User Tag List

Pagina 1 di 91 121151 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 906
Like Tree198Likes

Discussione: Il paradosso di Fermi secondo Roger Penrose

  1. #1
    Sospeso/a
    Data Registrazione
    02 May 2006
    Messaggi
    37,193
    Mentioned
    477 Post(s)
    Tagged
    12 Thread(s)

    Predefinito Roger Penrose, le civiltà extraterrestrii e il paradosso di Fermi

    Uno studio del paradosso di Fermi *, collegato alla teoria cosmologica di Roger Penrose (noto per le sue eorie matematiche e per l'elaborazione dei teoremi della singolarità assieme a Stephen Hawking, la cosmologia ciclica conforme. https://it.wikipedia.org/wiki/Cosmol...clica_conforme

    * Il paradosso di Fermi sorge nel contesto di una valutazione della probabilità di entrare in contatto con forme di vita intelligente extraterrestre[1]. Il nome del paradosso deriva dal fatto che la tradizione ne attribuisce la formulazione al fisico Enrico Fermi.
    Il paradosso si riassume solitamente nel seguente ragionamento e conseguente domanda: A fronte dell'enorme numero di stelle visibili nell'universo osservabile sembra naturale pensare che la vita possa essersi sviluppata in un grande numero di pianeti e che moltissime civiltà extraterrestri evolute si siano potute produrre durante la vita dell'universo. Ma allora la domanda è "se l'universo e in primis la nostra galassia pullula di civiltà sviluppate, dove sono tutti quanti?" "Se ci sono così tante civiltà evolute, perché non abbiamo ancora ricevuto prove di vita extraterrestre come trasmissioni di segnali radio, sonde o navi spaziali?". Estremizzando la questione, il problema verte sul chiedersi se gli esseri umani sono la sola civiltà tecnologicamente avanzata dell'Universo.

    Scrive Penrose “Il cosiddetto Paradosso di Fermi si riferisce ad un puzzle che nasce da una aspettativa, quella dell’improbabilità che la nostra civiltà sia stata la prima ad essere sorta nella nostra galassia, e che se la nostra civiltà non fosse stata la prima, a causa dell’accidentalità coinvolta nella temporizzazione di fattori che portano al suo sviluppo, la probabilità sarebbe stata che la nostra civiltà fosse stata preceduta da altre che avrebbero avuto un vantaggio di migliaia di nostri secoli di sviluppo tecnologico. L’aspettativa, quindi, sarebbe che tali civiltà super avanzate avrebbero avuto ampia opportunità di visitarci oppure, quanto meno, aver inviato segnali decifrabili per noi.“. Secondo la Teoria della Cosmologia Ciclica proposta da Roger Penrose, la storia dell’universo è molto più antica di quello che la scienza ha creduto per anni (13,8 miliardi di anni circa) e consiste in una ‘catena’ di ere (eoni). Prima un gigantesco buco nero inghiotte l’universo immagazzinando energia, dopo di che noi abbiamo il Big Bang, evento che segna il confine tra la vecchia e la nuova era. I due fisici propongono che scomparse civiltà “aliene” sarebbero state in grado di trasmettere informazioni attraverso la collisione dei buchi neri.
    Secondo gli esperti, la scoperta delle onde di radiazione gravitazionale attesta l’esistenza di buchi neri supermassicci nel lontano passato (o di fluttuazioni quantistiche, o dei buchi neri primordiali di Hawking), i quali buchi neri avrebbero consumato l’universo avendo causato poi la nascita di un nuovo sistema di galassie. Secondo la teoria proposta da Penrose e Gurzadyan un Big Bang ha significato la trasformazione di tutta la massa dell’universo in energia, che è stata accompagnata da un cambiamento nel mondo. Questo suggerisce uno sviluppo ciclico dell’universo, dove i due scienziati propongono un’epoca (Eone) separata dall’altro Big Bang.
    Nel loro studio, il professor Penrose e Gurzadyan scrivono: “In accordo con questa interpretazione, si può concludere che, secondo lo schema della Cosmologia Ciclica, è presente una concentrazione estremamente grande e molto distante di fonti, mostrate in rosso nella figura 2 appena sotto, sopra a destra, esclusa la regione equatoriale. Inoltre, è presente una relativamente vicina concentrazione molto grande di fonti piuttosto vicine alla direzione del polo nord galattico, appena a destra dell’immagine.

    Se vogliamo considerare i segnali provenienti da esseri precedenti l’Eone, allora queste regioni potrebbero benissimo essere i luoghi più promettenti in cui guardare, come interpretato dallo schema di Cosmologia Ciclica, in cui esiste una grande probabilità che ci siano state, o ci sarebbero, anche grazie al gran numero di grandi galassie in questi luoghi, società tecnologiche evolute che si sono sviluppate e che si siano stabilizzate a lungo termine.
    “.

    (da Ufo e dintorni)

    Secondo i due fisici, la ricerca del SETI di segnali intelligenti dovrebbe estendersi alle civiltà pre-esistenti al Big Bang dell'attuale periodo universale (sempre che la teoria cosmologica detta CCC sia vera). Sarebbe bello poter guardare in un eventuale multiverso.

    Articolo di Penrose e Gurzhadyan da arxiv.org: [1512.00554] CCC and the Fermi paradox
    topquark and frameeme like this.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Liberale Cattivo
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    31,497
    Mentioned
    194 Post(s)
    Tagged
    35 Thread(s)

    Predefinito Re: Il paradosso di Fermi secondo Roger Penrose

    Se vogliamo considerare i segnali provenienti da esseri precedenti l’Eone

    Mi sfugge l' utilità di andare a cercare i segnali provenienti da esseri precedenti l'Eone... quando ancora non riusciamo a comunicare con gli eventuali esseri intelligenti relativamente più vicini..
    Biordo likes this.
    "I socialisti sono come Cristoforo Colombo: partono senza sapere dove vanno. Quando arrivano non sanno dove sono. Tutto questo con i soldi degli altri."

  3. #3
    Sospeso/a
    Data Registrazione
    02 May 2006
    Messaggi
    37,193
    Mentioned
    477 Post(s)
    Tagged
    12 Thread(s)

    Predefinito Re: Il paradosso di Fermi secondo Roger Penrose

    Citazione Originariamente Scritto da Supermario Visualizza Messaggio
    Mi sfugge l' utilità di andare a cercare i segnali provenienti da esseri precedenti l'Eone... quando ancora non riusciamo a comunicare con gli eventuali esseri intelligenti relativamente più vicini..
    Infatti credo sia solo un modo per confutare il paradosso di Fermi. Magari non ci sono esseri intelligenti nell'universo attuale, ma se l'universo è infinito, di certo sono esistiti, ma che i segnali siano visibili nella CMB lo dubito, anche perché sarebbero indistinguibili dal resto dei segnali che si vedono nella mappa del satellite. Idem se esiste un multiverso. Con l'esistenza dell'infinito nel passato o nello spazio si risolverebbero molti problemi, come l'esistenza del principio antropico senza tirare in ballo soluzioni religiose. Della teoria ciclica di Penrose (molto particolare perché non prevede la contrazione dell'universo) ne parlavo nell'altro topic, la trovo molto affascinante ma probabilmente è troppo complessa a livello matematico e gli altri fisici (a parte menti superiori come Hawking, che però si dedica più che altro ai buchi neri) non la capiscono a fondo nemmeno loro, e per questo gode di poca considerazione.
    John Orr likes this.

  4. #4
    Liberale Cattivo
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    31,497
    Mentioned
    194 Post(s)
    Tagged
    35 Thread(s)

    Predefinito Re: Il paradosso di Fermi secondo Roger Penrose

    Citazione Originariamente Scritto da Mister K Visualizza Messaggio
    Infatti credo sia solo un modo per confutare il paradosso di Fermi. Magari non ci sono esseri intelligenti nell'universo attuale, ma se l'universo è infinito, di certo sono esistiti, ma che i segnali siano visibili nella CMB lo dubito, anche perché sarebbero indistinguibili dal resto dei segnali che si vedono nella mappa del satellite.

    Andando alla velocità di 299.792 chilometri al secondo (km/s) ( velocità della luce ) la stella a noi più vicina ( proxima Centauri ) e' raggiungibile in 4 anni poco più.

    La minima velocità di fuga dal sistema solare è di 42.5 Km/s circa.. e anche se riuscissimo ad arrivare a quella velocità.. significa che ci vorrebbero poco meno di 30.000 anni per arrivarci..

    Sempre che su Proxima Centauri ci sia qualcosa oltre gas.. radiazioni e folli temperature...
    John Orr likes this.
    "I socialisti sono come Cristoforo Colombo: partono senza sapere dove vanno. Quando arrivano non sanno dove sono. Tutto questo con i soldi degli altri."

  5. #5
    Sospeso/a
    Data Registrazione
    02 May 2006
    Messaggi
    37,193
    Mentioned
    477 Post(s)
    Tagged
    12 Thread(s)

    Predefinito Re: Il paradosso di Fermi secondo Roger Penrose

    Citazione Originariamente Scritto da Supermario Visualizza Messaggio
    Andando alla velocità di 299.792 chilometri al secondo (km/s) ( velocità della luce ) la stella a noi più vicina ( proxima Centauri ) e' raggiungibile in 4 anni poco più.

    La minima velocità di fuga dal sistema solare è di 42.5 Km/s circa.. e anche se riuscissimo ad arrivare a quella velocità.. significa che ci vorrebbero poco meno di 30.000 anni per arrivarci..

    Sempre che su Proxima Centauri ci sia qualcosa oltre gas.. radiazioni e folli temperature...
    Credo che su Proxima Centauri e nel suo sistema non ci siano nemmeno pianeti rocciosi. Quindi niente vita intelligente nelle vicinanze, a meno che gli alieni non abbiano tecnologie alla star trek e abbiano installato una base nel sistema solare.

  6. #6
    Liberale Cattivo
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    31,497
    Mentioned
    194 Post(s)
    Tagged
    35 Thread(s)

    Predefinito Re: Roger Penrose, le civiltà extraterrestrii e il paradosso di Fermi

    Sinceramente dubito che basti il ciclo di vita di una civiltà ( o di un sistema solare ) per sviluppare una tecnologia tale da viaggiare fra un sistema solare e l' altro.

    Più probabile forse intercettare segnali di civiltà forse morte da milioni di anni... a patto ovviamente di essere in possesso in questo preciso momento della tecnologia di trasmissione utilizzata da chi li ha trasmessi..

    Chissà forse un giorno scopriremmo che il cosmo è sempre stato pieno di segnali.. di civiltà scomparse.. .e noi non siamo mai stati in grado di identificarli prima di allora..
    John Orr likes this.
    "I socialisti sono come Cristoforo Colombo: partono senza sapere dove vanno. Quando arrivano non sanno dove sono. Tutto questo con i soldi degli altri."

  7. #7
    Liberale Cattivo
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    31,497
    Mentioned
    194 Post(s)
    Tagged
    35 Thread(s)

    Predefinito Re: Il paradosso di Fermi secondo Roger Penrose

    .



    Selezionate i sottotitoli in italiano.
    topquark, Biordo and MaIn like this.
    "I socialisti sono come Cristoforo Colombo: partono senza sapere dove vanno. Quando arrivano non sanno dove sono. Tutto questo con i soldi degli altri."

  8. #8
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    26 Jul 2012
    Messaggi
    14,910
    Mentioned
    100 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Il paradosso di Fermi secondo Roger Penrose

    non capisco il senso di questa ricerca. anche trovassimo una specie aliena intelligente le comunicazioni si limiterebbero a scambi si sequenze di numeri primi...
    John Orr likes this.

  9. #9
    Sospeso/a
    Data Registrazione
    02 May 2006
    Messaggi
    37,193
    Mentioned
    477 Post(s)
    Tagged
    12 Thread(s)

    Predefinito Re: Il paradosso di Fermi secondo Roger Penrose

    Citazione Originariamente Scritto da Folco Visualizza Messaggio
    non capisco il senso di questa ricerca. anche trovassimo una specie aliena intelligente le comunicazioni si limiterebbero a scambi si sequenze di numeri primi...
    Sarebbe comunque interessante, da anni si porta avanti il progetto SETI.

  10. #10
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    26 Jul 2012
    Messaggi
    14,910
    Mentioned
    100 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Il paradosso di Fermi secondo Roger Penrose

    Citazione Originariamente Scritto da Mister K Visualizza Messaggio
    Sarebbe comunque interessante, da anni si porta avanti il progetto SETI.
    e perché mai? so già quali sono i numero primi
    Marximiliano likes this.

 

 
Pagina 1 di 91 121151 ... UltimaUltima
Correlati:

Discussioni Simili

  1. Il paradosso di Fermi
    Di Razionalista nel forum Fondoscala
    Risposte: 507
    Ultimo Messaggio: 16-02-15, 21:01
  2. Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 24-10-12, 06:02
  3. Il Paradosso di Fermi - siamo soli?
    Di Biordo nel forum Scienza e Tecnologia
    Risposte: 53
    Ultimo Messaggio: 23-09-11, 15:11
  4. Roger & Me
    Di yurj nel forum Politica Estera
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 06-10-07, 22:06
  5. Roger, ehi Roger
    Di *Syd* nel forum Fondoscala
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 22-09-06, 21:33

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225