-04-13, 16:22
  2. Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 27-02-13, 00:21
  3. Milano: appello "anticomunista" a sostegno della Moratti.
    Di Destra per Milano nel forum Destra Radicale
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 28-05-11, 11:43
  4. Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 15-06-07, 17:28
  5. Siete mai stati d'accordo con l'adozione della patente "a punti"?
    Di Alessandro.83 nel forum Il Seggio Elettorale
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 30-06-04, 21:30

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226