User Tag List

Risultati da 1 a 3 di 3
  1. #1
    Moderatore
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Cermenate (CO)
    Messaggi
    22,612
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rassegna stampa nella festa di San Pietro e Paolo

    Centro studi Giuseppe Federici - Per una nuova insorgenza
    Comunicato n. 67/10 del 29 giugno 2010, Santi Pietro e Paolo

    Rassegna stampa del 29.06.2010

    Mazzini, tu vuò fa l'americano!
    Dopo la caduta della repubblica romana, Mazzini fuggì da Roma sotto mentite spoglie con un passaporto degli Stati Uniti.

    Garibaldi, sciuscià della Perfide Albione
    Nella spedizione dei Mille il ruolo della massoneria inglese fu determinante con un finanziamento di tre milioni di franchi ed il monitoraggio costante dell’ impresa. Lo sostiene la Massoneria di rito scozzese, dell’Obbedienza di Piazza del Gesù, che oggi ha ricordato la data di nascita (4 luglio 1807) del nizzardo in una conferenza stampa ed un convegno alla presenza del Gran Maestro Luigi Pruneti e del Gran Maestro del Grande Oriente di Francia, Pierre Lambicchi.«Il finanziamento – ha detto il prof. Aldo Mola, docente di storia contemporanea all’Università di Milano e storico della massoneria e del Risorgimento – proveniva da un fondo di presbiteriani scozzesi e gli fu erogato con l’impegno di non fermarsi a Napoli, ma di arrivare a Roma per eliminare lo Stato pontificio. Tutta la spedizione garibaldina – ha aggiunto il professor Mola – fu monitorata dalla massoneria britannica che aveva l’obbiettivo storico di eliminare il potere temporale dei Papi ed anche gli Stati Uniti, che non avevano rapporti diplomatici con il Vaticano, diedero il loro sostegno». «I fondi della massoneria inglese – ha aggiunto Mola – servirono a Garibaldi per acquistare a Genova i fucili di precisione, senza i quali non avrebbe potuto affrontare l’ esercito borbonico, che non era l’esercito di Pulcinella, ma un’armata ben organizzata. Senza quei fucili, Garibaldi avrebbe fatto la fine di Carlo Pisacane e dei fratelli Bandiera». «La sua appartenenza alla massoneria – ha detto ancora il prof. Mola - garantì a Garibaldi l’appoggio della stampa internazionale, sopratutto quella inglese, che mise al suo fianco diversi corrispondenti, contribuendo a crearne il mito, e di scrittori come Alexandre Dumas, che ne esaltarono le gesta. Non che lui non lo meritasse, ma tanti altri meritevoli non hanno avuto la sua notorietà». Al «fratello Garibaldi» ha reso omaggio con un «evviva» il Gran Maestro del Grande Oriente di Francia, mentre Pruneti ha criticato «il revisionismo storico e la letteratura di divulgazione che su Garibaldi ne dicono da anni di tutti i colori».
    (Fonte: La spedizione dei Mille fu finanziata dalla massoneria inglese | LSDmagazine )

    Bloody Sunday: meglio tardi che mai…
    Dopo 38 anni le autorità britanniche hanno riconosciuto le responsabilità inglesi nella strage di Londonderry del 30 gennaio 1972 (Bloody Sunday).

    … risorgimento: mai
    Nessuna autorità italiana intende riconoscere la responsabilità del risorgimento nelle stragi commesse contro le popolazioni del Meridione.

    Le sentinelle del Concilio, ovvero come quadrare il cerchio
    ROMA - Sabato 12 giugno si è tenuto a San Marino il convegno “Passione della Chiesa, Amerio e altre vigili sentinelle” organizzato dal Centro Culturale Vera Lux di Bologna. L’incontro ha visto la partecipazione di monsignor Luigi Negri, Vescovo di San Marino- Montefeltro, di don Nicola Bux, di padre Giovanni Cavalcoli O.P e del prof. Matteo D’Amico. (…) Monsignor Luigi Negri ha concluso i lavori con un intervento profondo e carico di quella passione che contraddistingue il Vescovo di San Marino-Montefeltro. “E’ giusto guardare il Concilio - ha aggiunto - e quindi interpretarlo affrontando coraggiosamente quei punti per cui è necessario ulteriore approfondimento, ma certamente senza cedere alla tentazione ideologica: tradizionalismo e progressismo sono due degradi ideologici di segno uguale e contrario”. (…) Grazie alla collaborazione con le Edizioni Il Cerchio di Rimini gli organizzatori hanno preannunciato la pubblicazione degli atti del convegno (…).
    (Agenzia Zenit del 15 giugno 2010)

    Genocidio pianificato
    (Milano) - Salute ed economia nei Territori palestinesi occupati, versano in condizioni di estrema gravità. A dirlo è l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), che ha redatto una ricerca sulla situazione economica e sociale nei Territori, rendendola pubblica nel mese di maggio. La ricerca è un approfondimento voluto dall’Assemblea mondiale della salute che, nel 2009 aveva chiesto a Israele di «interrompere subito il blocco agli accessi che portano ai Territori occupati e, in particolare, alla Striscia di Gaza; blocchi che – secondo l’Oms – stavano causando una preoccupante carenza di medicine e materiale medico». Secondo il rapporto, l’economia in ginocchio, l’incapacità a governare, le carenze mediche e degli impianti igienici, sono fattori che hanno contribuito a un continuo peggioramento della salute della popolazione, soprattutto a Gaza. In seguito al blocco dei confini voluto da Israele, il 98 per cento delle attività industriali della Striscia si sono interrotte. La proibizione di far entrare a Gaza materiale edile (che Israele blocca per ostacolare la realizzazione di strutture sotterranee), ha impedito la ricostruzione di 6.500 case distrutte durante le operazioni militari israeliane dell’inverno 2008/09; nonché di costruire ex novo 7.500 abitazioni di cui la popolazione di Gaza, in continua crescita ha bisogno. In questo modo almeno 3.500 famiglie della Striscia non vivono in casa propria. (...)
    (Fonte: www.terrasanta.net/ del 16 giugno 2010)

    Scannovacantista
    … il premio scanno vacante a Magdi Allam … (in riferimento all’assenteismo degli eurodeputati alle sessioni parlamentari).
    (Da La Stampa del 25 giugno 2010)

    La Roma dei brecciaoli sempre più al buio
    Roma si è stretta attorno a Gilad Shalit, il giovane militare israeliano da quattro anni prigioniero di Hamas. Circa 5mila persone, tra cui rappresentanti della comunità ebraica e politici, si sono riuniti al Colosseo, le cui luci sono state spente per protestare contro la prigionia del soldato. In tarda serata poi decine di persone sono state coinvolte in una maxi-rissa tra italiani filo-israeliani e filo-palestinesi di fronte al Campidoglio. (leggere: azione degli squadristi sionisti contro gli altri manifestanti, NdR). Sotto l'Anfiteatro Flavio si sono riuniti soprattutto giovani appartenenti al Bene' Berith e dell'Ugei. Alle 23.00 in punto, mezzanotte in Israele, il Colosseo si è spento e dalla piazza si è levato un grido: "Libero". Non è stato l'unico urlo a riecheggiare in ricordo di Shalit. Poco prima il ministro per le politiche europee, Andrea Ronchi, aveva infatti gridato: "Israele non sarà mai sola, mai sola, mai sola".(…)Poi è stata la volta del sindaco di Roma, Gianni Alemanno, che ha detto, alzando la voce, che "da quando il volto di Shalit campeggia sul Campidoglio gli ipocriti e i pacifisti a senso unico stanno lontani dalla piazza". Per il primo cittadino di Roma quel volto "non deve mai cessare di assillare le nostre coscienze". Sul palco, tra i politici e i rappresentanti della comunità ebraica tutti con al polso il braccialetto giallo pro-Shalit c'era anche il presidente della provincia di Roma, Nicola Zingaretti, che ha parlato di una vicenda "in cui torti e ragioni sono chiarissimi e indiscutibili: siamo in presenza di un atto di terrorismo al di fuori di convenzioni internazionali". La presidente della regione Lazio, Renata Polverini, ha sottolineato "l'affetto che ho per Israele e per chi si riconosce in quello Stato".(…)
    (Fonte: Roma spegne il Colosseo per Shalit. Maxi rissa tra israeliani e palestinesi - cronaca -Tgcom - pagina 1 , 25.06.2010)

    Il presidente della Knesset
    Un amico vicino e caloroso per il nostro stato” titolava Yedioth Ahronot, il più diffuso quotidiano israeliano, alla vigilia della seconda visita in Israele del presidente della Camera Gianfranco Fini. Un’accoglienza da amico, dunque, quella riservata a Fini per la tre giorni che la scorsa settimana l’ha visto fra Gerusalemme, Tel Aviv e i territori palestinesi, ribadita dalle parole del presidente israeliano Shimon Peres, il quale, riferendosi al prestigioso ospite, ha sottolineato che “chi ti è amico nella momento della necessità è un vero amico”. Fini - accompagnato da una delegazione di parlamentari e, nella visita a Yad Vashem e negli incontri con la Knesset e la comunità ebraica italiana, dal presidente UCEI Renzo Gattegna - ha aperto la sua visita con un breve incontro con il primo ministro israeliano Bibi Netanyahu. (…) Seconda tappa del viaggio del presidente della Camera è stata la visita alla Knesset, il parlamento israeliano, dove Fini ha incontrato per un colloquio il suo omologo Reuven Rivlin, presidente del Parlamento israeliano, e il leader dell’opposizione Tzipi Livni. Dopo aver ricevuto il saluto dell’Assemblea riunita in seduta straordinaria, il presidente della Camera ha firmato il libro d’onore della Knesset: “con sincera commozione nel nome dei comuni valori di democrazia e libertà”. (…)
    (Fonte: Moked - il portale dell´ebraismo italiano » Blog Archive » Missione in Israele - Peres: “Chi è amico nel momento di necessitÃ* è un amico vero su cui possiamo contare in ogni stagione” )

    Conversione e battesimo di Sneijder
    Wesley Sneijder si è convertito alla fede cattolica: il campione olandese, centrocampista dell’Inter, ha trovato l’ispirazione, e si è fatto battezzare, prima di partire con la Nazionale arancione per i Mondiali in Sudafrica.E’ lo stesso fantasista a raccontare – come si legge sul sito cattolico olandese RKK, che la riprende dal giornale ‘de VolksKrant’ – la storia di questa decisione intima maturata proprio insieme al gruppo nerazzurro. ... Così si è fatto battezzare, in una cerimonia celebrata alla Pinetina di Appiano Gentile, dopo aver seguito il corso di catechismo necessario da adulti per ricevere il sacramento.Sneijder è stato incoraggiato nella sua scelta anche dalla fidanzata Yolanthe Cabau. E’ stata proprio lei a donare al giocatore un rosario che porta sempre al collo.
    (Fonte: http://www.blitzquotidiano.it/wp/wp/...10/06/snej.jpg )

    ________________________

    Il materiale da noi pubblicato è liberamente diffondibile, è gradita la citazione della fonte: Centro Studi Giuseppe Federici

    Archivio dei comunicati: Centro Studi Giuseppe Federici
    Ultima modifica di Guelfo Nero; 29-06-10 alle 17:40

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista senior
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    IPERURANIO INTERIORE
    Messaggi
    3,917
    Mentioned
    28 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Lightbulb Re: Rassegna stampa nella festa di San Pietro e Paolo

    29 GIUGNO 2019: ventinovesimo giorno del Mese dedicato al SACRO CUORE DI NOSTRO SIGNORE GESÙ CRISTO; NATALE DEI SANTI PIETRO E PAOLO, APOSTOLI…
    Auguri di buon onomastico a tutti coloro che si chiamano Pietro e Paolo come i nostri gloriosi patroni e a tutti i sacerdoti - come Don Floriano Abrahamowicz ed alcuni dell'IMBC - integralmente cattolici ordinati il 29 giugno nel giorno dell’anniversario della loro ordinazione che coincide con la Festa dei due Santi Apostoli…
    «Tu es Sacerdos in aeternum secundum ordinem Melchisedech...»!!!
    Preghiamo nuovamente i due Santi Apostoli Pietro e Paolo e chiediamo la loro intercessione anche per poter riavere al più presto - quando Dio vorrà - una gerarchia cattolica degna di tal nome e soprattutto (dopo la tragica eclissi e rimozione temporanea del Papato che dura ormai da 6 decenni dalla morte di Papa Pio XII nel 1958) un vero, autentico e legittimo Successore di Pietro e Vicario di Nostro Signore Gesù Cristo!!!
    VIVA IL PAPATO E LA SANTA CHIESA CATTOLICA ROMANA!!!
    SAN PIETRO, PRINCIPE DEGLI APOSTOLI E PRIMO PAPA; SAN PAOLO, APOSTOLO DELLE GENTI: PREGATE PER NOI!!!
    Sancte Petre, ora pro nobis! Sancte Paule, ora pro nobis!
    SANCTE PETRE, SANCTE PAULE, ORATE PRO NOBIS!!!




    «29 GIUGNO SAN PIETRO E SAN PAOLO, APOSTOLI.»
    Guéranger, L'anno liturgico - San Pietro e san Paolo, apostoli
    http://www.unavoce-ve.it/pg-29giu.htm





    “29 giugno - Solennità dei Santi Apostoli Pietro e Paolo.”
    https://forum.termometropolitico.it/...o-e-paolo.html
    https://forum.termometropolitico.it/...o-e-paolo.html
    “Rassegna stampa nella festa di San Pietro e Paolo.”
    https://forum.termometropolitico.it/...o-e-paolo.html





    http://www.sodalitium.biz/santi-pietro-paolo/
    «29 giugno, Santi Pietro e Paolo Apostoli.

    “A Roma il natale dei santi Apostoli Pietro e Paolo, i quali patirono nello stesso anno e nello stesso giorno, sotto Nerone Imperatore. Il primo di questi, nella medesima Città, crocifisso col capo rivolto verso la terra, e sepolto nel Vaticano presso la via Trionfale, è celebrato con venerazione di tutto il mondo; l’altro decapitato e sepolto sulla via Ostiense, e venerato con pari onore”.
    O Santi Apostoli Pietro e Paolo, io vi eleggo oggi e per sempre come miei speciali protettori ed avvocati, e mi rallegro umilmente, tanto con voi, o San Pietro principe degli Apostoli, perchè siete quella pietra su cui Iddio edificò la sua Chiesa, che con voi, o San Paolo, prescelto da Dio per vaso di elezione e predicatore della verità, e vi prego di ottenermi viva fede, speranza ferma e carità perfetta, totale distacco da me stesso, disprezzo del mondo, pazienza nelle avversità e umiltà nelle prosperità, attenzione nell’orazione, purità di cuore, retta intenzione nell’operare, diligenza nell’adempiere gli obblighi del mio stato, costanza nei proponimenti, rassegnazione al volere di Dio, e perseveranza nella divina grazia sino alla morte. E così, mediante la vostra intercessione, ed i gloriosi vostri meriti, superate le tentazioni del mondo, del demonio e della carne, sia fatto degno di venire dinanzi al cospetto del supremo ed eterno Pastore delle anime, Gesù Cristo, il quale con il Padre e con lo Spirito Santo vive e regna nei secoli dei secoli, per goderlo ed amarlo eternamente. Così sia.»
    http://www.sodalitium.biz/wp-content...-1-300x188.jpg






    http://www.sodalitium.biz/della-festa-pietro-e-paolo/
    «Catechismo Maggiore di San Pio X – Delle feste dei santi Apostoli, e in particolare dei santi Pietro e Paolo.»



    Sodalitium - Sodalitium
    http://www.sodalitium.biz/sodalitium_pdf/48.pdf
    «N. 48 – dicembre 1998 - La Tomba di Pietro e il primato di Roma.»
    http://www.sodalitium.biz/sodalitium_pdf/56.pdf
    «N. 56 – settembre 2003 - Risposta al numero speciale de “La Tradizione cattolica” sul sedevacantismo.»
    http://www.sodalitium.biz/sodalitium_pdf/58.pdf
    «N. 58 – aprile 2005 - Con Pietro o contro Pietro: “una tragica necessità d’opzione” - don Ugo Carandino.»



    http://www.sodalitium.biz/sante-messe/

    “Sodalitium - IMBC.”
    https://www.youtube.com/user/sodalitium

    “Omelie dell'I•M•B•C a Ferrara.”
    https://www.facebook.com/OmelieIMBCFerrara/

    "Oratorio Sant'Ambrogio, Milano - Offertur Oblatio Munda (Malachia 1, 11)"
    http://www.oratoriosantambrogiombc.it/





    Don Floriano Abrahamowicz in data odierna - 29 giugno 2019, Natale dei Santi Apostoli Pietro e Paolo - festeggia i ventisette anni di sacerdozio!!! Auguro di cuore un felice anniversario a questo raro esemplare di coraggioso sacerdote integralmente cattolico, 29 giugno 1992 - 29 giugno 2019: 27 anni di sacerdozio, che Dio benedica don Floriano!!!


    «Don Floriano Abrahamowicz - Domus Marcel Lefebvre.
    http://www.domusmarcellefebvre.it/
    https://www.youtube.com/user/florianoabrahamowicz/
    Ogni giovedì alle ore 20.30 ha luogo la lettura in diretta di una o due questioni del Catechismo di San Pio X.
    SANTA MESSA - domusmarcellefebvre110815
    http://www.domusmarcellefebvre.it/santa-messa-1.php
    La Santa Messa tutte le domeniche alle ore 10.30 a Paese, Treviso.»



    http://www.cmri.org/ital-index.html
    "Il Papato (S.E. Mons. Mark A. Pivarunas, CMRI)"
    Il Papato (S.E. Mons. Mark A. Pivarunas, CMRI)
    http://www.cmri.org/ital-97prog6.shtml
    “Il Papato di S.E. Mons. Mark A. Pivarunas, CMRI Festa dei Ss. Pietro e Paolo, 29 giugno 1997.”
    "Per l’Anniversario della morte di Papa Pio XII."
    Per l’Anniversario della morte di Papa Pio XII
    http://www.cmri.org/ital-98prog9.html



    https://www.agerecontra.it/2019/06/f...o-e-preghiera/
    "Feste de’ santi Apostoli Pietro e Paolo: catechismo e preghiera."
    https://www.agerecontra.it/wp-conten...-1-300x188.jpg





    29° giorno: Cuore sacerdotale ? Cuore profano ? Stellamatutina.eu ? Sito di cultura cattolica in piena e totale obbedienza al Magistero Petrino.
    “29° giorno: Cuore sacerdotale – Cuore profano
    CUORE SACERDOTALE
    Il Cuore di Gesù è il cuore sacerdotale per eminenza.

    In esso è la sorgente infinita del Sacerdozio. Nessun cuore può essere sacerdotale se non partecipando alla pienezza del Sacerdozio racchiusa nel Cuore di Gesù.
    Il cuore sacerdotale è il cuore consacrato «a vantaggio degli uomini in tutte le cose di Dio, per offrire doni e sacrifici per i peccati…» (Eb 5,1-2).
    Il Cuore di Gesù è stato l’altare e la vittima sublime per la gloria di Dio e per la salvezza degli uomini. Tutto l’amore per il Padre, tutto l’amore per noi, Gesù lo brucia sull’altare del suo adorabile Cuore. Tutto il dolore per le offese a Dio, tutto il dolore per le rovine delle anime, Gesù lo soffre nel suo adorabile Cuore. Tutte le offerte di riparazione a Dio e di espiazione per gli uomini, Gesù le trasforma in offerta sacerdotale di adorazione, lode, riparazione, propiziazione.
    Cuore sacerdotale di Gesù, riempi i cuori dei tuoi Sacerdoti e fa che ti amino, per meritare anche il frutto particolare della tua promessa: «Ai sacerdoti darò il dono di commuovere i cuori più induriti».
    Ogni vocazione sacerdotale ha la sua radice nel Cuore di Gesù. Nessuno può diventare Sacerdote se non viene scelto e chiamato da Gesù: «Io ho scelto voi» (Gv 15,16). E deve essere grande l’amore del Cuore di Gesù verso i Sacerdoti, se la sera del Giovedì santo, nell’ultima Cena, allorché Egli istituì il Sacerdozio sacramentale, uscì in questa esclamazione: «Ho desiderato ardentemente fare questa Pasqua con voi, prima di soffrire» (Lc 22,15). Ed è per questo che il suo lamento più doloroso a santa Margherita fu quello riguardante i sacerdoti: «Quel che più mi è penoso, è di vedermi trattato così da cuori a me consacrati».
    I Sacerdoti sono i prediletti del Cuore di Gesù, sono la porzione più preziosa del suo amore, sono i suoi ministri, i suoi amici, i suoi intimi. Beato chi è chiamato e chi corrisponde a questa scelta d’amore così personale!
    Purtroppo anche in questo «molti sono i chiamati, pochi gli eletti» (Mt 20,16). Se san Giovanni Bosco dice che Dio chiama al Sacerdozio uno su tre ragazzi, è ben triste sapere che la corrispondenza a questa chiamata eccezionale è molto, molto scarsa, e sta calando ancora in modo pauroso, perché la maggior parte dei giovani corrono appresso alle chimere del mondo e vivono incatenati agli istinti più vergognosi della carne.
    Cuore di Gesù, salva e santifica i tuoi Sacerdoti!
    CUORE PROFANO
    «Voi siete stirpe eletta, regale sacerdozio» (1Pt 2,9).
    La Chiesa è formata di cristiani che costituiscono un popolo sacerdotale. Se il Sacerdozio fa volgere l’anima a Dio, per offrirgli «doni e sacrifici per i peccati» (Eb 5,1-2), un popolo sacerdotale è un popolo che è in comunione con Dio e fa ogni giorno le sue offerte a Dio in modo spirituale.
    Un popolo sacerdotale è soprattutto un popolo che prega, che sta volentieri presso l’altare di Dio, che teme e ama Dio, che ha il senso del sacro, che orienta e trasporta tutto verso Dio: «Sia che mangiate, sia che beviate, o facciate qualunque cosa, fate tutto per la gloria di Dio» (1Cor 10,31).
    Se invece il cuore di un uomo è alieno dal rapporto con Dio, se è vuoto di richiami e aspirazioni a Dio, e non si trova affatto a suo agio nella preghiera, mentre è gonfio di interessi e di tensioni terrestri, questo cuore è tutt’altro che sacerdotale. È solo un cuore profano.
    Il cuore profano è il cuore che non sente pressoché mai il bisogno di pregare, debole di fede, più debole ancora di fronte alla seduzione del peccato, che gli fa distruggere l’amicizia di Dio con la perdita della grazia divina.
    Esso trova i suoi gusti solo nelle passioni per le creature, per lo sport e la politica, per la moda e le canzoni, per i soldi e i successi. Povero cuore pieno di fatuità!
    E magari arriva a illudersi di essere religioso perché nel momento del bisogno si rivolge a Dio per rimedio ai guai.
    «Non è così che dovete fare, se volete guarire» – diceva il santo Curato d’Ars a un giovane epilettico molto debole nella fede e nella morale.
    Ad una pia signora che era andata da lui in pellegrinaggio per ottenere la guarigione di un parente, il santo Curato d’Ars disse: «Fate una novena di preghiera. Ma non so se il Signore vi ascolterà, perché in quella casa laggiù c’è tanta religione quanta in una scuderia di cavalli». E il giovane morì.
    Proprio così. In tanti cuori di cristiani c’è tanta religione e fedeltà a Dio quanto in una «scuderia di cavalli».
    Altro che cuori sacerdotali! Sono cuori profani, pieni solo di «carne e sangue» (Mt 16,17).
    Se il nostro cuore ha 22 miliardi di cellule, con circa 100.000 battiti al giorno, e 40 milioni all’anno, quante di queste cellule e di questi battiti noi consacriamo ogni giorno a Gesù? Molto pochi, o forse neppure uno?
    Esaminiamoci. Pensiamo a tutti i battiti del cuore che sciupiamo dietro le passioni di cui siamo schiavi: lo sport, il sesso, il denaro, lo studio, la politica, gli spettacoli, i divertimenti…, e capiremo come siamo lontani da una santa Teresina che non voleva perdere «neppure un atomo» del suo cuore senza darlo a Gesù.
    Così sia il nostro cuore. Proteso verso il cielo. Pieno solo di Gesù, come ci dice san Paolo: «Cristo abiti per mezzo della fede nei vostri cuori» (Ef 3,17).
    Proposito: Pregare molto il Sacro Cuore perché voglia donarci santi Sacerdoti.
    FONTE: Cuore di Gesù, Cuore dell’uomo, P. Stefano M. Manelli, © 2010 Casa Mariana Editrice, 2010.”
    Giugno ? Stellamatutina.eu ? Sito di cultura cattolica in piena e totale obbedienza al Magistero Petrino.



    https://www.preghiereperlafamiglia.i.../29-giugno.htm
    "GIUGNO: IL MESE DEL SACRO CUORE DI GESU'. MEDITAZIONI E PREGHIERE."
    https://www.preghiereperlafamiglia.i...acro-cuore.htm
    http://www.preghiereperlafamiglia.it...acro-cuore.jpg





    https://www.facebook.com/pietroferrari1973/

    “«Ecco, o Roma, i due eroi che hanno fatto risplendere ai tuoi occhi il Vangelo di Cristo; in modo che tu che eri maestra di errore, sei diventata discepola della verità...Sebbene ti abbia occorso ottenere delle multipli vittorie per stendere per mare e per terra il tuo impero, inferiore è tuttavia il campo che ti ha sottomesso il lavoro delle tue guerre che quello conquistato dalla pace cristiana…Però, o Roma, ignoravi l'autore della tua elevazione; reggendo quasi tutte le nazioni, ti facevi la schiava degli errori di tutte queste nazioni; ed ti sembrava avere una grande religione, perché non rigettavi nessuno errore. Ma più eri fortemente incatenata dal demonio, più meravigliosa è stato la tua liberazione per il Cristo.» - San Leone.”






    https://www.sursumcorda.cloud/
    https://www.facebook.com/CdpSursumCorda/
    “Mese di giugno. Litanie del Sacro Cuore di Gesù --->”
    https://www.sursumcorda.cloud/preghi...e-di-gesu.html
    “Preghiera per la Festa del Cuore di Gesù --->”
    https://www.sursumcorda.cloud/preghi...e-di-gesu.html
    “Cuore Santissimo di Gesù fonte di ogni bene! --->”
    https://www.sursumcorda.cloud/preghi...ogni-bene.html
    "Preghiera per la Francia alla Vigilia dei Santi Pietro e Paolo (28.6) --->"
    https://www.sursumcorda.cloud/preghi...aolo-28-6.html



    “Carlo Di Pietro - Sursum Corda
    29 giugno 2019, Santi Pietro e Paolo Apostoli (festa di precetto, non c'è l'astinenza).

    + O Santi Apostoli Pietro e Paolo, io vi eleggo oggi e per sempre come miei speciali protettori ed avvocati, e mi rallegro umilmente, tanto con voi, o San Pietro principe degli Apostoli, perchè siete quella pietra su cui Iddio edificò la sua Chiesa, che con voi, o San Paolo, prescelto da Dio per vaso di elezione e predicatore della verità, e vi prego di ottenermi viva fede, speranza ferma e carità perfetta, totale distacco da me stesso, disprezzo del mondo, pazienza nelle avversità e umiltà nelle prosperità, attenzione nell'orazione, purità di cuore, retta intenzione nell'operare, diligenza nell'adempiere gli obblighi del mio stato, costanza nei proponimenti, rassegnazione al volere di Dio, e perseveranza nella divina grazia sino alla morte. E così, mediante la vostra intercessione, ed i gloriosi vostri meriti, superate le tentazioni del mondo, del demonio e della carne, sia fatto degno di venire dinanzi al cospetto del supremo ed eterno Pastore delle anime, Gesù Cristo, il quale con il Padre e con lo Spirito Santo vive e regna nei secoli dei secoli, per goderlo ed amarlo eternamente. Così sia. +
    Dalla bacheca di Don Ugo Carandino.”

    “Carlo Di Pietro - Sursum Corda
    Preghiera al Santo del giorno.

    In nómine Patris
    et Fílii
    et Spíritus Sancti.
    Amen.

    Eterno Padre, intendo onorare i santi Apostoli Piétro e Pàolo, i quali patirono nello stesso anno e nello stesso giorno, sotto Neróne Imperatore. Il primo di questi, nella medesima Città, crocifisso col capo rivolto verso la terra, e sepolto nel Vaticàno presso la via Trionfale, è celebrato con venerazione di tutto il mondo; l’altro decapitato e sepolto sulla via Ostiènse, è venerato con pari onore. Vi rendo grazie per tutte le grazie che Voi avete loro elargito. Vi prego di accrescere la grazia nella mia anima per i meriti di questi immensi Santi, ed a loro affido la fine della mia vita tramite questa speciale preghiera, così che per virtù della Vostra bontà e promessa, i santi Apostoli Piétro e Pàolo possano essere miei avvocati e provvedere tutto ciò che è necessario in quell'ora. Così sia.”

    “Carlo Di Pietro - Sursum Corda
    I Santi Pietro e Paolo, fustigatori di tutti gli eretici e protagonisti di un proselitismo incessante e poderosamente fruttifero, odiati dal mondo, finalmente coronati con la gloria del martirio per la loro integrale fedeltà a Cristo.”

    “Carlo Di Pietro - Sursum Corda
    Madonna col Bambino e i santi Giovanni Battista, Agostino, Pietro e Paolo. Extra Ecclesiam nulla salus!”

    “Carlo Di Pietro - Sursum Corda
    O come più viva è la nostra riconoscenza per te (Pietro), che ti degni di sostenerci così, in questo secolo insensato che, pretendendo di costruire nuovamente l’edificio sociale, volle stabilirlo sulla mobile sabbia delle opinioni umane, e che ha saputo moltiplicare soltanto i crolli e le rovine! La pietra che i moderni architetti hanno rigettata, è forse meno perciò la pietra angolare? E la sua virtù non appare forse appunto nel fatto che, rigettandola, è contro di essa che urtano e s’infrangono? https://www.sursumcorda.cloud/
    Dal numero 167 di SVRSVM CORDA® del 30 giugno 2019. Indice dei contenuti:

    - Comunicato numero 167. Gli operai della vigna del Signore;
    - Saluto a San Pietro, fondamento della Chiesa (29.6);
    - Dizionario biblico. Chi è l’Apostolo Pietro. Parte prima;
    - Il culto reale che si rivolge a Cristo nel Suo Vicario (29.6);
    - Dizionario di teologia morale. Alcuni attributi della Sovranità Pontificia;
    - Vita e detti dei Padri del deserto: Ilarione;
    - Orazione a San Ladislao Re di Ungheria (27.6);
    - Orazione alle Primizie dei tanti Martiri in Roma (24.6);
    - Preghiera ai Santi Giovanni e Paolo, Martiri (26.6);
    - Preghiera per l'Italia a San Guglielmo da Vercelli (25.06);
    - Preghiera per la Francia alla Vigilia dei Santi Pietro e Paolo (28.6).”
    https://www.sursumcorda.cloud/
    https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net...05&oe=5D7B3894





    «Carlo Di Pietro - Sursum Corda
    29 giugno 1881. Papa Leone XIII condanna il mostruoso irragionevole errore, anche eresia, della cosiddetta sovranità popolare.

    “Quantunque l’uomo, spinto da una certa superbia e arroganza cerchi spesso di spezzare i freni del comando, tuttavia non arrivò mai a potere non obbedire a nessuno. Infatti, in qualunque società e comunità umana è necessario che alcuni comandino, affinché la società, priva del principio o del capo che la regge, non si sfasci e non sia impedita di conseguire quel fine per il quale si formò e si costituì. Però se non si poté arrivare ad eliminare il potere dal seno della società civile, furono certo adoperate tutte le arti per togliere ad esso forza e sminuirne la maestà, e ciò principalmente nel secolo XVI, quando una funesta novità di opinioni infatuò moltissimi. Da quel tempo, la moltitudine non solo volle dare a se stessa una libertà più ampia, che fosse di uguaglianza, ma sembrò anche voler foggiare a proprio talento l’origine e la costituzione della società civile. Anzi, moltissimi dei tempi nostri, camminando sulle orme di coloro che nel secolo passato si diedero il nome di filosofi, dicono che ogni potere viene dal popolo: per cui coloro che esercitano questo potere non lo esercitano come proprio, ma come dato a loro dal popolo, e altresì alla condizione che dalla volontà dello stesso popolo, da cui il potere fu dato, possa venire revocato. Da costoro però dissentono i cattolici, i quali fanno derivare da Dio il diritto di comandare come da naturale e necessario principio....
    Le dottrine inventate dai moderni circa la potestà politica recano già grandi calamità agli uomini, ed è da temere che apportino per l’avvenire mali estremi. Infatti, il non volere che il diritto di comandare derivi da Dio, altro non è che volere strappare dal potere politico il migliore splendore e privarlo delle sue forze maggiori. Quando poi lo fanno dipendere dall’arbitrio della moltitudine, asseriscono in primo luogo una fallace opinione, e in secondo luogo pongono il principato su un fondamento troppo leggero ed instabile. Conseguentemente, le passioni popolari, aizzate e stimolate da siffatte opinioni, insorgeranno più audacemente, e con grande rovina per la cosa pubblica trascenderanno in ciechi tumulti ed aperte sedizioni. Infatti, dopo la cosiddetta Riforma, i cui promotori e capi combatterono radicalmente con nuove dottrine la potestà sacra e civile, repentini tumulti ed audacissime ribellioni seguirono specialmente in Germania, e ciò con tanta deflagrazione di guerra civile e con tanta strage, che pareva non ci fosse alcun luogo immune da tumulti insanguinati. Da quella eresia ebbero origine nel secolo passato la falsa filosofia, quel diritto che chiamano nuovo, la sovranità popolare e quella trasmodante licenza che moltissimi ritengono la sola libertà. Da ciò si è arrivati alle finitime pesti che sono il Comunismo, il Socialismo, il Nichilismo, orrendi mali e quasi sterminio della società civile. Eppure molti si sforzano grandemente di diffondere la violenza di tanti mali, e con il pretesto di alleviare la moltitudine suscitano grandi incendi e rovine. Queste cose che ora ricordiamo non sono né ignote né molto lontane.” Da SS Leone XIII, Diuturnum illud.»







    https://www.facebook.com/catholictradition2016/
    «MARTIROLOGIO ROMANO, 1955. Sancti et Sanctae Dei, orate pro nobis.»
    https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net...a6&oe=5D78DC7E






    https://sardiniatridentina.blogspot....paolo.html?m=1
    “I SANTI APOSTOLI PIETRO E PAOLO.
    Doppio di I classe con Ottava comune.
    Paramenti rossi.
    Tutta la Chiesa è in festa, perché «Dio ha consacrato questo giorno col martirio degli Apostoli Pietro e Paolo» (Orazione).
    Nelle due grandiose basiliche erette a Roma sulle tombe «di questi due Principi che hanno conquistato con la croce e la spada il loro posto nel senato eterno» (Inno dei Vespri), come in Catacumbas sulla via Appia, il Papa celebrava oggi solennemente la Messa stazionale. Più tardi, a causa della grande distanza che separa queste due chiese, si divise questa festa onorando più particolarmente san Pietro il 29 giugno e san Paolo il 30.
    I)San Pietro, vescovo di Roma, è il vicario, cioè il luogotenente, il sostituto visibile del Cristo. Come mostrano il Prefazio, l'Alleluja, il Vangelo, l'Offertorio e l'Antifona della Comunione, gli Ebrei avevano respinto Gesù, e fecero lo stesso verso il suo successore (Epistola). Spostando allora il centro religioso del mondo, Pietro lasciò Gerusalemme per Roma, che divenne la città eterna e la sede di tutti i Papi.
    II)San Pietro, primo Papa, «parla a nome del Cristo» che gli ha comunicato la sua infallibilità dottrinale. Quindi non la carne e il sangue lo guidano, ma il Padre celeste, che non permette che le porte dell'Inferno prevalgano contro la Chiesa, di cui egli è il fondamento (Vangelo).
    III)San Pietro, ricevendo le chiavi, è preposto al «regno dei cieli» sulla terra, cioè alla Chiesa, «e regna in nome del Cristo», che lo ha investito della sua potenza e della sua autorità suprema (Vangelo).
    I nomi di san Pietro e di san Paolo aprono la lista degli Apostoli nel Canone della Messa (1° elenco).
    Con la Chiesa, che non cessava di rivolgere preghiere a Dio per Pietro (Epistola), preghiamo per il suo successore, «il servo di Dio, il nostro Santo Padre, il Papa» (Canone della Messa).

    INTROITUS
    Acts 12:11 - Nunc scio vere, quia misit Dóminus Angelum suum: et erípuit me de manu Heródis et de omni exspectatióne plebis Iudæórum ~~ Ps 138:1-2 - Dómine; probásti me et cognovísti me: tu cognovísti sessiónem meam et resurrectiónem meam. ~~ Nunc scio vere, quia misit Dóminus Angelum suum: et erípuit me de manu Heródis et de omni exspectatióne plebis Iudæórum

    Act 12:11 - Adesso riconosco veramente che il Signore ha mandato il suo Angelo: e mi ha liberato dalle mani di Erode e da ogni attesa dei Giudei. ~~ Ps 138:1-2 - Signore, tu mi scruti e mi conosci: conosci il mio riposo e il mio cammino. ~~ Gloria ~~ Adesso riconosco veramente che il Signore ha mandato il suo Angelo: e mi ha liberato dalle mani di Erode e da ogni attesa dei Giudei.

    Gloria

    ORATIO
    Orémus.
    Deus, qui hodiérnam diem Apostolórum tuórum Petri et Pauli martýrio consecrásti: da Ecclésiæ tuæ, eórum in ómnibus sequi præcéptum; per quos religiónis sumpsit exórdium. Per Dominum nostrum Iesum Christum, Filium tuum: qui tecum vivit et regnat in unitate Spiritus Sancti Deus, per omnia saecula saeculorum. Amen.

    Preghiamo.
    O Dio, che consacrasti questo giorno col martirio dei tuoi Apostoli Pietro e Paolo: concedi alla tua Chiesa di seguire in ogni cosa i precetti di coloro, per mezzo dei quali ebbe principio la religione. Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio, e vive e regna con te, in unità con lo Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen.

    LECTIO
    Léctio Actuum Apostolórum.
    Act 12:1-11
    In diébus illis: Misit Heródes rex manus, ut afflígeret quosdam de ecclésia. Occidit autem Iacóbum fratrem Ioánnis gládio. Videns autem, quia placeret Iudaeis, appósuit, ut apprehénderet et Petrum. Erant autem dies azymórum. Quem cum apprehendísset, misit in cárcerem, tradens quatuor quaterniónibus mílitum custodiéndum, volens post Pascha prodúcere eum pópulo. Et Petrus quidem servabátur in cárcere. Orátio autem fiébat sine intermissióne ab ecclésia ad Deum pro eo. Cum autem productúrus eum esset Heródes, in ipsa nocte erat Petrus dórmiens inter duos mílites, vinctus caténis duábus: et custódes ante óstium custodiébant cárcerem. Et ecce, Angelus Dómini ástitit: et lumen refúlsit in habitáculo: percussóque látere Petri, excitávit eum, dicens: Surge velóciter. Et cecidérunt caténæ de mánibus eius. Dixit autem Angelus ad eum: Præcíngere, et cálcea te cáligas tuas. Et fecit sic. Et dixit illi: Circúmda tibi vestiméntum tuum, et séquere me. Et éxiens sequebátur eum, et nesciébat quia verum est, quod fiébat per Angelum: existimábat autem se visum vidére. Transeúntes autem primam et secundam custódiam, venérunt ad portam férream, quæ ducit ad civitátem: quæ ultro apérta est eis. Et exeúntes processérunt vicum unum: et contínuo discéssit Angelus ab eo. Et Petrus ad se revérsus, dixit: Nunc scio vere, quia misit Dóminus Angelum suum, et erípuit me de manu Heródis et de omni exspectatióne plebis Iudæórum.

    In quei giorni, il re Erode mise le mani su alcuni membri della Chiesa per maltrattarli. Uccise di spada Giacomo, fratello di Giovanni. E, vedendo che ciò piaceva ai Giudei, fece arrestare anche Pietro. Erano allora i giorni degli azzimi. Arrestatolo, lo mise in prigione, dandolo in custodia a quattro squadre di quattro soldati ciascuna, volendo farlo comparire davanti al popolo dopo la Pasqua. Pietro, dunque, era custodito nella prigione; ma la Chiesa faceva continua orazione a Dio per lui. Ora, la notte precedente al giorno che Erode aveva stabilito per farlo comparire innanzi al popolo, Pietro, legato da due catene, dormiva fra due soldati, e le sentinelle alla porta custodivano la prigione. Ed ecco apparire un Angelo del Signore e una gran luce splendere nella cella. Toccando Pietro al fianco, lo riscosse, dicendo: Alzati in fretta. E gli caddero le catene dalle mani. L’Angelo gli disse: Mettiti la cintura e infilati i sandali. Pietro obbedì. E l’Angelo: Buttati addosso il mantello e seguimi. Ed egli uscì e lo seguì, senza rendersi conto di quel che l’Angelo gli faceva fare, parendogli un sogno. Oltrepassata la prima e la seconda guardia, giunsero alla porta di ferro che mette in città, ed essa si aprí da sé davanti a loro. E usciti, si avviarono per una strada, e improvvisamente l’Angelo partì da lui. Pietro, allora, tornato in sé, disse: Adesso riconosco davvero che il Signore ha mandato il suo Angelo e mi ha liberato dalle mani di Erode, e da ogni attesa dei Giudei.

    GRADUALE
    Ps 44:17-18
    Constítues eos príncipes super omnem terram: mémores erunt nóminis tui. Dómine.
    V. Pro pátribus tuis nati sunt tibi fílii: proptérea pópuli confítebúntur tibi.

    Li costituirai principi sopra tutta la terra: essi ricorderanno il tuo nome, o Signore.
    V. Ai padri succederanno i figli; perciò i popoli Ti loderanno.

    ALLELUIA
    Allelúia, allelúia.
    Matt 18:18
    Tu es Petrus, et super hanc petram ædificábo Ecclésiam meam. Allelúia.

    Alleluia, alleluia.
    Tu sei Pietro, e su questa pietra edificherò la mia Chiesa. Alleluia.

    EVANGELIUM
    Sequéntia ✠ sancti Evangélii secúndum Matthaeum.
    Matt 16:13-19
    In illo témpore: Venit Iesus in partes Cæsaréæ Philippi, et interrogábat discípulos suos, dicens: Quem dicunt hómines esse Fílium hóminis? At illi dixérunt: Alii Ioánnem Baptístam, alii autem Elíam, álii vero Ieremíam aut unum ex Prophétis. Dicit illis Iesus: Vos autem quem me esse dícitis? Respóndens Simon Petrus, dixit: Tu es Christus, Fílius Dei vivi. Respóndens autem Iesus, dixit ei: Beátus es, Simon Bar Iona: quia caro et sanguis non revelávit tibi, sed Pater meus, qui in coelis est. Et ego dico tibi, quia tu es Petrus, et super hanc petram ædificábo Ecclésiam meam, et portæ ínferi non prævalébunt advérsus eam. Et tibi dabo claves regni coelórum. Et quodcúmque ligáveris super terram, erit ligátum et in coelis: et quodcúmque sólveris super terram, erit solútum et in coelis.

    In quel tempo: Gesù, venuto nei dintorni di Cesarea di Filippo, cosí interrogò i suoi discepoli: Gli uomini chi dicono che sia il Figlio dell’uomo? Essi risposero: Alcuni dicono che è Giovanni Battista, altri Elia, altri ancora Geremia o qualche altro profeta. Disse loro Gesù: E voi, chi dite che io sia? Simone Pietro rispose: Tu sei il Cristo, il Figlio di Dio vivente. E Gesù: Beato sei tu, Simone figlio di Giona, perché non la carne o il sangue ti hanno rivelato questo, ma il Padre mio che è nei cieli. E io ti dico: Tu sei Pietro, e su questa pietra io edificherò la mia Chiesa, e le porte dell’inferno non prevarranno contro di essa. Io darò a te le chiavi del regno dei cieli, e tutto ciò che legherai sulla terra, sarà legato anche nei cieli, e tutto ciò che scioglierai sulla terra, sarà sciolto anche nei cieli.

    Credo

    OFFERTORIUM
    Ps 44:17-18
    Constítues eos príncipes super omnem terram: mémores erunt nóminis tui, Dómine, in omni progénie et generatióne.

    Li costituirai principi su tutta la terra: essi ricorderanno il tuo nome, o Signore, di generazione in generazione.

    SECRETA
    Hóstias, Dómine, quas nómini tuo sacrándas offérimus, apostólica prosequátur orátio: per quam nos expiári tríbuas et deféndi. Per Dominum nostrum Iesum Christum, Filium tuum: qui tecum vivit et regnat in unitate Spiritus Sancti Deus, per omnia saecula saeculorum. Amen.

    Le offerte, o Signore, che Ti presentiamo, affinché siano consacrate al tuo nome, vengano accompagnate dalla preghiera degli Apostoli, mediante la quale Tu ci conceda perdono e protezione. Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio, e vive e regna con te, in unità con lo Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen.

    PRÆFATIO DE APOSTOLIS
    Vere dignum et iustum est, æquum et salutáre: Te, Dómine, supplíciter exoráre, ut gregem tuum, Pastor ætérne, non déseras: sed per beátos Apóstolos tuos contínua protectióne custódias. Ut iísdem rectóribus gubernétur, quos óperis tui vicários eídem contulísti præésse pastóres. Et ídeo cum Angelis et Archángelis, cum Thronis et Dominatiónibus cumque omni milítia coeléstis exércitus hymnum glóriæ tuæ cánimus, sine fine dicéntes

    E’ veramente cosa buona e giusta, nostro dovere e fonte di salvezza innalzare a te, Signore, la nostra preghiera. Ti supplichiamo, Pastore eterno: non abbandonare il tuo gregge, ma per mezzo dei tuoi Santi Apostoli custodiscilo e proteggilo sempre. Continui ad essere governato da quelli che tu stesso hai eletto vicari dell'opera tua, e hai costituito pastori. E noi, uniti agli Angeli e agli Arcangeli ai Troni e alle Dominazioni e alla moltitudine dei Cori celesti, cantiamo con voce incessante l'inno della tua gloria:

    COMMUNIO
    Matt 16:18
    Tu es Petrus, ei super hanc petram aedificabo Ecclésiam meam.

    Tu sei Pietro, e su questa pietra edificherò la mia Chiesa.

    POSTCOMMUNIO
    Orémus.
    Quos coelésti, Dómine, alimento satiásti: apostólicis intercessiónibus ab omni adversitáte custódi. Per Dominum nostrum Iesum Christum, Filium tuum: qui tecum vivit et regnat in unitate Spiritus Sancti Deus, per omnia saecula saeculorum. Amen.

    Preghiamo.
    Quelli, o Signore, che Tu saziasti di un alimento celeste, per intercessione degli Apostoli, proteggili contro ogni avversità. Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio, e vive e regna con te, in unità con lo Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen.”



    “L'ANGOLO PATRISTICO.
    Sermone di san Leone Papa.
    Sermone 1 sul natale degli Apostoli Pietro e Paolo.

    Senza dubbio, dilettissimi, il mondo intero prende parte a tutte le nostre sante solennità, e la pietà d'una stessa fede esige che si celebri in ogni luogo con gioia comune ciò che si commemora compiuto per la salvezza di tutti. Tuttavia la festa odierna, oltre la venerazione che s'è acquistata per tutto il mondo, deve avere nella nostra Città un culto speciale ed un'allegrezza particolare; così che là dove i principi degli Apostoli morirono sì gloriosamente, ci sia ancora, il giorno del loro martirio, maggiore esplosione di gioia. Perché son dessi, o Roma, gli eroi che fecero risplendere ai tuoi occhi il Vangelo di Cristo; e che da maestra dell'errore, ti resero discepola della verità.
    Son dessi i tuoi padri, i veri pastori, che, per introdurti nel regno celeste han saputo fondarti molto meglio e ben più felicemente di coloro che ebbero cura di porre le prime fondamenta delle tue mura; dei quali colui che ti diede il nome si macchiò dell'uccisione del proprio fratello. Son dessi, che ti hanno innalzata a tanta gloria, che, divenuta nazione santa, popolo eletto, città sacerdotale e reale e, per la Sede augusta del beato Pietro, la capitale del mondo intero, stendi la tua supremazia, grazie alla religione divina, assai più lontano che non fu per la dominazione terrena. Dacché, sebbene resa potente da molte vittorie, avessi steso il diritto del tuo impero e su terre e su mari, tuttavia quello che ti assoggettarono le fatiche della guerra è assai meno di quello che ti ha sottomesso la pace cristiana.
    D'altra parte conveniva assai meglio col piano dell'opera divina, che molti regni fossero riuniti sotto un medesimo impero, perché così la predicazione avesse facile accesso e pronta diffusione fra i popoli sottomessi alla autorità suprema d'una stessa città. Ma allorquando questa città, ignara dell'autore della sua elevazione, dominava su quasi tutte le nazioni, essa era schiava di tutti gli errori; e perché non ne rigettava alcuno, credeva di potersi attribuire molta religiosità. Quindi quanto più strettamente il diavolo la teneva incatenata, tanto più mirabilmente è stata da Cristo liberata.
    Omelia di san Girolamo Prete.
    Libro 3 Commento su Matteo, cap. 16.
    Giustamente egli domanda: «La gente chi dice che sia il Figlio dell'uomo?» (Matth. 16:13) poiché quelli che non vedono in lui che il figlio dell'uomo, sono infatti degli uomini; ma quelli che riconoscono la sua divinità, son detti dii, e non uomini. «Ed essi risposero: «Alcuni dicono ch'è Giovanni Battista, altri Elia» (Matth. 16:14). Mi meraviglio che certi interpreti cerchino le cause di questi errori, e vogliano stabilire con discussioni lunghissime, perché alcuni hanno pensato nostro Signore Gesù Cristo essere Giovanni, altri Elia, altri Geremia o qualcuno dei profeti; avendo essi potuto sbagliare prendendolo per Elia e Geremia allo stesso modo che sbagliò Erode prendendolo per Giovanni quando disse: «Questi è quel Giovanni, a cui io tagliai la testa: egli è risorto dai morti, e perciò in lui si operano dei miracoli» (Matth. 6:15).
    «E voi chi dite ch'io sia?» (Matth. 6:15). Lettore intelligente, bada che e da quel che segue e dal testo del discorso gli Apostoli non sono punto chiamati uomini, ma dii. Perché, dopo aver detto: «La gente chi dice che sia il Figlio dell'uomo?» soggiunge: «E voi chi dite ch'io sia?» (Matth. 16:13). Mentre gli altri, perché sono uomini, pensano di me cose affatto umane, voi che siete dii, chi credete ch'io sia? Pietro a nome di tutti gli Apostoli fa questa professione di fede: «Tu sei Cristo, il Figlio del Dio vivente» (Matth. 16:16). Dice, del Dio vivente, per distinguerlo dagli altri dèi, che passano per dèi, ma che sono morti.
    E Gesù rispondendogli disse: «Beato te, Simone, Figlio di Giona» (Matth. 16:17). Egli ripagò la testimonianza resagli dall'Apostolo. Pietro aveva detto: «Tu sei Cristo, il Figlio del Dio vivente»; la confessione della verità è ricompensata: «Beato te, Simone, figlio di Giona». Perché? «Perché non te l'ha rivelato né la natura né l'istinto, ma te l'ha rivelato il Padre» (Ibi). Ciò che non ha potuto rivelare né la natura né l'istinto, l'ha rivelato la grazia dello Spirito Santo. In seguito dunque alla professione di fede, egli riceve un nome in cui si trova espressa la rivelazione dello Spirito Santo, del quale merita anche d'essere detto figlio. Difatti Bar-Jona nella nostra lingua è lo stesso che Figlio della colomba.”
    https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net...90&oe=5DBB3974










    https://www.radiospada.org/
    http://www.edizioniradiospada.com/
    https://www.facebook.com/radiospadasocial/

    “29 giugno 2019: Festa dei Santi Pietro e Paolo (Doppio di prima classe con Ottava comune - Festa di precetto).”
    https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net...05&oe=5DB28244






    “Il 29 giugno 1943 Pio XII pubblicava l’ Enciclica “Mystici Corporis” sulla Chiesa. Insegnava infallibilmente il santo Pontefice: «A definire e descrivere questa verace Chiesa di Cristo - che è la Chiesa Santa, Cattolica, Apostolica, Romana - (cfr. Conc. Vat. , Const. de Fide cath., cap. I), nulla si trova di più nobile, di più grande, di più divino di quell'espressione con la quale essa vien chiamata "il Corpo mistico di Gesù Cristo"; espressione che scaturisce e quasi germoglia da ciò che viene frequentemente esposto nella Sacra Scrittura e nei Santi Padri».”


    «[SACERDOS IN AETERNUM] 1992-2019: un cordialissimo augurio a Don Floriano Abrahamowicz per l'anniversario della sua ordinazione sacerdotale.»


    “Il Rinnegamento di San Pietro: una messa a punto teologica di Clemente LECUYER (7 gennaio 2015)”
    https://www.radiospada.org/2016/04/i...nto-teologica/
    "Ma non abbiamo sempre avuto “cattivi Papi”?"
    https://www.radiospada.org/2016/04/m...-cattivi-papi/

    https://www.radiospada.org/2019/06/r...ostantinopoli/
    “Reliquie di S. Pietro allo scismatico Bartolomeo di Costantinopoli.”

    https://www.radiospada.org/2019/06/l...-della-chinea/
    «“Tu es pastor óvium, princeps Apostolórum: tibi trádidit Deus ómnia regna mundi“

    Come sappiamo dall’insegnamento pontificio, la Chiesa e il suo Capo visibile il Papa, oltre alla potestà in spiritualibus, detengono anche quella in temporalibus. Insomma, riprendendo l’immortale testo di Bonifacio VIII, confermato dal Lateranense V e ripreso fino a Pio XII: “Entrambe le spade son quindi nella potestà della Chiesa, la spada spirituale cioè e materiale. Questa dev’essere impugnata in favore della Chiesa, quella dalla Chiesa; quella dal sacerdote, quella dalla mano dei re e dei militi, ma al comando e con la condiscendenza del sacerdote” [1].
    Una manifestazione cerimoniale di questa potestà temporale era l’omaggio della chinea che annualmente aveva luogo nella Basilica Vaticana ai primi vespri della solennità dei Santi Pietro e Paolo. (...)»
    https://i0.wp.com/www.radiospada.org...pg?w=531&ssl=1






    https://www.radiospada.org/tag/primato-di-pietro/
    https://www.radiospada.org/tag/san-pietro/
    https://www.radiospada.org/2017/06/l...ominium-mundi/
    https://www.radiospada.org/2016/04/m...-cattivi-papi/
    https://www.radiospada.org/2014/06/u...o-sulluna-cum/

    https://www.radiospada.org/2019/06/d...de-la-iglesia/
    https://i0.wp.com/www.radiospada.org...pg?w=470&ssl=1
    https://i1.wp.com/www.radiospada.org...pg?w=450&ssl=1













    www.agerecontra.it | Sito del Circolo Cattolico "Christus Rex"
    http://www.agerecontra.it/

    "Centro Studi Giuseppe Federici - sito ufficiale"
    http://www.centrostudifederici.org/

    "sito dedicato alla crisi dottrinale nella Chiesa cattolica"
    http://www.crisinellachiesa.it/

    "Sito ufficiale del Centro Culturale San Giorgio"
    http://www.centrosangiorgio.com/


    C.M.R.I. - "Congregatio Mariae Reginae Immacolata" ("Congregation of Mary Immaculate Queen" - "Congregazione di Maria Regina Immacolata"):
    http://www.cmri.org/ital-index.html





    "Como ovejas sin Pastor"
    http://sicutoves.blogspot.com/



    https://moimunanblog.com/





    https://www.truerestoration.org/


    "The Catholic Teaching on the Papacy – Novus Ordo Watch
    https://novusordowatch.org/the-catholic-papacy/
    https://novusordowatch.org/2019/06/b...f-christendom/
    "The Papacy & the Passion of the Church."
    https://novusordowatch.org/2017/02/p...nference-2016/
    https://novusordowatch.org/2018/03/f...sedevacantist/
    https://novusordowatch.org/2018/12/l...nference-2018/
    Now What? How to be a real Catholic today
    https://novusordowatch.org/now-what/
    What has happened to the Catholic Church? START HERE to find out
    https://novusordowatch.org/start-here/
    Cardinal Manning explains the coming Great Apostasy — in 1861!
    https://novusordowatch.org/2015/04/t...he-antichrist/
    Making sense of it all: The Papacy and the Passion of the Church
    https://novusordowatch.org/2017/02/p...nference-2016/
    Have the Gates of Hell prevailed? The Papacy and Sedevacantism
    https://novusordowatch.org/2015/12/h...ell-prevailed/
    We had been Warned: Predictions and Prophecies regarding our times
    https://novusordowatch.org/we-had-been-warned/
    https://novusordowatch.org/faqs/ "





    https://lacontrerevolution.wordpress.com/


    https://sedevacantisme.wordpress.com/


    "Sede Vacante -"
    http://www.catholique-sedevacantiste.fr/


    http://wordpress.catholicapedia.net/


    https://fidecatholica.wordpress.com/


    https://militesvirginismariae.wordpress.com/




    Ligue Saint Amédée
    http://www.SaintAmedee.ch
    https://www.facebook.com/SaintAmedee/
    «Intransigeants sur la doctrine ; charitables dans l'évangélisation [Non Una Cum].»
    “Mieux vaut une petite œuvre dans la Vérité, qu’une grande dans l’erreur.”

    http://www.sodalitium.eu/wp-content/...let.juin19.pdf
    “Apostolat de la prière : juin 2019. En réparation pour les lois iniques et les péchés publics contre le Règne Social du Sacré Cœur de Jésus.”
    https://scontent-frt3-2.xx.fbcdn.net...0a&oe=5D5AD45D






    29 juin : Saints Pierre et Paul, Apôtres :: Ligue Saint Amédée
    “29 juin : Saints Pierre et Paul, Apôtres.”
    http://liguesaintamedee.ch/applicati...ro_e_paolo.jpg







    SANCTE PETRE, SANCTE PAULE, ORATE PRO NOBIS!!!
    COR JESU SACRATISSIMUM, MISERERE NOBIS!!! COR JESU ADVENIAT REGNUM TUUM - ADVENIAT PER MARIAM!!!

    Cuore Eucaristico di Gesù, accrescete in noi la fede, la speranza, la carità.
    Gloria Patri et Filio et Spiritui Sancto. Sicut erat in principio et nunc et semper et in saecula saeculorum. Amen.
    «O Santissima Trinità, vi adoro! Mio Dio, mio Dio, Vi amo nel Santissimo Sacramento!»
    CHRISTUS VINCIT, CHRISTUS REGNAT, CHRISTUS IMPERAT!!!
    Luca, SURSUM CORDA – HABEMUS AD DOMINUM!!!
    ADDIO GIUSEPPE, amico mio, sono LUCA e nel mio CUORE sarai sempre PRESENTE!
    «Réquiem aetérnam dona ei, Dómine, et lux perpétua lúceat ei. Requiéscat in pace. Amen.»

    SURSUM CORDA - HABEMUS AD DOMINUM!!! A.M.D.G.!!!

  3. #3
    Forumista senior
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    IPERURANIO INTERIORE
    Messaggi
    3,917
    Mentioned
    28 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Lightbulb Re: Rassegna stampa nella festa di San Pietro e Paolo

    30 GIUGNO 2019: trentesimo ed ultimo giorno del Mese dedicato al SACRO CUORE DI NOSTRO SIGNORE GESÙ CRISTO; Commemorazione di San Paolo Apostolo, infra l'Ottava dei Ss. Pietro e Paolo, DOMENICA NELL’OTTAVA DEL SACRO CUORE…



    «DOMENICA TERZA DOPO LA PENTECOSTE.»
    Guéranger, L'anno liturgico - Domenica Terza dopo la Pentecoste
    http://www.unavoce-ve.it/pg-dopopent-dom3.htm





    “30 giugno: Commemorazione di San Paolo apostolo.”
    https://forum.termometropolitico.it/...ostolo-29.html
    https://forum.termometropolitico.it/...i-s-paolo.html


    "Il sacro Cuore di Gesù."
    https://forum.termometropolitico.it/...di-gesu-7.html
    https://forum.termometropolitico.it/...di-gesu-8.html
    https://forum.termometropolitico.it/...i-gesu-11.html






    SANTA MESSA domenicale celebrata da Don Floriano Abrahamowicz a Paese (Treviso) stamattina 30 GIUGNO 2019, DOMENICA NELL’OTTAVA DEL SACRO CUORE:


    «Don Floriano Abrahamowicz - Domus Marcel Lefebvre.
    http://www.domusmarcellefebvre.it/
    https://www.youtube.com/user/florianoabrahamowicz
    Domenica nell'ott. del S. Cuore (Santa Messa)
    Domenica nell'ott. Corpus Domini (Santa Messa)
    https://www.youtube.com/watch?v=07WAmUjSgj8
    Domenica della ss. Trinità (Santa Messa)
    https://www.youtube.com/watch?v=Lzd7hoDgFBk
    Domenica di Pentecoste (Santa Messa)
    https://www.youtube.com/watch?v=QQlB5gTdzPI
    Domenica di Pentecoste 2019 - (Omelia)
    https://www.youtube.com/watch?v=UEvB9s3xZN0
    Domenica dell'ott. dell'Ascensione (Santa Messa)
    https://www.youtube.com/watch?v=gfVR56Rm-9A
    Domenica dell'ottava dell'Ascensione - (Omelia)
    https://www.youtube.com/watch?v=AIlnBCH2M-A
    V domenica dopo Pasqua (Santa Messa)
    https://www.youtube.com/watch?v=Xo3vvej3nT8
    V domenica dopo Pasqua - (Omelia)
    https://www.youtube.com/watch?v=gMHZKktvVXE
    IV domenica dopo Pasqua (Santa Messa)
    https://www.youtube.com/watch?v=BnTn5tCbAgw
    IV domenica dopo Pasqua (Omelia)
    https://www.youtube.com/watch?v=UnnMVHLXOr4
    III Domenica dopo Pasqua (Santa Messa)
    https://www.youtube.com/watch?v=FrXb3TtbouM
    II Domenica dopo Pasqua (Santa Messa)
    https://www.youtube.com/watch?v=71aZwW6lBYU
    II Domenica dopo Pasqua - (Omelia)
    https://www.youtube.com/watch?v=BuGlDuSs0LQ
    Domenica in Albis (Santa Messa e Omelia)
    https://www.youtube.com/watch?v=UG870mk5GHo
    Lunedì Pasqua - dell' Angelo (Santa Messa)
    https://www.youtube.com/watch?v=wPkpeDbQdo8
    Santa Pasqua (Santa Messa)
    https://www.youtube.com/watch?v=G-lviMz3pWY
    Santa Pasqua 2019 - (Omelia)
    https://www.youtube.com/watch?v=lwCe33a3TUo
    Sabato Santo (Veglia Pasquale)
    https://www.youtube.com/watch?v=jphVO0FHUMw
    Venerdì Santo
    https://www.youtube.com/watch?v=6v8gLX5hNW0
    Giovedi Santo
    https://www.youtube.com/watch?v=80W3peGsC9I
    http://www.domusmarcellefebvre.it/santa-messa-1.php
    La Santa Messa tutte le domeniche alle ore 10.30 a Paese, Treviso.».



    31esimo anniversario delle Consacrazioni Episcopali compiute il 30 giugno 1988 da Mons. Marcel François Lefebvre (Tourcoing, 29 novembre 1905 – Martigny, 25 marzo 1991) e Mons. Antônio de Castro Mayer (Campinas, 29 novembre 1904 – Campos, 25 aprile 1991)....
    A tal proposito, leggersi questa significativa intervista di un decennio fa ad Araì Daniele di Don Floriano Abrahamowicz:



    https://www.radiospada.org/2018/05/a...ia-intervista/
    "Don Floriano Abrahamowicz
    Intervista esclusiva al Prof. Arai Daniele:
    L’eredità spirituale di Mons. De Castro Mayer."




    SANTE MESSE "NON UNA CUM" CELEBRATE DAI SACERDOTI DELL' I.M.B.C. ("ISTITUTO MATER BONI CONSILII") IN TUTTA ITALIA:


    "Sante Messe - Sodalitium"
    http://www.sodalitium.biz/sante-messe/

    "Torino - Sodalitium"
    http://www.sodalitium.biz/sante-messe/torino/

    "Modena - Sodalitium"
    http://www.sodalitium.biz/sante-messe/modena/

    "Rimini - Sodalitium"
    http://www.sodalitium.biz/sante-messe/rimini/

    "Pescara - Sodalitium"
    http://www.sodalitium.biz/sante-messe/pescara/

    "Potenza - Sodalitium"
    http://www.sodalitium.biz/sante-messe/potenza/

    "Roma - Sodalitium"
    http://www.sodalitium.biz/sante-messe/roma/

    "S. Messa in provincia di Verona - Sodalitium"
    http://www.sodalitium.biz/s-messa-provincia-verona/

    “Sodalitium - IMBC.”
    https://www.youtube.com/user/sodalitium

    “Omelie dell'I.M.B.C. a Ferrara.”
    https://www.facebook.com/OmelieIMBCFerrara/

    http://www.oratoriosantambrogiombc.it/
    “Oratorio Sant'Ambrogio, Milano - Offertur Oblatio Munda (Malachia 1, 11).”




    Commemorazione di San Paolo - Sodalitium
    http://www.sodalitium.biz/wp-content...-1-300x225.jpg










    “FONTE: Cuore di Gesù, Cuore dell’uomo, P. Stefano M. Manelli, © 2010 Casa Mariana Editrice, 2010.”
    Giugno ? Stellamatutina.eu ? Sito di cultura cattolica in piena e totale obbedienza al Magistero Petrino.


    "GIUGNO: IL MESE DEL SACRO CUORE DI GESU'. MEDITAZIONI E PREGHIERE."
    https://www.preghiereperlafamiglia.i...acro-cuore.htm
    http://www.preghiereperlafamiglia.it...acro-cuore.jpg







    https://www.agerecontra.it/2019/06/d...0-giugno-2019/
    «Disponibile il numero 167 di Sursum Corda del 30 giugno 2019.
    Sul sito è disponibile il numero 167 (del giorno 30 giugno 2019) di Sursum Corda®.
    Il settimanale si può scaricare gratuitamente nella sezione download dedicata ai soli Associati e Sostenitori. Clicca qui per gli ultimi articoli leggibili gratuitamente sul sito:– Comunicato numero 167. Gli operai della vigna del Signore; – Saluto a San Pietro, fondamento della Chiesa (29.6); – Dizionario biblico. Chi è l’Apostolo Pietro. Parte prima; – Il culto reale che si rivolge a Cristo nel Suo Vicario (29.6); – Dizionario di teologia morale. Alcuni attributi della Sovranità Pontificia; – Vita e detti dei Padri del deserto: Ilarione; – Orazione a San Ladislao Re di Ungheria (27.6); – Orazione alle Primizie dei tanti Martiri in Roma (24.6); – Preghiera ai Santi Giovanni e Paolo, Martiri (26.6); – Preghiera per l’Italia a San Guglielmo da Vercelli (25.06); – Preghiera per la Francia alla Vigilia dei Santi Pietro e Paolo (28.6). fonte – https://www.sursumcorda.cloud/tags/numero-167.html »




    https://www.sursumcorda.cloud/
    https://www.facebook.com/CdpSursumCorda/
    “Mese di giugno. Litanie del Sacro Cuore di Gesù --->”
    https://www.sursumcorda.cloud/preghi...e-di-gesu.html
    “Preghiera per la Festa del Cuore di Gesù --->”
    https://www.sursumcorda.cloud/preghi...e-di-gesu.html
    “Cuore Santissimo di Gesù fonte di ogni bene! --->”
    https://www.sursumcorda.cloud/preghi...ogni-bene.html
    "Preghiera per la Francia alla Vigilia dei Santi Pietro e Paolo (28.6) --->"
    https://www.sursumcorda.cloud/preghi...aolo-28-6.html

    «Carlo Di Pietro - Sursum Corda

    O come più viva è la nostra riconoscenza per te (Pietro), che ti degni di sostenerci così, in questo secolo insensato che, pretendendo di costruire nuovamente l’edificio sociale, volle stabilirlo sulla mobile sabbia delle opinioni umane, e che ha saputo moltiplicare soltanto i crolli e le rovine! La pietra che i moderni architetti hanno rigettata, è forse meno perciò la pietra angolare? E la sua virtù non appare forse appunto nel fatto che, rigettandola, è contro di essa che urtano e s’infrangono? https://www.sursumcorda.cloud/
    Dal numero 167 di SVRSVM CORDA® del 30 giugno 2019. Indice dei contenuti:
    - Comunicato numero 167. Gli operai della vigna del Signore;
    - Saluto a San Pietro, fondamento della Chiesa (29.6);
    - Dizionario biblico. Chi è l’Apostolo Pietro. Parte prima;
    - Il culto reale che si rivolge a Cristo nel Suo Vicario (29.6);
    - Dizionario di teologia morale. Alcuni attributi della Sovranità Pontificia;
    - Vita e detti dei Padri del deserto: Ilarione;
    - Orazione a San Ladislao Re di Ungheria (27.6);
    - Orazione alle Primizie dei tanti Martiri in Roma (24.6);
    - Preghiera ai Santi Giovanni e Paolo, Martiri (26.6);
    - Preghiera per l'Italia a San Guglielmo da Vercelli (25.06);
    - Preghiera per la Francia alla Vigilia dei Santi Pietro e Paolo (28.6).»
    https://www.sursumcorda.cloud/
    https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net...05&oe=5D7B3894
    https://www.sursumcorda.cloud/media/...ursumcorda.jpg





    https://www.sursumcorda.cloud/preghi...na-stampa.html


    “Introibo ad altare Dei. Domenica 30 giugno 2019, domenica nell'ottava del Corpus Domini (III dopo la Pentecoste) e Commemorazione di san Paolo Apostolo. All'oratorio di Potenza S. Messa alle ore 19,30. Per le altre S. Messe dell'IMBC: Sante Messe - Sodalitium

    https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net...b5&oe=5DBA2214
    https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net...91&oe=5D792C0C













    https://www.facebook.com/catholictradition2016/
    «MARTIROLOGIO ROMANO, 1955. Sancti et Sanctae Dei, orate pro nobis.»
    https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net...6a&oe=5DC234C3






    https://sardiniatridentina.blogspot....coste.html?m=1
    «DOMINICA INFRA OCTAVAM SACRATISSIMI CORDIS DOMINI NOSTRI JESU CHRISTI QUÆ EST III POST PENTECOSTEN
    (Domenica infra l'Ottava del Sacratissimo Cuore di Nostro Signore Gesù Cristo che è la III dopo Pentecoste)
    III DOMENICA DOPO PENTECOSTE

    Questa domenica, che provvidenzialmente si trova tra l’ottava del Sacro Cuore di Gesù, è un inno alla Misericordia di Dio. Il demonio assale continuamente l’uomo e molte volte gli cediamo col peccato. Allora la misericordia del Buon Pastore a cui dobbiamo ricorrere nel nostro misero stato di peccatori ci viene in aiuto, si prende cura di noi, pecorelle perdute, e ci strappa dalle grinfie del Diavolo, ricollocandoci fra le sue pecorelle.
    PROPRIUM MISSAE
    INTROITUS
    Ps 24:16; 24:18 - Réspice in me et miserére mei, Dómine: quóniam únicus et pauper sum ego: vide humilitátem meam et labórem meum: et dimítte ómnia peccáta mea, Deus meus. ~~ Ps 24:1-2 - Ad te, Dómine, levávi ánimam meam: Deus meus, in te confído, non erubéscam. ~~ Glória ~~ Réspice in me et miserére mei, Dómine: quóniam únicus et pauper sum ego: vide humilitátem meam et labórem meum: et dimítte ómnia peccáta mea, Deus meus.
    Ps 24:16; 24:18 - Guarda a me, e abbi pietà di me, o Signore: perché solo e povero io sono: guarda alla mia umiliazione e al mio travaglio, e rimetti tutti i miei peccati, o Dio mio. ~~ Ps 24:1-2 - A te, o Signore, elevo l’anima mia: Dio mio, confido in te, ch’io non resti confuso. ~~ Gloria. ~~ Guarda a me, e abbi pietà di me, o Signore: perché solo e povero io sono: guarda alla mia umiliazione e al mio travaglio, e rimetti tutti i miei peccati, o Dio mio.
    Gloria

    ORATIO
    Orémus.
    Protéctor in te sperántium, Deus, sine quo nihil est válidum, nihil sanctum: multíplica super nos misericórdiam tuam; ut, te rectóre, te duce, sic transeámus per bona temporália, ut non amittámus ætérna. Per Dominum nostrum Iesum Christum, Filium tuum: qui tecum vivit et regnat in unitate Spiritus Sancti Deus, per omnia saecula saeculorum. Amen.

    Preghiamo.
    Protettore di quanti sperano in te, o Dio, senza cui nulla è stabile, nulla è santo: moltiplica su di noi la tua misericordia, affinché, sotto il tuo governo e la tua guida, passiamo tra i beni temporali cosí da non perdere gli eterni. Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio, e vive e regna con te, in unità con lo Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen.

    LECTIO
    Léctio Epístolæ beáti Petri Apóstoli.
    1 Pet 5:6-11
    Caríssimi: Humiliámini sub coténti manu Dei, ut vos exáltet in témpore visitatiónis: omnem sollicitúdinem vestram proiiciéntes in eum, quóniam ipsi cura est de vobis. Sóbrii estote et vigiláte: quia adversárius vester diábolus tamquam leo rúgiens circuit, quærens, quem dévoret: cui resístite fortes in fide: sciéntes eándem passiónem ei, quæ in mundo est, vestræ fraternitáti fíeri. Deus autem omnis grátiæ, qui vocávit nos in ætérnam suam glóriam in Christo Iesu, módicum passos ipse perfíciet, confirmábit solidabítque. Ipsi glória et impérium in saecula sæculórum. Amen.

    Carissimi: Umiliatevi sotto la potente mano di Dio, affinché vi esalti nel tempo della sua visita: e affidate a Lui ogni vostra preoccupazione, poiché Egli stesso ha cura di voi. Siate sobrii e vigilate, poiché il vostro nemico, il diavolo, vi circonda come un leone ruggente, cercando di divorare qualcuno: ad esso resistete forti nella fede; sapendo che le medesime sofferenze hanno i vostri fratelli sparsi per il mondo. Tuttavia, il Dio di ogni grazia, che ci ha chiamati alla sua gloria eterna in Cristo Gesú, ci perfezionerà dopo che avremo sofferto un poco, e ci confermerà nella fede, ci irrobustirà. A Lui gloria e impero nei secoli dei secoli. Amen.

    GRADUALE
    Ps 54:23; 54:17; 54:19
    Iacta cogitátum tuum in Dómino: et ipse te enútriet.
    V. Dum clamárem ad Dóminum, exaudívit vocem meam ab his, qui appropínquant mihi

    Affida ogni tua preoccupazione al Signore: ed Egli ti nutrirà.
    V. Mentre invocavo il Signore, ha esaudito la mia preghiera, liberandomi da coloro che mi circondavano.

    ALLELUIA
    Allelúia, allelúia
    Ps 7:12
    Deus iudex iustus, fortis et pátiens, numquid iráscitur per síngulos dies? Allelúia.

    Alleluia, alleluia
    Iddio, giudice giusto, forte e paziente, si adira forse tutti i giorni? Alleluia.

    EVANGELIUM
    Sequéntia ✠ sancti Evangélii secúndum Lucam.
    Luc 15:1-10
    In illo témpore: Erant appropinquántes ad Iesum publicáni et peccatóres, ut audírent illum. Et murmurábant pharisaei et scribæ, dicéntes: Quia hic peccatóres recipit et mandúcat cum illis. Et ait ad illos parábolam istam, dicens: Quis ex vobis homo, qui habet centum oves: et si perdíderit unam ex illis, nonne dimíttit nonagínta novem in desérto, et vadit ad illam, quæ períerat, donec invéniat eam? Et cum invénerit eam, impónit in húmeros suos gaudens: et véniens domum, cónvocat amícos et vicínos, dicens illis: Congratulámini mihi, quia invéni ovem meam, quæ períerat? Dico vobis, quod ita gáudium erit in coelo super uno peccatóre poeniténtiam agénte, quam super nonagínta novem iustis, qui non índigent poeniténtia. Aut quæ múlier habens drachmas decem, si perdíderit drachmam unam, nonne accéndit lucérnam, et evérrit domum, et quærit diligénter, donec invéniat? Et cum invénerit, cónvocat amícas et vicínas, dicens: Congratulámini mihi, quia invéni drachmam, quam perdíderam? Ita dico vobis: gáudium erit coram Angelis Dei super uno peccatóre poeniténtiam agénte.

    In quel tempo: Si erano accostati a Gesù pubblicani e peccatori per ascoltarlo. E scribi e farisei mormoravano, dicendo: Riceve i peccatori e mangia con essi. Allora egli disse questa parabola: Chi di voi, avendo cento pecore, perdutane una, non lascia le novantanove nel deserto e va in cerca di quella smarrita finché la ritrova? E ritrovatala, non la pone contento sulle spalle e, tornato a casa, raduna amici e vicini, dicendo loro: Congratulatevi con me, perché ho ritrovata la pecora che si era smarrita? Io vi dico che in cielo vi sarà più gioia per un peccatore che fa penitenza, che non per novantanove giusti che non hanno bisogno di penitenza. E qual è quella donna che, avendo dieci dracme, se ne avrà perduta una, non accende la lucerna e non spazza tutta la casa e non cerca diligentemente finché non la ritrova? E appena l’avrà ritrovata non chiama le amiche e le vicine, dicendo loro: Congratulatevi con me, perché ho ritrovata la dracma che avevo perduta? Io vi dico che vi sarà un grande gaudio tra gli Angeli di Dio per un peccatore che fa penitenza.

    Credo

    OFFERTORIUM
    Ps 9:11-12 9:13
    Sperent in te omnes, qui novérunt nomen tuum, Dómine: quóniam non derelínquis quæréntes te: psállite Dómino, qui hábitat in Sion: quóniam non est oblítus oratiónem páuperum.

    Sperino in te quanti ti conobbero, o Signore: tu non abbandoni chi ti cerca. Salmodiate al Signore che abita in Sion perché non ha dimenticato l’orazione dei poveri.

    SECRETA
    Réspice, Dómine, múnera supplicántis Ecclésiæ: et salúti credéntium perpétua sanctificatióne suménda concéde. Per Dominum nostrum Iesum Christum, Filium tuum: qui tecum vivit et regnat in unitate Spiritus Sancti Deus, per omnia saecula saeculorum. Amen.

    Guarda, o Signore, ai doni della Chiesa che ti supplica, e con la tua grazia incessante, fa che siano ricevuti per la salvezza dei fedeli. Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio, e vive e regna con te, in unità con lo Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen.

    COMMUNIO
    Luc 15:10.
    Dico vobis: gáudium est Angelis Dei super uno peccatóre poeniténtiam agénte.

    Vi dico: che grande gaudio vi è tra gli Angeli per un peccatore che fa penitenza.

    POSTCOMMUNIO
    Orémus.
    Sancta tua nos, Dómine, sumpta vivíficent: et misericórdiæ sempitérnæ praeparent expiátos. Per Dominum nostrum Iesum Christum, Filium tuum: qui tecum vivit et regnat in unitate Spiritus Sancti Deus, per omnia saecula saeculorum. Amen.

    Preghiamo.
    I tuoi santi misteri che abbiamo ricevuto, o Signore, ci vivifichino, e, purgandoci dai nostri falli, ci preparino all’eterna misericordia.Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio, e vive e regna con te, in unità con lo Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen.»
    https://3.bp.blogspot.com/-zjf054rgj...r.%2BJesu..jpg










    https://www.radiospada.org/
    http://www.edizioniradiospada.com/
    https://www.facebook.com/radiospadasocial/

    “30 giugno 2019: DOMENICA infra l'Ottava del Sacro Cuore.”
    https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net...98&oe=5D86511D





    “30 giugno 2019: infra l'Ottava dei Ss. Pietro e Paolo.”
    https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net...e4&oe=5DC6E118





    “30 giugno 2019: Commemorazione di San Paolo apostolo.”
    https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net...03&oe=5DC6482E





    «[GLORIE DEL CARDINALATO] Venerabile Cesare Baronio (Sora, 30 ottobre 1538 – Roma, 30 giugno 1607), della Congregazione dell'Oratorio, Cardinale presbitero dei Santi Nereo e Achilleo, Bibliotecario di Santa Romana Chiesa . Discepolo di San Filippo Neri fu il suo primo successore. Uomo di grande erudizione, ricevette da Gregorio XIII l’alto incarico di rivedere il “Martyrologium Romanum”, ma soprattutto rifulse per la composizione degli “Annales Ecclesiastici”, scritti in contrapposizione alle eretiche Centurie di Magdeburgo.»
    https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net...49&oe=5DC260A6



    https://www.radiospada.org/2019/05/l...cuore-di-gesu/
    https://i0.wp.com/www.radiospada.org...pg?w=937&ssl=1





    https://www.radiospada.org/2019/06/a...-buona-stampa/

    “O gloriosissimo Apostolo, che con tanto zelo Vi adoperaste per distruggere in Efeso quegli scritti che ben conoscevate avrebbero pervertito la mente dei fedeli: deh! vogliate anche al presente volgere su di noi benigno lo sguardo. Voi vedete come una stampa miscredente e senza freno si attenti a rapirci dal cuore il tesoro prezioso della fede e della illibatezza dei costumi. Illuminate, ve ne preghiamo, o Santo Apostolo, la mente di tanti perversi scrittori, affinché desistano una buona volta dal recar danno alle anime colle loro ree dottrine e perfide insinuazioni. Suscitate in mezzo al popolo cristiano santi apostoli ed operai della Buona Stampa, che lavorino con fede, umiltà e zelo per diffondere il regno di Gesù Cristo. A noi impetrate la grazia, che, docili sempre alla voce del Supremo Gerarca, non ci diamo mai alla lettura di scritti perversi; ma cerchiamo invece di leggere, e, per quanto ci sarà dato, di diffondere quelli che, col loro pascolo salutare, aiutino tutti a promuovere la maggior gloria di Dio, l’esaltazione della sua Chiesa e la salute delle anime. Così sia.”
    https://i1.wp.com/www.radiospada.org...24%2C863&ssl=1










    Guéranger, L'anno liturgico - Domenica Terza dopo la Pentecoste
    http://www.unavoce-ve.it/pg-dopopent-dom3.htm
    «DOMENICA TERZA DOPO LA PENTECOSTE.

    Nella maggior parte delle chiese di Francia ha luogo oggi la seconda Processione del Santissimo Sacramento, così come la prima si era celebrata nella Domenica precedente. In parecchi luoghi vi è anche l'usanza di cantare in questo stesso giorno la Messa solenne del Sacro Cuore, alla quale molti fedeli non potrebbero assistere il giorno stesso della festa.
    La Messa di questo giorno è precisamente quella della terza Domenica dopo la Pentecoste. Gli ultimi decreti romani l'avevano assegnata, senza possibilità di spostamento, alla Domenica fra l'Ottava del Sacro Cuore, ottava ora soppressa.
    Sarà facile notare come i testi di questa Messa della terza Domenica dopo la Pentecoste si adattino con facilità e naturalezza alla memoria della festa del Sacro Cuore di Gesù, al punto da sembrare che siano stati composti per essa.
    MESSA
    L'anima fedele ha visto chiudersi nella sacra Liturgia la successione dei misteri del Salvatore. Lo Spirito Santo è disceso per sostenerla in quest'altra parte del ciclo, nella quale non si svolgerà più davanti ad essa che la feconda semplicità della vita cristiana. Egli la istruisce e la forma sui dati del Maestro divino risalito al cielo. E innanzitutto le insegna a pregare. Poiché la preghiera, diceva il Signore, dev'essere di tutti i giorni e di tutti gli istanti (Lc 18,1), eppure noi non sappiamo né ciò che è necessario chiedere, né come convenga farlo. Ma lo sa Colui che aiuta la nostra debolezza, e chiede in noi e per noi con gemiti inenarrabili (Rm 8, 26).
    EPISTOLA (1Pt 5,6-11). - Carissimi: Umiliatevi dunque sotto la potente mano di Dio, affinché egli vi esalti nel tempo della visita; e gettate in lui ogni vostra ansietà, perché Egli ha cura di voi. Siate sobrii e vegliate, perché il diavolo, vostro avversario, come leone ruggente vi gira intorno, cercando chi divorare; resistetegli forti nella fede, sapendo che i vostri fratelli dispersi nel mondo soffrono gli stessi vostri patimenti. Ma il Dio d'ogni grazia, il quale ci ha chiamati in Gesù Cristo all'eterna sua gloria, con un po' di patire vi perfezionerà, vi conforterà, vi confermerà. A lui la gloria e l'impero nei secoli dei secoli. Così sia.
    Le prove e il loro merito.
    Le miserie di questa vita sono la prova che Dio fa subire ai suoi soldati, per giudicarli e classificarli nell'altra secondo il loro valore. Sicché tutti, in questo mondo, hanno la loro parte di sofferenze. La gara è aperta, la battaglia ingaggiata; l'Arbitro guarda e giudica: presto darà la sentenza sui diversi meriti dei combattenti, e li chiamerà dalle fatiche dell'arena al riposo del trono su cui siede egli stesso. Beati allora quelli che, riconoscendo la mano di Dio nella prova, si saranno chinati sotto quella mano potente con amore e con fiducia! Contro queste anime forti nella fede, il leone ruggente non avrà potuto prevalere. Sobri e vigilanti nella vita del loro pellegrinaggio, senza atteggiarsi a vittime, sapendo bene che tutto soffre quaggiù, avranno unito con letizia le loro sofferenze a quelle di Cristo, e trasaliranno nella manifestazione eterna della sua gloria che sarà anche la loro eredità per i secoli senza fine.
    VANGELO (Lc 15,1-10). - In quel tempo: I pubblicani ed i peccatori si accostavano a lui per udirlo, e ne sussurravano i Farisei e gli Scribi col dire: Costui accoglie i peccatori e mangia con essi. Ed egli prese a dir loro questa parabola: Chi di voi se ha cento pecore, e ne perde una, non lascia le altre novantanove nel deserto e non va dietro a quella perduta finché non la ritrovi ? E come l'ha ritrovata, se la mette tutto allegro sulle spalle; e giunto a casa, chiama gli amici e vicini e dice loro: Rallegratevi meco perché ho ritrovato la mia pecorella smarrita ! Così vi dico, si farà più festa in cielo per un peccatore pentito, che per novantanove giusti i quali non han bisogno di penitenza. Or qual donna, se ha dieci dramme e ne perde una, non accende la lucerna e non spazza la casa e non cerca attentamente finché l'abbia trovata? E, trovatala, chiama le amiche e le vicine, dicendo: Rallegratevi meco, ché ho trovato la dramma perduta. Così, vi dico, si fa festa dinanzi agli Angeli di Dio per un peccatore pentito.
    Il premio delle anime.
    La parabola della pecorella ricondotta all'ovile sulle spalle del Pastore era cara ai primi cristiani; la si trova raffigurata dappertutto nei monumenti dei primi secoli. Essa ci ricorda il Signore Gesù che or ora risaliva trionfalmente in cielo portando con sé l'umanità perduta e riacquistata. "Chi è infatti il Pastore della nostra parabola - esclama sant'Ambrogio - se non Cristo che ti porta nel suo corpo e ha preso su di sé i tuoi peccati? Quella pecora è una per il genere, non per il numero. Ricco Pastore, di cui tutti noi formiamo la centesima parte del gregge! Poiché egli ha gli Angeli, gli Arcangeli, le Dominazioni, le Potestà, i Troni e il resto, innumerevoli greggi che ha lasciati sui monti per correre dietro alla pecora smarrita" (Comm. su san Luca, VII).
    La parabola della dracma perduta e ritrovata espone, in una forma ancora più familiare e simpatica, questa stessa dottrina che è veramente al centro dell'insegnamento del Salvatore. È per i peccatori che il Verbo si è incarnato, e per far loro conoscere il suo amore ha voluto un cuore di carne, e ha voluto che si sapesse come uno dei suoi maggiori gaudi consistesse nel ritrovare un'anima perduta. Di questo gaudio egli rende subito partecipi i suoi amici del Cielo: vuole che tutti lo provino. Anche noi su questa terra abbiamo diritto a condividerlo: come potrebbero, quelli che amano il Sacro Cuore e si uniscono a tutti i suoi sentimenti, rimanere estranei a simile felicità? Ma, tornando su noi stessi, uniremo al gaudio e alla lode che essa produce un sentimento di profonda gratitudine, dicendo con san Giovanni Eudes: "Che cosa ti renderò, o mio Salvatore; e che farò per amor tuo, giacché tu mi hai tratto fuori dagli abissi dell'inferno ogni qualvolta vi sono caduto con i miei peccati o vi sarei caduto se la carità del tuo Cuore dolcissimo non me ne avesse preservato!?" [1].
    PREGHIAMO
    O Dio, protettore di coloro che sperano in te e senza il cui aiuto niente è stabile e santo, moltiplica su di noi la tua misericordia, affinché, sotto il tuo governo e la tua guida, passiamo attraverso i beni della terra senza perdere di mira quelli eterni.
    [1] Coeur admirable, l. XII, p. 246.
    da: dom Prosper Guéranger, L'anno liturgico. - II. Tempo Pasquale e dopo la Pentecoste, trad. it. L. Roberti, P. Graziani e P. Suffia, Alba, 1959, p. 420-422.»





    www.agerecontra.it | Sito del Circolo Cattolico "Christus Rex"
    http://www.agerecontra.it/

    "Centro Studi Giuseppe Federici - sito ufficiale"
    http://www.centrostudifederici.org/

    "sito dedicato alla crisi dottrinale nella Chiesa cattolica"
    http://www.crisinellachiesa.it/

    "Sito ufficiale del Centro Culturale San Giorgio"
    http://www.centrosangiorgio.com/


    C.M.R.I. - "Congregatio Mariae Reginae Immacolata" ("Congregation of Mary Immaculate Queen" "Congregazione di Maria Regina Immacolata"):
    http://www.cmri.org/ital-index.html





    https://www.truerestoration.org/


    https://novusordowatch.org/


    ": Quidlibet : ? A Traditionalist Miscellany — By the Rev. Anthony Cekada"
    http://www.fathercekada.com/

    "Home | Traditional Latin Mass Resources"
    http://www.traditionalmass.org/

    http://www.traditionalcatholicpriest.com/





    "Como ovejas sin Pastor"
    http://sicutoves.blogspot.com/


    https://moimunanblog.com/
    https://moimunanblog.com/2019/06/28/...-de-san-pablo/
    https://i0.wp.com/www.catolicosalert...memoracion.jpg







    “Pro Fide Catholica | Le site de Laurent Glauzy”
    https://profidecatholica.com/


    https://johanlivernette.wordpress.com/


    https://lacontrerevolution.wordpress.com/


    https://sedevacantisme.wordpress.com/


    "Sede Vacante -"
    http://www.catholique-sedevacantiste.fr/


    http://wordpress.catholicapedia.net/





    Ligue Saint Amédée
    http://www.SaintAmedee.ch
    https://www.facebook.com/SaintAmedee/
    «Intransigeants sur la doctrine ; charitables dans l'évangélisation [Non Una Cum].»
    “Mieux vaut une petite œuvre dans la Vérité, qu’une grande dans l’erreur.”

    http://www.sodalitium.eu/wp-content/...let.juin19.pdf
    “Apostolat de la prière : juin 2019. En réparation pour les lois iniques et les péchés publics contre le Règne Social du Sacré Cœur de Jésus.”
    https://scontent-frt3-2.xx.fbcdn.net...0a&oe=5D5AD45D


    30 juin : Saint Paul, Apôtre des Gentils :: Ligue Saint Amédée
    “30 juin : Saint Paul, Apôtre des Gentils.”
    http://liguesaintamedee.ch/applicati...int_paul_2.jpg





    “Dimanche dans l'octave du Sacré-Cœur.”
    https://www.introibo.fr/Commentaires...-la,986#inter1
    https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net...01&oe=5DB4E6DC


    https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net...ef&oe=5DBA8AF3











    SANCTE PETRE, SANCTE PAULE, ORATE PRO NOBIS!!!
    COR JESU SACRATISSIMUM, MISERERE NOBIS!!! COR JESU ADVENIAT REGNUM TUUM - ADVENIAT PER MARIAM!!!

    Cuore Eucaristico di Gesù, accrescete in noi la fede, la speranza, la carità.
    Gloria Patri et Filio et Spiritui Sancto. Sicut erat in principio et nunc et semper et in saecula saeculorum. Amen.
    «O Santissima Trinità, vi adoro! Mio Dio, mio Dio, Vi amo nel Santissimo Sacramento!»
    CHRISTUS VINCIT, CHRISTUS REGNAT, CHRISTUS IMPERAT!!!
    Luca, SURSUM CORDA – HABEMUS AD DOMINUM!!!
    ADDIO GIUSEPPE, amico mio, sono LUCA e nel mio CUORE sarai sempre PRESENTE!
    «Réquiem aetérnam dona ei, Dómine, et lux perpétua lúceat ei. Requiéscat in pace. Amen.»

    SURSUM CORDA - HABEMUS AD DOMINUM!!! A.M.D.G.!!!

 

 

Discussioni Simili

  1. Rassegna stampa nella festa di Sant'Anastasia
    Di Luca nel forum Tradizione Cattolica
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 18-04-19, 17:29
  2. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 26-01-19, 00:19
  3. Rassegna stampa nella festa di San Bonifacio
    Di Guelfo Nero nel forum Tradizione Cattolica
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 12-06-10, 15:41
  4. Rassegna stampa nella festa di San Giorgio
    Di Guelfo Nero nel forum Tradizione Cattolica
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 23-04-10, 17:08
  5. Rassegna stampa nella festa di Sant'Ugo
    Di Luca nel forum Tradizione Cattolica
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 01-04-10, 12:42

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226