User Tag List

Pagina 159 di 160 PrimaPrima ... 59109149158159160 UltimaUltima
Risultati da 1,581 a 1,590 di 1600
Like Tree391Likes

Discussione: Il paradosso di Fermi secondo Roger Penrose

  1. #1581
    In hoc papero vinces
    Data Registrazione
    07 Apr 2009
    Messaggi
    57,646
    Inserzioni Blog
    9
    Mentioned
    591 Post(s)
    Tagged
    29 Thread(s)

    Predefinito Re: Il paradosso di Fermi secondo Roger Penrose

    Nella Via Lattea almeno una trentina di civiltà intelligenti
    La stima ottenuta applicando la teoria dell'evoluzione su scala cosmica


    https://www.ansa.it/canale_scienza_t...9cfd81cee.html
    Far ragionare un idiota non è impossibile, è inutile

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #1582
    mod. Scienza&Tecnologia
    Data Registrazione
    02 Oct 2015
    Messaggi
    5,106
    Mentioned
    151 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Re: Il paradosso di Fermi secondo Roger Penrose

    Citazione Originariamente Scritto da Marximiliano Visualizza Messaggio
    Nella Via Lattea almeno una trentina di civiltà intelligenti
    La stima ottenuta applicando la teoria dell'evoluzione su scala cosmica


    https://www.ansa.it/canale_scienza_t...9cfd81cee.html
    https://arxiv.org/abs/2004.03968

    la stima e' di 36-32+175 civilizzazioni... dichiarato come limite inferiore.. il che significa che, date le barre di errore, ci possono essere "almeno 0 civilizzazioni nella galassia".

    ovvero non significa praticamente nulla.

    l'esercizio e' comunque interessante anche se dipende da una gran quantita di assunzioni..
    Biordo likes this.
    If we are honest - and scientists have to be - we must admit that religion is a jumble of false assertions. P. Dirac

  3. #1583
    Forumista senior
    Data Registrazione
    25 Nov 2019
    Messaggi
    2,669
    Mentioned
    38 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Il paradosso di Fermi secondo Roger Penrose

    Citazione Originariamente Scritto da Marximiliano Visualizza Messaggio
    Nella Via Lattea almeno una trentina di civiltà intelligenti
    La stima ottenuta applicando la teoria dell'evoluzione su scala cosmica


    https://www.ansa.it/canale_scienza_t...9cfd81cee.html
    Io invece credo che non ce ne sia neanche una. Anzi, sono ragionevolmente certo di essere l'unico essere intelligente nell'intero universo, che è comunque una mia creazione s'intende...
    https://it.wikipedia.org/wiki/Solipsismo

  4. #1584
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    19 May 2012
    Messaggi
    5,671
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Il paradosso di Fermi secondo Roger Penrose

    “Per capire chi vi comanda basta scoprire chi non vi è permesso criticare”

  5. #1585
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    04 May 2009
    Messaggi
    6,953
    Mentioned
    34 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Re: Il paradosso di Fermi secondo Roger Penrose

    Citazione Originariamente Scritto da topquark Visualizza Messaggio
    https://arxiv.org/abs/2004.03968

    la stima e' di 36-32+175 civilizzazioni... dichiarato come limite inferiore.. il che significa che, date le barre di errore, ci possono essere "almeno 0 civilizzazioni nella galassia".

    ovvero non significa praticamente nulla.

    l'esercizio e' comunque interessante anche se dipende da una gran quantita di assunzioni..
    Senza pretendere di aver letto il paper con attenzione, direi che 36 civiltà su 400 miliardi di stelle ai fini pratici assomiglia moltissimo 0 (1 includendo noi). L'esercizio è interessante, ribalta la prospettiva della famosa "equazione" di Drake concentrandosi invece su quello che "sappiamo", cioé su quello che è successo sulla terra. Ma il problema di trarre conclusioni statistiche partendo da un campione di uno non è ovviamente superabile (anche se quello chiaramente vale per praticamente qualunque studio sul tema).
    topquark likes this.

  6. #1586
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    04 May 2009
    Messaggi
    6,953
    Mentioned
    34 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Re: Il paradosso di Fermi secondo Roger Penrose

    Citazione Originariamente Scritto da taxydriver Visualizza Messaggio
    il problema è che cosa significa esattamente potenziale terra. Se, ad esempio, come molti sostenitori della "terra rara" sospettano, un satellite come la nostra Luna è necessario per lo sviluppo della vita complessa, quel numero sarà molto più basso. La verità è che non siamo sicuri di che cosa renda un pianeta veramente "abitabile". Il che, sia chiaro, potrebbe teoricamente andare anche in senso contrario, magari vediamo come strettamente necessarie delle caratteristiche che non lo sono. Ma personalmente la teoria della "terra rara" mi sembra molto plausibile.
    topquark likes this.

  7. #1587
    mod. Scienza&Tecnologia
    Data Registrazione
    02 Oct 2015
    Messaggi
    5,106
    Mentioned
    151 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Re: Il paradosso di Fermi secondo Roger Penrose

    riassunto:
    per quanto sia plausibile l'esistenza di qualche decina di civilizzazioni intelligenti nella ns galassia, la verità è che per il momento non lo sappiamo.
    Biordo, taxydriver and Darwin like this.
    If we are honest - and scientists have to be - we must admit that religion is a jumble of false assertions. P. Dirac

  8. #1588
    In hoc papero vinces
    Data Registrazione
    07 Apr 2009
    Messaggi
    57,646
    Inserzioni Blog
    9
    Mentioned
    591 Post(s)
    Tagged
    29 Thread(s)

    Predefinito Re: Il paradosso di Fermi secondo Roger Penrose

    Comunque il problema è sempre quello dei sistemi complessi. In questo caso alla complessità del sistema bisogna aggiungere il fattore tempo, per cui appare veramente difficile il fare delle valutazioni o anche solo il riuscire a elencare tutti i fattori che possono essere rilevanti, ancor più se si pretende di pesarli. Naturalmente questo non significa che non possa essere un buon esercizio mentale...
    Biordo, taxydriver and Darwin like this.
    Far ragionare un idiota non è impossibile, è inutile

  9. #1589
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    15 Dec 2010
    Messaggi
    18,803
    Mentioned
    218 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Re: Il paradosso di Fermi secondo Roger Penrose

    Citazione Originariamente Scritto da Marximiliano Visualizza Messaggio
    Comunque il problema è sempre quello dei sistemi complessi. In questo caso alla complessità del sistema bisogna aggiungere il fattore tempo, per cui appare veramente difficile il fare delle valutazioni o anche solo il riuscire a elencare tutti i fattori che possono essere rilevanti, ancor più se si pretende di pesarli. Naturalmente questo non significa che non possa essere un buon esercizio mentale...
    Mi trovi d'accordo , il vero valore aggiunto di questi studi è appunto il ragionamento sui possibili fattori rilevanti e sulle modalità di calcolo degli stessi consapevoli che il risultato finale sia da prendere con le 'molle' visto le incertezze che risiedono a tutti i livelli del calcolo: fattori , peso relativo e loro diretta misura.
    Io stimo più il trovar un vero, benché di cosa leggiera, che 'l disputar lungamente delle massime questioni senza conseguir verità nissuna

  10. #1590
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    04 May 2009
    Messaggi
    6,953
    Mentioned
    34 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Re: Il paradosso di Fermi secondo Roger Penrose

    https://www.dagospia.com/rubrica-29/...ina-247105.htm

    (linko dagospia ma la fonte è il Sole 24h)

    FORSE C'È VITA SU VENERE (CHIAMALA VITA) - SCOPERTA LA FOSFINA, UN COMPOSTO DEL FOSFORO E DELL'IDROGENO, NELLE NUBI A 50-60 CHILOMETRI DAL SUOLO. LA FOSFINA CE L'ABBIAMO ANCHE QUI SULLA TERRA, SI FORMA IN AMBIENTI SENZA OSSIGENO, COME LO STOMACO DI ALCUNI ANIMALI O NEI PROCESSI DI DECOMPOSIZIONE, E HA UN ODORE FORTE. DICIAMOLA TUTTA: PUZZA. È PERÒ, PROPRIO PER QUESTA SUA ORIGINE, CONSIDERATA UN SEGNO DELLA PRESENZA DI VITA, ALMENO MICROBICA. NIENTE VENUSIANI


    Leopoldo Benacchio per www.ilsole24ore.com

    Su Venere, pianeta terribilmente inospitale, potrebbe esserci della vita, microbi che fluttuano nell'atmosfera, a 50-60 chilometri di altezza dal suolo. Notizia sbalorditiva, e anche imbarazzante dato che non si capisce proprio chi generi la fosfina, un composto del fosforo e dell'idrogeno, che scienziati di alto livello hanno visto con due dei più importanti telescopi esistenti: quello ottico alle Hawaii e quello radio millimetrico nel deserto di Atacama, in Cile.


    Più domande che risposte

    Il gruppo, composto di astrofisici inglesi di Cardiff e americani di MIT, Boston, è sicuro di quello che ha visto, la firma diciamo così di questa importante molecola, ma non sa come giustificarla. È un esempio classico di come la scienza ponga più domande di quanto possa avere risposte. Andando con ordine: la fosfina ce l'abbiamo anche qui sulla Terra, e non è una gran molecola, dato che in natura si forma in ambienti senza ossigeno, come lo stomaco di alcuni animali o nei processi di decomposizione, sempre animale, e oltretutto ha un odore forte. Diciamola tutta: puzza.

    È però, proprio per questa sua origine, considerata un segno della presenza di vita, almeno microbica sia chiaro, niente venusiani, al massimo microbi, con le caratteristiche dette sopra, che nuotano nell'atmosfera acida di Venere. A questo punto ci si chiede come facciano a resistere dato che l'acidità dell'atmosfera venusiana, micidiale, dovrebbe ammazzare qualunque microbo in poco tempo.

    Temperature proibitive

    L'altra via per cui si può formare la fosfina, ossia in procedimenti industriali, è ovviamente fuori discussione. Quindi o c'è un modo per produrre questa benedetta molecola che non conosciamo ancora o deve per forza esserci qualcosa che la produce e la rimpiazza continuamente. E qui nasce il secondo problema: Venere è certamente molto simile alla Terra, come dimensioni, natura del suolo e massa, molto più del piccolo Marte per dire, ma ha una temperatura al suolo sui 400 gradi, dovuta allo spesso strato di nubi che lo coprono e provocano un effetto serra da record. In parole povere la luce e il calore del sole entrano attraverso le nubi, ma vengono rimbalzate fra il terreno e gli strati alti dell'atmosfera stessa da cui non riescono a uscire, come palline da ping pong che rimbalzano fra due muri. Di fatto tutti i satelliti che hanno tentato di posarsi sul suolo di Venere hanno avuto una vita brevissima, di secondi o qualche minuto.



    L’80% dell’atmosfera è di acido solforico



    Altro problema, a parte la temperatura, è: come possono vivere, a breve o a lungo, questi microbi in una atmosfera che è, a quell'altezza fra le nubi, all'80% composta di acido solforico? Gli scienziati inglesi pongono questa domanda, evidentemente, se è vero che sono microbi allora si comportano ed hanno una vita completamente diversa dai nostri microbi terrestri. Insomma, il lavoro pubblicato sulla rivista Nature dal gruppo di quotati scienziati pone più domande di quelle che risolve, ma anche questo è un meccanismo tipico della ricerca scientifica e la scoperta, pare senz'altro confermata, è comunque importante.



    “Scoperta intrigante, anche se occorre andare coi piedi di piombo, non basta una molecola per quanto interessante per trarre conclusioni”, ci dice Jhon Brucato, il maggior astrobiologo italiano. Per capirci di più bisognerebbe andare con un pallone sonda su Venere e analizzare quei particolari strati di atmosfera. La Nasa ci sta pensando da tempo per la verità. Niente omini verdi su Venere quindi ma, al massimo, strani microbi e pure poco gradevoli. Si continua ad indagare, come sempre.


    Avevo già scritto precedentemente che in realtà l'alta atmosfera di venere, con una temperatura di circa 30 gradi è il posto più ospitale dell'intero sistema solare oltre alla terra (di cui abbiamo prove, quindi escludendo per ora i satelliti di giove e saturno).
    Verrebbe da dire che se trovassimo vita su venere con le sue nuvole di acido, allora la vita, almeno a livello microbico, sarebbe probabilmente diffusissima nell'universo.
    Ma ad essere più precisi, se mai confermassimo l'esistenza di questa vita venusiana, dovremmo però poi tentare di appurare quale di due scenari opposti stiamo osservando. Questi microbi potrebbero infatti essere degli estremofili ultimi sopravvissuti di quando Venere era abitabile. Oppure potrebbero essersi sviluppati nell'ambiente infernale che conosciamo oggi. A seconda dello scenario, le conclusioni potrebbero essere molto diverse.
    topquark and Aladar like this.

 

 

Discussioni Simili

  1. Il paradosso di Fermi
    Di Razionalista nel forum Fondoscala
    Risposte: 507
    Ultimo Messaggio: 16-02-15, 20:01
  2. Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 24-10-12, 05:02
  3. Il Paradosso di Fermi - siamo soli?
    Di Biordo nel forum Scienza e Tecnologia
    Risposte: 53
    Ultimo Messaggio: 23-09-11, 14:11
  4. Roger & Me
    Di yurj nel forum Politica Estera
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 06-10-07, 21:06
  5. Roger, ehi Roger
    Di *Syd* nel forum Fondoscala
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 22-09-06, 20:33

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226