User Tag List

Risultati da 1 a 6 di 6
  1. #1
    Ghibellino
    Data Registrazione
    22 May 2009
    Messaggi
    48,890
    Mentioned
    91 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Il cristianesimo scientista: la Christian Science

    Se guardi troppo a lungo nell'abisso, poi l'abisso vorrà guardare dentro di te. (F. Nietzsche)

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Ghibellino
    Data Registrazione
    22 May 2009
    Messaggi
    48,890
    Mentioned
    91 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Re: Il cristianesimo scientista: la Christian Science

    Cos’è la Scienza Cristiana?

    AAAPrint






    Insegnamento

    La Scienza Cristiana insegna che Dio è Amore immutabile, che Egli è il potere ultimo del bene nella nostra vita e nel mondo. Su questa base, essa spiega che ognuno è buono e amato — come insegnò Gesù Cristo. Essa spiega anche quella Scienza, o leggi spirituali, che mise Gesù in grado di guarire i malati e riformare i peccatori; essa risponde inoltre alle domande sul male e sulla realtà spirituale. Articoli di fede
    Origini

    La Scienza Cristiana si fonda sulle eterne verità della Bibbia. Mary Baker Eddy scoprì queste verità bibliche nel 1866, e le descrisse in un libro che intitolò Scienza e Salute con Chiave delle Scritture. Insieme alla Bibbia, esso contiene l’intera spiegazione degli insegnamenti della Scienza Cristiana. Si tratta del suo libro più importante e più letto, ed è disponibile in 17 lingue.
    Mary Baker Eddy





    • Scopritrice e fondatrice della Scienza Cristiana.
    • Nacque nel New Hampshire nel 1821.
    • Crebbe in una devota famiglia congregazionalista.
    • Nel 1866, in fin di vita a causa di una ferita, guarì leggendo la Bibbia. Comprese così il modo in cui Gesù riusciva a guarire e questo trasformò completamente la sua vita.
    • Condivise e dimostrò la sua scoperta guarendo il prossimo e insegnandogli a guarire.
    • Nel 1875 pubblicò il suo libro più importante che spiega come le verità della Bibbia guariscono.
    • Nel 1879 fondò una Chiesa.
    • Prima della sua morte nel 1910, divenne un’americana tra le più conosciute e rispettate al mondo.
    • Viene stimata per i suoi contributi all’umanità sia all’interno che all’esterno della sua Chiesa.
    • Nel 1998 fu eletta fra i leader religiosi più importanti del 20° secolo, e prima ancora fu introdotta nella National Women’s Hall of Fame.

    Per saperne di più, si può visitare il sito Internet della Biblioteca Mary Baker Eddy:MaryBakerEddyLibrary.org (sito in inglese).
    Domande frequenti

    La Scienza Cristiana ha a che vedere con Scientology?

    No, in nessun modo.
    La Scienza Cristiana è una setta?

    No. È una religione basata sulla Bibbia che segue gli insegnamenti di Gesù Cristo.
    Consultate i medici?

    Ogni persona decide per sé, tuttavia in questo sistema di guarigione cristiano è normale far ricorso a un trattamento in preghiera.
    È possibile utilizzare questo metodo insieme alle medicine?

    Questo metodo si basa sul potere totale dello Spirito, Dio. Un sistema basato sullo Spirito come unico potere non dovrebbe essere mischiato ad altri sistemi, come le medicine, basati sul potere della materia.
    Quanto è efficace questo metodo?

    Si è dimostrato notevolmente efficace per generazioni. In proposito si possono leggere le testimonianze di guarigione in qualsiasi periodico della Scienza Cristiana.
    Come vi comportate in caso di rottura di una gamba?

    C’è chi decide di rivolgersi ad un medico per sistemare la frattura, ma in molti sono guariti con l’uso esclusivo della preghiera.
    Si tratta di guarigione attraverso la fede?

    Non si tratta della visione comune di guarigione con la fede, né di pensiero positivo o di auto-ipnosi. Certamente la guarigione basata sulla Bibbia si rifà naturalmente ad una certa misura di fede, tuttavia, in quanto scienza, richiede anche comprensione e dimostrazione.
    Dove posso trovare maggiori informazioni su ciò che insegnate su cielo, inferno, redenzione, battesimo, comunione, Gesù Cristo e su altre questioni teologiche?

    Scienza e Salute risponde a tutte queste domande. È possibile inoltre continuare a navigare su questo sito, recarsi in una Sala di lettura della Scienza Cristiana o assistere ad un servizio della chiesa.
    Articoli di fede

    "Ciò che segue è un breve esposto dei punti importanti, o articoli di fede, della Scienza Cristiana: —
    1. Quali aderenti della Verità, noi prendiamo la Parola ispirata della Bibbia come guida sufficiente alla Vita eterna.
    2. Noi riconosciamo e adoriamo un unico Dio supremo e infinito. Riconosciamo il Suo Figliuolo, unico Cristo; lo Spirito Santo o divino Consolatore; e l'uomo ad immagine e somiglianza di Dio.
    3. Noi riconosciamo che il perdono del peccato da parte di Dio consiste nella distruzione del peccato e nella comprensione spirituale che scaccia il male come irreale. Ma la credenza nel peccato viene punita finché la credenza perdura.
    4. Noi riconosciamo l'espiazione di Gesù come l'evidenza dell'efficace Amor divino, che rivela l'unità dell'uomo con Dio per mezzo di Cristo Gesù, la Guida; e riconosciamo che l'uomo viene salvato per mezzo del Cristo, per mezzo della Verità, della Vita e dell'Amore come dimostrò il Profeta di Galilea guarendo i malati e vincendo il peccato e la morte.
    5. Noi riconosciamo che la crocifissione di Gesù e la sua risurrezione servirono a elevare la fede sino alla comprensione della Vita eterna, ossia la totalità dell'Anima, Spirito, e la nullità della materia.
    6. E noi promettiamo solennemente di vegliare, e pregare affinché sia in noi quella Mente che era pure in Cristo Gesù; di fare agli altri come vorremmo fosse fatto a noi; e di essere misericordiosi, giusti e puri." (Scienza e Salute con Chiave delle Scritture da Mary Baker Eddy, p. 497-29)
    Dépliant «Che cos’è la Scienza Cristiana?»

    Puoi scaricare il nostro nuovo dépliant «Che cos’è la Scienza Cristiana?» che offre informazioni essenziali sulla teologia e la pratica della Scienza Cristiana e sulle attività de La Prima Chiesa del Cristo, Scientista, e le sue pubblicazioni.
    Cos?è la Scienza Cristiana?*/*Christian Science
    Se guardi troppo a lungo nell'abisso, poi l'abisso vorrà guardare dentro di te. (F. Nietzsche)

  3. #3
    Ghibellino
    Data Registrazione
    22 May 2009
    Messaggi
    48,890
    Mentioned
    91 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Re: Il cristianesimo scientista: la Christian Science

    http://www.christianscience.ch/IT/christianscience/index.php

    La Christian Science (Scienza Cristiana)


    Che cos'è la "Christian Science" (Scienza Cristiana)?

    La Christian Science si basa fondamentalmente sulle opere e le parole di Cristo-Gesù; essa trae la sua autorità dalla Bibbia. I suoi insegnamenti sono esposti nel libro Scienza e Salute con Chiave delle Scritture della scopritrice e fondatrice Mary Baker Eddy. Sebbene una componente importante della Christian Science consiste nella guarigione della malattia con i soli mezzi spirituali, il suo scopo più elevato è la salvezza universale, la liberazione da ogni fase del male, ivi compresi il peccato e la morte (vedi Matteo 10:8).


    Chi sono gli Scientisti Cristiani?

    Gli scientisti cristiani provengono da tutte le frange della società. Possono essere il commerciante del quartiere, il venditore di giornali dell'angolo, un collega di lavoro. Sono degli artisti, dei giuristi, degli operai, dei professori, degli agricolotori. Provengono da ogni gruppo etnico, da tutte le frange della società. Sono tutti studiosi della Bibbia e diScienza e Salute con Chiave delle Scritture.

    Gli Scientisti Cristiani vivono in ogni parte del mondo, soprattutto nei circa settanta paesi in cui sono localizzate le Chiese filiali del Cristo, Scientista. Il maggior numero di chiese si trova nei paesi di lingua inglese, gli Stati Uniti, il Canada, la Gran Bretagna e l'Irlanda, l'Australia, la Nuova Zelanda ed il Sud Africa. Seguono quindi i paesi di lingua tedesca, spagnola, francese, ed italiana.


    La “Christian Science” (Scienza Cristiana) è veramente cristiana?

    Sì, si basa sul' insegnamento e sull' esempio di Gesù. Gli Scientisti Cristiani accettano seriamente la promessa di Cristo Gesù - che i cristiani debbono guarire i malati così nonché i peccatori, nel Suo nome.


    Perché utilizzate il termine Scienza?

    Il nome scienza viene utilizzato in quanto trattasi di una sistematica applicazione di regole basate su di un principio stabilito. Essa guarisce mediante leggi divine. La consideriamo come la Scienza del Cristianesimo, che Gesù visse ed insegnò. La prova che ne deriva risulta in vite cambiate e migliorate moralmente, spiritualmente e fisicamente.


    Come interpreta la Christian Science Dio?

    Gli scientisti cristiani crediono che Dio, Spirito, è l`Essere supremo ed il Creatore dell`universo che Egli governa. Dio è onnipresente, onnisciente, onnipotente e totalmente buono.

    La sua natura è compresa mediante i sinonimi che sono utilizzati o suggeriti nella Bibbia per designarLo, quali Mente, Spirito, Anima, Principio, Vita, Verità e Amore Divini.


    Qual' è la relazione tra il genere umano e Dio?

    Ogni individuo è in realtà il figlio spirituale di un unico Padre-Madre, Dio. La vera identità spirituale di ciascuno è l'immagine e somiglianza di Dio, com' è indicato nel primo capitolo della Genesi (vedere versetti 26,27). I figli di Dio sono il Suo riflesso, la Sua espressione e oggetto della Sua infinita sollecitudine.


    Quale significato comporta Cristo Gesù per gli Scientisiti Cristiani?

    Cristo Gesù è il nostro Redentore, il Salvatore, il Figlio di Dio (vedi Giovanni 95-37). Il termine Cristo si riferisce alla natura Divina di Gesù, ossia alla sua Filialità spirituale con Dio. Dato che Gesù fu contempora neamente figlio di Dio e Figlio di Genitori, fece dal mediatore tra Dio e l'uomo. Disse di sè stesso: “Io sono la Via, la Verità, la Vita, e nessuno viene al Padre se non per mezzo di Me” (vedi Giovanni 14:6).


    Chi fu la Sig.ra Mary Baker Eddy?

    La Sig.ra Mary Baker Eddy (1821-1910) scoprì e fondò la “Christian Science” (Scienza Cristiana). Fu lei l`autrice di Scienza e Salute con Chiave delle Scritture, un vero capolavoro della guarigione il cui successo non si smentisce. Fu cresciuta da genitori prettamente congregazionalisti nello stato del New Hampshire (USA). La Bibbia fu il punto di riferimento nella sua istruzione religiona nonchè nella vita quotidiana. Durante la sua adolescenza, visse un periodo di agnonia oltre ad essere costantemente confrontata con problemi di salute.
    Onde trovare un rimedio ai problemi di salute dedicò ben vent`anni alla ricerca ed allo studio di svariati metodi curativi sotto tutti i loro aspetti senza trovarvi alcuna sikzzione o alcuna guarigione permanente, finchè scopri la "Christian Science" (Scienza Cristiana) - un vero capolavoro di benedizioni.


    La Sig.ra Mary Baker Eddy, come scopri la "Christian Science" (Scienza Cristiana)?

    Nel 1866 la Sig.ra M.B. Eddy so fratturò gravemente una gaba. Come di consueto si rivolse alla Bibbia per ottenere conforto. Mentre lesse uno dei racconti guaritori di Gesù, tutto ciò che meditò durante gli anni precedenti assunse un nuovo e più chiaro significato e la guarigione divenne istantanea. Assolutamente certa che fu Dio ad averla guarita, trascorse svariati anni Nominò la sua scoperta "christian Science" (Scienza Cristiana), spiegandola nella sua prima edizione di Scienza e Salute con Chiave delle Scriture che redasse nel 1875.


    Perchè gli Scientisti Cristiani chiamano la Sig.ra Mary Baker Eddy Leader?

    Questo termine aiuta a descrivere i suoi rapporti con i membri della sua Chiesa (vedi il Manuale della Chiesa Madre, Art.XXII, sez.1). Gli Scientisti Cristiani considerano la Sig.ra M.B.Eddy Scopritrice e Fondatrice della “Christian Science”(Scienza Cristiana), e sebbene la riveriscano non la adorano. Essa ribadì a tutti gli allievi durante i suoi insegnamenti: “...seguite la vostra Leader solo nella misura in cui essa segue il Cristo” (vedi – messaggio alla Chiesa Madre per il 1902, pag.4).


    Per gli Scientisti Cristiani, il libro Scienza e Salute con Chiave delle Scritture sostituisce La Bibbia?

    No. Scienza e Salute affianca la Bibbia. Come indica il titolo del libro, Scienza e Salute risulta la Chiave che aiuta a comprendere le Scritture. La Biblia e Scienza e Salute con Chiave delle Scritture sono i libri di studio della Scienza Cristiana e furono stabiliti Pastore della Chiesa dalla Sig.ra M.B.Eddy. Scienza e Salute fu tradotto in sedici lingue e presentato in Braille. Il testo inglese è pure disponibile su MC o CD.


    Come pregano gli Scientisti Cristiani?

    In comune a tutti i cristiani, gli Scientisti Cristiani recitano la Preghiera del Signore (cioè il Padre Nostro) rivolgendosi a Dio, l`Amore Divino, onde riconoscere il Suo potere e la sua presenza nonchè per ascoltare le Sue direttive. È una Preghiera che afferma e trasmette la bontà e la totalità di Dio, una vera potenza che sfida ogni opposizione. La preghiera è il primo argomento trattato nel libro Scienza e Salute con Chiave delle Scritture della Sig.ra. M.B. Eddy.


    Come vengono guariti i malati nella “Christian Science” (Scienza Cristiana)?

    Nella Scienza Cristiana la guarigione avviene per mezzo della Preghiera Scientifica, quale comunione spirituale con Dio. Una tale Preghiera riconosce un contatto diretto del paziente malato con l`Amore di Dio, quale trattamento specifico. Questo trattamento fà scoprire al paziente l`azione logica della Legge Divina, della salute nonchè dell`integrità. Questa Preghiera conferma Dio, o Mente Divina, quale unico guaritore, portando alla coscienza del paziente l`idea dell`Amor Divino e l`azione trasformatrice di Cristo. Una trasformazione o spiritualizzazione del pensiero cambia la condizione fisica (vedi Scienza e Salute, pag.194:8)


    A partire da quando e per quale motivo fu creata la Chiesa del Cristo, Scientista?

    Nel 1879, e più precisamente quattro anni dopo la prima pubblicazione di Scienza e Salute con Chiave delle Scritture, la Sig.ra M.B.Eddy ed alcuni suoi seguaci decisero di fondare una Chiesa designata a commemorare la parola e le opere del nostro Maestro Cristo Gesù onde “ ristabilire il cristianesimo primordiale ed il suo perduto elemento di guarigione.” La Chiesa del Cristo Scientista fu riorganizzata nel 1892 ed il Manuale della Chiesa fu pubblicato per la prima volta nel 1895 onde fornire una base amministrativa dedicata all`orientamento per lo sviluppo missionale.


    Come viene amministrata la Chiesa del Cristo, Scientista?

    Ogni singola Chiesa del Cristo Scientista sparsa per il mondo è una filiale della Chiesa Madre, e democraticamente amministrata. Ogni singolo membro di una Chiesa filiale o di una Società ha il privilegio di mettersi a disposizione della stessa, partecipando alle elezioni statutarie e svolgendo a turno le mansioni richieste.





    Contatto

    Michel Bobillier
    Rue Centrale 25
    CH-2740 Moutier
    +41 78 641 13 37
    [email protected]

    Comitato delle Pubblicazioni (COP)













    © Copyright Christian Science Schweiz


    Se guardi troppo a lungo nell'abisso, poi l'abisso vorrà guardare dentro di te. (F. Nietzsche)

  4. #4
    Ghibellino
    Data Registrazione
    22 May 2009
    Messaggi
    48,890
    Mentioned
    91 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Re: Il cristianesimo scientista: la Christian Science

    Guarire con la mente

    Miti e Riti
    Guarire con la mente
    Posted by AlfredoSaitto on Jan 22, 2012
    Non c’è rovescio senza dritto, ogni moneta ha due facce, ogni contro ha sempre un pro. Nel caso della crisi economica che sta colpendo un po’ tutto il mondo, Italia compresa, il fatto negativo del crollo del sistema finanziario è ampiamente bilanciato da una riscoperta di valori come salute, benessere, tempo libero, cura di se stessi, del proprio corpo e del proprio spirito.
    Secondo una teoria cosmologica l’universo è in continua espansione, il fenomeno della crescita è anche tanto importante nell’uomo, fin dalla nascita siamo bombardati da vari stimoli che ci obbligano a crescere: nel corpo, nelle capacità psichiche e spirituali. La nostra crescita fisica è stimolata dagli ormoni del nostro sistema ghiandolare, la crescita psicologica ha bisogno di altri stimoli, determinati da situazioni ambientali e da rapporti sociali, la crescita spirituale ha le sue stimolazioni, anche se meno decisive, perché più interne e più complesse; un esempio può essere l’esigenza d’affetto, di autoaffermazione, di buone relazioni con le forze superiori. Questi stimoli non ci lasciano mai fermi, mai appagati, ci spingono verso qualche cosa di sempre più alto e più profondo. Uno degli stimoli più forti è senza dubbio la malattia, l’organismo malato posto in una situazione d’emergenza, è stimolato a potenziare tutte le sue facoltà, per combattere la causa che ha provocato lo squilibrio. Ma è soprattutto lo spirito che la malattia deve stimolare.
    La malattia è il segnale di un’attuale o incipiente e progressiva disarmonia. Un modo per guarire è ritrovare la “via” che ci consente di superare il dualismo implicito nella natura apparente degli esseri e delle cose. Riuscire, cioè, a percepirne l’essenza unica.
    Il nuovo millennio si è aperto con il tema del benessere (fisico e mentale) in primo piano. Per questo il “dibattito” sulle possibili soluzioni trova spazio quasi ovunque: filosofia, religione, medicina, stile di vita, spiritualità, cultura sociale, cronaca, ecologia… affrontano il tema dai più svariati punti di vista. Ecco quindi che il cibo è strettamente connesso con le calorie, le scelte sociali e politiche con lo status delle popolazioni, la salvezza del pianeta con qualità della vita, la felicità con un fisico in forma, la tempra dell’anima con la disponibilità verso l’altro, la cura della malattia con lo condizione mentale… e la lista potrebbe continuare all’infinito.
    Il tema è vasto e la bibliografia monumentale. Provare ad identificare la migliore pratica diventa un esercizio complicato e pieno di distinguo, posizioni, punti di vista, case history, credi radicati e, per questo, cercheremo di riportare quello che ci ha particolarmente colpito in una sorta di volo radente a largo raggio, senza nessuna pretesa né di classificare, né di escludere quello che non avremo modo di citare.
    Abbiamo notato che è particolarmente condiviso questo concetto: per guarigione spirituale (spiritual healing) si intende la possibilità di risanare (guarire), di superare gli handicap temporanei fisici o psichici, entrando in sintonia con la Verità.
    Per ognuno di noi un percorso interiore
    Perché parlare di benessere e di una via di guarigione? Naturalmente perché ciascuno di noi è nato, prima di tutto e soprattutto, per essere felice, per dare e ricevere gioia. Il benessere e l’essere felice, sono sicuramente un diritto ma anche un dovere per ciascun essere umano.
    Certo è che il vero benessere è globale.
    Quando si tira in ballo il vero benessere, parliamo, pertanto, di un benessere che coinvolge contemporaneamente la sfera fisica, psichica e sociale di ciascuno di noi. Parliamo di gioia, o, se volete, di felicità. La via della guarigione, se è veramente tale, deve essere un percorso che porta al benessere globale, quindi, alla gioia ed alla felicità.
    Si evince che ciascuno di noi ha il dovere di apprendere i segreti e di impegnarsi a conoscere ed a sviluppare le capacità che portano a dare ed a ricevere gioia.
    Non dimentichiamo, che la pratica meditativa è forse il metodo più idoneo, assieme alla preghiera, per entrare in sintonia con la dimensione della ricettività umile, con il mistero dell’esistenza. Essa, la meditazione, rimane comunque il compimento indispensabile di qualunque speculazione teorica.
    Sulla meditazione si basano: lo Joga, gli Osho Chakra e Mandala, la Scienza Cristiana, il Qi Gong Taoista, i Vipassana e Zen Buddhisti ed infinite pratiche New Age e sciamaniche.
    Quando cerchiamo di crescere spiritualmente, tentando di diventare canali per la guarigione, entriamo su un suolo sacro. Poiché veniamo a contatto con la Prima Causa, Dio, quando eleviamo la nostra coscienza e cerchiamo di elevare le vibrazioni in un’altra persona per facilitare la guarigione. Questo è ciò che la ricreazione, la rigenerazione stanno a significare.
    Se la mattina non ci alziamo con entusiasmo, pronti ad accogliere con gioia il nuovo giorno, se la sera non andiamo a letto stanchi, sazi e soddisfatti della giornata, se non illuminiamo il nostro cammino ed il cammino di chi ci sta accanto, se non siamo felici e, soprattutto, gioiosi di vivere, pur con tutte le difficoltà che la vita ci riserva, allora abbiamo bisogno di guarire ed abbiamo, soprattutto, bisogno di investire su di noi e di impegnarci a percorrere la via della guarigione. Se non si è in uno stato di gioia e se non si riesce a diffondere benessere, vuol dire che si ha bisogno di un percorso per guarire.
    Provando a semplificare quello che, certo, non è semplice, vogliamo segnalare una pratica di meditazione “facile”, o, almeno, la più naturale possibile che ci ha molto colpito.
    Secondo i saggi toltechi dell’antico Messico, “imparare a camminare è imparare a vivere”. I principi filosofico-spirituali di questa antica tradizione sciamanica vengono applicati alla nostra azione più naturale, il camminare, facendone un valido strumento per ottenere un duraturo benessere psicofisico. Alcuni studiosi hanno identificato ben 45 semplici esercizi di “meditazione in movimento” che consentono di imparare a camminare in modo da sviluppare l’attenzione, espandere la coscienza, acquietare la mente, aumentare il benessere, rafforzare lo spirito di gruppo, vincere la solitudine, ritrovare armonia ed equilibrio e favorire la visione notturna.
    Usando lo stesso parametro verrebbe da chiedersi quali sono altre facili “ginnastiche” che si possono mettere in pratica per aumentare il nostro benessere; la medicina tradizionale è sempre prodiga di consigli su quotidiani, riviste e blog e la medicina alternativa si sta dando molto da fare per dare altrettanti suggerimenti naturali. Fra questi, le diverse tecniche respiratorie e meditative sembrano essere le più diffuse e praticate perché semplici ed efficaci (a breve termine).
    In conclusione, ribadiamo che la malattia od il benessere fisico, psichico e sociale non sono eventi fortuiti, ma hanno sempre delle cause e sono sempre la conseguenza di scelte nostre o di qualcun altro. Allo stesso tempo, ogni individuo ha il diritto alla salute ed alla gioia, ma ha anche il dovere corrispondente di impegnarsi per imparare cosa deve fare per raggiungere questo obiettivo.

    https://scienzacristianadotnet.wordp...-con-la-mente/


    Se guardi troppo a lungo nell'abisso, poi l'abisso vorrà guardare dentro di te. (F. Nietzsche)

  5. #5
    Ghibellino
    Data Registrazione
    22 May 2009
    Messaggi
    48,890
    Mentioned
    91 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Re: Il cristianesimo scientista: la Christian Science

    ntervista del blogger Francesco Galgani a Cristina E. Cordsen, rappresentante di
    Scienza Cristiana per l'Italia


    Le interviste sono pubblicate con una licenza Creative Commons BY-NC-SA, in modo da favorirne e autorizzarne la riproduzione e diffusione tramite qualunque mezzo, purché nel rispetto di quanto specificato nella licenza stessa e con l'indicazione che la pagina principale del progetto è:
    Conosciamoci - Un incontro interreligioso | Informatica Libera - Blog di Francesco Galgani

    D: Per prima cosa, ringrazio Lei e la Scienza Cristiana per l'Italia per aver aderito al progetto “Conosciamoci – Un incontro interreligioso”.
    Il progetto, che vuole concretizzarsi nella pubblicazione di una serie di interviste che offrano un assaggio del variegato panorama religioso italiano, è mosso dal rispetto per il percorso di vita di ogni persona e per le sue scelte religiose. Lo slogan “Non esiste il nemico, esiste solo il frutto dell'orgoglio e dell'ignoranza”, che etichetta il senso di questa iniziativa, esprime quel desiderio di pace che motiva questo tentativo ambizioso.
    Per cominciare, può illustrarci con parole semplici, comprensibili anche a chi ha una cultura, una formazione o un percorso di vita lontani dalla vostra religione, che cos'è la Scienza Cristiana per l'Italia?
    R: In Italia, come in tutto il mondo, la Scienza Cristiana vuole dimostrare la rilevanza e l'applicabilità degli insegnamenti di Gesù alla vita quotidiana moderna. È stata fondata nel 19° secolo da Mary Baker Eddy, una donna americana profondamente religiosa e grande studiosa della Bibbia, che cercò di comprendere la scienza che stava dietro alle guarigioni di cui aveva fatto esperienza, una delle quali in punto di morte. Espose le sue conclusioni nel libro: "Scienza e Salute con Chiave delle Scritture".D: Qual è il punto o quali sono i punti cardine del vostro credo?R: Gli Scientisti Cristiani prendono la Parola ispirata della Bibbia come guida sufficiente alla Vita eterna. Comprendono che la preghiera che riforma il peccatore e sana gli infermi è una fede assoluta che ogni cosa è possibile a Dio — una comprensione spirituale di Lui, un amore spoglio del sé. S'impegnano a vegliare e pregare affinché sia in loro quella Mente che era pure in Cristo Gesù; di fare agli altri come vorrebbero fosse fatto a loro; e di essere misericordiosi, giusti e puri.
    Nella Scienza Cristiana apprendiamo che Gesù ci insegnò a conoscere il potere di Dio, Spirito, di guarire la malattia come il peccato. Se esiste un solo Dio, e Dio è onnipotente, buono e vero, allora il suo opposto, il male deve essere non vero. E questo antidoto guaritore usato da Gesù è a nostra disposizione qui e ora, proprio come ai tempi di Gesù, perché la sua fonte è Dio, che è presente qui e ora.
    D: La preghiera è una parte importante del vostro credo? Se sì, qual è il senso della preghiera?R: La preghiera non può cambiare la verità del nostro essere, ma tende a metterci in armonia con essa. Per pregare in modo giusto, dobbiamo entrare nella cameretta e serrarne la porta. Dobbiamo chiudere le labbra e ridurre al silenzio i sensi materiali. Nel quieto santuario dei sinceri desideri ardenti dobbiamo negare il peccato e affermare la totalità di Dio. Dobbiamo decidere di far fronte alle difficoltà e andare avanti con cuore onesto a lavorare e vigilare per scoprire la saggezza, la Verità e l'Amore. Non dobbiamo mai "cessar di pregare". Tale preghiera viene esaudita nella misura in cui mettiamo in pratica i nostri desideri. L'ingiunzione di Gesù Cristo è che si preghi nel segreto e che la nostra vita attesti la nostra sincerità.D: Che significato ha la parola “fede” nella vostra religione? E' un dono? E' una scelta? E' qualcos'altro?R: Nella Scienza Cristiana "fede" significa aver fiducia in Dio, cioè il bene. La fede fa parte di un percorso che ci porta, appunto, a riporre totale fiducia in Dio in ogni aspetto della nostra vita quotidiana. Mary Baker Eddy ci dice: “Il senso spirituale, che contraddice i sensi materiali, include intuizione, speranza, fede, comprensione, fruizione, realtà… Le idee spirituali conducono alla loro origine divina, Dio, e al senso spirituale dell’essere”.D: Lei ritiene che la vostra religione possa contribuire alla felicità delle persone?R: "La Scienza inevitabilmente eleva il nostro essere più in alto sulla scala dell'armonia e della felicità", dice Mary Baker Eddy. "Il bello nel carattere è anche il buono, che salda indissolubilmente i legami dell'affetto." Si è felici quando si è soddisfatti. Quando si fanno le cose giuste e si è onesti, non si hanno sensi di colpa. La Scienza Cristiana è fonte di molte soddisfazioni e felicità proprio perché si concentra su ciò che è vero ed importante, su cose spirituali, e non su possedimenti materiali che un giorno si hanno e l'altro scompaiono. La fiducia nella realtà di ciò che è reale ci permette di scoprire che "il Regno di Dio è dentro di noi" qui e ora, e la felicità sta nell'essere nel Regno di Dio, il modo di vedere il mondo in cui si riconosce che solo il bene governa.D: Un leader contemporaneo per la pace ha dichiarato che “per troppo tempo la specie umana è stata delusa da religioni, filosofie e ideologie che non hanno saputo rispettare gli esseri umani, le donne e la vita”. Nella vostra religione, che valore date alla vita? E alle donne?R: La Vita è Dio, quindi molto importante. Uno dei Dieci Comandamenti a cui gli Scientisti Cristiani aderiscono, dice di non uccidere. Prendiamo questo comandamento molto seriamente. Inoltre, se il motto dello Scientista Cristiano è di fare agli altri come vorrebbe che fosse fatto a lui, sicuramente la mancanza di rispetto, l'uccidere o l'essere ingiusti non può far parte della sua condotta.
    Riguardo alle donne, Mary Baker Eddy dice: "La legge civile stabilisce distinzioni molto ingiuste fra i diritti dei due sessi. La Scienza Cristiana non offre alcun precedente per tale ingiustizia, e la civiltà la mitiga in qualche misura. Tuttavia, è sorprendente che la consuetudine debba accordare alla donna meno diritti di quanti ne accordi la Scienza Cristiana o la civiltà." Si pensi anche al fatto che Mary Baker Eddy, la fondatrice della Scienza Cristiana, era una donna e nonostante questo riuscì a stabilire una religione in un periodo in cui le donne non avevano molti diritti, e la fondazione di una religione era impensabile.
    D: Che cosa fate per diffondere nella società ciò in cui credete?R: La Prima Chiesa del Cristo, Scientista, è designata ad essere edificata sulla comprensione e la dimostrazione della divina Verità, Vita e Amore, guarendo e salvando il mondo dal peccato e dalla morte e, per lo scientista cristiano, l'unico modo efficace di diffondere la Scienza Cristiana è tramite l'opera di guarigione che essa compie, e l'aiuto che porta ai bisognosi e a coloro che si affidano a Dio, che è tutto il bene. Lo Scientista Cristiano è sempre pronto ad aiutare il prossimo a comprendere meglio Dio. Testimonianze di guarigione vengono pubblicate nei periodici della Scienza Cristiana, uno dei quali è la rivista in italiano: "L'Araldo della Scienza Cristiana" disponibile su Internet (vedi link in calce). Esiste anche un Consiglio per le Conferenze costituito da oratori esperti che spiegano le loro esperienze nella Scienza Cristiana al pubblico. La rete di Comitati di Pubblicazione aiuta a correggere incomprensioni sulla Scienza Cristiana anche a livello legislativo e giornalistico.D: C'è uno scopo ultimo a livello sociale della vostra religione?R: La conoscenza di Dio e i suoi benefici in tutti gli aspetti della vita pratica sono il migliore scopo ultimo a livello personale e quindi anche sociale.
    La salvezza dell'uomo e dell'umanità e la vera comprensione di Dio sono lo scopo principale; una missione come quella di Gesù Cristo, che cerchiamo di seguire il più possibile.
    D: Un'epoca senza guerre armate cruente è ancora inedita nella storia dell'umanità: sulla base del vostro pensiero religioso, credete nella possibilità di realizzare un periodo storico nuovo diverso dai precedenti? Se sì, come?R: Rispondendo con le parole di Mary Baker Eddy: "Quando la Scienza dell'essere verrà universalmente compresa, ogni uomo sarà il proprio medico, e la Verità (Dio) sarà la panacea universale."
    "Un Dio infinito, il bene, unifica uomini e nazioni; costituisce la fratellanza dell'uomo; mette fine alle guerre; adempie il detto delle Scritture: "Ama il tuo prossimo come te stesso"; annienta l'idolatria pagana e cristiana — tutto ciò che è ingiusto nei codici sociali, civili, criminali, politici, e religiosi; stabilisce l'uguaglianza dei sessi; annulla la maledizione che pesa sull'uomo, e non lascia nulla che possa peccare, soffrire, essere punito o distrutto."
    Il nostro senso spirituale, ci permette di percepire la realtà divina (che riconosce un Dio infinito) e ci fa vedere che fare esperienza del Regno di Dio è una possibilità presente.
    D: Secondo l'“Enciclopedia delle Religioni in Italia” (Elledici, Torino, 2013), attualmente in Italia ci sono 836 confessioni religiose. Presumo che solo pochi studiosi si siano cimentati nell'ardua impresa di avere una conoscenza di ciascuna di esse, pertanto mi rendo conto che la domanda che sto per farLe può essere complicata: secondo la Sua esperienza, oppure secondo ciò in cui Lei crede, ritiene che esista, o che possa esistere, una saggezza o un valore positivo intrinseci in ogni religione?Sì, se la Verità è vera, è vera per tutti. Questa viene riconosciuta con parole diverse e magari attribuita a fenomeni diversi, ma la Verità alla fine si manifesterà e verrà riconosciuta da tutti come tale, a prescindere dalle parole utilizzate per esprimerla nelle diverse religioni.D: La diversità tra le religioni è un valore positivo, è una ricchezza, oppure è un problema?R: Le diversità sono come colori, il mondo perderebbe molto non esprimendosi tramite la varietà di colori. Ciascuna religione coglie un aspetto diverso, diverse sfumature, della Verità.D: E' possibile un dialogo e un reciproco miglioramento tra le religioni?R: Il dialogo è un elemento necessario. Mary Baker Eddy ci dice: "La felicità è spirituale, nata dalla Verità e dall'Amore, non è egoista, quindi non può esistere da sola, ma vuole che tutto il genere umano vi partecipi." "La verifica dopo ogni preghiera è di chiedersi: 'Amiamo di più il nostro prossimo perché abbiamo pregato?'" Ciò significa che non si può escludere nessuno.D: Avete partecipato a incontri pubblici con altre confessioni religiose?R: Si, vari incontri organizzati per lo scambio interreligioso. La nostra chiesa di Aosta tiene degli incontri regolari con i gruppi di "Insieme per la Pace" che si riuniscono con cadenze regolari.D: Crede che sia possibile un sodalizio tra le religioni per l'obiettivo della pace, nel senso più ampio che questa parola può assumere?R: Si, ne sono convinta; il mondo è pieno di guerre religiose e non, ma se si va alle origini di questi conflitti è facile capire che sono frutto degli interessi umani, privi di buon senso.D: Come può contribuire, oppure come già contribuisce, la Scienza Cristiana per l'Italia nella gestione e risoluzione dei conflitti?R: Per la Scienza Cristiana il mezzo più potente per la risoluzione e gestione dei conflitti è la preghiera.
    Come detto in precedenza, il comprendere meglio Dio come la fonte di tutto il bene, e la preghiera che asserisce questo fatto "unifica uomini e nazioni".
    D: Ha un messaggio per tutti, anche per coloro che non si riconoscono nel vostro credo, ma che desiderano la pace?R: Studiamo per conoscere la volontà di Dio per noi e per scoprire che questo è tutto quello che abbiamo desiderato da sempre senza saperlo.D: Il mio invito, rivolto a tutti coloro che leggeranno l'intervista, è quello di non fermarsi mai alla prima impressione, perché la conoscenza reciproca richiede sempre tempo e disponibilità, inoltre è difficile sintetizzare in poco spazio un sistema di pensiero religioso. I temi qui proposti, ovviamente, sono sempre aperti ad approfondimenti e confronti.
    Coloro che desiderano maggiori informazioni su Scienza Cristiana per l'Italia, a chi possono rivolgersi?
    R:I siti italiani di riferimento sono:

    D: Ci sono libri o altri testi di cui vuole consigliare la lettura?R: Il libro di testo scritto dalla fondatrice Mary Baker Eddy, "Scienza e Salute con Chiave delle Scritture" tradotto in italiano con l'originale inglese a lato di ogni pagina, acquistabile in Italia, contiene tutta la teologia della Scienza Cristiana. Volendo poi approfondire ulteriormente, oltre agli altri testi della Fondatrice tradotti in italiano, è possibile studiare le lezioni bibliche settimanali che elencano passaggi dalla bibbia e da "Scienza e Salute con Chiave delle Scritture" pubblicate nella rivista trimestrale “Libretto Trimestrale” della Scienza Cristiana.
    Conosciamoci - Intervista alla Scienza Cristiana per l'Italia | Informatica Libera - Blog di Francesco Galgani


    Se guardi troppo a lungo nell'abisso, poi l'abisso vorrà guardare dentro di te. (F. Nietzsche)

  6. #6
    Ghibellino
    Data Registrazione
    22 May 2009
    Messaggi
    48,890
    Mentioned
    91 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Re: Il cristianesimo scientista: la Christian Science

    Il Discorso del Re

    Ho letto con molto interesse un l’articolo riguardo la responsabilità di 3 geni nei confronti della balbuzie. E’ incredibile quanto poco ancora si sa del corpo umano e di come l’interdipendenza o l’assenza di geni causi una malattia e/o un difetto piuttosto che un altro. Non è mia intenzione entrare nel campo medico perché non di mia competenza, ma voglio prendere spunto dal film “Il discorso del Re”per raccontare qualcosa che forse in pochi sanno.
    Logue era un abile ed affermato signore australiano, privo delle necessarie qualifiche per esercitare come logopedista, ma nonostante questo sarà proprio lui ad aiutare Re Giorgio VI a guarire dal suo problema. Logue è un personaggio anticonvenzionale, affascinante e appassionato, entusiasta della vita e del suo mestiere che era quello di guarire, esattamente come il mandato della religione della quale faceva parte: la Scienza Cristiana. Nel film, per ovvii motivi, non c’è alcuna evidenza, di questa sua appartenenza, ma nella biografia “Lionel Logue The King’s Mentor” dell’australiano Norman C. Hutchinson si legge come Logue si servisse di idee in associazione ad una pratica guaritrice che si stava diffondendo rapidamente negli anni in cui lui si trasformò da attore, insegnante e oratore a terapeuta del linguaggio.
    Queste idee, tratte dalla Scienza Cristiana, si basano sulle guarigioni di Cristo e sono chiaramente espresse nel libro“Scienza e Salute con Chiave delle Scritture”, scritto da Mary Baker Eddy, fondatrice della Scienza Cristiana.
    Il passato di Logue come attore ed esperto in dizione, lo mettono in contatto con “alunni” (è così che Logue preferiva chiamare i suoi pazienti) balbuzienti o affetti da disturbi del linguaggio e con tutti, futuro Re incluso, Logue lavora sulla necessità di liberarsi dalla paura che li opprime: “Vorrei si rendesse conto che non può essere governato dalla paura”, dice a Logue al Principe Giorgio nel film. Molto poco si sapeva delle tecniche che l’originale logopedista usava, ma il regista Tom Hooper, prima di girare il film, ha avuto accesso all’archivio tenuto fino ad ora segreto dal nipote di Logue, Mark. Le ricerche di Hooper hanno rivelato che più che concentrarsi sui difetti del linguaggio dati da una deficienza fisica, il trattamento è rivolto ad un malessere di natura mentale. Dunque un approccio spirituale alla guarigione che sradica la paura sulla base di una comprensione della natura di Dio come “amore perfetto” come descritto nella Bibbia.
    Non voglio dilungarmi, ma volevo evidenziare come il benessere non è altro che l’integrazione fra il corpo, mente e spirito, nonché il costante sviluppo del significato che ognuno di noi dà alla propria vita. Uno spirito sano riflette benessere sul corpo e la leggerezza di un pensiero privo di materia dà vigore e freschezza alla monotonia delle nostre azioni. Vivere la propria vita ricercando la spiritualità è fonte di benessere ed armonia. E’ questo quanto afferma la Scienza Cristiana, religione ormai praticata da più di 100 anni e sicuramente una voce autorevole in questo campo che testimonia come nella vita pratica il collegamento fra salute e spirito sia costante. Data la natura infinita dello spirito, infinite sono anche le vie per trovare la salute e la guarigione, rivolgendosi ad un potere al di fuori del corpo, un potere spirituale. Al giorno d’oggi ognuno di noi è alla continua ricerca di mezzi e modi meno costosi per rimanere sano ed è anche per questo che la spiritualità e la salute diventeranno alleati sempre più forti.
    FONTI
    . Logue was a Christian Scientist — Nov 15, 2010 … Lionel Logue was a Christian Scientist and as the Sydney Morning Herald wrote: “As a Christian Scientist, Logue was passionate about healing” …Wikipedia
    . Jan 1, 2011 … Logue was a charismatic man, by all accounts, a firm Christian Scientist with faith in himself as a healer. … Logue, Lionel George (1880 – 1953) – Australian Dictionary of Biography
    . LOGUE, LIONEL GEORGE (1880-1953), speech therapist, was born on 26 February 1880 at College Town, … A Christian Scientist, Logue was dedicated to healing. Nocookies | The Australian

    https://scienzacristianadotnet.wordp...scorso-del-re/
    Se guardi troppo a lungo nell'abisso, poi l'abisso vorrà guardare dentro di te. (F. Nietzsche)

 

 

Discussioni Simili

  1. origini del pensiero scientista
    Di Fabrizio Fratus nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 13-12-07, 20:28
  2. origini del pensiero scientista
    Di Fabrizio Fratus nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 12-12-07, 23:23
  3. origini del pensiero scientista
    Di Fabrizio Fratus nel forum Padania!
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 12-12-07, 23:22
  4. Le origini del pensiero scientista
    Di Fabrizio Fratus nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 12-12-07, 23:20
  5. Nevrotica Sclerosi Scientista
    Di araknerosso nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 19-06-05, 12:06

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226